Asia Argento nuovo tatuaggio di Marco Manzo.

Asia Argento nuovo tatuaggio di Marco Manzo racconta mostrando un nuovo tatuaggio dall’artista tatuatore


Asia Argento nuovo tatuaggio di Marco Manzo. È ancora momento di unire l’arte alla trasgressione e alla sensibilizzazione delle Donne per Asia Argento: icona rock della TV italiana nella Giornata Internazionale della Donna ci svela un nuovo tatuaggio.

Asia Argento nuovo tatuaggio di Marco Manzo è un’icona conosciuta in tutto il mondo! 

Di oggi la notizia che una delle indiscusse icone del femminismo nostrano abbia nuovamente fatto tappa dal più famoso tatuatore di Roma, Marco Manzo, celebre fondatore del notissimo Tribal Tattoo Studio | Tatuaggi e Piercing a Roma (tribaltattootatuaggiroma.it).

Un vero e proprio tempio di piercing e tatuaggi a Roma.

Asia Argento nuovo tatuaggio di Marco Manzo.
nuovo tatuaggio di Marco Manzo.

Proprio Asia sostenitrice delle donne e del tatuaggio nell’arte partecipando anche alla mostra tattoo forever presso il MACRO e con una lastra alla Biennale di Venezia, cita Marco Manzo nel suo nuovo Libro “Anatomia di un cuore selvaggio” che in questi giorni sta riscuotendo un notevole successo. 

Asia Argento nel corso della Giornata Internazionale della Donna ha celebrato la propria emancipazione regalandosi ancora una volta un’opera d’arte sulla propria pelle ad opera del Maestro Marco Manzo, più volte nel corso degli ultimi tempi intervistato dai media nazionali in fatto di igiene e sicurezza negli studi tattoo post-covid.

Non è nuova la collaborazione tra i due artisti che ha trovato il proprio l’apice nella rappresentazione “in teca” nel corso di diversi progetti, tra cui ricordiamo la celebre mostra di Marco Manzo tenutasi al Complesso del Vittoriano nel 2018.

Mostra in cui la famosa attrice si fece tatuare in serata di chiusura in qualità di ospite d’eccezione, l’intera schiena da quello che a onor della cronaca è noto come il migliore tatuatore della Capitale e conosciuto in tutto il mondo per aver portato il tatuaggio nei musei e nei monumenti pubblici come forma d’arte.

Asia Argento Instagram https://instagram.com/asiaargento?igshid=158b5nlsnx3t6

Ufficio Stampa 

Emiliano Belmonte

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/regione-lazio-in-vigore-la-legge-contro-abusivi-del-tatuaggio/

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/11/romics-per-la-prima-volta-in-mostra-dante-di-go-nagai/

Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio,

Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio. La legge vuole tutelare la salute quale fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività.


Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio, assicurare adeguati standard tecnico professionali di igiene e sicurezza per tatuaggi e piercing eseguiti a Roma e in tutta la Regione Lazio.

Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio. Intervistiamo in merito lo storico tatuatore e piercer romano Marco Manzo:

“Approvata dalla Regione Lazio la legge che disciplina tutti gli aspetti legati alla pratica di tatuaggi e piercing, che entro 180 giorni dall’entrata in vigore adotterà una o più deliberazioni di attuazione ed integrazione che definiscano, anche in coerenza con le linee guida del Ministero della Sanità del 1998 l’esecuzione di procedure di tatuaggio e piercing in condizioni di sicurezza, stabilendo anche le modalità e i termini per l’esercizio delle funzioni di vigilanza e controllo, le attrezzature e i pigmenti coloranti utilizzabili, le modalità della loro preparazione, utilizzo e conservazione, nonché le cautele d’uso dei medesimi.

Nella Regione Lazio sono stimati 1350 studi di tatuaggi regolari e 30000 abusivi.

Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio,
Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio,

Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio. Arriva la stretta.

La Regione, nella Legge approvata il 4 marzo, chiede che sia applicata agli abusivi la legge già esistente per lo smaltimento dei rifiuti speciali potenzialmente pericolosi, che prevede pesanti sanzioni amministrative e risvolti penali certi.”

Come sappiamo i rischi in strutture non regolari possono essere molto alti: si possono rischiare malattie infettive come epatite ed Aids; inoltre i pigmenti utilizzati potrebbero essere non a norma e quindi potenzialmente tumorali.

A ciò si aggiunga che in questo momento, col Coronavirus, i rischi sono ancora maggiori.

L’ obiettivo è far sì che gli operatori del settore lavorino alla luce del sole e siano controllati.

Una legge era necessaria perché gli operatori lavoravano basandosi sulle linee guida del Ministero della Sanità del 1998.

Un altro aspetto che viene regolamentato è quello relativo alla durata dei corsi obbligatori, che passa dalle attuali 90 ore complessive a 800 ore per i tatuaggi e 300 per i piercing.

Manco Manzo, storico tatuatore romano, titolare del Tribal Tattoo Studio di Via Cassia, primo studio di tatuaggi e piercing aperto a Roma nord nel 1992 con elevatissimi standard di igiene e sicurezza e tatuatore di fiducia di personaggi noti come Asia Argento, Max Gazzè, Gabriel Garko e commenta inoltre:

“La Giunta regionale del Lazio ha trattato con competenza i vari aspetti riguardanti la nostra attività, a cominciare dall’aumento di ore dei corsi obbligatori oltre ai corsi d’aggiornamento per i professionisti.

Molto apprezzabile lo stanziamento di fondi per le donne che abbiano subito una mastectomia e vogliano coprirne gli esiti cicatriziali con un tatuaggio.

D’altra parte, il tatuaggio è già frequentemente utilizzato per coprire cicatrici di varia natura: questo tipo di lavoro personalmente mi da molta soddisfazione perché oltre a realizzare un tatuaggio si aiuta una persona che a volte ha difficoltà a mostrare alcune parti del corpo.

Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio. Vengono inoltre disciplinate le manifestazioni pubbliche ed i tatuatori che provengono da altre regioni o dall’estero.

Personalmente, auspico una futura legge nazionale, con le stesse regole su tutto il territorio, con corsi professionali di durata triennale come già avviene per gli altri servizi di cura alla persona come estetica o parrucchieri, per consentire una formazione che possa dare uno sbocco lavorativo più facile a chi aspira a questa professione con adeguata preparazione e competenza “

Prosegue Manzo, che è anche primo docente nei corsi professionali obbligatori in materia di igiene e sicurezza del lavoro e tecnica di tatuaggio e piercing sin dalla loro istituzione:

Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio,
Regione Lazio in vigore la legge contro abusivi del tatuaggio,

“Avevamo bisogno di una legge: io ho aperto la mia attività ben prima delle linee guida del Ministero della Sanità del 1998 , ed all’epoca tutto era molto complicato poiché non si sapeva come autorizzare l’inizio dell’attività, le regole ce le auto imponevamo per etica o competenza specifica , avevamo sempre timore di eventuali chiusure o divieti; avere regole certe consente di poter investire sulla propria attività e di condurla facilmente.

Per quanto riguarda un altro aspetto della Legge della Regione Lazio, ossia il divieto di tatuaggio e piercing ai minori di 14 anni , fatto salvo il lobo dell’orecchio , era una prassi già consolidata tra i  professionisti del settore che non accontentavano i minorenni, soprattutto in zone del corpo visibili che potessero costituire una limitazione per l’approccio ad alcuni ambienti di lavoro.

Parlando nello specifico di piercing, A Roma e nel Lazio, oltre che in tutta Italia, era uso per effettuare un foro, recarsi in farmacie, gioiellerie e profumerie. Spesso in questi luoghi non era possibile garantire le norme di igiene e sicurezza necessarie, sia per l’utilizzo della cosiddetta “pistola fora lobi”, a volte non sterile e non monouso, sia per la scadente qualità dei materiali utilizzati nei monili.

Questi ultimi infatti, per essere certificati, devono rispondere alla normativa UNI: EN 1811:2011 che limita e definisce la quantità massima di rilascio di nichel da parte di alcuni metalli.

Al Tribal Tattoo Studio e nei centri piercing autorizzati, oltre all’utilizzo dell’agocannula sterile e monouso, i materiali usati sono biocompatibili (acciaio chirurgico di grado medicale, teflon, titanio, bioplastica), scartati insieme a tutto lo strumentario necessario davanti al cliente.

Ora finalmente, con la nuova legge della Regione Lazio, e per la sola esecuzione del piercing al lobo dell’orecchio (rimangono esclusi tutti gli altri piercing), i soggetti interessati all’esercizio dell’attività devono darne comunicazione preventiva al comune e all’azienda sanitaria locale territorialmente competente.

Tale attività deve essere effettuata in locali e spazi attrezzati e igienicamente idonei , con tecniche che garantiscano la sterilità del procedimento.

In realtà si parla di piercing all’orecchio quando quest ultimo è eseguito con ago cannula sterile e monouso: il foro con pistola non viene definito piercing, si tratta quindi di un’altra tecnica in cui la sterilità della procedura dovrà essere garantita.

La Regione Lazio da indicazioni molto chiare: i professionisti del piercing sono tutti coloro che rispondono ai requisiti della suddetta legge.

Di fatto, questa legge premia chi lavora da sempre alla luce del sole, consentendo anche a chi ha dai 14 ai 18 anni di potersi fare ad esempio, col consenso dei genitori, qualsiasi tipo di piercing in sicurezza: personalmente in precedenza, non eseguivo alcuni piercing diversi dal lobo al di sotto dei 16 anni, come molti altri studi.

Ritengo che la scelta della Regione sia idonea ad evitare che i giovani, rifiutati dai professionisti, si possano rivolgere a persone non autorizzate. “

E’ necessario quindi ribadire quanto sia importante rivolgersi esclusivamente a tatuatori e piercer professionisti , cha abbiano le qualità per condurre queste pratiche in sicurezza: scegliere un tatuatore qualificato a Roma è molto facile data l’abbondanza di offerta a qualunque prezzo e per qualunque stile di tatuaggio si desideri.

La Regione Lazio durante l’emergenza Covid aveva già dato linee guida per l’esecuzione di tatuaggi  e piercing in sicurezza che hanno permesso agli operatori di lavorare con più tranquillità e dare garanzie ai propri clienti:

al Tribal Tattoo Studio e negli altri studi professionali le applichiamo scrupolosamente: è stato imposto di far entrare un cliente alla volta, gli accompagnatori sono consentiti solo in caso di minorenne o di persona disabile, a tutti viene misurata la temperatura, vengono igienizzate le mani, noi forniamo anche dispositivi di protezione individuale e si cerca di evitare assembramenti lavorando solo su appuntamento.

Le liberatorie che vengono firmate prima di iniziare l’esecuzione, prevedono che vengano indicate chiaramente informazioni sui materiali utilizzati.”

Marco Manzo, il più famoso tatuatore in Italia e nel mondo in ambito artistico a cui si deve l’ingresso del tatuaggio nel mondo dell’arte contemporanea, nei Musei d’ Arte Contemporanea e nelle loro collezioni, nei monumenti pubblici e nelle grandi mostre, segnando così una nuova tappa nella storia dell’arte conclude:

“La prima garanzia che si deve dare ad un cliente non è la capacità artistica ma la sicurezza igienico sanitaria”.

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/10/greg-the-fatbones-a-swingin-affaire/

https://www.unfotografoinprimafila.it/ma-te-2021-maratona-digitale-dedicata-al-marketing/

Trionfo di Donne retrospettiva di Camilla Ancilotto.

Trionfo di Donne retrospettiva di Camilla Ancilotto. A Palazzo Ruspoli un omaggio alle Donne per 8 marzo


Trionfo di Donne retrospettiva di Camilla Ancilotto. Mascherina e distanziamento d’obbligo non hanno scalfito la bella atmosfera che l’artista romana Camilla Ancilotto ha voluto creare in occasione della Festa della Donna.

Trionfo di Donne retrospettiva di Camilla Ancilotto. Invito rigorosamente a numero chiuso per l’appuntamento con l’arte contemporanea pensato da Ancilotto con un titolo evocativo: 

Il Trionfo di Venere, una dedica al mondo femminile in occasione dell’8 marzo. Ricca e preziosa la retrospettiva con oltre trenta opere di varie dimensioni distribuita lungo un suggestivo itinerario – solo per pochi – allestito nelle grandi sale affrescate di Palazzo Ruspoli di Cerveteri – attuale dimora dalle principesse Maria Pia e Giacinta Ruspoli, madrine dell’iniziativa. 

Artista riconosciuta e apprezzata a livello internazionale, Ancilotto ha allestito il suo dialogo tra l’antico e il contemporaneo in un percorso a serpentone, partendo dalla loggia esterna affacciata sull’antica piazza della città, il salone con il grande caminetto passando per sale e salotti cinquecentesche dove un tempo soggiornarono HändelCaldara e il grande scultore Benvenuto Cellini.  

L’esposizione – su invito personale per garantire il rispetto dei protocolli di sicurezza e distanziamento – ha raccolto una variegata antologia dell’artista dall’arte unica ed inconfondibile: ogni quadro consta di un telaio con diversi solidi geometrici, montati su assi orizzontali, in grado di roteare su tre diverse posizioni.

“Nello stesso quadro” – ha spiegato l’artista romana agli ospiti nel tour tra le sale del palazzo affacciato sulla necropoli etrusca – “convivono tre diverse immagini che possono mescolarsi tra loro creando variopinte metamorfosi, vere e proprie fusioni che trasformano l’immagine originale”.

Trionfo di Donne retrospettiva di Camilla Ancilotto. Una raccolta che racconta il mondo femminile e descrive il perfetto confine tra pittura volumetrica e scultura neo-pittorica.  

L’esposizione ha visto anche un’anteprima assoluta: la presentazione del prezioso foulard a tiratura limitata – celato sotto un telo e scoperto dalla principessa Maria Pia Ruspoli – disegnato e dipinto dall’artista che suggella la collaborazione con l’atelier di haute couture Daphné

Gli affascinanti e colorati colibrì dipinti da Ancilotto danzano tra le camelie selvatiche create da Daphné; una collaborazione artistica frutto del savoir faire di due eccellenze nell’arte e nella moda.

L’opera, sapientemente impressa su twill di seta pura, sarà presentata alla Biennale di Venezia il prossimo maggio.

Trionfo di Donne retrospettiva di Camilla Ancilotto. Applausi all’artista dalle padrone di casa Maria Pia e Giacinta che hanno dato al benvenuto agli ospiti assieme all’artista.

Osservano attentamente le opere girando i prismi dipinti su tre lati lo scrittore newyorkese Max Alexander, la business travel Emanuela Scimonelli Baroni della TerrottaGuenda Riccio della Noce, 

l’artista Tiziano LucciChiara e Luigi Webarti, il manager Daniele KihlgrenFlavio Colonna, l’attore Marco Paolo Galli gli imprenditoridella bellezza Serafina Pilar Movilla Doria e Andrea Catalani, 

l’architetto Fortunato Ceraso, il chirurgo Guido Lesnoni, la vice prefetto Maria Palma,lo stilista Ilian Rachov.

Trionfo di Donne retrospettiva di Camilla Ancilotto. Apprezzamenti e domande all’artista da parte dei giornalisti della tv Elisa SciutoStefania GiacominiAlessandro Baracchini e Lorenzo Di Las Plassas. 

Un brindisi finale all’arte tutta al femminile e consegna di un bouquet nei toni del giallo con mimose e ranuncoli da parte di Emilio Sturla Furnò all’amica Camilla.

Brindisi all’artista e gli auguri alle donne presenti con i vini toscani Ripa Rosso e Ripa Rosato dell’azienda Michele Ventura Vino, accompagnata dalle prelibatezze del catering con prodotti tipici della zona curata di Villa del Sasso di Cerveteri che ha servito ravioli con crema di funghi, carciofi fritti, arista con verdure alla griglia e monoporzioni di crostata.

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/10/greg-the-fatbones-a-swingin-affaire/

https://www.unfotografoinprimafila.it/ma-te-2021-maratona-digitale-dedicata-al-marketing/

MA-TE 2021: maratona digitale dedicata al marketing

MA-TE 2021: maratona digitale dedicata al marketing e alla tecnologia promossa da SAP Italia per mettere in connessione aziende e studenti universitari


MA-TE 2021: maratona digitale dedicata al marketing. Prende il via il 17 marzo con una diretta streaming di 10 ore in cui si alterneranno 100 professionisti del marketing, della comunicazione e della tecnologia

 MA-TE 2021: maratona digitale dedicata al marketing. Si terrà il 17 marzo dalle 10.00 alle 20.00 MA-TE 2021: la prima maratona digitale per creare un ponte fra il mondo del lavoro e gli studenti universitari italiani attraverso i temi della comunicazione, del marketing e della tecnologia.

L’iniziativa, promossa da SAP Italia, vedrà dieci ore di diretta streaming in cui interverranno i 100 top business inspirator delle più importanti aziende che operano in Italia, per condividere con i giovani 100 diverse visioni sul futuro del marketing, della tecnologia e della società.

Un programma ricco ed eterogeneo  di prospettive, modi diversi di interpretare il business, visioni per affrontare il futuro, arricchito dalla presenza di special guest: Matteo Pozzuoli, direttore marketing di SAP Italia, Grecia, Cipro e Malta; Walter Rolfo, Chairman & Founder di Masters of Magic; Giuseppe Stigliano, CEO di Wunderman Thompson Italy, Oscar Farinetti, imprenditore, Ylenia Baccaro, in arte “Ylenia”, speaker di Radio 105 ed EmaMotorsport, all’anagrafe Emanuele Sabatino, digital creator.

MA-TE 2021: maratona digitale dedicata al marketing
MA-TE 2021: maratona digitale dedicata al marketing

MA-TE rappresenta un’occasione unica per condividere nuovi punti di vista, ma anche per creare nuove connessioni e opportunità di lavoro.

Agli studenti viene data infatti la possibilità, registrandosi direttamente sulla piattaforma, di inviare il proprio curriculum vitae e un eventuale progetto o lettera motivazionale alle aziende che partecipano all’iniziativa.

La diretta streaming sarà aperta a tutti e fruibile gratuitamente sul sito www.matemarathon.com in qualsiasi momento nelle 10 ore di svolgimento del palinsesto, ogni intervento durerà al massimo 6 minuti. 

Il progetto è realizzato in collaborazione con Altea Up, Clarex, Portaltech Reply e Syskoplan Reply, che hanno riconosciuto nell’evento un’opportunità per attrarre i migliori talenti, consapevoli dell’importanza di creare nuovi momenti virtuali per dialogare con gli studenti.

Necessità resa più che mai urgente in questo periodo di crisi economica e difficoltà a incontrarsi dal vivo, in cui i giovani che devono entrare nel mondo del lavoro rischiano di rimanere penalizzati.

“Viviamo in un momento storico dove le certezze e i punti di riferimento sono sempre più sfumati, quindi importanti.

La mancanza di contatto ha aumentato ancora di più questo bisogno di sicurezze, soprattutto per i giovani che stanno costruendo adesso il proprio futuro.

Questa è pertanto un’occasione unica per scoprire le strategie di pensiero di chi, in questi anni, ha contribuito a costruire il futuro economico dell’Italia.

Per i ragazzi, ma anche per tutti gli imprenditori, i manager, gli appassionati di marketing e tecnologia che ci seguiranno, sarà come leggere 100 biografie in 10 ore, dichiara Walter Rolfo, Chairman & Founder di Loop Media Network.

Un regalo prezioso per migliorare, crescere e trovare risposte alle tante domande sul futuro.

Per me, personalmente, sarà una vera maratona: 10 ore ininterrotte di interviste, che approccio con grande felicità e curiosità: con la consapevolezza che saranno 10 ore indimenticabili, ricche di importanti lezioni di vita.”

 “Il nome MA-TE è una crasi fra Marketing e Tecnologia e mai come in questo momento i due settori sono stati così legati.

La tecnologia è infatti fondamentale per mettere il cliente al centro del business: comprendere le sue esigenze, i suoi comportamenti e le sue scelte e offrirgli la miglior customer experience possibile”, ha dichiarato Matteo Pozzuoli, direttore marketing di SAP Italia, Grecia, Cipro e Malta.

“In SAP crediamo molto nei giovani e nell’importanza di fornire loro gli strumenti necessari affinché siano protagonisti dell’innovazione di domani: con questo evento desideriamo condividere con gli studenti nuove suggestioni per comprendere la vastità del marketing, della comunicazione e della tecnologia e avvicinarsi agli ambiti che li appassionano e alle aziende con cui vogliono costruire il loro futuro”.

L’iniziativa, svolta in collaborazione con EDISU Piemonte (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario del Piemonte), ha ricevuto l’adesione di oltre venti tra Università ed Enti formativi più prestigiosi del nostro Paese:

Università di Roma La Sapienza di Roma, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, SDA Bocconi Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore Milano, Università Ca’ Foscari Venezia, Università di Torino, Università di Cagliari, Università di Catania, Università di Foggia, Università di Genova, Master in Marketing e Management La Sapienza Roma, School of Entrepreneurship & Innovation Torino, IAAD di Torino e Bologna, Università  del Piemonte Orientale, IULM Milano, ESCP Torino, Istituto Europeo di Design, Scuola di Amministrazione Aziendale di Torino, Torino City Lab-Assessorato Innovazione Città di Torino.

MA-TE è un progetto prodotto da Loop Media Network.

Per maggiori informazioni visita SAP News Center. Segui SAP su Twitter @sapnews.

SAP

La strategia di SAP è di aiutare ogni azienda a funzionare come un’impresa intelligente.

Come uno dei leader di mercato nelle applicazioni software per il business, aiutiamo le organizzazioni di tutti i settori e dimensioni a operare al meglio:

il 77% delle transazioni commerciali mondiali passa da un sistema SAP®. Le nostre tecnologie di machine learning, Internet of Things (IoT) e di analytic avanzate permettono ai clienti di trasformare le loro organizzazioni in imprese intelligenti.

SAP aiuta a dare alle persone e alle aziende informazioni approfondite sul business e promuove la collaborazione per aiutarle a competere con successo.

Semplifichiamo la tecnologia per le imprese in modo che possano utilizzare il nostro software nel modo desiderato, senza interruzioni. La nostra suite di applicazioni e servizi end-to-end consente ad aziende private e pubbliche di operare con profitto, adattarsi costantemente al mercato e fare la differenza in 25 settori.

Con una rete globale di clienti, partner, dipendenti e opinion leader, SAP aiuta il mondo a funzionare meglio e a migliorare la vita delle persone. Per ulteriori informazioni, visitare www.sap.com.

Seguici su

Facebook: www.facebook.com/sapitalia

Twitter: www.twitter.com/sapitalia @SAPItalia

Youtube: www.youtube.com/sapitaliachannel

Contatti Stampa:

SAP Italia

Raffaella Mollame – raffaella.mollame@sap.com

Tel. 039-6879551 – 340 7771644

www.sap.com/italy

Imageware

Stefano Bogani – sbogani@imageware.it

Jessica Morante – jmorante@imageware.it

Alessandra Pigoni – apigoni@imageware.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/09/r-esistenza-street-art-gallery/

https://www.unfotografoinprimafila.it/veronica-de-angelis-yourban2030/

“Errore 404”, il nuovo videoclip di Akes

“Errore 404”, il nuovo videoclip di Akes tra amori virtuali e cyber alienazione


Errore 404” è il titolo del nuovo videoclip del musicista romano Alessandro Balestrieri alias Akes estratto dall’ultimo album “Revolution”.

Errore 404”. Disponibile da martedì 9 marzo su YouTube. Sull’inconfondibile produzione di Dr. Wesh, già presente in molte tracce del disco, l’artista racconta attraverso una space ballad sognatrice tutti i sentimenti che ruotano intorno alla sua visione dell’amore.

“Errore 404”, il nuovo videoclip di Akes
“Errore 404”, il nuovo videoclip di Akes

Un beat dal gusto electro attraversa strofe e ritornelli, dove le linee vocali effettate esaltano i sentimenti di sofferenza e ribellione verso il sistema e tutti gli stereotipi al quale l’umanità si sta conformando.

Come commenta lo stesso artista: “Errore 404 è una memoria virtuale, dove è impressa tutta la mia sofferenza sentimentale. Dopo anni e anni di storie, convivenze e frequentazioni fugaci mi ritrovo ancora qui, solo a lottare contro il sistema che ci vuole tutti davanti a un monitor a cercare l’amore nel virtuale”.

Sicuramente l’episodio più pop e melodico dell’intero album, dove Akes mette in evidenza il tema del rapporto con l’universo femminile, manifestando tutto il suo bisogno di amore nonostante l’alienazione dal mondo che lo circonda.

Le immagini del videoclip realizzato dal regista Daniele Iannini sono ambientate in futuro nemmeno troppo lontano dalla nostra realtà contemporanea.

Ambientazioni e scenografie vogliono raffigurare l’alienazione che ci troviamo a vivere soprattutto in questo periodo di pandemia.

VIDEOCLIP UFFICIALE

SPOTY

SOCIAL

https://www.instagram.com/akes_ufficiale/

https://www.facebook.com/Akes.Ufficiale

Luca Bramanti

ufficio stampa

+393291697846

facebook.com/nextpress.it

instagram.com/nextpressita

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/09/r-esistenza-street-art-gallery/

https://www.unfotografoinprimafila.it/veronica-de-angelis-yourban2030/

Veronica De Angelis, Yourban2030.

Veronica De Angelis, Yourban2030. Il 2021 è l’Anno Internazionale dell’economia creativa per lo Sviluppo Sostenibile


Veronica De Angelis, Yourban2030 l’imprenditoria italiana risponde

Veronica De Angelis, Yourban2030. Guardando all’Agenda2030, l’appello alle imprese e l’engagement dei giovani imprenditori italiani per la riqualificazione urbana.

Con il 2021 si apre il decennio decisivo del cambiamento climatico. La conferenza delle Nazioni Unite nota come COP26, prevista a Glasgow a novembre 2021, segnerà un passaggio fondamentale.

Non solo: il 2021 è anche stato dichiarato l’Anno Internazionale dell’Economia Creativa per lo Sviluppo Sostenibile (in inglese, International Year of Creative Economy for Sustainable Development) dalla 74a Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Emissioni, Ambiente, Oceani, Riscaldamento globale ma anche Creatività, Innovazione e Sostenibilità: se le pedine sulla scacchiera sono tante, non sono solo le istituzioni a muoversi e programmare.

Veronica De Angelis, Yourban2030. Già da qualche anno c’è, tra gli imprenditori italiani, chi agisce in prima persona prendendo in carico come obiettivo personale d’azienda la responsabilità sociale d’impresa in chiave creativa.

Veronica De Angelis, Yourban2030.
Veronica De Angelis, Yourban2030.

Tra questi, Veronica De Angelis, imprenditrice green e fondatrice della no-profit Yourban2030, già ospite del TED di Vicenza, ha deciso per il 2021 di sensibilizzare i singoli imprenditori per perseguire gli SDGS (Sustainable Development Goals) fissati dalle Nazioni Unite attraverso l’arte e la riqualificazione urbana, partendo dalle periferie.

Perché dalla riqualificazione urbana, dall’arte e dalla creatività parte il benessere collettivo.

Dopo un anno drammatico, che ha messo in secondo piano la bellezza e l’arte, Veronica De Angelis ha lanciato un appello ai colleghi per promuovere il cambiamento attraverso interventi concreti nelle città, per portare avanti parallelamente la cura, la vivibilità del territorio, la qualità della vita e la riqualificazione urbana.

Come lei stessa ha già fatto, portando in alcuni dei quadranti cittadini più inquinati di Roma i murales mangia-smog più grandi d’Europa: una serie di interventi creativi a tutela dell’ambiente che si sono rivelati al tempo stesso oggetti d’arte per il rilancio del territorio e per la sua vivibilità estetica.

“Oggi l’imprenditoria deve raccogliere la sfida e rispondere con i fatti.

È importante integrare i 17 obiettivi di sviluppo all’interno delle strategie di business delle imprese, generando quella che veramente si può definire Responsabilità sociale (e ambientale) d’impresa.

La logica di questi obiettivi porta a un ribaltamento della concezione stessa di impresa: non più inquinante ma che prenda in carico la tutela del prossimo e l’ambiente, attraverso le creatività, offrendo possibilità che passano dalla valorizzazione e la riqualificazione ambientale.

In quest’ottica, non si può non partire dalle periferie, intervenendo direttamente nel recupero e nel ripristino di quelle aree urbane popolose e spesso marginali che rappresentano il cuore di una comunità”.

Il primo a raccogliere l’appello di Veronica De Angelis è stato William Griffini, CEO di Carter & Benson, con un progetto di riqualificazione sulle scuole di Milano che vedrà la luce nella primavera del 2021.

“A Roma Veronica De Angelis ha trasformato un palazzo di sua proprietà, in zona Ostiense, nel murale mangia-smog più grande d’Europa, realizzandolo con la speciale eco-pittura Airlite in grado di abbattere gli inquinanti atmosferici grazie a un processo simile alla fotosintesi clorofilliana che genera una reazione ossidante con cui vengono catturate e distrutte le sostanze inquinanti presenti nell’aria.

Quell’enorme installazione artistica a Roma è una vera e propria innovazione.

Non è solo bella da vedere ma è anche e soprattutto una buona pratica per l’ambiente.

Uno strumento straordinario per lanciare un messaggio importante, quello che lo sviluppo sostenibile è possibile quando diventa responsabilità di tutti.

L’idea mi è sembrata perfetta anche per la mia città… e presto diventerà realtà”.

Veronica De Angelis, già ospite al TED, con Yourban2030 ha dimostrato che è possibile unire imprenditoria e arte all’insegna della tutela dell’ambiente e del pianeta. 

Nel 2018 ha promosso e realizzato il murales green più grande d’Europa, Hunting Pollution; ha unito 90 street artist da tutto il mondo per la campagna Color4Action, raccolta fondi per la lotta all’emergenza covid;

ha avuto l’esclusiva della vernice mangia-smog in Nord America; è capofila della cordata internazionale per il primo murales green a tema LGBT+ di 250 mq e ha in cantiere tanti progetti destinati al restyling urbano e non solo con nuove azioni e interventi a Milano, Bologna, Roma… ma anche New York e Amsterdam.

Classe 1985, Veronica De Angelis ha deciso di investire in prima persona sulla sostenibilità.

Attiva da 12 anni nel campo dell’edilizia e appassionata di arte, ha iniziato a lavorare da giovanissima, subito dopo la morte del padre, da cui ha ereditato la passione per i viaggi, per la natura e per la bellezza. 

Veronica si è laureata in Scienze Politiche, per poi conseguire un Master in Real Estate and Finance. 

Nel 2018 Veronica fonda la no profit Yourban2030, con la vice presidente e project manager Maura Crudeli e Giuseppe Molinari esperto di politiche legate alla sostenibilità, insieme a un team composto da Emanuela Conti e Daniele Bernardi.

La no profit si ispira ai 17 obiettivi dell’Agenda 2030, con cui crea connessioni virtuose tra arte e innovazioni tecnologiche per dar vita a progetti artistici in grado di parlare di ambiente e sostenibilità. 

L’arte al servizio della Terra, l’arte generatrice dell’immagine del futuro verso cui dovrebbe tendere l’umanità, l’arte messaggera ed educatrice.

Nel 2020 insieme a Frank Ferrante decidono di portare Yourban2030 negli Stati Uniti dove hanno l’esclusivo uso di Airlite per progetti artistici.

A partire dalla street art, una delle correnti artistiche che più di altre, dialogando con lo spazio urbano, si presta a raccontare concetti e affrontare temi legati all’ambiente, Veronica ha deciso di regalare al mondo un esperimento di grande valore, estetico e ambientale.

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it
Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 340.96.900.12
Matteo Glendening press@hf4.it 391.13.70.631

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/06/tuscia-experience-limprenditoria-si-fa-turismo/

https://www.unfotografoinprimafila.it/premio-bookciak-azione-edizione-2021/

LE LOTTE E L’UTOPIA 1968-1970.

LE LOTTE E L’UTOPIA 1968-1970. Il progetto e le forme di un cinema politico 



LE LOTTE E L’UTOPIA 1968-1970 presentazione del volume giovedì 11 marzo 2021 – ore 17:00

LE LOTTE E L’UTOPIA 1968-1970. Annali n. 21 Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD)

Intervengono:

Vincenzo Vita – Presidente Fondazione Archivio Audiovisivo

Movimento Operaio e Democratico (AAMOD)

Nicola Borrelli – Direttore della Direzione generale Cinema e audiovisivo MIBAC

Silvana Silvestri – giornalista e critica cinematografica

Vanessa Roghi– storica e autrice di programmi storici per Rai Tre

Mario Papalini – editore C&P Adver Effigi

Parteciperanno all’incontro i curatori del volume:

Marco Maria Gazzano, Paola Scarnati, Ermanno Taviani

In diretta streaming sulla pagina Fb e canale YouTube di AAMOD:

https://www.facebook.com/archivioaamod

https://www.youtube.com/AAMODAAMOD

LE LOTTE E L’UTOPIA 1968-1970.
LE LOTTE E L’UTOPIA 1968-1970.

Sarà presentato ufficialmente giovedì 11 marzo 2021 alle ore 17:00 sulla pagina FB e canale YouTube di AAMOD il volume 2021 degli Annali Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico.

Una pubblicazione edita da Effigi Editore che per questo numero monografico ha concentrato la ricerca su “Le lotte e l’utopia”.

Al centro di questo volume ci sono la politica e le forme del cinema politico nel cruciale triennio 1968-1970.

Lo sguardo si allarga però anche in altre direzioni, come la fantascienza, il cinema d’animazione, il mondo dell’arte, la radio, la televisione, la musica.
Un volume che vuol essere un importante contributo alla ricostruzione di un passaggio della storia del cinema che mancava nel panorama culturale e scientifico italiano.

Il cinema e i film sono stati analizzati in un più ampio spettro di linguaggi e di storie, e nel contesto di quelle trasformazioni e di quei rivolgimenti che l’anno degli studenti e i tanti punti di svolta del biennio successivo hanno determinato. 

Un approfondimento che mancava nel panorama culturale e scientifico italiano e che vede, tra le autorevoli firme, i contributi di Paolo Carusi, Luciana Castellina, Carlo Felice Casula, Derrick de Kerckove, Piero Di Siena, Damiano Garofolo, Pietro Montani, Antonio Medici, Stefania Parigi, Giacomo Ravesi, Giovanni Spagnoletti e Mario Tronti.

Alla presentazione parteciperanno Vincenzo Vita (presidente AAMOD), Nicola Borrelli (Direzione MIBAC Cinema e audiovisivo), Silvana Silvestri (Giornalista e critica cinematografica), Vanessa Roghi (storica e documentarista), Mario Papalini (C&P Adver Effigi) e i tre curatori del volume Marco Maria GazzanoPaola Scarnati ed Ermanno Taviani.

ARCHIVIO AUDIOVISIVO DEL MOVIMENTO OPERAIO E DEMOCRATICO

Telefono +39  06 57305447 – e-mail   eventi@aamod.it

Sito web: https://www.aamod.it/

Ufficio stampa AAMOD: Elisabetta Castiglioni

+39 3284112014 – info@elisabettacastiglioni.it

http://www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/premio-bookciak-azione-edizione-2021/

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/06/tuscia-experience-limprenditoria-si-fa-turismo/

Torna il Premio Bookciak, Azione! edizione 2021

 PREMIO BOOKCIAK, AZIONE! Ancora insieme ad AAMOD e PREMIO ZAVATTINI per l’edizione 2021


PREMIO BOOKCIAK, AZIONE! edizione 2021. Il concorso video, evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori veneziane, rinnova la sua partnership nella sezione “Memory Ciak” 

Torna il Premio Bookciak, Azione! e torna la collaborazione, per il secondo anno consecutivo con la Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e Premio Zavattini. 

Unite dal concetto di riutilizzo creativo dei materiali d’archivio, le tre realtà lavoreranno insieme per la sezione “Memory Ciak“. Sarà “Radici, andata, ritorno” di Vincenzo Mazzeo (LiberEtà, 2020) l’opera letteraria di riferimento per la creazione di un bookciak.

Si tratta del romanzo di formazione di Vincenzo, ex sindacalista delle ferrovie, che racconta ai nipotini una storia di battaglie per i diritti, piccole grandi conquiste, scoperte, culture e tradizioni diverse.

Grazie alla sinergia con l’AAMOD i filmmaker che decideranno di partecipare ispirandosi a questo libro potranno utilizzare gratuitamente il repertorio dell’Archivio.

Sarà invece la direzione del Premio Zavattini, a scegliere e decretare il vincitore del migliore video.

Tema del Premio Bookciak, Azione sarà la Resistenza, in tutte le sue declinazioni, argomento di grande attualità che in questi tempi duri ci riguarda tutti, come anche resistenti sono sono sempre state le due sezioni speciali del premio:

l’una aperta alle allieve detenute del liceo Artistico statale Enzo Rossi, interno al carcere femminile di Rebibbia a Roma; l’altra, “Memory Ciak” appunto, pensata come luogo di confronto tra generazioni sui temi del lavoro, dell’impegno sociale e civile.

Per quest’ultima i bookciak sono ispirati ai libri-diario pubblicati da LiberEtà, casa editrice dello Spi-CGIL. 

Il Premio Bookciak, azione! è ideato e diretto da Gabriella Gallozzi e si propone come prezioso laboratorio creativo per i giovani filmmaker.

Torna il Premio Bookciak, Azione! edizione 2021
Torna il Premio Bookciak, Azione!

Tutti gli interessati, entro 35 anni, possono concorrere al premio – e quindi partecipare a una vetrina importante come il Festival di Venezia – attraverso la realizzazione dei bookciak:

corti sperimentali e inediti, di massimo tre minuti, ispirati a romanzi, graphic novel, poesie e racconti tra quelli selezionati dalla direzione del concorso.

L’iniziativa è prodotta dall’Associazione culturale Calipso e da Bookciak Magazine (www.bookciakmagazine.it)

Le iscrizioni sono aperte dal 3 febbraio al 1° luglio 2021. 

Per partecipare basta inviare una mail a
info@bookciak.it con recapiti e dati personali.

Importante è specificare il libro scelto per realizzare il bookciak movie. Consegna corti entro il 20 luglio 2021.
La premiazione, il 31 agosto 2021, sarà l’evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori al Lido di Venezia (Lungomare Marconi, 56) nel corso di una serata in collaborazione con SNGCI e Spi-CGIL.

Poi i bookciak vincitori andranno in tour per festival e premi, fino a Parigi.

Per maggiori informazioni: https://www.premio-bookciak-azione.it/

PREMIO ZAVATTINI
Sito ufficiale: http://premiozavattini.it
Pagina FB: https://www.facebook.com/PremioZavattini 

ARCHIVIO AUDIOVISIVO DEL MOVIMENTO OPERAIO E DEMOCRATICO

Telefono +39  06 57305447 – e-mail   eventi@aamod.it

Sito web: https://www.aamod.it/

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

Telefono: +39 06 3225044 – +39 3284112014 e-mail: info@elisabettacastiglioni.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/micol-arpa-rock-ospite-a-casa-sanremo/

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/06/tuscia-experience-limprenditoria-si-fa-turismo/

Micol Arpa Rock sabato 6 marzo 2021, ospite a Casa Sanremo,

Micol Arpa Rock ospite a CASA SANREMO nel programma di Red Ronnie


Micol Arpa Rock ospite a CASA SANREMO. “We have a dream” in streaming dalle 18 alle 20.30

Micol Arpa Rock sabato 6 marzo 2021, ospite a Casa Sanremo, nel programma di Red Ronnie “We have a dream” in streaming dalle 18 alle 20.30 (www.casasanremo.it, www.redronnie.tv).

Micol Arpa Rock omaggerà il Festival di Sanremo suonando “Vita Spericolata” di Vasco Rossi, e, inoltre, alcuni brani tratti dal suo ultimo album” Play”.

Micol Arpa Rock, artista prodotta da Ventidieci, ha rivoluzionato il mondo dell’arpa, perché per la prima volta questo antico e magico strumento viene apprezzato nel mondo rock, pop e nei più importanti Festival.

Micol Arpa Rock sabato 6 marzo 2021, ospite a Casa Sanremo,
Micol Arpa Rock sabato 6 marzo 2021, ospite a Casa Sanremo,

Dopo un percorso classico, diplomata in arpa a soli diciotto anni e scelta dal Maestro Riccardo Muti per l’Orchestra Cherubini, Micol decide di inseguire i propri sogni, il suo spirito ribelle e la sua creatività la portano ad abbandonare i teatri per esibirsi nel più grande palcoscenico del mondo: la strada, portando la sua musica a diretto contatto con le persone.

Un percorso artistico ma anche di vita che stupisce e appassiona per determinazione e coraggio, il suo modo di suonare si trasforma, suona in piedi creando un tutt’uno con l’arpa e i suoi arrangiamenti, dai Led Zeppelin, ai Pink Floyd, Genesis, Springsteen, Bowie, Nirvana e molti altri.

I brani sono così coinvolgenti che Micol è riuscita ad arrivare al grande pubblico e tornare a calcare i palcoscenici questa volta da solista, unica arpista rock sulla scena Internazionale.

Ha aperto il Festival Mondiale dell’arpa a Rio de Janeiro, due volte il concerto del primo maggio in diretta Rai da Piazza San Giovanni a Roma. Ha aperto i concerti di artisti come Pfm, Goran Bregovic, Edoardo Bennato, Angelo Branduardi, Arisa, Simone Cristicchi, Chiara Civello e al Palasport di Roma, Enrique Iglesias.

Numerose le trasmissioni che l’hanno invitata come ospite: da Miss Italia su Raiuno a Geo su Raitre, “Brava” condotta da Roberta Capua, “Music” su Canale 5 in prima serata condotta da Paolo Bonolis, “Italia Si” condotta da Marco Liorni su Raiuno, “Tagadà” e “Propaganda Live” su La7, Uno Mattina e I Soliti Ignoti su Raiuno.

Dopo aver pubblicato il primo album “Arpa Rock” è ora in uscita il secondo: “Play” con la produzione musicale di Max Marcolini (produttore di Zucchero e di Alexia) e dell’Ingegnere del suono Fabrizio Simoncioni (componente dei Litfiba con alle spalle un centinaio di dischi d’oro cinquantasette di platino e un Grammy).

Un disco,“Play”, che per la prima volta vede l’Artista anche in veste di compositrice, l’album infatti, contiene sei brani inediti di Micol e sei rivisitazioni di hit dance, pop e rock.

Da questo disco “Freestyle”, il primo singolo inedito scritto da Micol Arpa Rock e arrangiato dal Produttore Musicale Max Marcolini (Producer di Zucchero).

Rappresenta la liberazione dal lockdown che ci ha tenuti a casa e distanti per un lungo periodo, causa l’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus.

Il brano è un invito a ballare, a far scorrere le energie e finalmente a condividere la gioia dello stare insieme con la musica.

La melodia è festosa e allo stesso tempo evocativa, sostenuta dal groove dell’elettronica, dal basso e dalla batteria.

La voce di Micol si libera come un richiamo invitando tutti a ballare e a sognare. “Freestyle” ovvero “stile libero”, quello a cui Micol ha sempre aspirato suonando la sua arpa in modo rivoluzionario e anticonvenzionale: dal Rock al Pop, e ora arrivando alla Dance.

Sempre da “Play” è stato tratto il secondo singolo inedito, scritto dalla stessa Micol, “Arpa Libre”, ispirato ai ritmi cubani.

www.casasanremo.it

www.redronnie.tv

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/04/lo-chiamavano-teatro-di-luca-basile/

https://www.unfotografoinprimafila.it/camilla-ancilotto-il-trionfo-di-venere/

Dog Film Festival: Empatia, Natura, Ambiente e Valori

Dog Film Festival: Empatia, Natura, Ambiente e Valori, la prima rassegna cinematografica e letteraria italiana dedicata al cane e all’universo affettivo e culturale che lo rende protagonista di storie e relazioni con l’essere umano.


Dog Film Festival: Empatia, Natura, Ambiente e Valori affettivi che invita tre categorie di partecipanti – professionisti, amatori e writers – a iscrivere le proprie Opere, professionali o amatoriali, per concorrere nelle rispettive e diverse sezioni all’assegnazione dei DFF Awards.

Dog Film Festival: Empatia, Natura, Ambiente e Valori. Il Festival guarda all’intero universo canino; con due sezioni fuori concorso premia l’impegno civile dei cani al fianco e a sostegno dell’uomo e, al tempo stesso promuove una campagna di comunicazione sociale per contrastare la piaga dell’abbandono.

“Il Dog Film Festival” dichiara il curatore Marco Panella “vuole contribuire a rendere il cane protagonista dello spettacolo e della narrazione, e a posizionare definitivamente il suo rapporto con gli umani in un perimetro culturale e sociale da promuovere e valorizzare.

Sviluppare empatia tra umani e cani migliora le persone, migliora il quotidiano e il modo con il quale ci rapportiamo con il mondo, primo tra tutti il rispetto reciproco.”

Nell’attesa dell’apertura delle iscrizioni, i cui bandi verranno emanati a metà marzo, è online da oggi il sito ufficiale: www.dogfestival.it

L’iniziativa, ideata da Artix, gode del patrocinio di Croce Rossa Italiana e FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani), Partner è Trip for Dog, Media partner Dimensione Suono Soft.

DOG FILM FESTIVAL

Curatore: Marco Panella

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

http://www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/04/lo-chiamavano-teatro-di-luca-basile/

https://www.unfotografoinprimafila.it/camilla-ancilotto-il-trionfo-di-venere/

157199897 1127403097690023 7495381269814120229 n
Dog Film Festival
Anna Capitano è un treno in corsa.

Anna Capitano è un treno in corsa, non si ferma mai.


Anna Capitano è un treno in corsa. un turbinio di iniziative, una continua fucina di idee, e tiene continuamene i riflettori proiettati verso tutto ciò che è bello e spettacolare come si può tranquillamente denotare dai suoi grandi eventi.

Anna Capitano è un treno in corsa. E questa volta la Capitano originale nel suo genere, si pone al centro di un’altra sfida dalla quale ne esce comunque vincente soprattutto tenendo conto della situazione in cui versa l’Italia da un anno a questa parte.

Per mantenere un dialogo artistico con gli addetti ai lavori e non, e per dare un nuovo slancio alla sua attività di organizzatrice di eventi, la sfavillante romana ha voluto dar voce al body painting con uno shooting ad hoc.

Da molto tempo affascinata da questa tipologia di arte, Anna Capitano ha puntato sul body painting, e lo ha fatto in grande stile.

Anna Capitano è un treno in corsa.
Anna Capitano è un treno in corsa.

I presupposti ci sono stati tutti: l’intuito, la sensibilità e la maestria di una donna che non ha trascurato i dettagli e in maniera ineccepibile ha unito un “banalissimo” shooting ad un contesto storico-culturale della Capitale, dando luogo a spunti di riflessione artistica, di confronto, e di crescita esperienziale.

Così la Capitano ha organizzato uno shooting presso l’Hotel Quirinale di Via Nazionale a Roma, con la collaborazione del vice Direttore Fabrizio Battisti.

La scelta della location da parte della Infiniti Eventi di non è a caso, perché l’albergo in questione è ricco di storia in cui hanno soggiornato personaggi come Riccardo Muti, Maria Callas e tantissimi altri.

Chi ha voluto la costruzione del Teatro dell’Opera ha voluto anche che alle spalle venisse creato l’albergo e che fossero collegati tra loro da una porta:

la stanza 446 ha attualmente una terrazza ma in origine c’era un passaggio, un cancelletto che portava direttamente all’Opera, e che proprio la Callas usava in occasione dei suoi spettacoli.

“Il lavoro di squadra divide i compiti e moltiplica il successo, e questo lo sa bene Anna Capitano, che da inguaribile romantica intende restituire la voce al lungo silenzio artistico subìto durante la pandemia.

Anna Capitano si definisce originale, non cede mai alla banalità e dietro ogni suo evento si cela un fattore emozionale, come è successo a settembre in occasione di quello a sostegno dell’Adivit (Associazione in difesa dei pazienti con vitiligine) di cui oggi è consigliera.

Ma occupandosi anche di molte altre cose negli ultimi tempi si è anche specializzata come consulente per gli sposi che non è la classica wedding planner, ma la persona che riesce a suggerirti l’idea giusta per rendere magico il giorno del matrimonio.

Le body painter che si sono occupate di questo shooting sono Claudia Priorini che ha truccato Sara CanciaBarbara Maranta invece ha truccato Laura Ivanov; Ilaria Fumarola ha truccato Pier Paolo Paolino.
fotografiGianluca Grieco e Itzel Cosentino.

Flavio Iacones
Giornalista
392 29 7 19 78
flavioiacones@gmail.com

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/04/lo-chiamavano-teatro-di-luca-basile/

https://www.unfotografoinprimafila.it/camilla-ancilotto-il-trionfo-di-venere/

Camilla Ancilotto “Il Trionfo di Venere” .

Camilla Ancilotto “Il Trionfo di Venere” in occasione della Festa della Donna 2021 Itinerari d’Arte


Camilla Ancilotto “Il Trionfo di Venere” . Madrine dell’evento le principesse Maria Pia e Giacinta Ruspoli

Camilla Ancilotto “Il Trionfo di Venere” . DOMENICA 7 MARZO 2021 dalle ore 11.00 alle ore 17.00 Palazzo Ruspoli Piazza Santa Maria 12 – Cerveteri

Nuovo appuntamento con l’arte per Camilla Ancilotto che presenta – in occasione della Festa della Donna 2021 – Il Trionfo di Venere,itinerario artistico dedicato al mondo femminile presso Palazzo Ruspoli di Cerveteri – in Piazza Santa Maria 12 – attuale dimora dalle principesse Maria Pia e Giacinta Ruspoli, madrine dell’iniziativa. 

Camilla Ancilotto, artista riconosciuta e apprezzata a livello internazionale, è ospite con le sue opere delle principesse Ruspoli nel sontuoso Palazzo nel cuore della città per un dialogo tra l’antico e il contemporaneo.

Un evento privato che si articola nella loggia ed all’interno delle grandi sale cinquecentesche affrescate dove si susseguono una trentina di opere di Ancilotto, artista da anni impegnata con un proprio sistema linguistico con cui indaga nuovi confini dell’immagine e dei suoi margini concettuali. 

L’esposizione apre Domenica 7 Marzo 2021 (in unica data e solo su invito personale per garantire il rispetto dei protocolli di sicurezza e distanziamento), dalle ore 11.00 alle ore 17.00 e raccoglie un’antologia dell’artista dall’arte unica ed inconfondibile: ogni quadro consta di un telaio con diversi solidi geometrici, montati su assi orizzontali, in grado di roteare su tre diverse posizioni.

Nello stesso quadro dell’artista convivono tre diverse immagini che possono mescolarsi tra loro creando variopinte metamorfosi, vere e proprie fusioni che trasformano l’immagine d’origine in qualcosa di distopico, ma plausibile.  

Le opere di Ancilotto raccontano il mondo femminile e descrivono il perfetto confine tra pittura volumetrica e scultura neo-pittorica. 

Camilla Ancilotto “Il Trionfo di Venere” .
Camilla Ancilotto “Il Trionfo di Venere” .

L’esposizione prevede anche un’anteprima assoluta: la presentazione del prezioso foulard a tiratura limitata disegnato e dipinto dall’artista che suggella la collaborazione con l’atelier di haute couture Daphné . 

Gli affascinanti e colorati colibrì dipinti da Ancilotto danzano tra le camelie selvatiche create da Daphné; una collaborazione artistica frutto del savoir faire di due eccellenze nell’arte e nella moda.

L’opera, sapientemente impressa su twill di seta pura, sarà presentata alla Biennale di Venezia il prossimo maggio.

Gli ospiti – accolti nel rispetto dei protocolli di sicurezza – potranno chiudere il percorso con una degustazione di vini toscani Ripa Rosso e Ripa Rosato dell’azienda Michele Ventura Vino, accompagnata dalle prelibatezze del catering con prodotti tipici della zona sarà a cura di Villa del Sasso – Cerveteri

Il Palazzo dei Principi Ruspoli di Cerveteri è una residenza storica risalente al 1500 ed uno tra gli edifici d’epoca più belli in Italia, un tempo abitato da grandi musicisti come Händel e Caldara e da grandi scultori come Benvenuto Cellini.

Le sue stanze, che custodiscono affreschi del Rossi su pareti e soffitti, sono adornate da meravigliosi bassorilievi opera di Benvenuto Cellini. 

É situato nel cuore della cittadina di Cerveteri, nella meravigliosa Piazza Santa Maria, di fronte al Museo Etrusco.

http://www.camillaancilotto.com

per Camilla Ancilotto Arte

ESF – Communication – Emilio Sturla Furnò +39 340 4050400 – info@emiliosturlafurno.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/03/andrea-montemurro-convegno-associazione-nazionale-musicisti/

https://www.unfotografoinprimafila.it/donatella-pandimiglio-la-voce-del-silenzio/