Articoli

Cala il sipario su “con-vivere Carrara festival”.

Cala il sipario su “con-vivere Carrara festival”. XVI edizione, “Il Festival è un privilegio, teniamocelo stretto


 

Cala il sipario su “con-vivere Carrara festival”. Primo bilancio del curatore Telmo Pievani, della direttrice Emanuela Mazzi e del presidente della Fondazione CrC, Enrico Isoppi.

“Cala il sipario su “con-vivere Carrara festival”. Tanta partecipazione, nelle strade e nelle piazze. E’ una cosa che mi commuove e mi piace tantissimo”

 Cala il sipario sulla sedicesima edizione di con-vivere Carrara festival: quattro giorni di eventi che hanno spaziato dalla letteratura alla musica, passando attraverso la medicina e la filosofia, richiamando l’attenzione di migliaia di persone su Carrara.

Un’edizione nel segno del rilancio, della volontà di ripartire e di normalità post pandemia che si respirava in città.

Un festival che è andato oltre i confini del palcoscenico e si è trasformato in un grande convivio all’aperto quando relatori e pubblico si sono amalgamati nelle strade e nelle piazze proseguendo il dialogo e il confronto costruttivo sul tema di quest’anno: la cura.

L’ultima giornata del festival è stata anche l’occasione per tracciare un primo bilancio sommario di questa edizione.

Cala il sipario su “con-vivere Carrara festival”.
Cala il sipario su “con-vivere Carrara festival”.

“Ho visto tanta partecipazione e questa è una cosa che mi commuove dei festival ha sottolineato il curatore di questa edizione, Telmo Pievani.

Mi piace tantissimo quando i relatori si mescolano con il pubblico al bar, ci si vede nelle piazze, si creano elementi di convivialità che non sono scontati.

E’ un privilegio poterne godere soprattutto in questi giorni in cui vediamo delle cose terribili che stanno accadendo nel mondo, intollerabili soprattutto nei confronti delle donne: il fatto che possiamo godere di un contesto di civiltà e di libertà, nelle regole, nella pacatezza del dialogo è un privilegio: non è scontato, teniamocelo ben stretto e cerchiamo di condividerlo e difenderlo il più possibile.

Ringrazio gli organizzatori per avermi scelto per questa edizione, il tema della prossima lo scopriremo nei prossimi giorni e spero di tornare, come ospite o relatore sempre molto volentieri”.

“Sono state quattro splendide giornate durante le quali il festival ha affrontato un tema bellissimo e attuale, la cura prosegue la direttrice di convivere, Emanuela Mazzi.

Una parola semplice che in tanti appuntamenti ha dischiuso una polisemia di significati: dalla cura dell’ambiente e del pianeta grazie a ospiti che hanno toccato temi legati a ecologia e scienza, fino alla cura di sé, e ancora la cura nell’ambito dell’arte della letteratura.

Non è mancata la musica dal vivo e in particolare l’esibizione di Simone Cristicchi che ha eseguito per noi ‘La cura’ di Franco Battiato. Un’edizione molto partecipata da pubblico e dai relatori: tutti hanno apprezzato il valore del festival e il contesto della città di Carrara che ci ospita. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato e lavorato per rendere questa edizione possibile”.

“Attendiamo il riscontro finale da parte della città e degli ospiti – continua il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Enrico Isoppi – e al momento sono tutti molto positivi.

Siamo soddisfatti per la qualità degli eventi, delle relazioni e degli spettacoli tutti di altissimo livello. Siamo molto contenti per la risposta del pubblico che siamo sicuri sarà ancora maggiore quando torneremo liberi dai condizionamenti resi oggi necessari dalla pandemia.

Proprio in quest’ottica possi dire che l’organizzazione ha funzionato bene ed è stata capace anche di rimediare in tempi rapidissimi ai danni arrecati ad alcuni gazebo nella notte di venerdì: un fatto che dimostra una volta di più l’importanza di un festival che si propone di diffondere la cultura, strumento essenziale per recuperare anche chi si trova in difficoltà e ai margini della società.

Un’organizzazione precisa che ha superato anche le difficoltà provocate dall’incendio che ha dimostrato i danni che derivano dall’incuria e dell’importanza della cura per l’ambiente che ci circonda.

Ringrazio tutto lo staff di con-vivere, a partire dalla direttrice Emanuela Mazzi, l’ufficio stampa, l’ingegnere Bertoloni della sicurezza, relatori e artisti che hanno dato il loro prezioso contributo”.

Gli ospiti del festival: Lina Bolzoni, Salvatore Natoli, Serena Giacomin, Simone Cristicchi, Daniela Poggi, Claudia Gili e Patrizio Roversi, Alberto Pellai, Marino Gatto, Roberta Ferraris, Carlo Alberto Redi,

Pietro Del Soldà, Paola Bonizzoni, Don Virginio Colmegna, Marco Malvaldi, Chiara Gamberale, Nicla Vassallo, Luigina Mortari, Guido Canali, Chiara Saraceno, Laura Marzadori,

Andrea Obiso, Mario Paolini, Davide Lazzeri, Vittorio Lingiardi, Michela Marzano, Giuliano Boccali, Carlo Cellamare, Salvatore Settis, Federico Faloppa, Peppe Servillo, Natalio Mangialavite, Javier Girotto.

Ufficio Stampa | Maurizio Quattrini:  338 8485333 – maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-trastevere-presenta-isabella-giannone-in-le-unghie/

https://www.unfotografoinprimafila.it/ostia-antica-festival-eico-europa-incanto-orchestra/

Con-vivere Carrara festival ricordo di Remo Bodei.

Con-vivere Carrara festival ricordo di Remo Bodei 9-12 settembre 2021


Con-vivere Carrara festival ricordo di Remo Bodei. Martedì 7 settembre 2021 ore 18.30 Palazzo Binelli, Carrara presentazione del libro Parole per con-vivere. Le conferenze di Remo Bodei al festival a cura di Emanuela Mazzi, con un contributo di Michelina Borsari

Con-vivere Carrara Festival vuole ricordare il Professore Remo Bodei, attraverso una pubblicazione che raccoglie le sue relazioni tenute durante il Festival, dalla prima edizione del 2006 fino a quella del 2018, l’ultima alla quale partecipò.

Nel 2019, pur non presente al festival a settembre, svolse il ruolo di direttore scientifico.

Il libro “Parole per con-vivere. Le conferenze di Remo Bodei al festival”, a cura di Emanuela Mazzi, con un contributo di Michelina Borsari, verrà presentato, martedì 7 settembre 2021 alle ore 18.30 presso Palazzo Binelli a Carrara.

Interverranno: Enrico Isoppi, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Emanuela Mazzi, curatrice del libro e direttrice di con-vivere Carrara Festivale Michelina Borsari, membro del Comitato scientifico del festivalfilosofia.

Remo Bodei è stato il creatore, il curatore, il direttore, l’anima di un Festival che ormai da 16 anni porta a Carrara filosofi, storici, giornalisti, ricercatori, politici, economisti, donne e uomini di sport e spettacolo e che fa della città, per 4 giorni, il centro di pensieri e riflessioni che riguardano un particolare tema, legato a quello centrale della vita, ossia con-vivere: tra persone, popoli, nazioni, continenti o natura.

Remo Bodei ha impostato e guidato questo lavoro per tanti anni attraverso un confronto rigoroso, puntuale e continuo, mostrando un impegno generoso e aperto.

Ogni anno ha poi articolato quelle stesse parole, edizione dopo edizione, attraverso le sue lectio, che troviamo raccolte in questo volume.

L’idea di pubblicare la raccolta di questi testi, alcuni da lui rivisti e corretti, la maggior parte trascritti ed editati partendo dalle registrazioni, assolve ad almeno due scopi.

Il primo, certamente più importante, è quello di rendere omaggio alla figura fondamentale del festival con-vivere, nel senso etimologico dell’“esserne a fondamento”; il secondo è quello di voler restituire al pubblico un contributo teorico offerto dal festival.

Le conferenze di Remo Bodei, ogni anno, inquadravano infatti il tema dell’edizione toccando e sviluppando una delle questioni centrali o chiarendo uno dei nodi teorici principali legati al tema del Festival.

La manifestazione è cresciuta anno dopo anno insieme alla città ed al suo territorio, che ne ha capito il grande valore imparando ad unirsi al progetto, condividendolo e considerandolo un evento proprio, atteso ed irrinunciabile.

Nel 2016 il Consiglio Comunale e il Sindaco Angelo Zubbani hanno conferito a Remo Bodei, la Cittadinanza Onoraria.

Con-vivere Carrara Festival, nel ricordare il Professor Bodei attraverso questo libro, rivolge un affettuoso saluto e ringraziamento alla moglie Gabbriella Giglioni e alle due figlie, Chiara e Lisa.

Il libro è edito da Fondazione Progetti srl (società strumentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara) presieduta da Sergio Chericoni.

Ingresso alla presentazione gratuito fino ad esaurimento posti

Prenotazioni sul sito www.con-vivere.it:

Telefono: 0585 55249 / 334 1182963

E-mail: info@con-vivere.it

Ufficio Stampa | Maurizio Quattrini: 338 8485333 – maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/anthony-peth-conduce-chef-in-campo/

https://www.unfotografoinprimafila.it/elena-bonelli-interpreta-brecht-civita-festival-2021/

Carrara Festival edizione 2021 di “con-vivere”.

Carrara Festival edizione 2021 di “con-vivere” in Collaborazione con le scuole del territorio


Carrara Festival edizione 2021 di “con-vivere”. L’edizione 2021 di con-vivere Carrara Festival, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, si terrà dal 9 al 12 settembre. “Cura” sarà il tema centrale e Telmo Pievani il curatore che seguirà la realizzazione del programma.

Carrara Festival edizione 2021 di “con-vivere”. Anche in questa edizione il Festival riserverà grande attenzione verso il mondo della scuola, attraverso varie forme di collaborazione con gli istituti scolastici del territorio.

Carrara Festival edizione 2021 di “con-vivere”.
Carrara Festival edizione 2021 di “con-vivere”.

Nello specifico la partecipazione del personale scolastico, alle conferenze previste dal programma della manifestazione, valide come ore di formazione, sarà certificata da un attestato di partecipazione rilasciato dalla segreteria organizzativa del Festival a chi ne farà richiesta.

Gli studenti, avranno, invece, la possibilità di partecipare al Festival o come “volontari” per collaborare attivamente con lo staff del festival nei giorni della manifestazione, oppure come “studenti in prima fila” per usufruire di posti riservati agli eventi, per i quali è prevista anche quest’anno la prenotazione.

Per iscriversi, basta compilare il modulo su www.con-vivere.ti/volontari.

La collaborazione con le scuole, costituisce un riconoscimento importante per il festival, che in questo modo diventa sempre più espressione del territorio che la ospita e nello stesso tempo cerca di offrire un’occasione di “formazione” di alta qualità, aperta e gratuita per tutti.

www. con-vivere.it

Ufficio Stampa | Maurizio Quattrini: 338 8485333 – maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/camilla-ancilotto-presenta-allegorie/

https://www.unfotografoinprimafila.it/giordana-angi-mi-muovo-la-storia-su-youtube/

Telmo Pievani. Con-Vivere “Carrara Festival” Cura.

Telmo Pievani. Con-Vivere “Carrara Festival” Cura. L’edizione 2021 di con-vivere Carrara Festival, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, si terrà dall’8 al 12 settembre.


Telmo Pievani. Con-Vivere “Carrara Festival” Cura. “Cura” sarà il tema centrale e Telmo Pievani il curatore che seguirà la realizzazione del programma.

Telmo Pievani. Con-Vivere “Carrara Festival” Cura. La cura è stata al centro dell’attenzione nell’ultimo anno, in ragione dell’emergenza sanitaria associata alla pandemia Covid 19.

La situazione odierna ha, infatti, posto a più livelli e in più ambiti la necessità di nuove mappe mentali con cui leggere e comprendere il presente avendone appunto cura per garantire il futuro.

Telmo Pievani. In questa direzione, l’attitudine alla cura si estende sino a comprendere l’intero pianeta, la cui vivibilità per le generazioni future, è messa in pericolo proprio dall’incuria umana.

Telmo Pievani. Con-Vivere “Carrara Festival” Cura.
Telmo Pievani. Con-Vivere “Carrara Festival” Cura.

La cura si esplica pertanto anche nell’impegno volto a conservare e proteggere il pianeta, un impegno che deve avvenire a tutti i livelli, per gli organismi, per le popolazioni, per le specie e per gli ecosistemi, salvaguardando la diversità biologica e culturale.

La cura rientra nell’ordine delle cose essenziali, perché il nostro modo di essere è intimamente connesso con l’aver cura di noi, degli altri e di ciò che ci circonda.

Cura è assieme preoccupazione, sollecitudine e azione positiva rivolta non solo alla dimensione fisica, ma a ogni aspetto dell’essere umano e del mondo che lo circonda.

Telmo Pievani è Ordinario di Filosofia delle Scienze Biologiche presso il Dipartimento di Biologia dell’Università degli studi di Padova.

Dal 2017 al 2019 è stato Presidente della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica, il primo filosofo della scienza a ricoprire questa carica.

Filosofo della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione, è autore di 276 pubblicazioni nazionali e internazionali nel campo della filosofia della scienza, fra le quali:

Introduzione alla filosofia della biologia (Laterza, 2005); La teoria dell’evoluzione (Il Mulino, 2006, 2010 e 2017); Creazione senza Dio (Einaudi, 2006); Nati per credere (Codice Edizioni, 2008, con V. Girotto e G. Vallortigara);

La vita inaspettata (Cortina, 2011); Homo sapiens. La grande storia della diversità umana (Codice Edizioni, 2011, con L.L. Cavalli Sforza); Introduzione a Darwin (Laterza, 2012);

La fine del mondo (Il Mulino, 2012); Homo sapiens. Il cammino dell’umanità (Atlante dell’Istituto Geografico De Agostini, 2012); Anatomia di una rivoluzione (Mimesis, 2013);

Evoluti e abbandonati (Einaudi, 2014); Libertà di migrare (Einaudi, 2016, con V. Calzolaio); Come saremo (Codice Edizioni, 2016, con L. De Biase); Homo sapiens e altre catastrofi (Meltemi, 2018); Imperfezione.

Una storia naturale (Cortina, 2019); La Terra dopo di noi (Contrasto, 2019; con foto di F. Lanting); Finitudine.

Un romanzo filosofico su fragilità e libertà (Cortina, 2020).

È socio di importanti società e accademie scientifiche italiane, fa parte del Comitato Etico della Fondazione Umberto Veronesi e dell’Editorial Board di riviste scientifiche internazionali come Evolutionary Biology, Evolution:

Education and Outreach e Rendiconti Lincei per le Scienze Fisiche e Naturali. Dal 2020 è co-direttore scientifico della collana “Scienza e Idee” di Raffaello Cortina Editore.

Dal 2018 fa parte del Comitato Editoriale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani.

È direttore del portale Pikaia, collabora con i principali festival della scienza italiani, ha diretto importanti mostre scientifiche internazionali.

Dal 2014 è nel Consiglio Scientifico Internazionale del MUSE di Trento.

Autore di libri anche per bambini sull’evoluzione, insieme alla Banda Osiris e a Federico Taddia è autore e attore di progetti teatrali e musicali a tema scientifico, come “Finalmente il Finimondo!” (2012), “Il maschio inutile” (2015) e “AquaDueO” (2018).

Nel 2019, con il collettivo musicale “Deproducers” ha realizzato, per AIRC, lo spettacolo “DNA”. Collabora con Il Corriere della Sera e con le riviste Le Scienze, Micromega e L’Indice dei Libri.

Il festival è sostenuto e promosso da un Comitato per il festival con-vivere, costituito da Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Comune di Carrara, Accademia di Belle Arti, Fondazione Marmo e Camera di Commercio di Massa Carrara.

www. con-vivere.it

Ufficio Stampa | Maurizio Quattrini:  338 8485333 – maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/02/10/pizzagirls-dedicato-alle-donne-pizzaiole/

https://www.unfotografoinprimafila.it/bioparco-di-roma-san-valentino-mascherati/