Amnesty 2022 al via i premi su canzoni sui diritti umani.

Amnesty 2022 al via i premi su canzoni sui diritti umani. Parte il bando di concorso per la sezione emergenti e le segnalazioni dei brani della sezione riservata ai big della musica italiana.


Partono i lavori per la venticinquesima edizione di “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”, il festival che unisce musica e diritti umani, con le prime fasi dei due ormai storici Premi Amnesty International Italia sulle migliori canzoni: quello per la sezione emergenti e quello per la sezione big.

Amnesty 2022 al via i premi su canzoni sui diritti umani. Il 2021 si è concluso con la realizzazione in versione braccialetto USB della raccolta della 24a edizione del festival, che raccoglie i brani dei protagonisti del festival 2021.


Amnesty 2022 al via i premi su canzoni sui diritti umani.
Amnesty 2022 al via i premi su canzoni sui diritti umani.

Ad aprire la tracklist ci sono i Negramaro e Blindur, i due vincitori del Premio lo scorso anno. Si alternano poi gli ospiti del festival e i finalisti della sezione emergenti.

Si tratta di Yo Yo Mundi, H.E.R., Roberta Giallo, Vallanzaska, Giulio Wilson, Jonathan Livingston, Francesca Incudine, Agnese Valle, Donix, Olivia xx, Picciotto, Aftersat, Miriam Ricordi, Innocente e Ozora.

Il 2022 sarà un anno particolare del festival: oltre alla 25a edizione dello stesso ci sarà la 20a edizione della sezione Big del Premio.

Amnesty 2022. L’appuntamento è dal 21 al 24 luglio a Rosolina Mare (Rovigo), ma ci saranno come sempre anche altri appuntamenti precedenti e successivi.

Per la sezione Big, tutti possono segnalare all’indirizzo info@vociperlaliberta.it, entro il 28 febbraio, brani che siano stati pubblicati tra il 1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021, che siano interpretati da un artista italiano noto e che trattino appunto temi legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani.

Una commissione composta da esponenti di Amnesty International Italia e di Voci per la Libertà ne selezionerà dieci.

Le nomination verranno quindi sottoposte a una giuria di importanti addetti ai lavori (giornalisti, conduttori radiofonici e televisivi, docenti universitari, studiosi, intellettuali, referenti di Amnesty International Italia e di Voci per la Libertà), che eleggerà tra le canzoni candidate il Premio Amnesty International Italia, sezione Big, 2022.

Negli anni hanno vinto questo premio: Daniele Silvestri, Ivano Fossati, Modena City Ramblers, Paola Turci, Samuele Bersani, Subsonica, Vinicio Capossela, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Fiorella Mannoia e Frankie hi-nrg mc, Enzo Avitabile e Francesco Guccini, Max e Francesco Gazzè, Mannarino, Edoardo Bennato, Nada Malanima, Brunori Sas, Roy Paci, Niccolò Fabi e Negramaro.


Amnesty 2022 al via i premi su canzoni sui diritti umani.
Amnesty 2022 al via i premi su canzoni sui diritti umani.

Per la sezione emergenti è on line il bando di concorso per la nuova edizione, a cui possono partecipare cantautori e band con un brano sui diritti umani, in qualsiasi lingua o dialetto e di qualsiasi genere musicale.

La scadenza del bando è fissata per lunedì 18 aprile.

I semifinalisti saranno otto in totale: quattro si esibiranno a Rosolina Mare giovedì 21 luglio e quattro il giorno successivo.

I migliori cinque accederanno alla finale del 23. Gli artisti (a cui saranno assicurati vitto e alloggio) saranno valutati da una giuria composta da importanti addetti ai lavori e giornalisti, che assegnerà il Premio Amnesty International Italia per la sezione Emergenti.

Amnesty 2022. Il vincitore avrà diritto a molti bonus, come la produzione di un videoclip e, insieme agli altri finalisti, l’inserimento in un album o playlist assieme ai big. Altri bonus saranno man mano definiti.

Per alcuni dei finalisti degli scorsi anni ad esempio ci sono state decine di concerti e di laboratori musicali, un tour realizzato grazie a NUOVO IMAIE e una comunicazione costante delle varie iniziative.

Il bando e ulteriori informazioni sono disponibili su: www.vociperlaliberta.it/festival/premio-amnesty-emergenti

“Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty” è un’iniziativa dell’Associazione Culturale Voci per la Libertà e di Amnesty International Italia.

Tutti gli aggiornamenti su www.vociperlaliberta.it e www.amnesty.it

Ufficio Stampa: Monferr’Autore

monferrautore@gmail.com

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/off-off-theatre-lettere-a-yves-saint-laurent/

https://www.unfotografoinprimafila.it/marco-falaguasta-al-teatro-francesco-cilea/

Leo Cesari Jazz Combo Alexanderplatz,

Leo Cesari Jazz Combo Alexanderplatz, martedì 18 gennaio ore 21,00, Leo Cesari, batteria, Francesco Puglisi, contrabbasso, Nicola Puglielli, chitarra


L’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta, martedi 18 gennaio, Leo Cesari Jazz Combo.

Sul palco:Cesari, batteria, Francesco Puglisi, contrabbasso e Nicola Puglielli, chitarra.


Leo Cesari Jazz Combo Alexanderplatz,
Jazz Combo Alexanderplatz,

Eseguiranno un repertorio originale, tutti brani, tranne uno, composti da Cesari, influenzati, in particolare, da tre scene musicali:

quella etnica, la composizione per le immagini e l’hard bop con tutte quelle sfumature che lo portano verso la musica da ballo, sfumature tanto care alle produzioni di musica da club.

Il tutto riarrangiato per una formazione minimale dove l’interazione fra i musicisti sarà la chiave di lettura del concerto.

L’ALEXANDERPLATZ E’ SANIFICATO CON TECNOLOGIA ACTIVEPURE 24 ORE SU 24

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com

www.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/daniele-frontoni-presenta-effetto-pipistrello/

https://www.unfotografoinprimafila.it/marco-falaguasta-al-teatro-francesco-cilea/

Jimmy Polosa and his Orchestra Alexanderplatz

Jimmy Polosa and his Orchestra Alexanderplatz Jazz Club, domenica 16 gennaio ore 21,00


Jimmy Polosa , pianoforte, Benedetto Amoroso, tromba, Santi Isgrò, batteria, Paride Furzi, contrabbasso, Mauro Verrone, sax

La programmazione dell’’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta, domenica 16 gennaio, Jimmy Polosa and his Orchestra.

Un’ occasione unica da non perdere, visto che non è facile ascoltare Jimmy Polosa, pianista straordinario ed eclettico con una grande carriera alle spalle che ha deciso di mettersi nuovamente in gioco presentando un repertorio per muoversi agevolmente tra il primo bebop anni ’50, lo swing, e le ballads.


Jimmy Polosa and his Orchestra Alexanderplatz
Orchestra Alexanderplatz

Per realizzare questo progetto si è circondato di valenti musicisti quali Benedetto Amoroso alla tromba, Paride Furzi al contrabbasso, Mauro Verrone al sax, ed il fido Santi Isgrò alla batteria.

Il sound del gruppo è morbido, armonico ed accattivante, creato per divertirsi e soprattutto per far divertire.

L’ALEXANDERPLATZ E’ SANIFICATO CON TECNOLOGIA ACTIVEPURE 24 ORE SU 24

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com

www.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/quid-channel-presenta-standup-comedy-garage-3/

Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”.

Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”. Cantautore, scrittore, regista e autore per i più grandi artisti italiani, da oggi venerdì 14 gennaio su tutte le piattaforme


Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”. Il brano anticipa il nuovo album di inediti “ZOO” in uscita prossimamente

Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”, davvero abbiamo dato voce a questi profeti ma benedetta sia la grazia degli analfabeti che hanno fatto l’Italia nei campi. (da “Ciao Repubblica”)

Da oggi venerdì 14 gennaio è in radio, sulle piattaforme streaming e in digital download “CIAO REPUBBLICA” (Verba Manent / distribuzione Artist First), un brano definito da VINCENZO INCENZO “schierato e resiliente”.

Dopo il grande successo di “Pornocrazia” arriva il secondo singolo del cantautore che anticipa il nuovo album di inediti “ZOO”, in uscita prossimamente.

Mentre sale la tensione e fervono i preparativi per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica, arriva il saluto appassionato e struggente di Vincenzo Incenzo all’Italia, scritto sotto il cielo di una Roma notturna e incantevole. 


Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”.
Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”.

Il cielo della capitale si trasforma per una notte in un tribunale supremo che mette alla sbarra le incongruenze e le colpe del nostro Paese, oltraggiato da stragi, corruzione, depistaggi, calpestato insieme alla sua meravigliosa Costituzione eppure ancora in piedi. 

Nella notte di Ciao Repubblica passano come comete battaglie sociali, cortei di ragazzi, piazze colme di gente, l’ultimo discorso di Aldo Moro, espressioni brucianti di una passione identitaria che non vuole morire.

Il brano, un R&B rivisitato con componenti elettroniche e una sezione d’archi, presenta un coro di donne impegnate nella lotta per i diritti civili.

Il suono è stato elaborato da Jurij Ricotti (Eminem, Ariana Grande, Bocelli) per poter garantire con nuove tecnologie una fruizione immersiva in cuffia più elevata rispetto agli standard, mantenendo le dinamiche naturali degli strumenti.

Ciao Repubblica è accompagnato da un video ambientato nella Roma storica più suggestiva, interpretato dall’attrice Amelia Villano e diretto da Vincenzo Incenzo.

Nel video, una ragazza con una misteriosa valigia attraversa di notte Roma, che appare deserta e fuori dal tempo.

Alla fine di un percorso malinconico e sofferto, giunge al termine della notte sulle rive del Tevere, e getta nel fiume il suo oscuro bagaglio.

È il suo modo per affrancarsi da un sistema di potere malato che ha avvelenato una nazione con le sue grandi stragi, i segreti dello Stato profondo e i suoi casi mai risolti.

Senza nessuna certezza ma con una luce nuova negli occhi la ragazza si incammina verso l’Italia che verrà.

Il brano anticipa l’uscita dell’album ZOO e verrà presentato il 26 gennaio con un concerto live in streaming interattivo, con musicisti dislocati in vari punti della penisola che accompagneranno Vincenzo Incenzo in diretta dalle loro postazioni.

LINK BRANO: https://lnk.to/CiaoRepubblica

VINCENZO INCENZO autore per Renato Zero, Armando Trovajoli, Lucio Dalla, Antonello Venditti, Sergio Endrigo, PFM, Michele Zarrillo, Franco Califano, Ornella Vanoni, Patty Pravo, Albano, Tosca e molti altri.

Attivo come autore anche in America Latina, vanta una collaborazione con Papa Francesco per il brano “La Madre”, cantato da Mijares.

Autore dei grandi musical italiani, per il teatro ha scritto “Romeo e Giulietta, Ama e cambia il mondo” di Gerard Presgurvic, e “Dracula Opera Rock” su musiche della PFM, entrambi prodotti da David Zard.

Ha scritto e diretto i musical “Diana & Lady D”, “Rosso Napoletano” e “La sciantosa”; con Renato Zero ha scritto e diretto “Zerovskij, Solo Per Amore” e con Ron “Lucio!”.

Ha curato la versione italiana delle canzoni di “Menopause The Musical” di Jean Linders, “Squali” di A.L. Recchi, “Tango Delle Ore Piccole” di Puig, “Il Principe Abusivo” di Alessandro Siani, e “Vacanze Romane”, riconosciuta dalla Carl Porter Society come la versione italiana ufficiale nel mondo.


Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”.
Vincenzo Incenzo nuovo singolo “Ciao Repubblica”.

Ha collaborato a “Lennon & John” di Lucariello/Speranza, ed ha scritto le musiche di “Cassandra e il Re” e “Tieste”, di G. Arghirò.

Ha firmato la regia e le musiche di “Ingresso Indipendente” di Maurizio Giovanni e “Santo Piacere” di Giovanni Scifoni.

Ha scritto le musiche di “Shake Full”, di Manuela Tempesta. Nel 2022 andrà in scena anche in Italia il musical evento “Bernadette de Lourdes”, di cui ha curato la versione italiana.

Per la televisione ha scritto canzoni per la fiction Mediaset “Non Smettere Di Sognare” ed è co-autore della edizione 2013 di “Capodanno di Canale 5” e “Romeo & Giulietta, una storia mai raccontata” (Raidue).

La sua canzone “Creatura Nuda” è entrata nella serie internazionale “Beautiful”.

Al cinema ha dato canzoni nei film “Il Paradiso all’improvviso” di Leonardo Pieraccioni, “Dalla vita in poi” di Gianfrancesco Lazzotti, “Ho sposato mia madre” di Domenico Costanzo e “Luce oltre il Silenzio” di Giuseppe Racioppi.

Lo spettacolo “Zerovskij, Solo Per Amore” è diventato un film.

Ha pubblicato i libri “La Partitura Infernale” (Fonopoli), “Il sorriso d’avorio d’una ragazza d’ebano” e “Cinema Mundi” (LietoColle), “La canzone in cui viviamo” e “#Romeo E Giulietta Nel Duemilaniente” (No Reply), “Valentina Giovagnini” (Zona), “Zero” (Tattica).

È stato direttore artistico dell’Associazione Culturale Fonopoli e direttore e autore della Mostra “ZERO” dedicata a Renato Zero.

Questo progetto arriva dopo il suo primo album da cantautore “Credo, prodotto da Renato Zero, ed il secondo “Ego”, usciti anche in lingua spagnola e promossi in Sud America con live tour.

Tra i numerosi premi e riconoscimenti ha vinto due volte il Premio Lunezia, il Premio SIAE autori, il Premio Nazionale Liolà, la Medaglia d’argento della Camera dei Deputati, il Premio Internazionale Antonio De Curtis, il Premio Internazionale di Poesia Alfonso Gatto, il Premio Giffoni Film Festival, il Premio Roma Videoclip.

VINCENZO INCENZO È SUL WEB E SUI SOCIAL

www.vincenzoincenzo.com
www.facebook.com/vincenzoincenzoofficial
http://twitter.com/VincenzoIncenzo

www.instagram.com/vincenzo_incenzo

Roma, 14 Gennaio 2022

Ufficio Stampa/Promo Radio: Fly Digital & Communication Vita Ragaglia
(vita@flydigital.it – 342 10516045)
Promo Social: My Social Fame
Distribuzione: Artist First (info@artistfirst.it)
Foto: Pitta Zalocco
Artwork: Alessandro Palmigiani

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/moda-roma-awards/ https://www.unfotografoinprimafila.it/gabriele-deca-album-la-guerra-della-plastica/

Marco Falaguasta al Teatro Francesco Cilea

Marco Falaguasta al Teatro Francesco Cilea, in “Neanche il tempo di piacersi” sabato 22 gennaio


Marco Falaguasta al Teatro Francesco Cilea. Il suo sorriso è disarmante come i suoi grandi occhi scuri che non celano l’emozione di calcare per la prima volta, il palco del teatro “Francesco Cilea”

Marco Falaguasta al Teatro Francesco Cilea, sabato 22 Gennaio e aprire l’anno nuovo dell’Officina dell’Arte di Peppe Piromalli che, nonostante le difficoltà del periodo, ha scelto di portare avanti la stagione teatrale applicando naturalmente tutte le normative anti Covid19.

L’attore romano Marco Falaguasta sarà il protagonista di un emozionante e divertente one man show, “Neanche il tempo di piacersi”, un monologo di un’ora e mezza dove racconterà la quotidianità di cui siamo protagonisti.

“Sono emozionato e felice di venire a Reggio Calabria e riaprire la stagione dell’Oda.


Marco Falaguasta al Teatro Francesco Cilea
Marco Falaguasta al Teatro Francesco Cilea

Piromalli ha messo in conto i rischi che può portare questa scelta coraggiosa ma piena d’amore avverando un sogno collettivo perché l’arte non può fermarsi.

Certo, dobbiamo stare attenti e rispettare tutti i protocolli anti contagio ma non possiamo smettere di sorridere e vivere l’arte.

Mi confronterò con il pubblico e parleremo di tutto ciò che è cambiato dagli anni ’80 ad oggi – racconta l’istrionico attore romano -.

In quegli anni, eravamo convinti che le cose sarebbero andate ancora meglio: il primo decennio registra gravi fatti di sangue, segna la fine degli “Anni di piombo” e l’inizio di una nuova stagione di fiducia e positività.

I miei anni ‘80 sono stati spensierati, l’Italia aveva vinto i Mondiali, ci si divertiva, ascoltavo musica, vivevo con leggerezza come fanno tutti i ragazzi.

Non credo che i giovani di oggi siano scontenti della quotidianità, certo avranno i loro piccoli problemi, screzi amorosi, preoccupazioni scolastiche come le avevamo anche noi”.

Con estrema naturalezza, Marco analizza quel tempo andato via e il periodo attuale, prova a comprendere i codici dei giovani di oggi e ad andare oltre il giudizio degli adulti che, spesso a causa delle loro certezze, innesca conflitti e difficoltà di interazione.

“E’ uno spettacolo molto interattivo nel quale chiederò al pubblico cosa ne pensa.

Ci divertiremo e ci saranno momenti nei quali racconterò tanto di me. E’ una satira sociale che ci farà ridere ma anche, ci porterà a pensare da dove siamo partiti e dove siamo arrivati – aggiunge il protagonista -. 

Il teatro, la vita stessa è un continuo confronto e questo è quell’elemento che ci fa sentire meno soli e meno impauriti.

Per vincere la paura bisogna dialogare.

Questa terribile pandemia ci ha tolto tanto in questi due anni ma non possiamo permettere più che ci venga negata la possibilità di confrontarci, dare spazio alle nostre emozioni, vivere l’arte e i teatri. E allora, torniamo a sorridere e alleggeriamo questa tensione che ci rende cupi e tristi”.

La stand-up comedy “Neanche il tempo di piacersi” rievoca sane consuetudini di anni non troppo lontani e obbliga lo spettatore ad un riesame del presente ponendo questa domanda: se è inevitabile che i cambiamenti vi siano, è altrettanto giusto accettarli finendo per subirli?

“Assolutamente no – risponde il vulcanico Falaguasta -. I cambiamenti ci sono e ci saranno sempre.

L’evoluzione va affrontata senza troppi turbamenti e con ironia tipica di chi, guardando il mondo con un sorriso, non cede alla malinconia di un qualcosa che non c’è più.

Io farò proprio un’autocritica nei confronti della mia generazione, quella dei cinquantenni, genitori che forse hanno sbagliato in qualche cosa, nel consentire usi e costumi che, ai tempi loro, erano inimmaginabili.

E lo farò con molta ironia, divertendo il pubblico che si ritroverà in tante situazioni, sia come genitori che come adolescenti di una volta”.

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/moda-roma-awards/ https://www.unfotografoinprimafila.it/gabriele-deca-album-la-guerra-della-plastica/

Gabriele Deca album “La guerra della plastica”

Gabriele Deca album “La guerra della plastica”, fuori venerdì 14 gennaio. Disponibile per la rotazione radiofonica la focus track.


Gabriele Deca album “La guerra della plastica”, l’album d’esordio del cantautore romano

Venerdì 14 gennaio esce su tutti gli store digitali l’album d’esordio del cantautore romano Gabriele Deca, “discoDeca” (T-Recs Music), prodotto da Tony Pujia e anticipato dal singolo “La Grande Festa”.

“discoDeca” è il frutto di un lungo lavoro personale e musicale dell’artista che è riuscito a metterci dentro tutto se stesso, nelle sue varie sfaccettature.


Gabriele Deca album “La guerra della plastica”
Gabriele Deca album “La guerra della plastica”

«Ci ho impiegato talmente tanto tempo a realizzarlo – spiega Deca – che ad un certo punto mi è quasi scattata la gelosia di volerlo tenere tutto per me e di non pubblicarlo».

Fortunatamente però sulla gelosia è prevalsa la voglia di condividere questo progetto discografico, in cui nonostante non sia presente una tematica dominante il fil rouge si può identificare nella “poetica delle dolci coltellate”.

Ogni traccia si presta, infatti, ad una doppia lettura, una più divertente e sbarazzina, l’altra più profonda ed intima; sta all’ascoltatore decidere quale sia la visione che gli corrisponda maggiormente, scegliendo la chiave d’interpretazione più adatta.

«Vorrei che ognuno – continua – vedesse in questo album quello che vuole vederci».

Sul piano della produzione la sperimentazione, la ricerca e il confronto si sono rivelati vincenti:

«Quando ho fatto sentire per la prima volta il disco a Tony Pujia, il produttore – racconta ancora Deca – lo ha trovato subito interessante, ma scritto in una tonalità troppo alta per la mia voce. Inizialmente all’idea di ri-registrare tutto un tono sotto ho avuto un sussulto: è un lavoraccio e ti fa sembrare di perdere tempo, ma poi la cosa si è trasformata in una grande opportunità di miglioramento.

Questo è un disco figlio del divertimento. È stato una specie di laboratorio di condivisione di idee.

È successo spesso che in studio passasse un musicista per dedicarsi alla sua musica e poi finisse invece per ascoltare e dare consigli: “Ci senti lo scacciapensieri?

Ci vorresti un mandolino napoletano, un organo da chiesa? Ok suonalo!” E la reazione è sempre stata propositiva».

La focus track dell’album disponibile per la rotazione radiofonica è “La guerra della plastica” in cui Deca racconta della caduta di un impero mediatico e culturale, di un certo tipo di televisione che ha sempre avuto un macabro magnetismo su di lui.

Ad affascinarlo l’idea di un mondo di potenti destinati ad un inesorabile crollo, nonostante la chirurgia estetica, i balletti e i sorrisi a trentasei denti. «È la prima canzone – conclude – in cui mi sforzo di entrare nel corpo di una donna. Immedesimarsi in qualcunaltro è sempre un’operazione affascinante».

Questa la tracklist di “discoDeca”: “A tempo”, “Techno”, “Offerta speciale”, “La grande festa”, “Eva”, “La guerra di plastica”, “Insoddisfatti”, “Per un’amica”, “Siddharta”.

Gabriele Deca

Instagram

Facebook

Spotify

Media Relations T-Recs Music: 

CGP Srl  

Giorgio Cipressi +39.335.7089743

Giovanna Palombini +39.348.2818620 giovanna.palombini@globalepromotion.it

Greta De Marsanich +39.320.8626213

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-verde-presenta-pi-pi-pinocchio/ https://www.unfotografoinprimafila.it/naomi-handaric-concerto-accademia-di-romania-in-roma/

Naomi Handaric concerto Accademia di Romania in Roma.

Naomi Handaric concerto Accademia di Romania in Roma. La pianista romena Naomi Handaric in concerto presso l’Accademia di Romania in Roma


Naomi Handaric concerto Accademia di Romania in Roma, in occasione della Giornata della Cultura Romena 2022

Naomi Handaric concerto Accademia di Romania in Roma. Sabato, 15 gennaio 2022, alle ore 19:00, presso la Sala Concerti dell’Accademia di Romania in Roma (Piazza Josè de San Martin 1).

L’Accademia di Romania in Roma e il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma, in partenariato con l’EUNIC Roma, invitano il pubblico, in occasione della Giornata della Cultura Romena 2022, ad un nuovo appuntamento musicale nell’ambito della stagione 2021-2022 del progetto EUROPA IN MUSICA.

La stagione musicale del cluster EUNIC Roma. Il concerto sostenuto dalla giovane pianista romena NAOMI HANDARIC, studentessa presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma, presenterà brani di: George Enescu, Ludwig van Beethoven, Robert Schumann, Frédéric Chopin e Serghei Rachmaninoff.

L’acceso del pubblico all’evento, in ottemperanza alle norme sanitarie vigenti, sarà limitato e si farà soltanto previa prenotazione via e-mail all’indirizzo accadromania@accadromania.it.


Naomi Handaric concerto Accademia di Romania in Roma.
Naomi Handaric concerto Accademia di Romania in Roma.

Per accedere all’evento è necessario esibire la Certificazione digitale europea COVID (Super Green Pass), in formato digitale o cartaceo.

Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni. All’interno della sala permane l’obbligo di indossare la mascherina di protezione e il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro.

Naomi Handaric, nata nel 2000 a Gheorgheni (Romania), inizia lo studio del pianoforte all’età di 8 anni con la prof.ssa Carmen Almășanu.

Nel 2013 partecipa alla 6º edizione del Concorso Interregionale Musicale “Città di Tarquinia” ottenendo il secondo premio con un punteggio di 92/100. Nel 2014 ottiene il secondo premio con un punteggio di 94/100 in occasione della 7º edizione del Concorso Musicale Nazionale “Città di Tarquinia”.

Nel periodo 2011-2014 ha frequentato la scuola ginnasiale di musica “Palombara Sabina” sotto la guida della Prof.ssa Stefania Maroni.

Inoltre, ha studiato con la Prof.ssa Margherita Traversa. Nel 2016 partecipa alla 5º edizione del Concorso internazionale “Note sul mare” ottenendo il primo premio con un punteggio di 95/100.

In occasione della 6º edizione del Concorso Internazionale “Note sul mare” nel 2017 riceve il primo premio con un punteggio di 98,25/100 e nel marzo del 2018, in qualità di finalista presso l’associazione culturale “arte del suonare”, si è esibita in concerto nell’ Aula magna del Liceo Musicale Giordano Bruno di Roma.

Nel dicembre del 2018 partecipa in diretta televisiva su Rai 2 al programma “B come sabato”.

Nel 2019 si laurea presso il Liceo di Musica Giordano Bruno di Roma, dove ha studiato con i professori Tiziana Paxi e Gaetano Stella.

Attualmente frequenta il terzo anno di triennio presso il Conservatorio Santa Cecilia nella – sezione pianoforte principale nella classe del Maestro Maura Pansini.

ACCADEMIA DI ROMANIA IN ROMA

Tel. +39.06.3201594; e-mail: accadromania@accadromania.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/al-quid-tributo-a-elton-john-della-rocket-band/

https://www.unfotografoinprimafila.it/valerio-serangeli-russian-crossover-project/

Valerio Serangeli “Russian Crossover Project”,

Valerio Serangeli “Russian Crossover Project”, mercoledì 12 gennaio ore 21,00. Valerio Serangeli, contrabbasso, Alessandro Tomei, sax, flauto, Luca Ruggero Jacovella, piano, Alberto Botta, batteria


L’Alexanderplatz Jazz Club di Roma, presenta, mercoledì 12 gennaio, Russian Crossover Project con Valerio Serangeli, contrabbasso, Alessandro Tomei, sax, flauto, Luca Ruggero Jacovella, piano, Alberto Botta, batteria.

Valerio Serangeli “Russian Crossover Project”. Il gruppo propone rielaborazioni della grande musica classica russa (Tchiaikovsky, Borodin, Mussorsgsky, Rymski Korsakov, Rachmaninov) in chiave jazzistica, con largo spazio ai momenti improvvisativi e cura nel lasciare integre le melodie pur con ampia scelta di differenziazioni metriche e timbriche.


Valerio Serangeli “Russian Crossover Project”,
Valerio Serangeli “Russian Crossover Project”,

Nella seconda metà dell’‘800, a Pietroburgo, i musicisti russi cercarono una nuova via per la musica nazionale che si alimentasse dei temi e delle tradizioni popolari di quel paese.

Prima di loro Glinka aveva già indicato la strada.

A percorrere questo cammino, arrivando a volte a vette artistiche altissime, furono i musicisti del “gruppo dei cinque” (Balakireff, Cui, Borodin, Rimsky-Korsakov e Mussorsgsky) e Tchiaikovski; Alla poetica “occidentale” di Tchiaikovsky si ispirò un altro grande russo nella prima metà del ‘900, Rachmaninov.

Affascinato dalle opere di questi grandi maestri, Valerio Serangeli, contrabbassista romano e leader del gruppo, rivisita alcune delle loro opere con l’intento di elaborare un linguaggio nuovo che conservi il fascino e la bellezza delle melodie e delle idee originarie, legandolo all’improvvisazione e ad armonie e ritmi vicini al jazz, dove echeggiano anche suggestioni progressive e latin.

Il gruppo ha esordito al Conservatorio S. Cecilia, è stato ospite delle rassegne “Atlante sonoro” presso la Scuola popolare di musica di Testaccio e “Latina jazz contest”, dell’Istituto Russo di Scienza e Cultura a Roma, del museo Canonica a villa Borghese, del tetro Carlo Felice di Genova, del Teatro Arciliuto in occasione del Capodanno russo.

Il primo CD del gruppo dal titolo omonimo, presentato all’Auditorium Parco della Musica a Roma, vede la partecipazione come special guest della clarinettista Valeria Serangeli, primo clarinetto dell’orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, che ha già affiancato il gruppo in alcune occasioni live.

In repertorio:

Sheherazade (Rimsky-Korsakov), Una Notte Sul Monte Calvo (Mussorgsky).

Danze Polovotsiane dal Principe Igor (Borodin), estratti dalla Sinfonia n. 5 e dalla sinfonia n. 6 “Patetica”, da Lo Schiaccianoci e da Il Lago dei Cigni.

(Tchiaikovsky), Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra (Rachmaninov).

L’ALEXANDERPLATZ E’ SANIFICATO CON TECNOLOGIA ACTIVEPURE 24 ORE SU 24

Info e prenotazioni: 0686781296 (Dopo le 18)

349 977 0309 (WhatsApp)

prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com www.alexanderplatzjazz.com

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333  maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-presenta-il-problema/

https://www.unfotografoinprimafila.it/off-off-theatre-presenta-la-posta-del-cuore/

Teatro Le Fontanacce “Coppia aperta quasi spalancata”

Teatro Le Fontanacce “Coppia aperta quasi spalancata”, Sabato 8 gennaio ore 21.00 e domenica 9 gennaio ore 17.30


Al Teatro Comunale Le Fontanacce debutterà il primo spettacolo del 2022, Coppia aperta quasi spalancata.

Una commedia brillante e ormai famosa di Dario Fo e Franca Rame, con la regia di Alessandro Cau che è protagonista insieme a Daniela Appolloni.


Teatro Le Fontanacce “Coppia aperta quasi spalancata”
Teatro Le Fontanacce “Coppia aperta quasi spalancata”

Lo spettacolo racconta la storia di due coniugi alle prese con un matrimonio allo sbando che decidono di sperimentare la formula della “coppia aperta” per risolvere i loro problemi.

Buon Divertimento!

Info: 348.9294368
06.86615674

Teatro Comunale Le Fontanacce

Direzione Artistica: Luciana Frazzetto e Massimo Milazzo

Piazzale Zanardelli (Belvedere) Rocca Priora

www.teatrocomunalelefontanacce.it     teatrolefontanacce@libero.it
Facebook e Instagram @teatrolefontanacce

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/sala-umberto-non-ci-resta-cheridere/ https://www.unfotografoinprimafila.it/natale-latina-presenta-fantasia-ottoni/

Off/Off Theatre presenta “La posta del cuore”

Off/Off Theatre presenta “La posta del cuore”. Da martedì 11 a giovedì 13 gennaio 2022, ore 21.00


Off/Off Theatre presenta “La posta del cuore”, da un’idea di Silvano Spada, con Santino Fiorillo, a cura di Pino Strabioli

Dall’11 al 13 gennaio 2022 all’OFF/OFF Theatre arriva Santino Fiorillo, che darà voce e corpo ad un’idea di Silvano Spada realizzata con la cura di Pino Strabioli.

Sul palco di Via Giulia andrà in scena un “serio divertissement”, dal titolo” La Posta del Cuore”, un omaggio all’arte del pettegolezzo, alle dinamiche amorose dei mondi più patinati e a Franca Valeri, regina indiscussa della posta del cuore.

Ci sarà Santino Fiorillo nei panni del presentatore del programma televisivo “La Posta del Cuore”, pronto a rispondere alle lettere del pubblico che si rivolgerà a lui per consigli e pareri su tematiche della vita di oggi, di tutti i giorni e di tutti noi: dalla sessualità alla fede, dall’amore ai pettegolezzi del gossip.


Off/Off Theatre presenta “La posta del cuore”
Off/Off Theatre presenta “La posta del cuore”

E ce n’è per tutti: madri apprensive, donne insoddisfatte, mariti infedeli, figli gay, suore che spiegano l’inferno, il purgatorio e il paradiso e curiosità dal buco della serratura.

Sulla sessualità nascosta dei grandi divi di Hollywood, da Marlon Brando a Paul Newman fino a James Dean, passando per la vivacità erotica di Frank Sinatra, quella di Ava Gardner o Lana Turner e, praticamente, di tutto il grande cinema più importante di ogni tempo.

In questo contesto trovano spazio anche le piccanti infedeltà reciproche di John Kennedy e Jacqueline.

E, qua e là, il pensiero alla grande Franca Valeri, vera e indimenticabile regina della posta del cuore.

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over 65 18€; Ridotto Under35 15€ – Dal martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni+39 06.89239515 dalle h. 16.00offofftheatre.biglietteria@gmail.com – Prevendita online: www.vivaticket.it

SITO: http://off-offtheatre.com/ – FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/ – IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Off/Off Theatre presenta “La posta del cuore”
Off/Off Theatre presenta “La posta del cuore”

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla 338 4935947 carlafabistampa@gmail.com –  Roberta 340 2640789 savonaroberta@gmail.com
www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavonahttps://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/sala-umberto-non-ci-resta-cheridere/ https://www.unfotografoinprimafila.it/natale-latina-presenta-fantasia-ottoni/

Lorenzo Lepore il suo nuovo singolo “Meglio così”.

Lorenzo Lepore il suo nuovo singolo “Meglio così”. Nel nuovo singolo del cantautore romano insicurezza e protesta si mescolano


Esce venerdì 7 gennaio in radio e su tutte le piattaforme digitali “Meglio Così” (T-Recs Music), il nuovo singolo di Lorenzo Lepore, giovane promessa della scena musicale romana, tra i vincitori di Musicultura 2021.

Lorenzo Lepore il suo nuovo singolo “Meglio così”. Nel brano emergono due spinte opposte in lotta fra loro: da un lato l’insicurezza che porta il cantautore ad arrendersi e ad omologarsi alle opinioni altrui, dall’altra la sua impellente esigenza di andare controcorrente, di pensare fuori dal coro e di far sentire la sua voce.


Lorenzo Lepore il suo nuovo singolo “Meglio così”.
Lorenzo Lepore il suo nuovo singolo “Meglio così”.

Questa canzone – spiega Lepore – nasce come reazione ad una richiesta da parte delle aspettative degli altri, della discografia, della società ma soprattutto di me stesso, quando davanti ad un mare mosso decido di non imbarcarmi perché non possiedo vele per cavalcare i venti.

Così che il rimanere a riva a prendere il sole come tutti gli altri diventa dentro e fuori di me una musica insistente.

Un mantra. Decido di cantare questa mia insicurezza.

Questa mia arresa. Questa canzone appunto è la vera e propria fotografia di un’arresa ma allo stesso tempo della mia protesta più grande.

Quella di cercare di esprimere un’opinione, un’urgenza interiore a costo di andare controcorrente. Di venire escluso.

L’arrangiamento di “Meglio Così” segue per filo e per segno la sua dinamica in “crescendo”: la graduale resa personale e musicale dell’artista si concretizza nel ritornello, in cui perde il suo combattimento e finisce per adeguarsi al sistema.

Il risultato è un mantra che più si ripete, più trasforma sia la canzone che il cantante stesso.

Lorenzo Lepore nasce a Roma nel 1997. Inizia presto a fare musica e a calcare vari palcoscenici italiani (Parco della Musica, Palatlantico, Piazza Venezia per “Friday for future”, Wishlist, Defrag, Teatro India, Teatro Quirinetta, Wishlist).

Nel 2018 pubblica Flebo, un Ep che raccoglie le sue prime canzoni e, nello stesso anno, comincia a frequentare l’Officina Pasolini.

L’anno dopo idea e conduce “I quattro amici al bar”, un programma radiofonico interamente dedicato alla canzone d’autore.
A Ottobre 2020 suona all’interno della venticinquesima edizione del MEI, meeting degli indipendenti.

Nel 2021 entra a far parte dell’etichetta discografica T-Recs di Tony Pujia, con il quale sta lavorando alla produzione del suo primo album in studio.

Nel 2021 è tra i quattro vincitori di Musicultura con la canzone “Futuro” dove si aggiudica il “Premio per il Miglior Testo”.

Nella stessa estate organizza il FuTour, una serie di 20 concerti in tutta Italia.

Il FuTour si chiude il 30 Ottobre con un concerto sold-out al Wishlist di Roma.

Il 19 Novembre viene invitato come ospite da Fiorella Mannoia nella sua trasmissione “La Versione di Fiorella” in onda su Rai3.Media Relations T-RECS MUSIC
CGP Srl
 
Giorgio Cipressi & Giovanna Palombini +39.348.2818620 giovanna.palombini@globalepromotion.it
Greta De Marsanich +39.320.8626213 greta.demarsanich@globalepromotion.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/sala-umberto-non-ci-resta-cheridere/ https://www.unfotografoinprimafila.it/natale-latina-presenta-fantasia-ottoni/

Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,

Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”, giovedì 6 gennaio Giardini del Palazzo Comunale


Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”, ore 11: Conservatorio Ottorino Respighi presenta “Fantasia Ottoni ” Ensemble Ottoni Conservatorio Ottorino Respighi”.

Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”, ore 18: Nudavoce presenta “La Musica nel Cinema” e a seguire Movimento e Danza – Raffaella Di Vincenzo 

Natale Latina, nei Giardini del Palazzo Comunale, promosso dall’Amministrazione Comunale di Latina con la direzione artistica e l’organizzazione di Vincenzo Berti e Gianluca Bonanno per Ventidieci.

La direzione presenta, giovedì 6 gennaio, giorno dell’Epifania, alle 11, il Conservatorio Ottorino Respighi presenta, Fantasia Ottoni ” Ensemble Ottoni Conservatorio Ottorino Respighi.


Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,
Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,

Alle 18, Nuda Voce presenta “La Musica nel Cinema” e a seguire Movimento e Danza – Raffaella Di Vincenzo.

L’Ensemble Ottoni del Conservatorio di Latina nasce su iniziativa dei Maestri delle classi di Tromba, Trombone e Musica d’Insieme per fiati (Remo D’Ippolito, Rocco Degola e Pino Cangialosi, Maestro di Percussioni Rodolfo Rossi) del Conservatorio “Ottorino Respighi” di LATINA con l’intento di divulgare la musica per ottoni e dare un’opportunità agli allievi di esibirsi in Concerto anche al di fuori del Conservatorio.

TROMBE: Remo D’Ippolito, Claudio Braccioforte, Chiara Gesualdi, Gabriele D’Amici, Veronica Gigli, Elena Giugno.

TROMBONI: Rocco Degola, Gian Marco Santoro, Fabrizio Cecconi, Giulio Guidotti, Riccardo Ferrari.

TUBA: Angelo Peluso. PERCUSSIONI: Francesca Candela, Luca Caliciotti. DIRETTORE: Pino Cangialosi.

PROGRAMMA: 1. Dindirindin, Anonimo del XV secolo. 2. Harry Potter, John Williams. 3. Indiana Jones, John Williams. 4.Two Songs, Ennio Morricone. 5.Albertone, Piero Piccioni. 6.Mr.Jums e Kraken, Chris Hazell. 7.Tambourin, Jean Philip Rameau.

​Il Centro di Ricerca e Formazione Vocale NUDAVOCE è il primo centro di formazione musicale sul territorio pontino dedicato esclusivamente al mondo della vocalità artistica, con uno studio attrezzato e a misura di voce.


Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,
Natale Latina presenta “Fantasia Ottoni”,

Dotato di una Biblioteca Didattica, di una postazione per l’Analisi Acustica della Voce e un leggio acustico BINEL, consta inoltre di una intensa rete di collaborazioni con professionisti specializzati in ambito didattico, artistico-musicale e medico-sanitario (foniatri, osteopati, logopedisti, etc).

La Direttrice Artistica e Didattica Elisa Rossi è un insegnante qualificato con più di 15 anni di esperienza nell’ambito della formazione vocale e musicale, docente certificato VOICEtoTEACH®, Diplomata in CANTO JAZZ presso il Conservatorio di Musica di Frosinone e specializzanda nel METODO PROPRIOCETTIVO ELASTICO (PROEL), Corso di Alta Formazione Universitario in collaborazione col Centro di Foniatria e Logopedia di Santander a cura del professore e Medico Foniatra Alfonso Borragán.

Segue continui aggiornamenti professionali partecipando a seminari di approfondimento tematico inerenti alcune delle più qualificate metodologie della didattica del canto (SOVTraining, Analisi Acustica del Segnale Vocale, Metodo Funzionale della Voce, Tomatis, E.T.V.S VoiceCraft, Nms- Natural Mix Singing, etc), vantando un curriculum artistico e didattico di rilievo.

Lo spettacolo che presentano, sarà un assaggio del progetto “La Canzone nel Cinema”, che vede gli allievi confrontarsi annualmente con brani storici della musica nazionale e internazionale, citati o appositamente composti per alcune delle più belle colonne sonore del Cinema; un filo conduttore che da tre anni lega tutti gli spettacoli degli allievi della Scuola, spaziando nei generi e cimentandosi nei più svariati stili musicali.

Per l’occasione avremo anche tre allievi delle due scuole di musica con cui Elisa Rossi collabora, rispettivamente l’Associazione EX Mattatoio – Arci La Freccia di Aprilia e MusicAmo di Pontinia; come ospite ad accompagnare uno dei nostri allievi Angelo Capozzi, docente di chitarra dell’Associazione EX Mattatoio – Arci La Freccia e chitarrista dell’Orchestraccia, attualmente impegnata nel programma Rai La Nottataccia.

A seguire: la scuola “Movimento e Danza – Raffaella Di Vincenzo” prende il nome dalla sua fondatrice che è venuta a mancare lo scorso anno.

E’ una scuola presente sul territorio di Latina da quasi 40 anni, ed ha educato alla danza e alla vita molte generazioni di allievi, credendo fortemente nel valore educativo dell’arte Lo spettacolo del 6 gennaio è costituito da due tempi, tratti dal saggio/spettacolo di questa estate.

Il primo, di danza classica, si intitola “Danze Viennesi” con musiche di Strauss, Offenbach e Drigo.

Il secondo, di danza contemporanea, si chiama “Il mio corpo è la mia casa”, ed è il racconto di un corpo in continua evoluzione che si lascia plasmare dal tempo e dallo spazio, abitato da un’anima che cerca la sua completezza nell’incontro con l’altro.

Le musiche in questo atto sono di Renè Aubry e Thurston Hurrys.

Ingresso gratuito su prenotazione: www.Comune.Latina.It

Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto di tutte le normative AntiCovid 19

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/auditorium-conciliazione-danilo-bucchi-blu/ https://www.unfotografoinprimafila.it/fefe-con-il-suo-nuovo-singolo-a-roma-termini/