Articoli

Supercinema Tuscania “Romanza”.

Supercinema Tuscania “Romanza”. 8 marzo ore 18:30 al Supercinema di Tuscania (VT) –  Speciale Festa delle Donne. Coreografia e regia Loredana Parrella


Supercinema Tuscania “Romanza”. Interpreti Yoris Petrillo, Giulia Cenni, Gianluca Formica, Caroline Loiseau, Maria Stella Pitarresi, Luca Zanni

Supercinema Tuscania “Romanza”. Produzione Twain – Centro Produzione Danza Regionale, Supercinena di Tuscania.

Con il sostegno del MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo,

Supercinema Tuscania “Romanza”. Regione Lazio e Comune di Tuscania

L’8 marzo, alle ore 18.30, in occasione dello Speciale Festa delle Donne, Twain Centro di Produzione Danza presenta presso il Supercinema di Tuscania (VT), la nuova versione di Romanza.

Romanza 2Uno dei classici del repertorio di Twain physical dance theatre, con la coreografia di Loredana Parrella, che ne cura anche la regia.

Dopo la rappresentazione verrà offerto l’aperitivo al pubblico per creare un momento di convivialità e di conoscenza tra artisti e spettatori.

Lo spettacolo, creato per due performer più di dieci anni fa da Loredana Parrella, oggi viene affidato a sei interpreti che si alternano in un gioco di simbiosi, minimalismo fatto di ripetizioni, diventando un’esplosione ipnotica ed emotiva.

Attraverso immagini talvolta drammatiche, talvolta ironiche, talvolta surrealiste, lo spettacolo affronta delicatissimi temi etici e sociali relativi alla relazione con l’altro. Sono corpi che si attraggono e respingono, che vanno in accordo così come in contrasto, incarnando le leggi stesse delle relazioni umane.

Il loro codice comportamentale istintivo ed imprevedibile e che seguono il loro desiderio di riconnettersi a sé, perché ogni corpo allontanato da sé stesso alla fine si esaurisce.

Yoris Petrillo, Giulia Cenni, Gianluca Formica, Caroline Loiseau, Maria Stella Pitarresi, Luca Zanni sono i sei straordinari interpreti:

energici, rapidi, leggeri, capaci di costruire e modellare lo spazio, suscitando di volta in volta circostanze e sensazioni diverse con un’intensità interpretativa quasi magnetica.

Note di regia

È l’incontro-scontro di un punto di vista nuovo determinato dal tempo.

È stato un esperimento: rimettere in gioco una scrittura coreografica creata per due interpreti tra il 2006 e il 2019, e affidarla a sei interpreti.

Per farlo è stato necessario ricercare i principi e gli impulsi primari di questo spettacolo, e donarli a sei corpi che necessitavano di nutrimento. Loredana Parrella

Costo dei biglietti: 8€ intero / 5€ donne e ridotti

Info e Prenotazioni: organizzazione@cietwain.com / 3382051200 o 3403145198

Sito: http://www.cietwain.com

Comunicazione: Theatron 2.0

Mail: stampa.theatron@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/concerti-al-museo-i-botta-band/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-tirso-3-attori-in-affitto

Festa del Cinema 6

Festa del Cinema “Cecchi Gori. Una Famiglia Italiana”

Carlo Verdone e Valeria Marini alla premiere mondiale del docufilm prodotto da Lepore “Cecchi Gori. Una Famiglia Italiana” di Isola e Spagnoli alla Festa del Cinema.

Proiezione affollatissima, in occasione della quattordicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, quella del docufilm “Cecchi Gori – Una Famiglia Italiana”, con un tappeto rosso ricco di volti noti del cinema e della televisione.

Nessuno, infatti, è voluto mancare al tributo dedicato a Vittorio Cecchi Gori, produttore premio Oscar per pellicole del calibro de Il Postino e La Vita è Bella.

Il docufilm è un viaggio alla scoperta della storia della Cecchi Gori, del suo immenso catalogo, delle storie degli uomini e delle donne che hanno fatto grande il cinema italiano, dei film fatti e di quelli mai realizzati, delle avventure, delle sfide in prima persona.

All’anteprima mondiale del docufilm nella sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica sono arrivati, per primi, i due registi e autori, Simone Isola con Valeria Gavaglia e Marco Spagnoli con Orsola Severini Darot,

il produttore Giuseppe Lepore con Simonetta Ingrosso, che hanno accompagnato – assieme al press agent Emilio Sturla Furnò che ha collaborato con Lepore al soggetto – Vittorio Cecchi Gori, in elegante abito blu della stilista Maria Laurenza.

Con loro, sul red carpet, alcuni amici del produttore che hanno partecipato al film: Carlo Verdone, Valeria Marini – in un sensuale abito in pizzo nero e trasparenze, Maria Grazia Buccella – indimenticabile protagonista di Basta Guardarla in elegante tailleur rosso carminio, Tonino Pinto, Osvaldo De Micheli, il direttore della fotografia Mauro John Capece con Corinna Coroneo, l’autore delle musiche Max Di Carlo e del montaggio Jacopo Reale.

Tanti gli ospiti presenti, tra cui il Senatore Francesco Rutelli accompagnato dalla moglie Barbara Palombelli, l’Onorevole Alberto Michelini, il dott. Biagino Costanzo, il Generale Armando Tremigliozzi, Sue Eccellenze Iztoc Mirosic e Tina Kokalj.

Il Professor Francesco Landi, la conduttrice TV Federica Peluffo, l’artista Edelweiss, l’attrice e modella Ileana Macri, Beppe Convertini, Graziano Scarabicchi, Gabriele Martino, Eleonora Ivone con il marito Angelo Longoni, Fanny Cadeo, in abito bon ton in pizzo blu.

Milena Miconi, la neo eletta Miss Universe Italy Sofia Marilù Trimarco, il Direttore Generale di Interflora Luca Iannarone, le giornaliste RAI Mariella Anziano, Josephine Alessio, l’attore Marco Galli, l’agente letteraria Rosa Gargiulo, l’ufficio stampa Roberto Ruggiero.

Il premio Oscar per “Bastardi senza gloria” Mark Ulano, il Presidente del Centro Sperimentale Felice Laudadio, la sceneggiatrice già candidata all’oscar per “Il Postino” Anna Pavignano ed ex compagna di Massimo Troisi, il presidente di 20th Century Fox Paul Zonderland, l’artista Giovanni Albanese, l’attrice Chiara Martegiani.

Il documentario prende le mosse dalla ricchissima collezione privata di fotografie della famiglia Cecchi Gori – un patrimonio di circa 8000 fotografie – e si ripromette di restituirle agli studiosi di cinema e a tutto il pubblico.

Da quella immensa raccolta sono stati scelti gli scatti più significativi per l’omonima mostra allestita nel foyer della Sala Sinopoli per tutto il periodo della Festa del Cinema e per il catalogo dedicato.

Nell’esplorare il percorso umano ed artistico della famiglia Cecchi Gori, il documentario si avvale delle testimonianze illustri di alcuni personaggi-chiave nella storia produttiva del Gruppo Cecchi Gori: Carlo Verdone, Roberto Benigni, Leonardo Pieraccioni, Giuseppe Tornatore, Marco Risi, solo per citare alcuni nomi.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/bigodino-party-di-daniele-pacchiarotti-e-sergio-tirletti/

https://unfotografoinprimafila.it/1-9-8-9-ovvero-lultimo-nastro-der-fijo-de-mimi/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/presentazione-e-degustazione-%E2%80%9Cdolci-tradizionali-ottomani%E2%80%9D

Festa del Cinema 2

“Bigodino party”.

“Bigodino party”. Painting and rollers party ideato dal ritrattista delle Dive Daniele Pacchiarotti e Sergio Tirletti lookmaker


“Bigodino party”. Si è svolto in pieno centro di Roma in via Cola di Rienzo 190 A l’evento più folle dell’anno ovvero il painting and rollers party, o comunemente definito “bigodino party”

Bigodino party Ideato dal Ritrattista delle Dive Daniele Pacchiarotti e Sergio Tirletti lookmaker che ha messo a disposizione la sua lussuosa maison di bellezza.

“Bigodino party”. Una sinergia perfetta di Arti quali pittura, hair stylist e cura del look e make up.

“Bigodino party”.

Tanta partecipazione e divertimento e centinaia di ospiti vip della capitale romana ognuno dei quali si è prestato con molta ironia allo strambo dress code appunto.

“Bigodino party”. Il bigodino applicato su qualsiasi testa uomo o donna senza alcuna differenza.

Tante le opere esposte e ammirate del Ritrattista delle Dive tra le quali Milly Carlucci, Cristina D’Avena, Nancy Brilli, Maria Monsé, Valeria Marini, Tina Cipollari.

Raoul Bova, fino a volti storici come David Bowie, Marilyn Monroe, Audrey Hepburn, Vivien Leigh e copie d’autore come la sua amatissima Tamara De Lempicka scambiate più volte per l’originale.

Madrina ufficiale dell’evento scelta per la sua classe stile bellezza direttamente da Google box e da Mara Venier e ospite in tanti programmi televisivi Roselyn Mirialachi.

Vestita come una principessa uscita da un libro di fiabe, con il suo bigodino party.

Il momento più emozionante della serata si è creato durante la presentazione della splendida torta della magnifica Cake Designer Vera Ficarra.

La torta rappresentava una bellissima Marilyn Monroe con bigodini d’oro nei capelli, in cui tutti gli invitati si sono radunati attorno per esprimere ognuno il proprio desiderio prima di spegnere le candeline.

Candeline spente in un’armonia di divertimento e commozione di tanti cuori e anime unite per festeggiare un avvenire sempre migliore.

Ad accompagnare il tutto gli ospiti hanno brindato con due splendide cantine che forniscono solo i veri grandi party ovvero Casale del Giglio e il pregiato rosè Monchera di Girardi.

Gli illustri e numerosissimi importanti ospiti provenienti da tanti settori diversi quali televisione, imprenditoria, nobiltà, spettacolo, arte, ecc…

Tutti insieme si sono ritrovati in un’atmosfera goliardica a cui è stato impossibile non prestarsi soprattutto in onore dell’Arte e della bellezza.

Bellezza arricchita dagli abiti della grandiosa fashion designer Raffaella Tirelli.

Un evento ideato quasi per gioco nel giro di poche settimane dai due artisti Daniele Pacchiarotti e Sergio Tirletti.

Questi due geni hanno saputo coinvolgere centinaia di personalità per amore dell’arte ma anche per ricreare una magia fiabesca che forse mancava da anni nella capitale.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/1-9-8-9-ovvero-lultimo-nastro-der-fijo-de-mimi/

https://unfotografoinprimafila.it/1-9-8-9-ovvero-lultimo-nastro-der-fijo-de-mimi/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/%E2%80%9Ci-dettagli-giorno%E2%80%9D-al-teatro-arciliuto-maurizio-martinelli

IMGP8616

Vignanello (VT) tra vicoli e cantine scavate nel tufo la XX Festa dell’Olio e del Vino Novello

Nel centro storico del borgo viterbese si festeggia la ventennale dell’evento-spettacolo dedicato alle tradizioni folkloristiche ed enogastronomiche del paese.

 Per due fine settimana itinerari culturali, spettacoli storici e degustazioni guidate per conoscere un fondo i segreti di olio e vino novello

Far conoscere storie, tradizioni e luoghi storici della comunità: questi gli obiettivi della celebrità Festa dell’Olio e Vino Novello che quest’anno compie 20 anni di vita.

Una ricorrenza che si dipanerà in due lunghi fine settimana – 8/9/10 e 15/16/17 novembre – tra visite guidate, degustazioni e itinerari folkloristici alla ricerca della storia e della condivisione dei piaceri del gusto.

La terra falisca dove svetta Vignanello è immersa in un’atmosfera fiabesca tra vicoli e cantine scavate nel tufo e il castello Ruspoli con il suo suggestivo giardino all’Italiana.

Giardino che aprirà le porte in questa occasione al pubblico per visite guidate alla vendita, e pranzi e cene nelle sue segrete.

Ma si potrà anche visitare i “Connutti” sotterranei del paese, ammirare gli affreschi all’interno del museo della Chiesa Collegiata.

Partecipare a percorsi guidati da esperti, su vino e olio, organizzati nell’Aula consiliare.

Tra le prelibatezze culinarie del posto, immancabili, nei menu organizzati dai ristoranti aderenti, piatti tradizionali come gli gnocchi con la griglia, le bertolacce e i crucchi, accompagnati dal pamparito.

Il pamparito inserito nell’ordine nazionale dei pani storici italiani e nell’Arca del Gusto, e le nocciole, tra i prodotti che rappresentano l’identificativo con il prestigio gastronomico laziale.

mail 6

Vino e olio, protagonisti della festa, trovati proprio nel terreno tufaceo adiacente stimolo per osservare la propria qualità organolettica intrisa di sapori e profumi particolari.

Immancabili gli itinerari nel cuore delle botteghe artigianali e gli spettacoli, contenuti e cornici dell’esperienza di questa festa, che vedranno alternarsi giocolieri medievali con gruppi storici di spadaccini e sbandieratori accompagnati da musici.

Due le rievocazioni in costume del passato: sabato 9 novembre “La nascita della contea di Julianello”, con la vicenda della “signora e padrona di Vignanello”.

Ortensia Farnese, sospettata della morte dei suoi tre mariti tanto che si meritò l’appellativo di Lucrezia Borgia di Parrano.

Sabato 16 novembre “La rivolta del 1553” che narra l’assassinio di Ranuccio Baglioni, ultimo marito di Ortensia, della congiura dei vassalli contro di lui e del processo che coinvolge centinaia di cittadini, fino al sacrificio dell’olmo.

Da segnalare infine, domenica 17 novembre alle ore 16,00 la conferenza sulla Madonne Vestite della Tuscia e la Madonna del Rosario di Vignanello presso la chiesa Collegiata.

L’aperitivo in piazza con caldarroste e novello concluderà la sei giorni di iniziative che prevede anche un raduno nazionale dei camperisti da tutta Italia.

La “Festa dell’Olio e del Vino Novello” è organizzata dalla Pro Loco e dalla Compagnia del Novello in collaborazione con il Comune di Vignanello.

Infoline: 329 7771809 – info@prolocovignanello.org

https://www.prolocovignanello.org/

Facebook: Pro Loco Vignanello

IL PROGRAMMA

VENERDI 8

15:00 Apertura Accoglienza Camper

20:00 Cena di Cinghiale alle Segrete del Castello

20:00 Cena alla Cantina del Novello

23:30 Musica Live “883 Cover Band” Cantina del Novello

SABATO 9

09:00 Apertura Accoglienza Camper

10:00 Apertura percorsi e botteghe degli antichi mestieri

10:30 Visite Guidate e percorsi del gusto (Informazioni sul punto di partenza)

10:00 Apertura punti degustazione Olio e Vino Novello

11:00 Mini Sbandieratori e musici di Vignanello (P.zza della Repubblica)

12:00 Degustazione impariamo a conoscere il vino (Aula Consiliare)

12:30 Apertura taverne e ristoranti

15:00 Visite guidate e percorsi del gusto (Partenza punto info)

16:00 Saluto Raduno Camper “Francesco Annesi”

16:00 Giocoleria itinerante (Gruppo S. Giorgio Soriano nel Cimino)

18:00 Rievocazione “La Nascita della Contea di Julianello”

20:00 Apertura taverne e ristoranti

22:00 Spettacolo focolieri (Gruppo S. Giorgio Soriano nel Cimino)

23:30 Musica Live ”Clyto band” Cantina del Novello

DOMENICA 10

09:00 Trekking Farmacia Lupi (Via Roma)

10:00 Apertura percorsi e botteghe degli antichi mestieri

10:30 Visite guidate e percorsi del gusto (Informazioni sul punto di partenza)

11.00 Corte di apertura Corteo storico per le vie della festa

12:30 Apertura taverne e ristoranti

15:00 Visite guidate e percorsi del gusto (Partenza punto Info)

16:00 Sbandieratori e musici di Vignanello (Apertura Gara musici “L’Agone dell’Olmo”)

16,30 Degustazione impariamo a conoscere l’olio (Aula Consiliare)

16,30 Gara musici “L’Agone dell’Olmo” (Piazza della Repubblica)

18:30 Aperitivo in Piazza Caldarroste e Novello

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/arte-e-storia-dellalto-molise-di-emanuele-pecoraro/

https://unfotografoinprimafila.it/tutte-le-strade-portano-a-roma/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-marconi-va-scena-%E2%80%9Cuscita-d%E2%80%99emergenza%E2%80%9D

IMGP2679 900x598

Tra gli ospiti Gabriel Garko ed Elena Russo che hanno premiato i vincitori con “La Pellicola d’Oro”

“La Pellicola d’Oro” alla Festa del Cinema. Si è tenuta la terza edizione de la premiazione de La Pellicola D’oro, nell’ambito dell’area RomaLazioFilmCommission della Festa del Cinema di Roma, con la presenza di grandi personalità del nostro cinema italiano.

“La Pellicola d’Oro” alla Festa del Cinema. Quest’anno 2019, grazie alla collaborazione di tre associazione professionali: A.I.A.R.S.E., A.P.A.I. e A.S.N.A.C. che hanno collaborato con il premio de La Pellicola d’Oro, sono stati riconosciuti tre professionisti che le associazioni stesse hanno votato nel loro interno.

“La Pellicola d’Oro” alla Festa del Cinema. A seguire un dibattito dal titolo “La produzione e le aziende cinematografiche” Obiettivo?

Evidenziare e premiare i mestieri e gli artigiani del cinema italiano sottolineando il nostro “Made in Italy” nel mondo e alle nuove generazioni che non conoscono i mestieri dei titoli di coda.

Comunicarne il valore e portare avanti un’opera di sensibilizzazione destinata a curiosi, giornalisti, appassionati e operatori dei diversi settori del cinema.

Attesissimi da una folla di fans gli ospiti d’eccezione: Gabriel Garko ed Elena Russo che hanno premiato i tre vincitori di questa edizione.

I vincitori, Stefano Cialoni (Amministratore A.S.N.A.C) per il premio alla Carriera, Vivalda Vigorelli (A.I.A.R.S.E.) per il premio alla Carriera e Antonella Viscardi (Produttore esecutivo per il film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini).

La Pellicola d’Oro si avvia alla X Edizione del 2020 ricordando di essere stato inserito dal 2017 come premio collaterale alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Tra gli ospiti presenti: Gabriel Garko, Elena Russo (attrice), Daniela Terreri (attrice), Annarita Del Piano (attrice), Laura Delli Colli, Presidente Della Festa del Cinema di Roma, Maria

Giuseppina Troccoli (Mibac), Corrado Trionfera (Presidente APAI), Claudio Zampetti (Presidente ASNAC, Ciro Scognamiglio (Presidente AIARSE), Enzo De Camillis (Presidente de La Pellicola d’Oro)

Romolo Sormani (Ditta RANCATI), Gabriella Lo Faro (Sartoria Costumepoque), Simone Bessi (AnnaMode), Paolo Masini, Giuseppe Giacchi

Roberto Girometti (Autore della Fotografia), Andrea Canali (Anica), Gianni Quaranta, (premio Oscar), Luciano Sovena (Presidente FilmCommissionLazio).

Si ringraziano gli sponsor Unipol, SAI, FITEL e i gioiellieri Ciro Del Ferraro che ha realizzato i trofei.

Francesco Fusco

Ufficio stampa

+393384980862

francesco.fusco81@gmail.com 

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/iteatro-dellopera-di-roma-vola-in-qatar-e-arabia-saudita/

https://unfotografoinprimafila.it/lordine-veterinari-di-roma-un-lavoro-da-cani/

mail 5

Festa del Cinema di Roma Spazio Roma Lazio Film Commission, Auditoriumarte

Festa del Cinema. Auditorium Parco della Musica di Roma Premio Elio Petri


Festa del Cinema. Interverranno: Fabio Abagnato responsabile Emilia Romagna Film Commission, Luca Elmi (Presidente dell’Associazione Porretta Cinema), Paola Petri (produttrice).

Steve della Casa (critico cinematografico e direttore artistico italiano), David Grieco (regista, sceneggiatore, attore e giornalista)
Giacomo Manzoli (professore ordinario presso dipartimento delle Arti,

Università di Bologna – cinema, fotografia e televisione), Alfredo Rossi (critico e scrittore cinematografico)

Foto dal set del film di Elio Petri “La decima vittima” (1965) ©Archivio fotografico della Cineteca Nazionale, Roma

In occasione dei 90 anni dalla nascita del regista Elio Petri, Porretta Cinema lancia un Premio intitolato a suo nome, in considerazione del rapporto speciale che ha legato il regista alla Mostra del Cinema Libero di Porretta Terme.

Nel 1971 insieme a Gian Maria Volonté presentò in anteprima mondiale “La classe operaia va in paradiso”, poi premiato con la Palma d’oro a Cannes.

Il Premio Petri, realizzato in collaborazione con la vedova Paola Petri e composto da una giuria di eccezione presieduta da Walter Veltroni.

Sarà presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma sabato 19 ottobre alle ore 12,30 nello spazio Roma Lazio Film Commission dell’Auditorium Parco della Musica.

La consegna del Premio Petri avrà poi luogo durante il Festival Cinema di Porretta (Porretta Terme BO, 7 – 14 dicembre 2019).

R.V.S.P.

Auditorium Parco della Musica
via Pietro de Coubertin 30 – Roma

Ufficio stampa:

Elisabetta Castiglioni: +39 06 325044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Laboratorio delle Parole – Francesca Rossini: +39 392 9222152 – + 39 339 8762443 – notizie@laboratoriodelleparole.net

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/christian-de-sica-vince-il-premio-penisola-sorrentina/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-degli-audaci-va-in-scena-oh-dio-mio/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-palladium-x-festival-della-diplomazia-%E2%80%9Cberlino-cronaca-del-muro%E2%80%9D

mail 5
sagra della Castagna

Dal 5 ottobre quattro fine settimana all’insegna del prodotto DOP della Tuscia viterbese, La Festa della Castagna di Vallerano

La castagna di Vallerano regina incontrastata della Tuscia viterbese per quattro fine settimana, dal 5 ottobre al 3 novembre.

In arrivo a Vallerano la diciottesima edizione della festa organizzata dallAssociazione Amici della Castagna e dalla rinnovata Pro Loco di Vallerano, che coinvolge il territorio in un programma diversificato di escursioni, degustazioni, visite guidate e spettacoli.

Molte le iniziative che permetteranno di esplorare l’antico borgo medievale e i suoi dintorni in un clima di festa, cultura e divertimento aperto a tutti.

Oltre agli stand, con vendita dei prodotti tipici locali e mercatini dell’artigianato, numerose saranno le visite di approfondimento a chiese, eremi e grotte, inframezzate da cortei storici con sbandieratori e musicisti.

Momenti di convivialità gastronomica in piazza insieme al grande calderone delle caldarroste e vino rosso, oltre ai pranzi e cene a tema nelle caratteristiche cantine di tufo aperte eccezionalmente per questa occasione.

Tra gli appuntamenti culturali da segnalare la presentazione del libro “Storie normali di un ragazzo speciale, vivere in famiglia la disabilità quotidiana”, un’autobiografia di Mauro Messina, incentrata sulla storia del figlio affetto dalla sindrome di Down,

Il ragazzo vuole a tutti i costi fare il Carabiniere e proprio alle famiglie con membri diversamente abili sarà dedicata una giornata con speciali itinerari, per far scoprire ai ragazzi down i suoni, colori e sapori del territorio.

In programma anche stornellatelaboratori sull’intreccio dei canestri in viminiesposizioni di rapaci e musiche con balli in piazza della Repubblica.

Nel ricco menu à l carte all’interno dei tipici luoghi di ristoro (è consigliata la prenotazione) una varietà di ricette che sfruttano le particolarità del territorio e la camaleonticità della castagna che ben si sposa con zuppe di fagioli, ceci, gnocchi, polenta, spezzatini, funghi e bruschette.

E ben si offre concubina di liquori, crostate, marmellate e sfiziosi dolcetti difficili da dimenticare.

Allo stand degli amici della Castagna sarà anche possibile ricevere una copia omaggio del libro delle ricette, così da proseguire nelle proprie cucine il percorso gourmand incentrato su questo prodotto della Natura dotato di una particolare lucentezza ed insignito dalla Comunità Europea del marchio di Denominazione di Origine Protetta (DOP), primo ed unico ancora in Italia, il 7 aprile 2009.

Sito ufficiale: www.castagnavallerano.it

Pagina FB: https://www.facebook.com/festadellacastagnadivallerano/?fref=ts

Canale youtube: https://www.youtube.com/watch?v=8kFFl6HJOIE

punto informazioni in Piazza della Repubblica:-  INFOLINE  3343060091  – 3337404793

PROGRAMMA 

Sabato 5 ottobre

Ore 10:00     – Apertura stand, vendita prodotti tipici locali e mercatino dell’artigianato;

Ore 10:30     – (Dalle ore 10:30 a fine giornata). VISITE GUIDATE: la storia, il borgo, le chiese. Info 3279313131;

Ore 13:00     – Pranzo nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali;

Ore 15:30     – “1779-2019, 240 anni dall’erezione della Chiesa di Sant’Andrea a Collegiata”

Conferenza a cura del prof. Luigi Cimarra. Sala Libero Bigiaretti.

Ore 16:00     – Caldarroste e vino rosso in piazza;

Ore 16:30     – Intrattenimento in Piazza della Repubblica con il gruppo “Mediterranti”, musica etno-Folk, canti e suoni dal Mediterraneo;

Ore 20:00     – Cena nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Domenica 6 ottobre

Ore   9:30     – Apertura stand, vendita prodotti tipici locali e mercatino dell’artigianato;

Ore 10:00     – Passeggiata alle Grotte di San Lorenzo, eremo benedettino sec. XII. Partenza da Piazzale del Ruscello. Info: 3280587380

Ore 10:30     – (Dalle ore 10:30 a fine giornata). VISITE GUIDATE: la storia, il borgo, le chiese. Info 3279313131;

Ore 13:00     – Pranzo nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali;

Ore 15:30     – Corteo Storico Medioevale, Sbandieratori e Musici della Città di Giove in Piazza della Repubblica;

Ore 16:00     – Caldarroste e vino rosso in piazza;

Ore 17:30     –   Musica e balli in Piazza della Repubblica con la pizzica salentina del gruppo “Le Tarantole”

Ore 20:00     – Cena nelle caratteristiche cantine con degustazione di piatti tipici locali.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/roma-palazzo-firenze-luciano-salce-lironia-e-una-cosa-seria/

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-parco-della-musica-dardust-lost-in-space-piano-solo-2019/

69617946 101215004596068 378905446531989504 o

Luciano Salce “L’ironia è una cosa seria” a cura di Emanuele Salce e Andrea Pergolari, ideazione scenografica di Enrico Serafini

Trent’anni fa ci lasciava Luciano Salce, uno tra i più grandi esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura italiana del secolo scorso.

Il suo sguardo ironico sulla realtà, la sua acutezza satirica, l’eleganza espressiva, la capacità di sintetizzare con pochi tratti vizi e virtù della “gens italica”, verranno ricordati nella mostra Luciano Salce – L’ironia è una cosa seria.

Curata da Emanuele Salce e Andrea Pergolari, la mostra si terrà dal 25 settembre al 6 ottobre a Palazzo Firenze, sede della Società Dante Alighieri di Roma.

L’intento degli autori è quello di raccontare la vita e la carriera di Luciano Salce, il suo eclettismo artistico, l’autoironia che ha governato un’esistenza non sempre facile.

Mostra Salce

Le lettere dalla prigionia, la corrispondenza con amici e colleghi, l’elaborato diario privato dei tempi d’Accademia, saranno solo alcuni dei tanti documenti inediti proposti che concorreranno a dare l’esatta misura dell’intelligenza e della discrezione di un uomo che si è posto con pudore e riservatezza anche nel privato.

Il percorso biografico ed artistico di Salce verrà raccontato con approfonditi materiali provenienti dal Fondo Luciano Salce, tramite incontri tematici e con il supporto di materiali fotografici, audio e video d’archivio.

La mostra è ospitata dalla Società Dante Alighieri, nella sua sede di Palazzo Firenze a Roma; con il contributo di Banca Cambiano, Invest Banca e quello del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Evento patrocinato dall’Accademia d’Arte Drammatica, del Comune di Roma e con la collaborazione di RaiTeche e dell’Istituto Luce.

Poliedrico e caustico in ogni sua espressione artistica, Luciano Salce mostra sempre più la modernità del suo linguaggio e la capacità di riflettere al meglio la cultura italiana.

Se il poeta francese Baudelaire prevedeva che il Novecento sarebbe stato il “secolo del riso”, Luciano Salce ha confermato e confutato, nello stesso tempo, questa profezia partecipe, con le sue armi satiriche, della demolizione delle ideologie imperanti e vittima del suo distacco ironico-critico da ogni forma di pensiero dominante.

Presenza incessante eppure discreta, come autore e attore, negli spettacoli più rappresentativi dell’Italia del secondo dopoguerra, Luciano Salce è stato quasi sempre un passo più in qua (o più in là) rispetto ai suoi tempi.

Trasferitosi in Brasile su invito del suo amico Adolfo Celi, per mettere in scena commedie di Anouilh, Williams e Campanile, mentre in Italia vigeva il neorealismo; ha proposto, con il gruppo dei Gobbi (con gli amici Bonucci, Caprioli e Valeri).

Un moderno modo di fare cabaret nei tempi in cui imperavano il teatro di varietà, di rivista e d’avanspettacolo; s’è rivolto alla televisione quando questo mezzo di comunicazione era ancora visto dagli intellettuali come un modo d’espressione subalterno.

Conversatore pettegolo e impagabile, s’è divertito a giocare con la radio, quando cinema e televisione avevano già sommerso le sue funzioni amplificatrici.

Mostra Salce

È soprattutto nel cinema, dove può essere considerato uno dei maestri della commedia all’italiana, che oggi fa risplendere il suo spirito anarchico, acuminato e beffardo, la volontà di satireggiare su tutto, l’eleganza e la modernità del suo linguaggio espressivo.

Oltre quarant’anni di carriera, senza mai dimenticare la passione per la scrittura, drammaturgica e narrativa (fu anche paroliere per Tenco e Morandi), vissuti con la ritrosia timida e pungente di un uomo caustico e fuori dagli schemi ideologici correnti.

Attraverso trentanove pannelli espositivi si ripercorreranno la vita e la carriera di Luciano Salce.

Foto, recensioni, articoli, locandine, copioni, lettere tutto concorrerà a raccontare, secondo il filo logico dell’ironia, una figura intellettuale centrale per ricostruire una storia della cultura italiana del Novecento.

Una storia che lega Cinecittà e la Rai Tv, via Asiago e l’Accademia d’Arte Drammatica, Vittorio Gassman e Luigi Squarzina, Ugo Tognazzi e Antonello Falqui, Mina e Monica Vitti, Lelio Luttazzi e Sergio Corbucci, Paolo Villaggio, Franca Valeri, Fantozzi, i Gobbi, la seconda guerra mondiale, i campi di prigionia in Germania.

Tutti materiali che verranno donati alla biblioteca Chiarini del Centro Sperimentale di Cinematografia e saranno disponibili sul sito www.lucianosalce.it.

Programma della mostra:

Due saranno gli incontri tematici: Luciano Salce: l’uomo ed il regista cinematografico e L’Altro Salce che si concluderanno con un evento a cui prenderanno parte artisti ed amici.

Mostra SalceIl calendario sarà così strutturato:

Serata d’inaugurazione (25 settembre 2019 h 18.00)

Presentazione di Luciano Salce: l’uomo ed il regista cinematografico

Mario Sesti coadiuvato da Valerio Caprara, Domenico Monetti, Andrea Pergolari ed Emanuele Salce, modererà la serata inaugurale, introdotta da un breve filmato di sequenze significative del cinema di Luciano Salce.

Dagli studi al collegio Mondragone alla prigionia nel campo di concentramento tedesco; la falsa notizia della sua adesione a Salò; e poi il suo importante percorso registico nella commedia cinematografica italiana; il rapporto con gli attori Tognazzi, Vitti e Villaggio; la creazione della maschera di Fantozzi. Tutto questo alla presenza di numerosi ospiti del mondo dello spettacolo.

L’altro Salce (2 ottobre 2019 h 18.00)

Moderata da Franco Cordelli, insieme ad altri illustri ospiti, parleranno delle multiformi espressioni artistiche di Luciano Salce.

Le esperienze in teatro, radio e tv; la formazione in Accademia d’Arte Drammatica, il lungo apprendistato teatrale, la passione per il teatro francese, la costituzione con Caprioli, Bonucci e Valeri del Teatro dei Gobbi; l’arrivo in Brasile all’inizio degli anni ’50.

La rifondazione del teatro brasiliano e la fondazione del Teatro Brasileiro de Comedia; il successo televisivo degli anni ’60 come ospite di Studio Uno; i programmi satirici radiofonici degli anni ’70: Formula Uno, I malalingua, Blackout.

Serata finale (6 ottobre 2019 h 17.00)

Gianluca Guidi condurrà la serata finale della Mostra. Una festa/evento in cui amici e artisti renderanno omaggio a Salce attraverso interventi, letture e improvvisazioni, citazioni e ricordi: impreziosita dalla musica dei suoi film e delle sue canzoni, dirette dal Maestro Fabio Frizzi.

Luciano Salce. L’ironia è una cosa seria

25 settembre / 6 ottobre 2019

25 settembre h.18.00/20.00

dal 26 settembre h10.00/h19.00

Palazzo Firenze Roma

Piazza di Firenze 27, Roma

Ingresso libero Info mostralucianosalce@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-parco-della-musica-dardust-lost-in-space-piano-solo-2019/

https://unfotografoinprimafila.it/frascati-fiera-dei-sapori-2019-e-regina-dellenogastronomia-dautunno/

69617946 101215004596068 378905446531989504 o
Festa della birra

Fabrica di Roma “20+1 edizione Festa della Birra. “20 + 1 Edizione

Fabrica di Roma “20+1 edizione Festa della Birra. Venti edizioni passate ma la prima organizzata dall’Associazione Festeggiamenti SS. San Matteo e Giustino già da anni operativa a Fabrica di Roma con manifestazioni quali le feste patronali, la sagra della Pecora e quella del fagiolo carne.

Fabrica di Roma “20+1 edizione Festa della Birra. Questa sarà la Festa della Birra, la più attesa nella Tuscia viterbese, in programma quest’anno dal 22 al 25 agosto che, tra cover band e trapper dell’ultima generazione che offrirà, per la prima volta ad ingresso libero, uno spettacolo di divertimento e degustazioni con molte sorprese.

Tra le novità “da bere” (ed ammirare) ci sarà una speciale Heineken prodotta esclusivamente per la festa.

Si tratta di una birra non trattata, non pastorizzata e “a caduta”, quindi senza aggiunta di gas, contenuta in 2 tank da mille litri l’uno.

Otto saranno inoltre otto le diverse tipologie di birra da “testare”, provenienti da vari Paesi.

Le chiare Slalom Strong Lager (Gran Bretagna), Blanche de Bruxelles (Belgio), Heineken (Olanda) e Lagunitas IPA (USA); la scura Watneys Scotch Ale (Belgio); le ambrate Bulldog Strong Ale (Gran Bretagna), San Biagio Monasta (Italia)e Affligem Rouge (Belgio).

Cattura2

Ad accompagnare la protagonista “luppolo made” anche una serie di menu rapidi e diversificati, ma soprattutto una musica coinvolgente adatta ad ogni generazione.

Ad aprire i concerti di giovedì, venerdì e sabato con dei gruppi di ragazzi del luogo per far conoscere anche la produzione musicale del territorio fabrichese.

Si inaugura il 22 agosto con “Liberi Liberi”, la cover band di Vasco Rossi con Alberto Rocchetti, tastierista di Vasco.

Venerdì sarà la volta della tribute band europea dei Metallica e degli ACDC “Monsters of Rock”.

Sabato 24 Lorenzo Postiglione si esibirà col rapper viterbese Mammo Rappo, prima di cedere la scena ai dj Roby Santini, Neja e Carolina Marquez per una festa in stile anni Novanta.

Infine domenica 25 agosto, gran finale con Ernie e Tedua, anticipati da Mattepaz.

Ingresso libero

Pagina FB ufficiale:

https://www.facebook.com/FdB.FabricadiRoma/

Infoline: +39 338 637 3749

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

https://unfotografoinprimafila.it/antonello-venditti-ad-anzio-con-sotto-il-segno-dei-pesci/

https://unfotografoinprimafila.it/anzio-stadio-del-baseball-enrico-brignano-unora-sola-vi-vorrei/

Al Bioparco di Roma. In occasione della Festa della mamma

Al Bioparco di Roma. In occasione della Festa della mamma promozione speciale a sostegno della ‘Casa della Mamma’ con “Occhio all’alieno”


Al Bioparco di Roma. Domenica 12 maggio 2019 il Bioparco dedica una giornata alle specie aliene presenti nel nostro Paese.

Al Bioparco di Roma. Dalle ore 11.00 alle 17.00 saranno organizzati giochi, attività e si andrà alla scoperta di animali e piante molto particolari come la chiocciola gigante africana, la testuggine dalle guance rosse, le gambusie (pesci d’acqua dolce) il rospo delle canne, il fico degli ottentotti (pianta grassa originaria del sud Africa).

Al Bioparco di Roma. In occasione della Festa della mamma
Al Bioparco di Roma. In occasione della Festa della mamma

L’obiettivo delle attività è sensibilizzare le famiglie sulla pericolosità di questi animali per gli ecosistemi, ma soprattutto quello di far comprendere come adottare comportamenti sostenibili per evitare che il fenomeno si estenda replicandosi senza fine.

Nel parco saranno presenti sei postazioni: Battaglia speciale, una divertente battaglia navale a caccia di alieni; Staffetta con guscio, gioco sull’alimentazione delle testuggini.

Chi sarà il più forte? L’equilibrio dell’ecosistema, per capire cosa accade all’ambiente quando vengono introdotte specie aliene.

E poi Se-mi soppianti, il gioco del badminton per un’avvincente gara sulla dispersione dei semi; Un buco nell’acqua, attività per comprendere le capacità di espansione delle specie aliene infine: Occhio all’alieno, in cui si potranno osservare da vicino gli animali alieni per conoscerli meglio.

L’iniziativa è parte del programma di “EUREKA! Roma 2019” promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e della campagna di educazione ambientale “Occhio all’alieno”’ promossa da Eduzoo, il gruppo di lavoro degli educatori UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) nata con lo scopo di sensibilizzare le famiglie nei confronti dell’introduzione di specie aliene, considerata una delle principali cause di perdita di biodiversità.

Le attività della giornata sono comprese nel costo del biglietto.

 Inoltre, sempre domenica 12 in occasione della Festa della mamma, con una donazione libera alla casa famiglia “La Casa della Mamma” tutte le mamme potranno entrare al parco a soli € 3.00 (anziché € 16.00).

La donazione si può fare attraverso il sito http://www.casadellamamma.org/ oppure domenica stessa presso lo stand accanto alla biglietteria del Bioparco.

La promozione è valida solo per domenica 12 maggio. Per usufruire dell’ingresso agevolato si dovrà esibire in cassa copia dell’avvenuta donazione.

 La Casa della Mamma nasce il 22 maggio del 1969, come casa famiglia accoglie giovani madri gestanti o con i loro bambini inviate dal Tribunale dei Minori e in accordo con i servizi sociali per intraprendere un percorso di crescita ed autonomia che permetta loro di dar forma al loro desiderio di donne, madri e cittadine.

Credit fotografico: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

Seguici su Facebook: www.facebook.com/amicidelBioparco

ORARIO        9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00).

 TARIFFE  

ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro, bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 12 anni: € 13.00, biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA!

I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it ; nei punti della rete TicketOne ed attraverso il call center 892.101.

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/06/tuscia-experience-limprenditoria-si-fa-turismo/

https://www.unfotografoinprimafila.it/premio-bookciak-azione-edizione-2021/

IMGP6419 1480x983

Sold out per il compleanno di Sandra Milo e Alfonso Onassis Stani, nella famosa discoteca “Planet Roma”

Fantastica doppia festa di compleanno organizzata al “Planet Roma”, in ambiente riservato, per Alfonso Onassis Stani e l’attrice Sandra Milo, il tutto coordinato dalla proprietaria l’ammaliante Laura Di Luca.

Colonna sonora dell’evento il duo “Red And Vegas” che ha proposto con classe e professionalità, musiche dagli anni 50 fino ad oggi, da cornice gastronomica, un ottimo e abbondante Dinner Party curato nei minimi particolari dalle sapienti mani dello chef esecutiv, Maribel Fajardo

Ovviamente tanti i super ospiti: le attrici Elena Russo, Milena Micone, Gioia Scola, Milena Stornaiuolo, la fashion designer, Gabriella Bolero, il Dott. Alberto Armellini, AnnamariaTardia, la manager di Sandra Milo, Cristina Morea, Tatiana Benedet Ugazio.

Accolto da un lungo applauso l’arrivo dell’attore Leopoldo Mastelloni, la Pr. dei Vip Claudia Arcara, Antonia Aldomovar, Alessandra Sabucchi, Alfredo Barnaba, il coreografo Russell Russell, Coco’ Estoy.

Non poteva mancare per l’amicizia che li lega il chirurgo estetico dei Vip, Giacomo Urtis, Mario Serpa, Sissi Sei, Oliva Pietro, Lea Samuele, i giornalisti Gabriella Sassone e Giò Di Giorgio, l’astrologo Juri Attili, Pamela Merli, Davide Bertocci.

E ancora Clorinda la magica sensitiva con prole e marito, Fashion stilyst Marco Scorza, Nunzia Garrone, Karen Hannuna, la gallerista Sabina Fattibene e tantissimi altri…

Tutti gli ospiti sono stati immortalati dal fotografo Adriano Di Benedetto

Molti i personaggi che si sono esibiti sul palco cantando e ballando, citiamo tra questi il festeggiato Alfonso Stani e il coreografo Russell Russell.

Ma nel mentre gli invitati cenavano, cantavano e si divertivano, erano sempre in attesa della Milo, ed ecco, che verso le 23, la sorpresa inaspettata, arriva un messaggio “WhatsApp” sul cellulare di Alfonso Stani… era la Milo, e noi ve lo proponiamo in originale come è arrivato.

Stani emozionato, lo ha fatto leggere sul palco dall’attore Leopoldo Mastelloni:

Caro Alfonso, cari amici tutti non sono con voi perché le mie condizioni di spirito non me lo permettono. Non voglio rattristarvi, anzi vorrei tanto che fosse una festa magnifica e che tutti possiate divertirvi moltissimo. Vi voglio bene la vostra Sandra Milo.

Dopo la lettura del messaggio, si è avuto un attimo di esitazione, di brusio e commenti vari, ma poi la festa è proseguita tranquillamente fino all’arrivo della gigantesca torta a più piani, dove è iniziato il classico “tanti auguri a te” per il mitico Alfonso Stani.

Grandi applausi allo spegnimento delle candeline che Alfonso non si è sottratto al rito, dopo la torta e fiumi di bollicine, la festa è proseguita fino a notte fonda nella mitica discoteca romana, per la gioia di tutti gli ospiti.

Giò Di Giorgio

Adriano Di Benedetto

IMG 20190325 165625 489

Domenica 24 marzo si è svolto presso il Beige di Roma un party Hollywoodiano per i 28 anni dell’artista romano Diego Spiego.

Nella bellissima location del Beige di Roma nel cuore della capitale, tanti amici hanno festeggiato con Diego il suo compleanno.

Tanti gli amici dello spettacolo presenti al party, la showgirl Cristina Roncalli, direttamente dalla trasmissione selfie di Simona Ventura e dal Maurizio Costanzo show Samantha Biordi.

L’attrice e interprete di Marilyn Monroe Marcy Malone, il sosia di Jonny Deep Marcos, il ritrattista delle dive Daniele Pacchiarotti, la stilista delle star Maria Elena Duenas.

Grande torta finale curata da Cake Design Claudia Di Mola, la scenografia curata nei minimi particolari dal Re delle feste romane, e per finire tante bollicine, auguri Diego. 

Il fotografo ufficiale dell’evento Antonello Ariele Martone.