Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,

Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”, giovedì 6 gennaio Giardini del Palazzo Comunale


Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”, ore 11: Conservatorio Ottorino Respighi presenta “Fantasia Ottoni ” Ensemble Ottoni Conservatorio Ottorino Respighi”.

Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”, ore 18: Nudavoce presenta “La Musica nel Cinema” e a seguire Movimento e Danza – Raffaella Di Vincenzo 

Natale Latina, nei Giardini del Palazzo Comunale, promosso dall’Amministrazione Comunale di Latina con la direzione artistica e l’organizzazione di Vincenzo Berti e Gianluca Bonanno per Ventidieci.

La direzione presenta, giovedì 6 gennaio, giorno dell’Epifania, alle 11, il Conservatorio Ottorino Respighi presenta, Fantasia Ottoni ” Ensemble Ottoni Conservatorio Ottorino Respighi.


Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,
Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,

Alle 18, Nuda Voce presenta “La Musica nel Cinema” e a seguire Movimento e Danza – Raffaella Di Vincenzo.

L’Ensemble Ottoni del Conservatorio di Latina nasce su iniziativa dei Maestri delle classi di Tromba, Trombone e Musica d’Insieme per fiati (Remo D’Ippolito, Rocco Degola e Pino Cangialosi, Maestro di Percussioni Rodolfo Rossi) del Conservatorio “Ottorino Respighi” di LATINA con l’intento di divulgare la musica per ottoni e dare un’opportunità agli allievi di esibirsi in Concerto anche al di fuori del Conservatorio.

TROMBE: Remo D’Ippolito, Claudio Braccioforte, Chiara Gesualdi, Gabriele D’Amici, Veronica Gigli, Elena Giugno.

TROMBONI: Rocco Degola, Gian Marco Santoro, Fabrizio Cecconi, Giulio Guidotti, Riccardo Ferrari.

TUBA: Angelo Peluso. PERCUSSIONI: Francesca Candela, Luca Caliciotti. DIRETTORE: Pino Cangialosi.

PROGRAMMA: 1. Dindirindin, Anonimo del XV secolo. 2. Harry Potter, John Williams. 3. Indiana Jones, John Williams. 4.Two Songs, Ennio Morricone. 5.Albertone, Piero Piccioni. 6.Mr.Jums e Kraken, Chris Hazell. 7.Tambourin, Jean Philip Rameau.

​Il Centro di Ricerca e Formazione Vocale NUDAVOCE è il primo centro di formazione musicale sul territorio pontino dedicato esclusivamente al mondo della vocalità artistica, con uno studio attrezzato e a misura di voce.


Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,
Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,

Dotato di una Biblioteca Didattica, di una postazione per l’Analisi Acustica della Voce e un leggio acustico BINEL, consta inoltre di una intensa rete di collaborazioni con professionisti specializzati in ambito didattico, artistico-musicale e medico-sanitario (foniatri, osteopati, logopedisti, etc).

La Direttrice Artistica e Didattica Elisa Rossi è un insegnante qualificato con più di 15 anni di esperienza nell’ambito della formazione vocale e musicale, docente certificato VOICEtoTEACH®, Diplomata in CANTO JAZZ presso il Conservatorio di Musica di Frosinone e specializzanda nel METODO PROPRIOCETTIVO ELASTICO (PROEL), Corso di Alta Formazione Universitario in collaborazione col Centro di Foniatria e Logopedia di Santander a cura del professore e Medico Foniatra Alfonso Borragán.

Segue continui aggiornamenti professionali partecipando a seminari di approfondimento tematico inerenti alcune delle più qualificate metodologie della didattica del canto (SOVTraining, Analisi Acustica del Segnale Vocale, Metodo Funzionale della Voce, Tomatis, E.T.V.S VoiceCraft, Nms- Natural Mix Singing, etc), vantando un curriculum artistico e didattico di rilievo.

Lo spettacolo che presentano, sarà un assaggio del progetto “La Canzone nel Cinema”, che vede gli allievi confrontarsi annualmente con brani storici della musica nazionale e internazionale, citati o appositamente composti per alcune delle più belle colonne sonore del Cinema; un filo conduttore che da tre anni lega tutti gli spettacoli degli allievi della Scuola, spaziando nei generi e cimentandosi nei più svariati stili musicali.

Per l’occasione avremo anche tre allievi delle due scuole di musica con cui Elisa Rossi collabora, rispettivamente l’Associazione EX Mattatoio – Arci La Freccia di Aprilia e MusicAmo di Pontinia; come ospite ad accompagnare uno dei nostri allievi Angelo Capozzi, docente di chitarra dell’Associazione EX Mattatoio – Arci La Freccia e chitarrista dell’Orchestraccia, attualmente impegnata nel programma Rai La Nottataccia.

A seguire: la scuola “Movimento e Danza – Raffaella Di Vincenzo” prende il nome dalla sua fondatrice che è venuta a mancare lo scorso anno.

E’ una scuola presente sul territorio di Latina da quasi 40 anni, ed ha educato alla danza e alla vita molte generazioni di allievi, credendo fortemente nel valore educativo dell’arte Lo spettacolo del 6 gennaio è costituito da due tempi, tratti dal saggio/spettacolo di questa estate.

Il primo, di danza classica, si intitola “Danze Viennesi” con musiche di Strauss, Offenbach e Drigo.

Il secondo, di danza contemporanea, si chiama “Il mio corpo è la mia casa”, ed è il racconto di un corpo in continua evoluzione che si lascia plasmare dal tempo e dallo spazio, abitato da un’anima che cerca la sua completezza nell’incontro con l’altro.

Le musiche in questo atto sono di Renè Aubry e Thurston Hurrys.

Ingresso gratuito su prenotazione: www.Comune.Latina.It

Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto di tutte le normative AntiCovid 19

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/auditorium-conciliazione-danilo-bucchi-blu/ https://www.unfotografoinprimafila.it/fefe-con-il-suo-nuovo-singolo-a-roma-termini/

Fefe con il suo nuovo singolo “A Roma Termini”.

Fefe con il suo nuovo singolo “A Roma Termini”. Venerdì 7 gennaio sarà in rotazione radiofonica e disponibile su tutti gli store digitali “A Roma Termini” (T-Recs Music), il nuovo singolo della giovane cantautrice fefe, al secolo Federica Sartori.


Fefe con il suo nuovo singolo “A Roma Termini”. Nella canzone emozioni diverse e istantanee di vita si susseguono e si rincorrono generando un prodotto che racchiude in sé tutta la freschezza e la genuinità dell’artista.

Fefe con il suo nuovo singolo “A Roma Termini”. Il brano è nato al pianoforte, quindi inizialmente lentissimo, poi, dopo aver alzato i BPM, inserito loops e campioni, l’andamento e il mood sono completamente cambiati. L’arrangiamento è stato curato da Tony Pujia e da Matteo Costanzo.

Fefe con il suo nuovo singolo “A Roma Termini”.
Fefe con il suo nuovo singolo “A Roma Termini”.

«“A Roma Termini” – racconta fefe – nasce durante un bel pianto in stazione mentre ascoltavo “Sotto il Cielo di Roma” di Aiello.

Me ne andavo in giro per Roma Termini con un latte macchiato e un biscotto al cioccolato, con le airpods e appena mi sono seduta sul sedile del treno ho incominciato a scrivere quello che poi è diventato il testo del brano, anche se poi modificato e arricchito.

Mi ricordo che avevo vissuto una settimana piena di input, da sola e diciamo che a fine trasferta non ho più retto e ho sfogato tutto.»

Biografia

Immaginate d’essere cresciuti tra i bellissimi paesaggi attorno al Lago di Caldaro, un paradiso tra le montagne in provincia di Bolzano e, undici anni dopo, d’aver vissuto tra le spiagge di Bordighera, città in provincia di Imperia.

Luoghi al confine e come tali affascinanti in quanto rappresentativi di un fine e di un inizio, dove le differenze creano qualcosa di unico, una vera e propria terra di mezzo.

Bene, adesso immaginate una bambina – la protagonista di questa breve biografia – fiera nell’impugnare una racchetta da tennis cercando la corretta posizione.

Il tennis è lo sport di casa, papa è di professione un allenatore e mamma una preparatrice atletica; Indovinate un po’ la sorella? Si, anche lei gioca a tennis.

Con i genitori ha viaggiato il mondo e tra tornei, scuola tedesca, lo studio di cinque lingue e poi pianoforte, i quarti e gli ottavi, i solfeggi, la passione per la musica e i primi sogni da inseguire, del tempo ne è passato.

La bambina che all’asilo sapeva già comunicare prima ancora di parlare è diventata una giovane donna.

Non gioca a tennis!

Immaginatela in montagna, sulla spiaggia o semplicemente davanti ad un piano intenta a scrivere una nuova canzone.

Ora basta immaginare, ascoltatela!

Si chiama fefe. Professione: cantautrice.

Discografia:

 “If The Music Goes” – 11/06/2021
“Dall’altra Parte” – 26/06/2020
“Ho Visto Ballare” – 21/06/2019
“Corpo Anima e Mente” – 12/04/2019
“Lei Non Ama” – 30/11/2018
“I’ll Be The One” – 01/10/2018
Media Relations T-RECS MUSIC
CGP Srl
 
Giorgio Cipressi & Giovanna Palombini +39.348.2818620 giovanna.palombini@globalepromotion.it
Greta De Marsanich +39.320.8626213 greta.demarsanich@globalepromotion.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/auditorium-conciliazione-danilo-bucchi-blu/ https://www.unfotografoinprimafila.it/torino-film-festival-ce-un-soffio-di-vita-soltanto/

Stefano Sabatini Trio Alexanderplatz Jazz Club,

Stefano Sabatini Trio Alexanderplatz Jazz Club, mercoledì 5 gennaio ore 21,00. Stefano Sabatini – pianoforte, Dario Rosciglione – contrabbasso, Pietro Iodice – batteria


L’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta, mercoledì 5 gennaio un Trio fantastico.

Stefano Sabatini Trio Alexanderplatz Jazz Club. Uno dei migliori pianisti Italiani, versatile e raffinato, dallo stile moderno ma intriso della migliore tradizione jazzistica.

Stefano Sabatini Trio Alexanderplatz Jazz Club,
Alexanderplatz Jazz Club,

Sabatini propone col suo trio, con gli ottimi Dario Rosciglione al contrabbasso e Pietro Iodice alla batteria, prevalentemente brani originali e qualche ” standard” o “canzone” rivisitata.

Dal vivo egli conferma, oltre alle sue doti pianistiche, anche quelle di compositore sensibile e ispirato, i cui brani sono in grado di esprimere sensazioni robuste oppure sognanti e introspettive. Il grande gusto per la melodia, poi, rende la sua musica assolutamente comunicativa e coinvolgente. un concerto da non perdere!

L’ALEXANDERPLATZ E’ SANIFICATO CON TECNOLOGIA ACTIVEPURE 24 ORE SU 24

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com

www.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/quid-channel-presenta-standup-comedy-garage-2/

https://www.unfotografoinprimafila.it/cultura-mediterranea-riflessi-di-danza-centro-studi/

Torino Film Festival “C’è un soffio di vita soltanto”

Torino Film Festival “C’è un soffio di vita soltanto” un film di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini


Uscirà al cinema il 10 gennaio 2022 l’atteso documentario C’è un soffio di vita soltanto, firmato dal duo di registi italiani Matteo Botrugno e Daniele Coluccini, presentato in anteprima all’ultima edizione del Torino Film Festival.

Torino Film Festival “C’è un soffio di vita soltanto”. Il film, realizzato quasi interamente durante l’anno della pandemia, racconta l’emozionante e singolare storia di Lucy, la donna transessuale più anziana d’Italia.

Torino Film Festival “C’è un soffio di vita soltanto”
Torino Film Festival “C’è un soffio di vita soltanto”

Tra le pochissime sopravvissute al campo di concentramento di Dachau ancora in vita, è testimone diretta di uno dei momenti più bui e tragici della storia del Novecento.

Il documentario, infatti, racconta un pezzo di storia italiana (e non solo) attraverso gli occhi di una persona che, come tante allora, è stata costretta a guardare l’orrore, ma ha saputo resistergli con forza e coraggio ineguagliabili.

Attraverso il racconto lucidissimo di Lucy, il film non solo affronta tematiche attuali come l’identità di genere, ma vuole anche far riflettere sull’importanza di continuare a mantenere intatta la propria personalità.

Mantenerla nonostante i soprusi e i continui tentativi della società contemporanea di condannare, umiliare ed eliminare ogni accenno di diversità – “chi l’ha detto che una donna non può chiamarsi Luciano?”, afferma la protagonista della storia nel corso del film.

Botrugno e Coluccini, così, attraverso un affresco intimo e delicato, pongono allo spettatore riflessioni continue e mai scontate.

Torino Film Festival “C’è un soffio di vita soltanto”
Torino Film Festival “C’è un soffio di vita soltanto”

E lo fanno direttamente con la voce di chi certi orrori li ha vissuti sulla propria pelle, perché le voci come quella di Lucy si stanno affievolendo e con loro la memoria collettiva sembra perdersi ogni giorno sempre di più.

C’è un soffio di vita soltanto è un inno alla vita e un elogio della diversità in tutta la sua bellezza.

Perché Lucy è l’essenza stessa della diversità, una persona in perenne lotta per l’affermazione della propria identità, in un mondo che ancora oggi, troppo spesso, preferisce odiare piuttosto che comprendere.

I registi, così, realizzano un ritratto colmo di umanità di una donna che, con il suo vissuto, diviene metafora di un’intera comunità fatta di persone che non si arrendono e sanno fare tesoro del dono più prezioso della Storia: la memoria, come unico e insostituibile punto di partenza.

Leggi anche: https://www.buonaseraroma.it/quid-channel-presenta-standup-comedy-garage-2/

Cultura Mediterranea Riflessi di Danza Centro Studi,

Cultura Mediterranea Riflessi di Danza Centro Studi, martedì 4 gennaio ore 18,00 Giardini del Palazzo Comunale Natale Latina


Natale Latina, nei Giardini del Palazzo Comunale, promosso dall’Amministrazione Comunale di Latina con la direzione artistica e l’organizzazione di Vincenzo Berti e Gianluca Bonanno per Ventidieci, presenta, martedì 4 gennaio, Cultura Mediterranea e Riflessi di Danza Centro Studi.

Cultura Mediterranea nasce da un’idea di Francesca Coppetelli con l’intento di divulgare queste due antiche e profonde culture quali il Flamenco e la Danza Orientale, tutte e due di origine popolare, con una cultura millenaria alle spalle ricca di segreti, contraddizioni e forza.

Cultura Mediterranea Riflessi di Danza Centro Studi,
Cultura Mediterranea Riflessi di Danza Centro Studi,

Sarà questa forza che porteremo sul palco in uno spettacolo fatto di colori vivaci e musicalità trascinanti.

Cultura Mediterranea dal 2007 è punto di riferimento a Latina e Provincia di queste due discipline, dal 2012 collabora stabilmente con musicisti e cantanti spagnoli e con percussionista egiziano ed è solita organizzare presso la sua sede stage di formazione con maestri internazionali e viaggi studio all’estero.

In particolare quest’anno avremo l’onore di ospitare due Artisti importantissimi uno che terrà il corso il 7 e 8 Gennaio Kelian Jimenez e l’altra, Adela Campallo, che invece ospiteremo a fine aprile.

Dal 2019 organizzatrice del Festival Flamenco “Encuentro Flamenco Ciudad de Latina” dove si sono esibiti e si esibiranno il prossimo Marzo 2022 artisti di livello mondiale del Flamenco.

Cultura Mediterranea Riflessi di Danza Centro Studi,
Cultura Mediterranea Riflessi di Danza Centro Studi,

Riflessi di Danza Centro Studi presenta una coreografia delle allieve del corso classico e contemporaneo avanzato, sulle musiche di Sam Smith “Fire on Fire” Riflessi di Danza opera sul territorio dal 2010, sono attivi i corsi a partire dalla propedeutica, seguendo con i corsi regolari classici, fino ai corsi classici intermedi e avanzati.

La danza in tutte le sue sfaccettature con corsi di contemporaneo e moderno principianti, intermedio e avanzato ma anche la ginnastica dolce e la danza classica per adulti Opera sul territorio dal 2010 e ha scelto di allargare le sedi aprendo a Borgo Podgora per offrire l’opportunità agli allievi del borgo di poter avere una loro sede sul territorio.

Ingresso gratuito su prenotazione: www.Comune.Latina.It

Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto di tutte le normative AntiCovid 19

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-manzoni-va-in-scena-tempo-al-tempo/

https://www.unfotografoinprimafila.it/carlo-verdone-il-suo-libro-la-carezza-della-memoria/

Cafè Loti Alexanderplatz Jazz Club

Cafè Loti Alexanderplatz Jazz Club, lunedì 3 gennaio ore 21,00 SPECIAL GUEST: BARBARA ERAMO, voce


Cafè Loti Alexanderplatz Jazz Club. Nando Citarella, Stefano Saletti, Pejman Tadayon

Nando Citarella: voce, tammorre, chitarra battente, marranzano, Stefano Saletti: bouzouki, oud, chitarra, percussioni, voce, Pejman Tadayon: saz, oud, târ, setâr, ney, voce

L’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta, lunedì 3 gennaio, Cafè Loti: Nando Citarella, voce, tammorre, chitarra battente, marranzano, Stefano Saletti, bouzouki, oud, chitarra, percussioni, voce e Pejman Tadayon: saz, oud, târ, setâr, ney, voce:

Cafè Loti Alexanderplatz Jazz Club
Cafè Loti Alexanderplatz Jazz Club

Ospite la cantante Barbara Eramo.

Tre musicisti con un solido background, da anni impegnati nella ricerca sulle musiche popolari del Mediterraneo e dell’Oriente, si incontrano in un progetto originale che diventa un ponte tra passato e presente, tra musica “colta” e popolare, tra la tradizione occidentale e quella orientale.

Nell’antico Cafè Loti di Istanbul i viaggiatori si fermavano a parlare, si conoscevano, suonavano e cadevano le differenze tra Nord e Sud del mondo.

Le melodie viaggiavano, gli strumenti viaggiavano, i ritmi viaggiavano.

E se si può viaggiare con il corpo e con la mente, il viaggio che propongono Nando Citarella, Stefano Saletti, Pejman Tadayon sulle rotte della storia è un percorso che parte dalla Spagna, si incontra con i trobadours francesi e le cantate popolari di Napoli e del Sud d’Italia, incrocia il canto in Sabir, attraversa le antiche vie della seta, la Persia e, poi si trasforma e diventa una musica nuova capace di vivere di nuova luce, di emozionare e trascinare chi l’ascolta.

Per dimostrare che la musica è il linguaggio del possibile dove l’incontro con l’altro arricchisce, trasforma, innova. Così è stato per secoli prima che si innalzassero barriere e muri figli della paura e dell’ignoranza.

La tammorra risuona su un bouzouki greco, il saz, il setar e l’oud accompagnano il marranzano e il canto a tenore.

Nel repertorio, oltre a composizioni originali, brani della tradizione sefardita spagnola, cantigas medievali, brani di musica classica persiana, madrigali, tarantelle, ballate popolari. Una festa in musica che attraversa il Mediterraneo sulle rotte degli antichi viaggiatori.

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.comwww.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-manzoni-va-in-scena-tempo-al-tempo/ https://www.unfotografoinprimafila.it/carlo-verdone-il-suo-libro-la-carezza-della-memoria/

Greg Hutchinson Quartet Alexanderplatz Jazz Club,

Greg Hutchinson Quartet Alexanderplatz Jazz Club, giovedì 30 dicembre ore 21,00 Special guest: Maurizio Giammarco, sax


Greg Hutchinson Quartet Alexanderplatz Jazz Club. Greg Hutchinson, batteria, Ameen Salem,contrabbasso, Francesco Fratini, troba

L’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta, giovedì 30 dicembre, Greg Hutchinson Quartet.

Un quartetto inedito guidato dal batterista Greg Hutchinson, uno dei più interessanti batteristi del panorama jazz internazionale, da alcuni anni residente in Italia.

Con lui sul palco: Maurizio Giammarco al sax, Ameen Salem al contrabbasso e Francesco Fratini alla tromba.

Fin dal suo debutto professionale come turnista teen ager per il trombettista Red Rodney, Greg Hutchinson è stato un’eloquente testimonianza di come i giovani debbano dire la loro.

Greg Hutchinson Quartet Alexanderplatz Jazz Club,
Greg Hutchinson Quartet Alexanderplatz Jazz Club,

Ancora oggi esprime la freschezza dell’invenzione che è stata una sua evidente caratteristica fin dall’inizio, equilibrata però con la maturità acquisita grazie alle collaborazioni con artisti del calibro di Betty Carter e Joe Henderson.

Nato nel giugno 1970 a Brooklyn, New York, Hutchinson fin da piccolo è stato ispirato musicalmente da entrambi i genitori. Ascoltando artisti che spaziano dal jazz, al soul al funk, Hutchinson ha sviluppato la sua concezione musicale iniziale.

“Tra le mie influenze principali è ‘Philly’ Joe Jones,” ammette, “perché ha incorporato tutti gli elementi della sua vita nella sua musica. Era molto, molto elegante.”

Un’altra sua fonte d’ispirazione è Charlie Parker.

Che la batteria canti, questo è il desiderio e l’obiettivo di Greg Hutchinson, così come cantava il Sax di Charlie Parker.Greg  Hutchinson  è sicuramente uno dei batteristi più ricercati nel panorama jazz internazionale, ha collaborato , tra gli altri con:

Aaron Goldberg Trio, Joe Henderson, Dianne Reeves, Betty Carter, Christian McBride, Ray Brown, Joshua Redman, Eric Reed, Antonio Hart, Benny Green, Larry Clothier, Ron Blake, Ray Brown Trio, Michael Bishop, Peter Bernstein, Jim Anderson,

Stephen Scott, Karriem Riggins, Peter Washington, Jack Renner, Nicholas Payton, Kevin Mahogany, James Farber, Marc Cary, Laverne Butler, Jeremy Davenport, Mark Elf, Bob Belden, Beegie Adair Cruzer,

Teodross Avery, Roy Hargrove, Antonio Hart, Kristin Korb, Claire Martin, Jimmy Smith, Mark Whitfield, Steve Wilson, Rodney Whitacker.

 L’ALEXANDERPLATZ E’ SANIFICATO CON TECNOLOGIA ACTIVEPURE 24 ORE SU 24

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.comwww.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/dancelab-presenta-urban-christmas-2/ https://www.unfotografoinprimafila.it/donatella-luttazzi-quartet-in-lelio-luttazzi-tribute/

Donatella Luttazzi Quartet in “Lelio Luttazzi Tribute”,

Donatella Luttazzi Quartet in “Lelio Luttazzi Tribute”, mercoledì 29 dicembre 2021 ore 21.00 Alexanderplatz Jazz Club


Donatella Luttazzi voce, Cinzia Gizzi pianoforte, Giorgio Rosciglione contrabbasso, Andrea Nunzi batteria

Mercoledì 29 dicembre Donatella Luttazzi insieme al suo quartetto sarà in concerto presso l’Alexanderplatz Jazz Club per un omaggio al padre Lelio Luttazzi.

Cantante, compositrice, arrangiatrice, oltre ad eseguire il repertorio di sue canzoni, lavora da anni alla raccolta e analisi delle canzoni, anche quelle meno conosciute ma non per questo meno belle, di suo padre Lelio, suo Maestro e ispiratore.

Lui, come sempre modesto, le aveva consigliato di intitolare il progetto “Daddy’s music”, inserendovi anche degli standard, ma spesso Donatella preferisce dedicare un suo concerto interamente al padre. Chi più di lei è titolato a farlo?

Donatella Luttazzi Quartet in “Lelio Luttazzi Tribute”,
Donatella Luttazzi Quartet in “Lelio Luttazzi Tribute”,

Lo scopo è duplice: da un lato portare avanti l’eredità musicale del padre, al quale è legatissima, dall’altro sottolineare la carica ironica e la natura jazzistica delle sue canzoni, permettendogli in qualche modo di tornare al suo primo e vero amore: il jazz.

Una Zebra a Pois, Troppo Tardi, Il Giovanotto Matto, fanno parte del repertorio, assieme a canzoni meno eseguite ma bellissime come Tristemente, Mi piace, Ti odio, e due composizioni di Donatella.

Una dedicata a Chet Baker, l’altra al suo grande padre.

In questo progetto si avvale della collaborazione di una ritmica composta da Cinzia Gizzi, pianista e arrangiatrice, da Giorgio Rosciglione al contrabbasso (che è stato il contrabbassista di Lelio per moltissimi anni) e Andrea Nunzi alla batteria.

Alexanderplatz Jazz Club

Via Ostia 9

Info e prenotazioni:

0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.comTessera mensile 10 euro

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-il-corpo-originario/ https://www.unfotografoinprimafila.it/giardini-del-palazzo-comunale-la-divina-commedia/

“Jeff Ballard Trio all’Alexanderplatz Jazz Club,

“Jeff Ballard Trio all’Alexanderplatz Jazz Club, martedì 28 dicembre ore 21,00. Un musicista che bene conosce la tradizione.


Jeff Ballard, batteria, Dario Deidda, basso, Domenico Sanna, pianoforte

L’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta, martedì 28 dicembre, Jeff Ballard Trio.

Jeff Ballard, oggi è, senza dubbio, uno dei più amati musicisti al mondo tanto dal grande pubblico quanto dai musicisti e dalla critica internazionale.

“Jeff Ballard Trio all’Alexanderplatz Jazz Club,
“Jeff Ballard Trio all’Alexanderplatz Jazz Club,

Lunghissima la lista delle collaborazioni famose: da Lou Donaldson fino a Chick Corea passando per la lunga e duratura frequentazione con il pianista Brad Meheldau (del trio è membro fisso ormai da anni) e Joshua Redman, cofondatore dello straordinario trio Fly con Mark Turner e Larry Grenadier, fino ad arrivare alle registrazioni discografiche con i nostri Enrico Rava e Stefano Di Battista.

Ballard è un batterista solido, moderno ed eclettico, dalle radici profonde. Un musicista che bene conosce la tradizione, ma che ha saputo nel corso della sua carriera sviluppare un linguaggio unico e personale che lo ha portato a diventare uno dei più grandi al mondo.

Un artista capace di ascoltare gli altri e partecipare creativamente alla musica come pochi sanno fare.

Al suo fianco in questo inedito trio italiano, Dario Deidda al basso e Domenico Sanna al pianoforte. 

L’ALEXANDERPLATZ E’ SANIFICATO CON TECNOLOGIA ACTIVEPURE 24 ORE SU 24

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

 349 977 0309 (WhatsApp)

 prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com

  www.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-il-corpo-originario/

https://www.unfotografoinprimafila.it/giardini-del-palazzo-comunale-la-divina-commedia/

Giardini del Palazzo Comunale "La Divina Commedia".

Giardini del Palazzo Comunale “La Divina Commedia”. Con Palco 19 lunedì 27 dicembre ore 18,00 Natale a Latina.


Natale Latina, nei Giardini del Palazzo Comunale, promosso dall’Amministrazione Comunale di Latina con la direzione artistica e l’organizzazione di Vincenzo Berti e Gianluca Bonanno per Ventidieci, presenta Palco 19, con lo spettacolo La Divina Commedia.

Giardini del Palazzo Comunale “La Divina Commedia”. Un dovuto omaggio al Sommo Poeta che quest’anno, come noto, compie 700 anni dalla sua dipartita.

Si è voluto così approcciare all’Opera con rispetto ma anche con lo sguardo ironico che è la cifra stilistica caratteristica di Palco 19, la scuola di recitazione diretta da Simona Serino e che negli anni ci ha abituati a letture nuove e originali di testi importanti, quali il Mago di Oz, Il Piccolo Principe, l’Odissea, Alice nel Paese delle meraviglie.


Giardini del Palazzo Comunale "La Divina Commedia".
Giardini del Palazzo Comunale “La Divina Commedia”.

Sul palco 16 giovani attori, dai 9 ai 14 anni, che riescono ad interpretare con sicurezza e personalità i personaggi più famosi che abitano l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso più famosi del mondo.

Lo spettacolo ha debuttato il 26 giugno al teatro moderno di Latina, ed è il risultato di un anno di lavoro difficile, che ha visto gli allievi prepararsi con entusiasmo e tenacia in DAD e alla fine in sala, come i mesi passati disponevano nel rispetto delle norme anticovid. Il.

Risultato è stato comunque eccellente, così come quello dell’anno precedente che vide la realizzazione de Il Mago di Oz.

Ingresso gratuito su prenotazione: www.Comune.Latina.It

Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto di tutte le normative AntiCovid 19

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-petrolini-quello-che-non-sai-xmas-sdition/

https://www.unfotografoinprimafila.it/carlo-verdone-il-suo-libro-la-carezza-della-memoria/

Bruce Ditmas Cubist Dream Orchestra Alexanderplatz.

Bruce Ditmas Cubist Dream Orchestra Alexanderplatz, lunedì 27 dicembre ore 21,00


Bruce Ditmas Cubist Dream Orchestra Alexanderplatz. Bruce Ditmas, batteria, Lewis Saccocci, tastiere, Lorenzo Feliciati, basso, Antonio Jasevoli, chitarra, Guido Silipo, chitarra, Angelo Olivieri, tromba, Sandro Satta, sax alto.

L’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta,lunedi 27 dicembre,Bruce Ditmas Cubist Dream Orchestra.

Bruce Ditmas è un protagonista assoluto della storia del jazz, che ha suonato con Ira Sullivan, Judy Garland, Barbra Streisand, Gil Evans, Enrico Rava, Paul Bley, Lee Konitz, Jaco Pastorius, Pat Metheny, John Abercrombie, Sam Rivers, Chet Baker, Stan Getz, Wallace Roney e Antonio Faraò, solo per citarne alcuni.


Bruce Ditmas Cubist Dream Orchestra Alexanderplatz.
Cubist Dream Orchestra Alexanderplatz.

Dal settembre 2018 propone un “dream team”, grazie a una coraggiosa intuizione di Eugenio Rubei che ha consentito alla band di esplorare e consolidare un sound personalissimo, incredibilmente potente e eccitante.

Ditmas, è stato componente storico dell’Orchestra di Gil Evans nel periodo in cui era la Monday Night Band al Village Vanguard e poi allo Sweet Basil.

L’ALEXANDERPLATZ E’ SANIFICATO CON TECNOLOGIA ACTIVEPURE 24 ORE SU 24

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com

www.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-petrolini-quello-che-non-sai-xmas-sdition/

https://www.unfotografoinprimafila.it/carlo-verdone-il-suo-libro-la-carezza-della-memoria/

Carlo Verdone il suo libro “La carezza della memoria”.


Carlo Verdone il suo libro “La carezza della memoria”. L’icona del cinema italiano ospite a eVodcast di eCampus


Carlo Verdone il suo libro “La carezza della memoria”. La nuova puntata di Evodcast di Ecampus vede protagonista un personaggio illustre del cinema italiano, un’icona indiscussa della comicità romana.

Regista, attore, musicista, autore e scrittore, Carlo Verdone è un personaggio che non ha bisogno di presentazioni.

Ospite eccezionale, nell’intervista condotta da Silvia Boschero, presenta il suo libro “La carezza della memoria”.
Nasce con l’intento di fermare episodi, facce, ricordi – spiega Carlo Verdone – È un’autobiografia, ma anche un ricordo di momenti importanti che avevo come dimenticato.

Carlo Verdone il suo libro “La carezza della memoria”.
Carlo Verdone il suo libro “La carezza della memoria”.

Ogni capitolo è legato a un oggetto che era dentro uno scatolone. Durante il primo giorno di lockdown, decisi di riaprirlo…“.

Durante l’incontro Verdone mette a confronto questo suo nuovo lavoro con la serie Vita da Carlo”, analizzando le tempistiche di scrittura, la corsa in parallelo, le similitudini e le differenze.

Confessa che scrivere è un lavoro piacevole, ma anche molto duro, che richiede profondità e sincerità. Spiega, inoltre, che mentre il libro appartiene interamente all’uomo Verdone, la serie invece è un progetto collettivo per quanto veritiero.

Ricorda, infine, come sia stato Paolo Sorrentino a dargli la spinta a scrivere in un momento in cui il cinema era completamente fermo: “Dobbiamo capire se questo è tempo perso o tempo guadagnato. Dobbiamo metterci subito a scrivere“.

Gli eVodcast dell’Universita telematica eCampus sono un progetto digitale con l’obiettivo di mettere in connessione gli studenti con i personaggi di spicco del mondo dello spettacolo, dell’imprenditoria, del giornalismo in un’ottima di formazione e-learning.

Media Relations:
CGP Srl 
Giorgio Cipressi +39.335.7089743 & Giovanna Palombini +39.348.2818620 giovanna.palombini@globalepromotion.it
Greta De Marsanich
+39.320.8626213 greta.demarsanich@globalepromotion.it
Giacomo Donato
+39.349.6546407 giacomo.donato@globalepromotion.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/tanti-ospiti-allhappening-solidale-per-telethon/

https://www.unfotografoinprimafila.it/natale-a-latina-ai-giardini-del-palazzo-comunale/