Articoli

Non morirò di fame, un film di Umberto Spinazzola

Non morirò di fame, un film di Umberto Spinazzola, con Michele Di Mauro, Jerzy Stuhr, Chiara Merulla. una co-produzione italo-canadese

Uscirà al cinema il 2 febbraio Non morirò di fame, il nuovo film di Umberto Spinazzola interpretato da Michele Di Mauro (Call My Agent Italia), dal celebre attore polacco Jerzy Stuhr e dall’esordiente Chiara Merulla.

Non morirò di fame film di Umberto Spinazzola. Il film è una co-produzione italo-canadese, prodotto da La Sarraz Pictures, Rai Cinema e da Megafun Productions e distribuito sempre da La Sarraz Pictures.

Non morirò di fame è una storia toccante e di riscatto che tratta tematiche universali, come l’elaborazione del lutto e il complesso e profondo rapporto padre-figlia, ma anche tematiche a carattere sociale come lo spreco alimentare.

Il film, infatti, racconta la storia di Pier (Michele Di Mauro), ex chef stellato che vive ai margini della società ma che ritroverà il suo amore per la cucina attraverso un viaggio nel recupero alimentare, elaborando ricette con ingredienti ri-utilizzati e salvati dallo spreco.

Non morirò di fame, un film di Umberto Spinazzola
Non morirò di fame, un film di Umberto Spinazzola

Ad accompagnarlo in questo emozionante percorso ci sarà l’anziano clochard aristocratico Granata (interpretato da Jerzy Stuhr, celebre attore feticcio di Andrzej WajdaKrysztof Zanussi e Krysztof Kieślowski), che lo aiuterà a riscoprire il suo talento.

E sarà proprio grazie a questo che Pier riuscirà a recuperare il difficile rapporto con la figlia Anna (interpretato dalla giovane Chiara Merulla, per la prima volta sul grande schermo).

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-ghione-presenta-caravaggio/ https://www.unfotografoinprimafila.it/physis-and-rendering/

"Gelsomini Film Festival" un successo a Siderno Superiore.

“Gelsomini Film Festival” un successo a Siderno Superiore. Chiude tra applausi e un meritato successo il “Gelsomini Film Festival”, kermesse che, per tre giorni, ha illuminato Siderno Superiore.

“Gelsomini Film Festival” un successo a Siderno Superiore. Per la serata finale di domenica, i vicoli, la piazza e il teatro all’aperto sono stati “presi d’assalto” da grandi e bambini entusiasti anche per i cortometraggi realizzati dagli allievi della Scuola Cinematografica della Calabria. 

"Gelsomini Film Festival" un successo a Siderno Superiore.
un successo a Siderno Superiore.

“Gelsomini Film Festival” un successo a Siderno Superiore. Per le stradine del borgo, in questi tre intensi giorni, si sono alternati personaggi storici protagonisti dei corti e una bellissima parodia della Divina Commedia ambientata all’interno di un palazzo nobiliare e popolato di personaggi delle varie epoche storiche.

Piacevole e molto interessante, l’incontro con il regista Mimmo Calopresti e l’attore e conduttore televisivo Lillo (pseudonimo di Pasquale Petrolo), un dibattito raffinato moderato dal giornalista Raffaele Mortelliti.

L’attore Lillo, orgoglioso delle sue origini calabresi, ha promesso di tornare per le prossime edizioni del festival organizzato magistralmente dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Mariateresa Fragomeni che, insieme al consigliere delegato agli Eventi Davide Lurasco, ha conferito all’attore comico la cittadinanza onoraria.

"Gelsomini Film Festival" un successo a Siderno Superiore.
un successo a Siderno Superiore.

La serata finale si è conclusa con la proiezione del film “Una femmina” del regista Francesco Costabile, introdotto da una delle protagoniste, l’attrice Annamaria De Luca.

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/fiera-di-roma-romics-xxix-edizione-fumetto-games/ https://www.unfotografoinprimafila.it/teatrosophia-le-sorelle-landru/

L’Associazione Compositori Musica per Film

L’Associazione Compositori Musica per Film ospite per la prima volta a Venezia 78, all’interno della cornice de Le Giornate degli Autori


Il Maestro Ennio Morricone, che tanto si è prodigato per sostenere l’ Associazione Compositori Musica per Film (ACMF)al punto da ricoprirne la carica onoraria di Presidente onorario – sarebbe felice di questa notizia:  a quattro anni dalla sua creazione (e dopo vari tentativi di una costituzione fatti già negli Anni Sessanta),  questa Associazione – organizzazione unica nel suo genere a livello mondiale –  avrà l’onore di  raccontare dal palcoscenico prestigioso della 78a Mostra del Cinema a Venezia, all’ interno della cornice de Le Giornate degli Autori,  l’ iter che ha contraddistinto la sua nascita, le attività artistiche ed istituzionali realizzate a oggi e quelle previste per il futuro, nell’ottica del definitivo riconoscimento del fondamentale ruolo artistico di una figura autoriale poco nota, anche tra gli addetti ai lavori. 

L’Associazione Compositori Musica per Film a Venezia. Relatori per l’occasione: Pivio (insieme ad Aldo De Scalzi ha dato vita ad un lungo sodalizio artistico nel campo della musica da film; ottenuta la notorietà internazionale con Hamam – Il bagno turco diretto da Ferzan Ozpetek, ha composto ad oggi oltre 150 colonne sonore sia per il cinema che per la televisione, vincendo 3 David di Donatello e 4 Nastri d’Argento; dal 2018 è il Presidente di ACMF ed è autore sempre con  Aldo De Scalzidella colonna sonora del film Il silenzio grande di Alessandro Gassmann, in proiezione fuori concorso proprio a Venezia 78 per Le Giornate degli Autori),  

Alessandro Molinari (reduce dal recente successo della commedia cinematografica Addio al Nubilato diretta da Francesco Apolloni con Laura Chiatti, Antonia Liskova, Chiara Francini e Jun Ichikawa, della quale ha scritto le musiche; attualmente è  Vice Presidente di ACMF) e Stefano Caprioli (che a Venezia ci è nato, e che dal 1988 produce musica per cinema, teatro e tv, attraversando ogni genere musicale e collaborando con i principali registi degli ultimi anni; ottima è la sua conoscenza nell’ambito dell’orchestrazione sinfonica, e grande la sua esperienza nel campo informatico  applicato alla musica; si ricorda anche la sua lunga collaborazione con Nicola Piovani).

L’Associazione Compositori Musica per Film
L’Associazione Compositori Musica per Film

L’Associazione Compositori Musica per Film a Venezia. Hanno annunciato nel parterre la loro presenza anche Francesco Verdinelli, Ginevra Nervi, Marco Fedalto.

A sottolineare l’interesse della Città di Venezia nell’accogliere anche questo specifico appuntamento dedicato al Cinema attraverso la figura del Compositore di Musica per Film, saranno presenti Maurizio Papa, Vicepresidente nazionale di Federalberghi Extra e Berardo Di Francescantonio, Consigliere Associazione Veneziana Albergatori.

L’Assessorato al Turismo guidato dal Dr. Simone Venturini farà pervenire i propri saluti attraverso un rappresentante incaricato.

L’Associazione Compositori Musica per Film a Venezia. L’appuntamento è per Mercoledì 08 Settembre 2021 alle ore 18:30 presso Isola Edipo – Spazio GdA 

Le parole del Presidente Pivio rilasciate a pochi giorni dall’evento esprimono riflessioni ed intenzioni sul contenuto dell’iniziativa. Tra le dichiarazioni: “E’ un’occasione assai importante e simbolica perché, a quattro anni dalla nascita di tale associazione che conta al suo interno numerosi premi Oscar, David di Donatello, Nastri d’argento e tanti altri riconoscimenti internazionali, non si erano ancora create le condizioni affinché ciò avvenisse”.

L’Associazione Compositori Musica per Film a Venezia. Si tende inoltre a sottolineare: “Recentemente le varie figure autoriali di un film (soggettista, sceneggiatore, regista e, naturalmente, compositore) si trovano impegnati in un fronte comune per la difesa dei pesanti attacchi al diritto d’autore e nell’affrontare la rivoluzione del settore, accelerata dall’avvento delle piattaforme digitali e dalle corrispondenti logiche produttive e distributive”.

Il Presidente ha già espresso, prima dell’incontro, l’intenzione di mettere in campo future iniziative didattiche in una logica più ampia di rinascita culturale del nostro Paese.

L’Associazione Compositori Musica per Film a Venezia. Nell’occasione di Venezia verrà ufficializzato l’ingresso in ACMF del Maestro Dario Marianelli, Premio Oscar per Atonement (Espiazione).

L’Associazione Compositori Musica da Film (ACMF) ricordiamo che ha una mission ambiziosa: intende opporsi al dilagare anarchico di regole e criteri arbitrari, ed ha come parole chiave qualità, creatività, serietà e grande prestigio. E’ impegnata nella tutela dei diritti dei compositori, si oppone ad ogni omologazione ed è schierata, come ben si evince dal suo statuto, anche contro il commercio e la distribuzione non regolamentati della musica; rappresenta i propri associati nella loro vita professionale, incentivando regole eque e trasparenti (dalla creazione alla realizzazione, alla gestione del diritto d’autore, promuovendo la diffusione della cultura e della creatività musicale).

L’Associazione Compositori Musica per Film a Venezia. Quello di Venezia sarà un momento di riflessione profonda dedicato alla Musica per Film e ad un’arte i cui complessi meccanismi sono ancora troppo spesso ignorati anche dagli addetti del settore.

Tra i soci promotori di questa realtà associativa, tanti nomi autorevoli: Stefano Caprioli, Riccardo Giagni, Andrea Guerra, Stefano Mainetti, Lele Marchitelli, Roberto Pischiutta, Kristian Sensini, Giuliano Taviani; tra i soci onorari, eccellenze del calibro di Michael Nyman, Nicola Piovani, Roger Waters, Hans Zimmer. 

L’ organo direttivo è composto dal Presidente Pivio, dal segretario Mario Rivera; consiglieri: Stefano Caprioli, Pasquale Catalano, Fabrizio Fornaci, Riccardo Giagni, Stefano Mainetti, Stefano Reali, Giuliano Taviani.

Tra le fila degli illustri soci membri, infine – oramai ben oltre un centinaio – troviamo anche tanti giovani talenti del nostro Paese.

Per i giornalisti che interverranno all’incontro ed addetti ai lavori vari che potrebbero nutrire interesse a ritirarlo, l’ACMF ha preparato per l’occasione un piccolo gadget; il Presidente Pivio anticipa che sarà disponibile “una chiavetta personalizzata USB contenente le registrazioni del nostro primo concerto all’auditorium Sala Sinopoli del 2018 (in occasione della Festa del Cinema di Roma), insieme all’ultimo tenuto in streaming in occasione dell’ACMF Day di quest’anno”.

L’ iniziativa veneziana di ACMF avrà il patrocinio dell’Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi; la mediapartnership delle riviste   GP Magazine e +Magazine; il supporto di Eurocomunicazione.eu ed        Eurocomunicazione.com

Ulteriori info:

Evento social: https://facebook.com/events/s/a-venezia-78-acmf-associazione/213419477335985/

www.acmf.it

INSTAGRAM https://www.instagram.com/acmf_film_music_composers/

FACEBOOK https://www.facebook.com/acmfonline

TWITTER https://twitter.com/acmf_of

UFFICIO STAMPA a cura di Lisa Bernardini

Giornalista – Pubbliche Relazioni e Comunicazione

occhiodellarte@gmail.com   347 1488234 

www.lisabernardini.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/anthony-peth-conduce-chef-in-campo/

https://www.unfotografoinprimafila.it/elena-bonelli-interpreta-brecht-civita-festival-2021/

Ennio Morricone registra in sala A il film La sconosciuta 2006 ©Archivio Forum Music Village

Ennio Morricone in conversazione con Giuseppe Tornatore. Quello che mi fa un po’ sorridere, oggi, è che la musica contemporanea è diventata la musica del cinema.


Ennio Morricone. Quindi la musica vera è oggi proprio quella del cinema, la sola che racchiuda tutte le musiche attuali.(“Ennio un maestro”, Harper Collins)

Ennio Morricone registra in sala A il film “La sconosciuta” (2006) ©Archivio Forum Music Village

Nel 1970 il Maestro Ennio Morricone fondava insieme ad altri tre illustri compositori, Luis Bacalov, Piero Piccioni ed Armando Trovajoli, gli studi Orthoponic, sotto la Basilica di Piazza Euclide, a Roma.

Con loro anche gli storici fonici della RCA, Sergio Marcotulli e Pino Mastroianni.

La lungimirante intuizione fu del manager Enrico De Melis, primo editore italiano per la musica da film, che insieme ad essi costituì la società di quello che di lì a poco diventerà il primo tempio della colonna sonora italiana, poi rilevato da Emma e Franco Patrignani e oggi chiamato “Forum Music Village”.

E a costruirlo, internazionalizzarlo e farlo vivere e respirare tutt’ora, a mezzo secolo di distanza, è stato soprattutto il meticoloso lavoro di un artista, campione di scacchi musicali quel è stato Ennio Morricone, che nella sua “casa Madre”, insieme ai suoi affezionati orchestrali e solisti, ha registrato le più intramontabili melodie della storia del cinema.

Nel ricordo della sua festa per il novantesimo compleanno, celebrata proprio alla Forum, e nel triste giorno della sua scomparsa, gli studi vogliono rendergli un doveroso tributo ricordandolo proprio con la dedica che il Maestro lasciò, scritta a mano, nei corridoi:

“Dovrei dire lo studio di registrazione Forum Music Village è la “Madre” di tutti noi compositori del Cinema, dei Dischi e della Musica Registrata.

Dico “Madre” perché è lo studio che si è sempre preoccupato di aggiornare le proprie attrezzature per aiutare noi compositori del Cinema e del Disco a fare meglio.
Si lavora con dei tecnici di grande livello, con la gentilezza di tutto il personale che collabora totalmente. Potrei dire di più entrando nei particolari anche minimi, ma forse non è utile.

Utile è sapere che al Forum Music Village si vive tutti per la Musica e per la passione del suono.”

FORUM MUSIC VILLAGE

Presidente: Marco Patrignani

http://www.forummusicvillage.com/

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

http://www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/pet-tour-experience-arrivano-visite-guidate/

Ennio Morricone in conversazione con Giuseppe Tornatore
Ennio Morricone registra in sala A il film La sconosciuta (2006) ©Archivio Forum Music Village
“Distanziamento-Sociale”-diventa-un-film

“Distanziamento Sociale” diventa un film, 19 attori si “autoriprendono” sotto lockdown per dimostrare la voglia di tornare presto sul set

“Distanziamento Sociale” diventa un film. E’ disponibile sui social e sul web lo speciale ironico e divertente cortometraggio.

“Distanziamento Sociale”. Corto ideato dallo sceneggiatore e regista Francesco Malavenda con un cast di 19 interpreti di alto livello:

Maurizio Mattioli, Francesco Testi, Stefano Masciarelli, Gigi Miseferi, Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi, Antonio Giuliani, Emy Bergamo, Alvaro Vitali, Carmine Faraco,

Antonio Lo Cascio, Anna Rita Del Piano, Stefania Corona, Claudia Conte, Paola Lavini, Andrea Paris, Gegia, Franco Neri, Gianluca Fubelli.

Prendendo spunto da quello che hanno fatto le orchestre in fase di lockdown il film è stato realizzato con il coinvolgimento degli attori che hanno interpretato la propria parteautoriprendendosi” o facendosi riprendere con il proprio telefono cellulare ed inviandola poi al regista.

La trama è leggera per regalare momenti “spensierati” allo spettatore e tocca diversi argomenti un po’ stravolti dalla condizione di “reclusione forzata”.

Si va dal calcio all’amore, dagli esercizi fisici all’arte culinaria, dal giardinaggio ai tradimenti, ma il fil rouge che lega il tutto è l’amicizia (vera) tra gli attori.

Attori che hanno saputo recitare un copione “simulando” di avere di fronte chi dava la controbattuta.

Ho voluto scrivere e realizzare questo film corto per dare un piccolo “segnale”, per far capire che “ci siamo anche noi”, quelli del cinema.

Non per far polemica, ma per dimostrare la voglia di tornare al più presto ad “aprire” un set!”.

Malavenda spiega che tecnicamente si è avvalso della collaborazione “soltanto” di tre persone:

Emiliano del Frate, montatore, Davide Granelli, dronista, e Tony De Simone per le musiche originali (Lebrel).

DISTANZIAMENTO SOCIALE TRAILER: https://youtu.be/UAso3VilRGU

DISTANZIAMENTO SOCIALE CORTO: https://youtu.be/2iU6WrpVFJo

Ufficio stampa:

Donatella Gimigliano

Giornalista – Relazioni Pubbliche & Comunicazione

Socio Professionista Qualificato FERPI

Cellulare: +39 3287310171

Email: d.gimigliano@bixpromotion.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/roma-scanzonata-teatro-virtuale-leontini/

mail 4

Mototematica Online sul sito il mondo della motocicletta, alcune opere cinematografiche delle scorse edizioni.

Mototematica Online sul sito il mondo della motocicletta. Iscrizioni aperte fino al 24 settembre per partecipare alla nuova edizione

MotoTematica online, il primo festival cinematografico italiano dedicato al mondo della motocicletta, è lieto di offrire a tutti gli appassionati una selezione di alcune delle opere che hanno partecipato alle prime due edizioni.

Mototematica Online sul sito il mondo della motocicletta. Sul sito ufficiale https://www.mototematica.com/ sono infatti presenti nella sezione “Riding without moving” alcuni lavori internazionali che hanno ottenuto dei riconoscimenti per interesse e qualità artistica.

Mototematico online. Nell’attesa di conoscere chi saranno i candidati alla selezione ufficiale 2020 (iscrizioni aperte fino al 24 settembre p.v.), è dunque aperta a tutti la visione dei seguenti film:

THE MONKEY AND HER DRIVER di Ned Thanhouser (in esclusiva e visibile sul sito solo fino al 30 maggio);

THE ULTIMATE RIDE di Edgard Ferreira e Adam DostalekSOUTH OF THE WALL di Sinuhe XavierMOTO BORGOTARO di Roberto Serrini;

I HATE LADIES di Sofia Wikelid.

Obiettivo della manifestazione, ideata e diretta dalla rider Benedetta Zaccherini, è incoraggiare i filmmaker stimolati dalla passione per le due ruote a promuovere le loro opere ispirate a sogni, avventure e storie di centauri in forme diversificate.

Saranno sei le categorie in concorso, così suddivise: a) miglior documentario; b) miglior lungometraggio; c) miglior corto documentaristico; d) miglior cortometraggio; e) migliori MotoClub e gruppi; f) premio del pubblico.

Le proiezioni e la finale del festival si svolgeranno a Roma a novembre.

Modalità di iscrizione e partecipazione sul sito:

https://filmfreeway.com/MotoTematica

Sito ufficiale: http://www.mototematica.com

Infoline: mototematicafilm@gmail.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/e-sperimenti-dance-company-50mq-dpcm-con_te/

#NOINONSIAMOCONTAGIOSI, miao, bau bau.

#NOINONSIAMOCONTAGIOSI, miao, bau bau. Parte la Campagna di sensibilizzazione ideata dalla Croce Rossa Italiana, Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale e provincia, e dall’Ordine Medici Veterinari di Roma e provincia


#NOINONSIAMOCONTAGIOSI. I cani ed  i gatti non infettano gli umani con il Covid -19, quindi, non li abbandonate!

NOINONSIAMOCONTAGIOSI, miao, bau bau . Promotori dell’iniziativa anche il Pet Carpet Film Festival e alcuni personaggi dello spettacolo, tra i quali Lino Banfi, Giancarlo Magalli, Enzo Salvi, Cinzia Leone, Lillo, Alda D’Eusanio, Carmen Russo, che invitano la popolazione a seguire il loro esempio ed abbracciare ancora più forte il proprio amico a quattrozampe.

#NOINONSIAMOCONTAGIOSI.

E’ il titolo della campagna di sensibilizzazione ideata dalla Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale che, attraverso le proprie Unità Cinofile, in collaborazione con l’Ordine Medici Veterinari di Roma e Provincia

Ribadiscono, come confermato da tutte le Autorità Sanitarie mondiali, un concetto importante rivolto a tutti gli amanti degli animali: cani e gatti non contagiano gli umani con il Covid-19 (o Coronavirus).

#NOINONSIAMOCONTAGIOSI. Gli allarmi diffusi sui social con notizie errate e fake news hanno creato una situazione di panico facendo registrare, recentemente, un incremento ingiustificato degli abbandoni.

Per questo la Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale, in questo momento in prima linea sia in ambito sanitario che sociale, interviene attraverso la sua sezione cinofila per tranquillizzare la popolazione.

Poiché ad oggi non ci sono prove scientifiche del fatto che gli animali possano contrarre il Covid-19 o essere loro stessi veicolo di trasmissione per l’uomo.

Mantenere la calma e adottare sempre i provvedimenti suggeriti dal Governo in termini di norme igieniche è la sola cosa giusta da fare anche dopo essere entrati in contatto con i nostri pet.

Messaggio condiviso dall’Ordine dei Medici Veterinari di Roma e Provincia che suggerisce alcune semplici pratiche da osservare:

Se la famiglia è sana il cane può essere portato a fare una regolare passeggiata, utile a svolgere anche i suoi bisogni fisiologici, purché questo non diventi motivo di assembramento con altre persone.

La gestione di un animale implica un comportamento responsabile anche nel rapporto con il veterinario, che sarà bene contattare prima piuttosto che recarsi direttamente in ambulatorio se non esiste una reale emergenza, che solo il medico potrà valutare dagli elementi riportati telefonicamente.

E’ altresì determinante che l’umano non nasconda eventuali sintomi di un sospetto contagio per paura di lasciare solo l’animale, poiché basterà contattare le Autorità competenti che si preoccuperanno di gestire il pet.

Promotori dell’iniziativa anche il Pet Carpet Film Festival, rassegna cinematografica dedicata agli animali, e alcuni personaggi dello spettacolo, tra i quali:

Lino Banfi, Giancarlo Magalli, Enzo Salvi, Cinzia Leone, Lillo, Alda D’Eusanio, Carmen Russo, che hanno lanciato degli appelli per invitare la popolazione a seguire il loro esempio ed abbracciare ancora più forte il proprio amico a quattrozampe.

Ufficio stampa

Federica Rinaudo

Leggi Anche:

https://unfotografoinprimafila.it/uniti-con-la-danza-uniti-per-la-vita

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/event/heartbeatperche-nessun-cuore-resti-fermo

LOCANDINA NOI NON SIAMO CONTAGIOSI CRI ORDINE VETERINARI PET CARPET
Tulipani di seta nera

Tulipani di seta nera “Premio #SocialClip”, scadenza iscrizioni: 15 marzo 2020 ancora pochi giorni per partecipare


Ancora pochi giorni per partecipare al concorso “Premio #SocialClip” dedicato ai migliori videoclip musicali sulla diversità realizzato nell’ambito del Festival Internazionale del film corto Tulipani si seta nera.

Direzione artistica del Premio #SocialClip di Grazia Di Michele.

Scade il 15 marzo p.v. il concorso dedicato ai migliori video clip musicali su tema sociale, “Premio #SocialClip”

L’iniziativa, che rientra nel Festival Internazionale del Film Corto “Tulipani di Seta Nera” ideato e diretto da Diego Righini e Paola Tassone

Quest’anno giunto alla sua XIII edizione, è stata concepita con la finalità di portare all’attenzione della società civile, media e Istituzioni

Il racconto della Diversità (in tutti i suoi aspetti), attraverso l’immediatezza del videoclip e, contestualmente, promuovere le opere di registi, emergenti e non, e di professionisti del mondo della musica.

La direzione artistica del Premio #SocialClip è affidata alla cantautrice Grazia Di Michele, da sempre in prima linea sulle battaglie sociali, che afferma:

“Sono già molti i video arrivati, ma ci auguriamo di poterne visionare molti altri perché l’argomento tocca sotto vari aspetti le nostre corde interiori e vuole stimolare la sensibilità di tutti, artisti e spettatori, per una migliore comprensione e convivenza con l’Altro.

Di Diversità si può parlare in ogni ambito (salute, lavoro, etnia, sesso, pensiero): è per questo che grazie ai linguaggi della musica e dell’audiovisivo, che riteniamo i più immediati, possono cogliersi al meglio le espressioni creative sul tema.”

Le opere in competizione sono affidate al giudizio di un comitato di esperti del settore presieduto da Red Ronnie e composto, oltre a Grazia Di Michele, da Gian Maurizio Foderaro, Platinette, Michelle Marie Castiello e Francesca Romana Massaro.

Il premio #SocialClip è rivolto a tutti, ma i cantanti non devono aver superato il trentacinquesimo anno di età e le opere non devono essere state realizzate prima del 2019.

Le categorie in gara sono così suddivise: Miglior testo, Miglior regia, Miglior soggetto, Miglior musica, Miglior sceneggiatura e Miglior over #SocialClip (per interpreti over 35).

I lavori selezionati saranno proiettati a Roma (presumibilmente e in relazione ai provvedimenti governativi legati all’emergenza Coronavirus) l’8 maggio al Cinema Quattro Fontane, mentre i vincitori verranno proclamati durante la serata di gala finale, in programma il 10 maggio al Teatro Brancaccio.

Il regolamento del concorso è scaricabile al seguente link: https://www.tulipanidisetanera.it/images/2020/Regolamento-videoclip_TSN_2020.pdf

Visita i profili della giuria qui:

https://www.tulipanidisetanera.it/index.php/giuria/giuria-socialclip

Ufficio stampa Grazia Di Michele: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Ufficio stampa Festival Tulipani di Seta Nera: Tommaso Martinelli

+39 392 8332989 – martinellitommaso@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/nero-esce-il-nuovo-video-sul-caporalato

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/apebook-vicinaavoi-aperossa-iorestoacasa

Tulipani di seta nera
FELIX PIANO TRIO foto

Auditorium Ennio Morricone “La Commedia all’Italiana”Le musiche per le commedie all’italiana di Age & Scarpelli.


Auditorium E. Morricone La Commedia all’Italiana. Musiche scritte dai migliori compositori italiani di musica da film, da Rota a Morricone, Trovaioli, Bacalov, Ortolani all’Auditorium Ennio Morricone.

Auditorium E. Morricone La Commedia all’Italiana. “La Commedia all’Italiana” è il titolo del concerto di mercoledì 26 febbraio 2020 alle 18.00 per la stagione di Roma Sinfonietta all’Università di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “E. Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1).

Questo programma tanto originale quanto interessante nasce da un’idea di Matteo Scarpelli e Catia Capua e riunisce le musiche più belle dei grandi film della Commedia all’Italiana sceneggiati da Agenore Incrocci e Furio Scarpelli (conosciuti come Age&Scarpelli).

Saranno suddivise in quattro Suites, ognuna delle quali composta da diverse colonne sonore arrangiate appositamente da Fabrizio Siciliano per il Felix Piano Trio (Riccardo Bonaccini violino, Matte Scarpelli violoncello e Catia Capua pianoforte) a cui si aggiungono Aedeo Ariano alla batteria e Maurizio Raimondo al contrabbasso.

“Age&Scarpelli Suite” è un progetto musicale nato da un’idea del violoncellista Matteo Scarpelli, figlio di Furio, e della pianista Catia Capua per celebrare il centenario della nascita del grande sceneggiatore, suo padre, protagonista indiscusso della cinematografia italiana, ed in particolare della cosiddetta commedia all’italiana.

‘La grande guerra’, ‘Sedotta e abbandonata’, ‘C’eravamo tanto amati’, ‘Riusciranno i nostri eroi’, ‘Signore e Signori’, ‘I soliti ignoti’, ‘La banda degli onesti’,

‘Il Postino’ sono solo alcuni dei film con la sceneggiatura di ‘Age&Scarpelli’, la cui musica è stata scritta da celebri compositori quali Nino Rota, Ennio Morricone, Armando Trovajoli, Alessandro Cicognini, Luis Bacalov, Carlo Rustichelli, Fiorenzo Carpi, Pietro Umiliani, Riz Ortolani e Angelo Francesco Lavagnino.

Queste musiche ripercorrono un notevole spaccato non solo della musica italiana ma anche della storia del cinema, e in particolare della commedia all’italiana, un genere che Age & Scarpelli hanno creato.

Suonerà una formazione inusuale – diversa dalle abituali orchestre per le musiche da film – che alla struttura classica del trio pianoforte, violino e violoncello unisce contrabbasso e batteria per evidenziare le tinte di jazz, swing e bossa nova volute dall’arrangiatore e per dare unicità al progetto.

Questo il programma completo:

Università di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “E. Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1).

Suite 1

Signore e Signori di Pietro Germi (1966)

musiche di Carlo Rustichelli

Sedotta e abbandonata di Pietro Germi (1964)

musiche di Carlo Rustichelli

Il buono il brutto, il cattivo di Sergio Leone (1966)

musiche di Ennio Morricone

C’eravamo tanto amati di Ettore Scola (1974)

musiche di Armando Trovajoli

La banda degli onesti di Camillo Mastrocinque (1956)

musiche di Alessandro Cicognini

Suite 2

La grande guerra di Mario Monicelli (1959)

musiche di Nino Rota

Il maestro di Vigevano di Elio Petri (1963)

musiche di Nino Rota

La famiglia di Ettore Scola (1987)

musiche di Armando Trovajoli

Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa? di Ettore Scola (1968)

musiche di Armando Trovajoli

Bravissimo di Luigi Filippo d’Amico (1955)

musiche di Armando Trovajoli e Angelo Francesco Lavagnino

Suite 3

Straziami ma di baci saziami di Dino Risi (1968)

musiche di Armando Trovajoli

Senza famiglia, nullatenenti cercano affetto di Vittorio

Gassman (1972), musiche di Fiorenzo Carpi

Il postino di Michael Radford e Massimo Troisi (1994)

musiche di Luis Bacalov

Suite 4

I soliti ignoti di Mario Monicelli (1958)

musiche di Piero Umiliani

L’armata Brancaleone di Mario Monicelli (1966)

musiche di Carlo Rustichelli

I mostri di Dino Risi (1963)

musiche di Armando Trovajoli

Padri e figli di Mario Monicelli (1957)

musiche di Alessandro Cicognini

Tutti a casa di Luigi Comencini (1960)

musiche di Angelo Francesco Lavagnino

Teresa la ladra di Carlo Di Palma (1973)

musiche di Riz Ortolani

Dramma della gelosia di Ettore Scola (1970)

musiche di Armando Trovajoli

Biglietti: intero € 12, ridotto € 8, studenti € 5 (acquistabili anche all’Auditorium “E. Morricone” a partire da un’ora prima del concerto)

Info: tel 06 3236104 – info@romasinfonietta.it

Ufficio stampa dell’Associazione Roma Sinfonietta:

Mauro Mariani – m.mariani.roma@gmail.com – tel. 335 5725816

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/roma-ricicli-viaggi

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-costanzi-il-corsaro?fbclid=IwAR1FTbV6lmyLAEUZFcBWu-x4hRSyEiB1LOPZZyxZKmS1M8fQt55DRXO4XYU

RESILIENZA CAPUANO E GUERRIERO SET

Ischia ultimo ciak sul “Femminicidio”, set cinematografico del film “Resilienza”

Ischia ultimo ciak sul “Femminicidio”. Ultimo ciak per il lungometraggio sul femminicidio diretto da Antonio Centomani

Ischia ultimo ciak sul “Femminicidio”. Per quattro settimane il Comune di Forio sulla costa occidentale della splendida isola di Ischia si è trasformato in un set cinematografico ospitando, nell’incantevole Hotel Sorriso, le riprese di “Resilienza”, lungometraggio dedicato al tema del femminicidio diretto dal regista pantenopeo Antonio Centomani, e prodotto dalla Lupa Film, casa di produzione che ha scelto di sposare tematiche legate al mondo femminile, in collaborazione con l’imprenditore Antonio Rubel.

Ischia ultimo ciak sul “Femminicidio”. La pellicola, patrocinata da Women for Women against Violence e dall’associazione Salvamamme per il progetto “Valigia di Salvataggio” a sostegno delle donne in fuga vittime di violenza, vede un importante cast quasi tutto di origini campane, capitanato dalla produttrice Maria Guerriero nel ruolo della protagonista femminile, affiancata da Luca Capuano, Giovanni De Filippis, Luciana De Falco, Claudia Conte, e con la partecipazione straordinaria di Antonio Catania.

Ischia ultimo ciak sul “Femminicidio”. Il film, che s’ispira a storie vere, racconta la storia di Giulia, giovane trentenne di Napoli imprigionata in un amore guastato dal virus della violenza.

“Parlare della violenza sulle donne potrebbe apparire scontato – spiega Centomani – ma il tema, purtroppo, negli ultimi anni è diventato troppo ricorrente e raccontarlo attraverso lo “strumento” cinema ti dà la possibilità di raggiungere una vasta platea e, perché no, può dare coraggio alle donne vittime di violenza e scuotere le menti instabili dei carne­fici”.

Gli fa eco Maria Guerriero che sottolinea: “con la Lupa Film abbiamo deciso di produrre un’opera che trattasse una delle più dolorose e purtroppo tristemente attuali tragedie di questo tempo e di questo Paese per dare un contributo di forza alla, spesso debole, voce di tante donne che hanno subito e che stanno subendo questo dramma”.

Il film, realizzato grazie al contributo dell’agenzia per il lavoro Generazione Vincente, parteciperà ai più importanti festival cinematografici nazionali ed internazionali e uscirà nelle sale il prossimo gennaio 2021.

Responsabile Ufficio stampa “Resilienza” per Lupa Film

Donatella Gimigliano

Giornalista – Relazioni Pubbliche & Comunicazione

Socio Professionista Qualificato FERPi

Cellulare: +39 3287310171

Email: d.gimigliano@bixpromotion.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-piccola-patria/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/sala-umberto-sherlock-holmes-di-helen-salfas

mail 1 2

Havana Kyrie di Paolo Consorti. Con protagonista Franco Nero, vola alla 15° edizione di Los Angeles – Italia Film, Fashion and Art Fest


Havana Kyrie di Paolo Consorti. Sarà presentato martedì 4 febbraio presso il Chinese Theatre di Hollywood, ideato e diretto da Paolo Consorti all’interno della 15° edizione di Los Angeles – Italia Film, Fashion and Art Fest.

Havana Kyrie di Paolo Consorti. Presenti in sala, il regista Paolo Consorti, il protagonista e produttore Franco Nero, insieme agli altri produttori Franco FaggianiGianluigi Gasperini e Gabriel Beristain.

Il film, oltre a Franco Nero, ha nel cast anche Ron PerlmanJorge PerugorriaJacqueline ArenalLuca LionelloFederico Pacifici e tanti dei maggiori attori cubani.

Havana Kyrie di Paolo Consorti. Tra gli italiani, partecipano anche Riccardo Mei, Caterina Boccardi e Nicola Anselmi.

La pellicola, che vede la sceneggiatura di Alfredo Mazzara, la fotografia di Dario Germani e il montaggio di Niccolò Notario, indaga sulle disillusioni di un vecchio maestro d’orchestra, vittima di se stesso e della sua chiusura al mondo.

La musica (colonna sonora di Danilo Aielli) sarà un fil rouge che farà emergere, dal contrasto tra la perfezione rossiniana e la scioltezza dei ritmi cubani, la complessità dell’animo di Vittorio (Franco Nero), colmo di conflitti irrisolti.

Havana Kyrie, prodotto da Vedado Films, Opera Totale e Rtv Commercial, è stato realizzato anche grazie alla collaborazione della Regione Marche e del Mibact come progetto di interesse culturale e sarà distribuito prossimamente in Italia da Stemo Production, insieme alla Shoreline Entertainment di Los Angeles.http://www.losangelesitalia.com/it/component/content/article/38-articoli-flash/627-havana-kyrie.html

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/il-figliol-prodigo-teatro-le-fontanacce/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/david-garrett-alle-terme-di-caracalla?fbclid=IwAR1iGVQG1zfxiBaw_V5216FhN4_PqJwDDhcR-8rTy3OyVDMdL5WpZv3widY

thumbnail Emanuele Pecoraro Nadia Bengala Pierfrancesco Campanella 1

Cinema: incetta di riconoscimenti per “L’idea malvagia” di Campanella: idea tutt’altro che… malvagia! Al “Terra di Siena Film Festival”

P. Campanella, riconoscimenti al “Terra di Siena Film Festival”. Dopo il grande successo ottenuto alla proiezione-evento presso l’Isola del Cinema a Roma, l’inquietante cortometraggio noir “L’idea malvagia”.

Cortometraggio diretto da Pierfrancesco Campanella con la produzione di Angelo Bassi, ha fatto vincere al suo autore il premio come miglior regista al prestigioso “Terra di Siena Film Festival”.

P. Campanella, riconoscimenti al “Terra di Siena Film Festival”. Nella stessa occasione, la protagonista femminile Elisabetta Pellini ha trionfato come migliore attrice.

P. Campanella, riconoscimenti al “Terra di Siena Film Festival”. Ma non è finita qui.

Al Festival cinematografico tenutosi ai Castelli Romani nei giorni scorsi, con la direzione artistica di Antonio Flamini e l’organizzazione di Marco Di Stefano per Punto e Virgola, “L’idea malvagia” ha portato a casa il premio speciale attribuito dalla giuria del pubblico, ed inoltre l’altra protagonista Nadia Bengala è stata insignita del premio quale migliore attrice nella sezione corti.

thumbnail Pierfrancesco Campanella e Nadia BengalaLa finale del “Castelli Romani Film Festival” si è svolta presso Palazzo Chigi di Ariccia, nel corso di una serata di gala che ha visto sfilare numerosi importanti ospiti del mondo dello spettacolo.

Presentati da una spigliatissima Emanuela Tittocchia, si sono succeduti sul palco artisti come Maria Grazia Cucinotta, splendida madrina della serata, il cantautore Amedeo Minghi, che ha ricevuto una targa alla carriera.

Ed ancora Elena Russo, Gianni Franco, Max Nardari, Francesca Rettondini, Gianni Mammolotti, Antonella Ponziani, Daniela Giordano, Massimo Spano, Giancarlo Scarchilli, Gaia De Laurentiis, Alex Partexano e tanti altri.

Tra gli ospiti di riguardo anche il regista e scrittore Emanuele Pecoraro che, con la produzione esecutiva di Pierfrancesco Campanella, ha appena finito di realizzare il corto “La goccia maledetta”, tratto da un racconto del “parrucchiere del brivido” Roberto Ricci.

“L’idea malvagia” è già distribuito in dvd, grazie a CG Entertainment, in abbinamento al cult-movie “Bugie rosse” dello stesso

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/tiziana-rocca-presenta-il-suo-libro-il-segreto-del-successo/

https://unfotografoinprimafila.it/week-end-con-i-rinoceronti-al-bioparco-di-roma/