Articoli

I Nasoni raccontano - la storia ha il naso lungo

I Nasoni raccontano – la storia ha il naso lungo. Dopo Centocelle, Torpignattara e il Pigneto, dal 24 al 27 settembre 2020 torna lo storytelling urbano.


I Nasoni raccontano dal 2017 a oggi ha dato voce alla città, al cuore storico di borgate e periferia, affidando ai caratteristici “nasoni” il racconto in soggettiva di una Roma arcaica e popolare

I Nasoni raccontano – la storia ha il naso lungo, ideato a Fabio Morgan.

I Nasoni raccontano. Ogni Nasone è custode di una storia, di un avvenimento: intervistando i cittadini, si raccolgono materiali storici e aneddotici per trasformarli in un testo teatrale che viene allestito in forma itinerante all’interno del quartiere scelto.

Al centro della quarta edizione del progetto è Villa Gordiani, quadrante capitolino dalle alterne vicende, oggetto di riflessione sociale e artistica negli scritti di Moravia e Pasolini e scenografia ideale di pellicole come “Accattone” sempre di Pasolini.

Nata come borgata ufficiale tra il 1928 e il 1930, nel dopoguerra Villa Gordiani era abitata da povera gente, circa 5000 persone, che vivevano in casette a un piano, costruite con materiali di risulta, prive di acqua corrente, di luce e di bagni. 

L’acqua veniva presa da fontanelle poste in mezzo alle casette, mentre per i servizi igienici, sempre tra una casetta e l’altra, c’erano delle latrine pubbliche alla turca, con i canali di scolo ai lati, a scapito dell’igiene.

Villa Gordiani nella sua storia di trasformazioni è la testimonianza di una Roma dalle mille anime:

proletaria e contemporanea, dagli sfollati del dopoguerra alla borghesia, nel tempo la borgata ha subito profonde mutazioni, tra cui l’abbattimento, negli anni ’80 delle piccole case popolari. 

Tra trasformazioni, abbattimenti, distruzioni, Villa Gordiani ha visto radicalmente cambiare la sua fisionomia urbana e sociale.

Dagli anni Trenta al 2020 tutto è cambiato e si è trasformato. Ciò che è rimasto, testimone delle alterne vicende sono loro: i nasoni.

Quei nasoni dove si disseta accattone, quei nasoni che negli anni Cinquanta erano unica fonte per approvvigionamento idrico, quei nasoni che oggi servono per dissetare i bambini che qui giocano all’uscita di scuola.

Dal 24 al 27 settembre 2020, saranno proprio i nasoni a raccontare e farsi testimoni di una Roma ormai scomparsa e di quella presente

Narratori inediti, osservatori privilegiati della vita degli ultimi 90 anni di borgata e oggi protagonisti della IV edizione di Nasoni raccontano – la storia ha il naso lungo. 

I Nasoni raccontano – la storia ha il naso lungo è un progetto di storytelling urbano che, immaginando di poter adottare il punto di vista dei Nasoni

Note fontane di acqua potabile gratuita caratteristiche della città e diffuse in tutto il territorio, restituisce uno spaccato di vissuto storico dell’area in cui insiste.

Gli obiettivi del progetto sono quelli di recuperare la consapevolezza dei territori, favorire l’incontro intergenerazionale e contribuire a creare occasioni di sviluppo dell’identità collettiva, definendo una nuova narrazione storica dei luoghi e degli spazi attraverso l’intreccio di eventi di rilievo nazionale ad aneddoti locali, trasformando così il quartiere in un palcoscenico.

“I Nasoni raccontano” ha spiegato il regista Leonardo Ferrari Carissimi “giunto ormai alla sua quarta edizione, riesce a creare un equilibrio comico e poetico tra tempo e spazio, dove la narrazione serpeggia fluidamente attraverso i secoli.

Nella splendida cornice di Villa Gordiani, spettatrice di infinite storie e personaggi, si susseguono scene provenienti da diverse epoche, dalla Roma antica sino ad arrivare ai giorni nostri.

Anche quest’anno I Nasoni raccontano trasforma un luogo della capitale, spettatore e protagonista della storia italiana, in un luogo intimo, una dimensione dell’anima attraversata dall’amore, dalla rabbia, dalla tristezza e dal sorriso”.

I Nasoni Raccontano – La storia ha il naso lungo,

ideato da Fabio Morgan, è uno spettacolo della Compagnia del Teatro dell’Orologio scritto da Fabio Morgan e Leonardo Ferrari Carissimi.

Regia di Leonardo Ferrari Carissimi, con Matteo Cirillo, Anna Dell’Olio, Daniele Di Forti, Alessandro Di Somma, Susanna Laurenti, Arianna Martines,

Diego Migeni, Giulia Nervi, Benedetta Russo, Riccardo Viola, Pietro Maria Virdis. Scene e costumi Alessandra Muschella, aiuto regia Marta Franceschelli, direzione tecnica Martin Emanuel Palma,

organizzazione Gianni Parrella, comunicazione E45, amministrazione Simona Centi, assistenti Greta Salvati, Camilla Dallera, Alessandro Lucarini, voce off di Gabriele Lopez.

Foto di Manuela Giusto.

Produzione Progetto Goldstein con il sostegno di Lazio Crea

Si ringrazia il Municipio V Roma Capitale

Un ringraziamento alle amiche di Mixis officina delle erbe che l’amaro Gordiani lo producono davvero!

IV Edizione Villa Gordiani

24, 25, 26, 27 settembre 2020, ore 20.30

Ingresso da via Prenestina 325

Ingresso Gratuito

prenotazione obbligatoria  lacittaideale171@gmail.com 06 88971117

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/un-grande-grido-damore-teatro-degli-audaci/

I Nasoni raccontano - la storia ha il naso lungo
Antonio Giuliani. Da Corviale a San Basilio

 Antonio Giuliani. Da Corviale a San Basilio. “Sotto lo Stesso Cielo tour” con Andrea Casta e Antonio Giuliani strega il pubblico in finestra della periferia romana.


 Antonio Giuliani. Da Corviale a San Basilio. Straordinario successo dello show itinerante di Salvamamme con special guest il cantautore Alessandro D’Orazi

Prossime tappe  del duo Antonio Giuliani e Andrea Casta il 25 aprile a Tor Bella Monaca e il 1 maggio a Tor Pignattara.

La squadra è al lavoro per individuare altre aree adeguate in cui l’affaccio dei palazzi lo permette per organizzare in tutta la città altre tappe dell’evento per regalare, al tramonto, un’ora di leggerezza, divertimento e speranza, pur restando in casa.

Dopo lo straordinario successo dell’appuntamento di Corviale “Sotto lo stesso Cielo Tour – Musica, risate e solidarietà ai tempi del Coronavirus” è approdato ieri nel Cortile del Lotto 51 del quartiere di San Basilio.

Squadra che vince non cambia, così protagonisti di questa seconda tappa dello show itinerante dell’Associazione Salvamamme nelle periferie della capitale sono stati due straordinari mattatori.

Il comico Antonio Giuliani che commenta “emozione molo grande anche questa sera, questa volta, per differenza di location, ho sentito le persone e le loro risate più vicine, io lavoro per quello!

Voglio fare i complimenti alla gente per l’educazione e il senso civico, stessa cosa a Corviale.

Si pensa sempre che nelle periferie ci possano essere problemi ed invece non è successo, serata spettacolare!”, a cui fa eco il violinista dall’archetto luminoso, Andrea Casta: “incredibile!

 Anche finito lo spettacolo la gente è rimasta a lungo affacciata, l’energia è circolata come in un piccolo stadio o un grande teatro ed è arrivata nelle case, spero serva a tutti per uno sprint finale verso la fine di questa emergenza”.

I due artisti hanno fatto ridere, ballare e cantare tutte le persone affacciate alle finestre esibendosi insieme al dj Gabry Imbimbo, ospite d’onore il cantautore romano originario di San Basilio Alessandro D’Orazi, autore del nuovo singolo “Alzati alzati Roma.

(Roma nascosta)” tratto dal disco Itaca dedicato al suo quartiere che racconta:una bellissima iniziativa sana che ha fatto bene alla nostra comunità che amo tantissimo e alla quale mi sono ispirato con il mio ultimo lavoro“.

Alle centinaia di famiglie residenti costrette in casa da più di un mese è stata regalata un’ora di festa goduta rigorosamente dalla finestra della propria abitazione.

L’evento di Corviale ha raggiunto le 60mila visualizzazioni durante la settimana, ieri più di 70 mila persone hanno seguito la diretta sui canali social di tutti gli artisti e di Salvamamme.

Anche in questa occasione, non si è presentata a mani vuote e donato “un dolce pensiero” alle famiglie.

Lo spettacolo, ideato dalla giornalista Donatella Gimigliano, responsabile comunicazione di Salvamamme, è stato realizzato grazie al coordinatore dell’associazione e del tour, Paolo Masini, e del regista Antonio Centomani.

L’appuntamento, organizzato in collaborazione con Ater, Arsial, Protezione Civile e Parrocchia San Basilio, scuola di musicaSotto i raggi del Sol”, Aspettando la Festa della Musica e Magic Rent.

Un ringraziamento per la collaborazione alla Polizia di Stato e quella Municipale.

Ufficio Stampa

Donatella Gimigliano – Responsabile Comunicazione Salvamamme

cellulare: +39 3287310171 – email: d.gimigliano@bixpromotion.it

Cristiana Polesi – cellulare + 39 3476259148 – email cristiana.polesi@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/webinart-nuove-strategie-spettacolo-dal-vivo/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/didattica-a-distanza-la-danza-non-si-ferma?fbclid=IwAR1lhtYpN_jqt4KtJdjmHCrWm4RTiXgO6Tpcf9s3pIql4xc_3zAjbUcV1FE

I gatti della Piramide: adozioni, incontri, arte felina

Una nuova manifestazione felina organizzata da “I gatti della Piramide” per trascorrere un po’ di tempo in colonia, con i nostri meravigliosi gatti: concedetevi  un momento di micio-relax!


I gatti della Piramide: adozioni, incontri, arte felina, sabato 4 e domenica 5. Sabato 4 maggio e domenica 5 maggio  2019 dalle ore 10.30 (fino alle 17.30) presso l’Area Archeologica della Piramide Cestia ci sarà il cat-mercatino, vari incontri e attività, e soprattutto avremo cuccioli e gatti  che cercano casa!

I gatti della Piramide: adozioni, incontri, arte felina, sabato 4 e domenica 5. Un’adozione responsabile che vi cambierà la vita,  e donerete una nuova vita a un piccolo peloso.

I gatti della Piramide: adozioni, incontri, arte felina
I gatti della Piramide: adozioni, incontri, arte felina

Sabato alle 10.30 verrà consegnato il Premio Gattara 2019 (quinta edizione)  realizzato in collaborazione con Almo Nature, e avremo presente come ospite Dario Pulcini Assessore all’ambiente del V municipio.

Con il quale ARCA e Gatti di Torpignattara stanno portando avanti un bel progetto per i gatti.

Sabato inaugureremo l’angolo dedicato all’Art Cat, l’arte con i baffi con la presenza di alcuni artisti e artigiani che realizzano opere artistiche a tema gatto; saranno con noi fra gli altri, Valentina Pierella di Non dire gatto se non l’hai ritratto, Natascia Campanelli di Nastasciarte, e Daniele Malantrucco di I Gatti di Terracotta.

Da non perdere gli incontri organizzati per continuare a diffondere la cultura felina e sensibilizzare i cittadini sul corretto comportamento da tenere difronte ai gatti di  “razza stradale”  e non:

Domenica 5 maggio doppio appuntamento con la cultura felina:  alle 15.30 “Il gatto dalla A alla Z” con l’etologa comportamentista Costanza De Palma: a ogni lettera tirata a sorte corrisponderà un intervento della dott.ssa che spiegherà alcuni comportamenti dei nostri a-mici.

Alle ore 16 “Elaborare l’assenza di Micio” con la psicologa Paola Napoleone che cercherà di darci consigli per superare il dolore per la perdita del nostro amato peloso.

Immancabile il cat-mercatino che ci aiuta a sostenere  ed accudire i nostri morbidi e pelosi amici: troverete tanti oggetti originali, indumenti, e accessori sempre a tema felino, oltre alla maglietta del SupercatPiramide 2019.

Oltre a vedere il meraviglioso sito archeologico  e la Piramide Cestia e il Cimitero Acattolico (visite guidate; la Piramide:

Cattura

sabato e domenica alle ore 12; il Cimitero Acattolico sabato: alle 11.30 e alle 15.30 e domenica alle 11), giocheremo insieme con il premio della MiciaRiffa.

Alle 14.00 di sabato 4 maggio con il Tour Cat potrete conoscere le storie, e avere un incontro ravvicinato, con i gatti che vivono nella colonia di Piramide.

Per altre info: marzia g. lea pacella  335-201266

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/31/in-your-name-new-video-single-rhomanife/