Articoli

Campus Popolare della Musica Polo ex Fienile.

Campus Popolare della Musica Polo ex Fienile. Sabato 19 novembre ore 11,00, Polo ex FienileWorkshop – DANIELE SCANNAPIECO suona e racconta Dee Dee BRIDGEWATER

Campus Popolare della Musica Polo ex Fienile. Martedì 22 novembre ore 15,00, Auditorium “Ennio Morricone” Università di Tor Vergata

Campus Popolare della Musica Polo ex Fienile. Action Session – FRANCESCA TANDOI “Come nasce una stella…” Martedì 22 novembre ore 17,00, Auditorium “Ennio Morricone” Università di Tor Vergata,

Concerto – FRANCESCA TANDOI TRIO, Francesca Tandoi, voce, pianoforte, Stefano Senni, contrabbasso, Giovanni Campanella, batteria

Mercoledì 23 novembre ore 15,00, Auditorium “Ennio Morricone” Università di Tor Vergata

Action Session – DANILO REA – “Il Jazz, il Cinema, eccetera…”

Mercoledì 23 novembre ore 17,00, Auditorium “Ennio Morricone” Università di Tor Vergata

Concerto – DANILO REA

Il Campus Popolare di Musica,nel VI Municipio di Roma Capitale, organizzato dall’Associazione Culturale Trousse, con la direzione artistica dell’Alexanderplatz Jazz Club, e la collaborazione del Dipartimento di Lettere dell’Università di Tor Vergata e del Teatro Tor Bella Monaca, presenta,

sabato 19 novembre, al Polo ex Fienile in Largo Mengaroni, workshop con il sassofonista Daniele Scannapieco che suona e racconta Dee Dee Bridgewater.

Scannapieco ha condiviso tre anni di tour mondiale con la grande cantante Dee Dee Bridgewater, che lo hanno visto esibirsi nei teatri più prestigiosi del mondo, in questo workshop racconterà questa sua esperienza e suonerà alcuni famosi brani della artista americana.

Martedì 22 novembre all’Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Tor Vergata, Action Session e concerto con la cantante e pianista Francesca Tandoi, riconosciuta dalla critica e dal pubblico come uno dei talenti più interessanti della scena jazz internazionale, ottima compositrice e straordinaria band leader che già vanta un percorso costellato di successi in tutto il mondo.

Le sue perfomances sono state definite più volte “un’esplosione di swing” e il suo pianismo incredibilmente energetico ed elegante allo stesso tempo.

Ha alle spalle un’intensa attività, avendo collaborato con artisti di fama internazionale.

Subito dopo, Francesca Tandoi, terrà un concerto con il suo trio sempre all’Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Tor Vergata.

Campus Popolare della Musica Polo ex Fienile.
Campus Popolare della Musica Polo ex Fienile.

Mercoledì 23 novembre all’ Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Tor Vergata, Action Session e concerto con Danilo Rea, uno dei pianisti jazz italiani più apprezzati al mondo, protagonista di progetti e performance che sono già nella storia del jazz.

Ricercatissimo in ambito pop e jazz, da molti anni è il pianista di fiducia di Mina, ha collaborato con Claudio Baglioni, Adriano Celentano e con Gino Paoli.

Ha lavorato anche con numerosi personaggi di spicco del panorama musicale jazz internazionale come Chet Baker, Lee Konitz, Bob Berg, Michael Brecker, Tony Oxley, Dave Liebman, Kenny Wheeler, John Scofield, Joe Lovano, Toots Thielemans, esibendosi in diversi concerti nei maggiori festival jazz italiani e internazionali.

Danilo Rea trova nella dimensione in piano solo il momento ideale per dare forma al proprio universo espressivo e al suo talento naturale per l’improvvisazione: le idee che convergono nelle performance sono delle più varie, dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera.

Così, con il suo talento capace di spaziare su qualunque repertorio, la sua sensibilità musicale, il suo estro gentile e la sua forza creativa, Danilo plasma la melodia schiudendo le porte a infinite possibilità che si aprono agli ascoltatori.

Uno show dinamico in cui l’improvvisazione è protagonista, proiettando gli spettatori in un mondo le cui strade sono ancora tutte da scoprire.

“Io improvviso sempre durante i concerti, odio avere una scaletta”, nulla è già deciso: per me un concerto è come un salto in un mondo che ti si apre strada facendo.

È un po’ come raccontare una storia, cercando di costruirla parola dopo parola, e trovando spunti per reinventarla ancora, sempre viaggiando melodicamente sul filo dei ricordi comuni”.

INGRESSO GRATUITO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Per i workshop, le Action Session e i concerti nel teatro e all’auditorium ingresso gratuito fino a esaurimento posti

INFO: fb Associazione Trousse e Alexanderplatz Jazz Club   3395965765 solo WA   3383944110 solo WA

WEB: associazionetrousse.com       alexanderplatzjazz.com      comune.roma.it/web/it/municipio-vi.page

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/teatro-7-quattro-di-adriano-bennicelli/ https://www.unfotografoinprimafila.it/mogol-racconta-mogol-tour-music-fest/

“Musica al centro delle periferie”

“Musica al centro delle periferie”. Roma Sinfonietta porta dieci grandi concerti ad ingresso libero nelle periferie romane, al Teatro Tor Bella Monaca e al Teatro Don Bosco dal 7 novembre al 18 dicembre 2022.

La finalità di quest’importante iniziativa, denominata “Musica al centro delle periferie”, è diffondere la grande musica in zone dove raramente è possibile ascoltarla dal vivo.

“Musica al centro delle periferie”. Il programma artistico è caratterizzato da proposte molto variegate, che vanno dalla musica barocca alla musica classica, dalla lirica alla musica popolare, dal jazz alla musica per il cinema e alla canzone d’autore, in modo da favorire l’ampliamento del pubblico e soprattutto la presenza delle giovani generazioni, particolarmente importante in queste aree fragili della città.

Alcuni spettacoli si realizzeranno la domenica mattina per favorire ancora di più i momenti di coesione sociale eaggregazione.

I primi due concerti si svolgeranno il 7 e l’8 novembre.

“Musica al centro delle periferie”
“Musica al centro delle periferie”

Protagoniste del concerto di lunedì 7 alle 21 al Teatro Tor Bella Monaca (via Bruno Cirino) sono le più amate melodie dell’opera, eesguite dal Roma Opera Ensemble, formato da dieci professori d’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, con il mezzosoprano Sara Rocchi e il baritono Simone Alberti.

Le due parti del concerto iniziano con le sinfonie del Barbiere di Siviglia e della Cenerentola, le due più famose opere comiche di Gioachino Rossini, esi concludono con due Fantasie, un genere musicale che ebbe enorme successo nell’Ottocento, perché sono una sorta di riassunto di un’opera e offrono la possibilità di ascoltarne uno dopo l’altro i motivi più amati: in questo caso le opere sono Il Trovatore e Rigoletto di Giuseppe Verdi.

Al centro del concerto stanno sei delle arie e dei duetti più celebri di tutta la storia dell’opera.

Di Gioachino Rossini “Una voce poco fa” dal Barbiere di Siviglia e“Ai capricci della sorte” e “Cruda sorte” dall’Italiana in Algeri.

Di Wolfgang Amadeus Mozart “Madamina il catalogo è questo” e “Là ci darem la mano” dal Don Giovanni. Di Georges Bizet la “Habanera” dalla Carmen.

Sono tutte musiche tutt’altro che melodrammatiche, ma divertenti, ironiche e anche con un pizzico di sensualità nel caso del Don Giovanni e della Carmen.

Martedì 8 alle 20 ci si trasferisce al teatro Don Bosco (via Publio Valerio 63) per ascoltare due autori molto diversi tra loro e vissuti a tre secoli di distanza, ma entrambi molto amati dagli ascoltatori.

“Musica al centro delle periferie”
“Musica al centro delle periferie”

Sono Antonio Vivaldi, le cui Quattro Stagioni sono uno dei più grandi capolavori della musica di tutti i tempi: tutti ne hanno sentito e risentito almeno alcuni frammenti…  magari solo quando vengono messi in attesa dalle segreterie telefoniche, ma sentirle per intero è tutt’altra cosa!

Luis Bacalov è famosissimo soprattutto per le musiche de Il Postino, l’ultimo film di Massimo Troisi.

Quelle musiche fecero vincere il premio Oscar a Bacalov e ora ne verrà eseguita una selezione, insieme a due altri brani del compositore italo-argentino, Seducción e Concerto grosso.

 Suona l’Orchestra Roma Sinfonietta, con i solisti Vincenzo Bolognese e Luca Pincini, rispettivamente al violino e al violoncello, due dei migliori virtuosi del loro strumento nell’area romana.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. Prenotazione al Teatro Tor Bella Monaca 06 2010579 e al Teatro Don Bosco ccsroma-comunicazione@donbosco.it

Info: 06 3236104

Il progetto è realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura – Direzione generale Spettacolo ed è vincitore dell’Avviso Pubblico Lo spettacolo dal vivo fuori dal Centro -Anno 2022 promosso da Roma Capitale – Dipartimento Attività Culturali.

Ufficio stampa di Roma Sinfonietta:

Mauro Mariani

m.mariani.roma@gmail.com

tel. 335 5725816

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/donatella-pandimiglio-al-teatro-ghione/ https://www.unfotografoinprimafila.it/teatro-vascello-un-frammento-di-canto-damore/

Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”

Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”, dal 29 ottobre al 3 dicembre 2022 Teatro Tor Bella Monaca

Enrico Pieranunzi Campus Popolare di Musica, nel VI Municipio di Roma Capitale, organizzato dall’Associazione Culturale Trousse, con la direzione artistica dell’Alexanderplatz Jazz Club, e la collaborazione del Dipartimento di Lettere dell’Università di Tor Vergata e del Teatro Tor Bella Monaca.

Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”. Il progetto nasce con l’ambizione e la ferma intenzione di essere non un’iniziativa singola e isolata, ma bensì il primo capitolo di un programma proiettato nel tempo, ambizioso nelle sue finalità partecipative e formative che, grazie al comune sforzo delle Istituzioni, delle strutture culturali, della Università e dell’associazionismo presenti sul territorio diventi un punto di riferimento e un momento di inclusione.

Portare la cultura in ogni piazza, fuori dai luoghi canonici, è un’azione di forte riequilibrio territoriale, e la realizzazione di concerti jazz, e incontri di insegnamento della musica, può essere sicuramente una chiave di volta per rilanciare le periferie, soprattutto quelle problematiche, troppo spesso tagliate fuori dai circuiti culturali, e renderle protagoniste attive di un cambiamento.

Il progetto è realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura – Direzione generale Spettacolo ed è vincitore dell’Avviso Pubblico-Lo spettacolo dal vivo fuori dal Centro -Anno 2022, promosso da Roma Capitale – Dipartimento Attività Culturali.

Saranno coinvolti nel progetto, luoghi simbolo de VI Municipio, quali il Teatro Tor Bella Monaca o l’Auditorium “Ennio Morricone” all’interno della città universitaria di Tor Vergata, ma anche Piazza Erasmo Piaggio al Villaggio Breda e il Parco Sinisgalli a Ponte di Nona. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Il Campus Popolare di Musica presenterà 6 workshop e 6 concerti gratuiti, che vedranno coinvolti grandi musicisti del panorama jazz italiano e internazionale, più 3 Action Session: delle vere e proprie masterclass. Ad aprire questa prima edizione del Campus Popolare di Musica, sabato 29 ottobre, al Teatro di Tor Bella Monaca, il workshop di Enrico Pieranunzi, pianista e compositore che non ha certo bisogno di presentazioni: è da anni una figura chiave del jazz italiano, con collaborazioni prestigiose sia in Europa che negli Stati Uniti.

Enrico Pieranunzi 1 Copia

Classe, eleganza, immaginazione sono gli ingredienti della sua musica, che riesce a catturare appassionati e non di ogni genere musicale. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Un mondo musicale intenso e personalissimo quello di Pieranunzi, che da tempo si è giustamente guadagnato apprezzamento e reputazione in tutto il mondo.

Enrico Pieranunzi in questo workshop si racconterà con la sua sottile ironia, illustrerà l’importanza e il ruolo del pianoforte nella musica jazz e naturalmente eseguirà alcuni brani del suo repertorio.

Sabato 5 novembre, sempre al Teatro Tor Bella Monaca, workshop con il bassista Dario Deidda, che metterà a disposizione dei partecipanti il suo eccezionale percorso artistico e didattico.

Sempre sabato 5 novembre, al Villaggio Breda in Piazza Erasmo Piaggio, concerto di Emanuele Urso King of Swing la sua Big Band. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Emanuele Urso, denominato dai media già nel lontano anno 2000 “the King of Swing” propone questa volta in esclusiva un viaggio negli anni ’40, periodo della transizione tra lo Swing e quello della nuova corrente del Bop,  in questo periodo appunto spiccavano solisti come Charlie Parker, Wardell Gray, Fats Navarro, Charlie Christian, Dizzy Gillespie, spesso accompagnati dalle sezioni ritmiche delle Big Band della Swing Era, e spesso in Jam Session con solisti come Teddy Wilson,  Benny Goodman, Art Tatum, Louis Armstrong, Charlie Shavers.

Il mix dei due stili è qualcosa di   assolutamente particolare. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Un progetto molto interessante, con una sonorità veramente unica con partiture inedite che escono nella maggior parte dei casi dalla penna di tre pianisti geniali:

Tadd Dameron, Mary Lou Williams e Mel Powell.

Il secondo set vedrà il Maestro Urso impegnato alla batteria con un’altra speciale “combination”, che si rifà ai quartetti di Gene Krupa degli anni 40′ 50’ e ’60, altro interessantissimo sound contraddistingue questo complesso in cui non manca mai il senso dello spettacolo ed il coinvolgimento che sono le caratteristiche fondamentali di Emanuele Urso e di tutte le sue formazioni.

Domenica 6 novembre, sempre al Villaggio Breda, Piazza Erasmo Piaggio, concerto dei Gipsy Reyes che riproporranno la musica dei Gipsy Kings.

Il gruppo guidato da Antonico Reyes e composto da Michel “Bimbo” Reyes, Hubert “Neneto” Reyes e William “Shu Shu” Regis, tutti discendenti del mitico José Reyes, che fondò con i figli e il genero i Los Reyes e, successivamente i Gipsy Kings, che fecero conoscere al mondo la musica gitana in tutti i continenti.

Il successo è enorme e le loro canzoni – “Jobi Joba”, “Volare”, “Bamboleo” e tante altre – scalano le vette delle classifiche e la loro rumba flamenca conquista le platee in tutto il mondo superando tutte le frontiere. La leggenda di The Gipsy Kings continua e salgono alla ribalta queste nuove generazioni della famiglia Reyes per una rilettura in chiave moderna, tra ritmi travolgenti e note struggenti e piene di allegria, della musica gitana. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Sul palco a completare la formazione dei Gipsy Reyes, Randolph Chacón Paz, basso e Yoandy Armenteros, batteria.

Sabato 12 novembre, al Teatro Tor Bella Monaca, workshop con il trombettista Wallace Roneye il contrabbassista Rosario Bonaccorso che illustreranno e suoneranno, New York ed il grande jazz degli anni 70.

Domenica 13 dicembre al Parco Sinisgalli a Ponte di Nona, concerto con L’Orkextra, una orchestra giovanile dai ritmi travolgenti.

Sabato 19 novembre, al Polo ex Fienile in Largo Mengaroni, workshop con il sassofonista Daniele Scannapieco che suona e racconta Dee Dee Bridgewater. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Scannapieco ha condiviso tre anni di tour mondiale con la grande cantante Dee Dee Bridgewater, che lo hanno visto esibirsi nei teatri più prestigiosi del mondo, in questo workshop racconterà questa sua esperienza e suonerà alcuni famosi brani della artista americana.

Martedì 22 novembre all’Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Tor Vergata, Action Session con la cantante e pianista Francesca Tandoi, riconosciuta dalla critica e dal pubblico come uno dei talenti più interessanti della scena jazz internazionale, ottima compositrice e straordinaria band leader che già vanta un percorso costellato di successi in tutto il mondo.

Le sue perfomances sono state definite più volte “un’esplosione di swing” e il suo pianismo incredibilmente energetico ed elegante allo stesso tempo. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Ha alle spalle un’intensa attività, avendo collaborato con artisti di fama internazionale. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Subito dopo, Francesca Tandoi, terrà un concerto con il suo trio sempre all’Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Tor Vergata. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Senza titolo 1 12

Mercoledì 23 novembre all’ Auditorium “Ennio Morricone” dell’Università di Tor Vergata, Action Session e concerto con Danilo Rea, uno dei pianisti jazz italiani più apprezzati al mondo, protagonista di progetti e performance che sono già nella storia del jazz.

Ricercatissimo in ambito pop e jazz, da molti anni è il pianista di fiducia di Mina, ha collaborato con Claudio Baglioni, Adriano Celentano e con Gino Paoli.

Ha lavorato anche con numerosi personaggi di spicco del panorama musicale jazz internazionale come Chet Baker, Lee Konitz, Bob Berg, Michael Brecker, Tony Oxley, Dave Liebman, Kenny Wheeler, John Scofield, Joe Lovano, Toots Thielemans, esibendosi in diversi concerti nei maggiori festival jazz italiani e internazionali. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

Danilo Rea trova nella dimensione in piano solo il momento ideale per dare forma al proprio universo espressivo e al suo talento naturale per l’improvvisazione: le idee che convergono nelle performance sono delle più varie, dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera.

Così, con il suo talento capace di spaziare su qualunque repertorio, la sua sensibilità musicale, il suo estro gentile e la sua forza creativa, Danilo plasma la melodia schiudendo le porte a infinite possibilità che si aprono agli ascoltatori.

Uno show dinamico in cui l’improvvisazione è protagonista, proiettando gli spettatori in un mondo le cui strade sono ancora tutte da scoprire. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

“Io improvviso sempre durante i concerti, odio avere una scaletta”, nulla è già deciso: per me un concerto è come un salto in un mondo che ti si apre strada facendo.

È un po’ come raccontare una storia, cercando di costruirla parola dopo parola, e trovando spunti per reinventarla ancora, sempre viaggiando melodicamente sul filo dei ricordi comuni”.

Giovedì 24 novembre al Teatro Tor Bella Monaca Action Session con Franco Piana che racconterà la grande musica di Armando Trovajoli, con il quale ha collaborato, e di Ennio Morricone e i suoi famosi arrangiamenti.

A seguire il concerto con la Alexanderplatz Jazz Orchestra diretta da Franco Piana. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”

Formazione costituita da 23 giovani musicisti di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Il progetto, presentato dall’Associazione Culturale Sound&Image di Eugenio Rubei, è stato selezionato per le sue particolari caratteristiche dal Ministero della Cultura ed è affidato alla prestigiosa direzione del Maestro Franco Piana, che ne cura anche le composizioni e gli arrangiamenti.

Collaboratore del progetto è il Maestro Paolo Vivaldi, importante autore di colonne sonore. Enrico Pieranunzi “Campus Popolare della Musica”.

L’orchestra è composta da una sezione di fiati tipicamente jazzistica e da un ensemble di 10 archi. L’originalità del progetto risiede nella fusione tra due organici apparentemente lontani tra loro, ma che possono invece coesistere in un linguaggio jazzistico e di confine che li rende entrambi protagonisti.

E l’aspetto più interessante è proprio questa confluenza di sonorità classiche, all’interno della musica afroamericana in una naturale e sorprendente contaminazione, nella quale il M° Piana si è già espresso negli ultimi anni, attraverso le sue recenti e pregevoli produzioni discografiche.

Nel primo anno di lancio del progetto, è stata realizzata anche la produzione di un CD musicale del Alexanderplatz Jazz Orchestra con l’etichetta discografica Alfa Music, una delle realtà più interessanti della scena musicale italiana, non solo per il suo impegno ormai ventennale nell’ambito jazz, ma anche per la sua particolare attenzione per la musica popolare.

Sabato 26 novembre al Teatro Tor Bella Monaca, workshop con Francesco Bearzatti, che farà un ritratto di uno dei grandi protagonisti del jazz italiano e internazionale, Enrico Rava, col quale ha spesso collaborato.

Ultimo appuntamento del Campus Popolare di Musica, sabato 3 dicembre, con il workshop di Emanuele Urso, che racconta la “Golden Era” dello swing.

INGRESSO GRATUITO

Per i workshop, le Action Session e i concerti nel teatro e all’auditorium ingresso gratuito fino a esaurimento posti

INFO: fb Associazione Trousse e Alexanderplatz Jazz Club   3395965765 solo WA   3383944110 solo WA

WEB: associazionetrousse.com       alexanderplatzjazz.com      comune.roma.it/web/it/municipio-vi.page

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/ro-me-museum-exhibition-fiera-internazionale/

https://www.unfotografoinprimafila.it/spoleto-dolci-ditalia-terza-edizione/

https://www.buonaseraroma.it/obiettivo-no-violence-alla-festa-del-cinema/?fbclid=IwAR3_t_yCfsncTCkPJI_UcOPqzpF7f83QOrqD73qaGB6KepdA6VwyCmeU1uk

Quid Channel presenta grande Musica.

Quid Channel presenta grande Musica. Da giovedì 11 a sabato 13 novembre 2021


Quid Channel presenta grande Musica. Il Folk Blues degli Argiria, il Pop Rock di Marco Rinalduzzi e il tributo ai Rolling Stones dei Rocking The Stones

Quid Channel presenta grande Musica. Dall’11 al 13 novembre si suona forte al QUID sul palco di Via Assisi

Quid Channel presenta grande Musica. (Dal Vivo in Via Assisi 117 e in Diretta Streaming su Quid Channel)

LINK EVENTI: https://www.facebook.com/QuidLivechannel/events

INIZIO LIVE ore 21.00

Continuano gli appuntamenti con la musica dal vivo protagonista sul palco di Via Assisi dedicato alla musica dal vivo.

Il folk blues della band Argiria (giovedì 11 novembre, con apertura palco del giovane Marco Hype), il pop rock di Marco Rinalduzzi (venerdì 12 novembre) e il tributo ai Rolling Stones dei Rocking The Stones (sabato 13 novembre), riempiranno di note i locali dell’appio-tuscolano, tra i punti di riferimento della live music capitolina.

I live del QUID sono anche in live streaming, grazie alla trasmissione degli eventi in diretta su Quid Channel, la WebTV del club nata dal palco chiuso, proprio durante il periodo dell’emergenza Covid.

Una nobile iniziativa che ha permesso al locale di continuare a dar voce agli artisti indipendenti, anche durante il periodo di fermo.

Quid Channel presenta grande Musica.
Quid Channel presenta grande Musica.

IL PROGRAMMA DEL QUID, DALL’11 AL 13 NOVEMBRE

Giovedì 11 Novembre 2021 > Argiria (Folk Blues)

Concerto dal Vivo e in presenza, trasmesso in diretta su Quid Channel

Gli Argiria sono un gruppo costituito da Massimo Ceccarelli nel 2016 e poi sviluppatosi in diverse formule ricercando sonorità ora acustiche che guardano al blues rurale (Argiria) ora ibride ed elettriche (Electric Argiria) ma che hanno sempre come colore di riferimento il Folk Blues.

Il primo cd degli Argiria è del 2018 e si intitola “Blues Ballate e Canzoni Vol. 1”. La band approda al Quid Live Studio per presentare la seconda fatica discografica “NotteBluSolo”, registrato nel 2019 e pubblicato ad inizio 2020 e che, a causa della chiusura dovuta alla pandemia, non ha avuto ancora una presentazione.

Dietro ai pezzi che propongono c’è sempre una ricerca attenta, sia nella stesura dei testi, sempre ricercati, sia nelle musiche, che pur cercando una continuità nel lungo e glorioso percorso del folk blues si impregna dell’esperienza cantautorale italiana e anglosassone. La formazione: Massimo Ceccarelli (chitarra e voce), Armando Pettorano (basso), Luce Nostro (chitarra solista), Andrea Borrelli (batteria) e Simone Mercuri (armonica).

Apertura Palco a cura di Marco Hype – Quasi vent’anni, romano d’adozione ma di origini pugliesi.

Quella Puglia che ispira le sue canzoni, le canzoni di un giovane che trasforma tutti i suoi pensieri in musica.

Ad ispirare le sue canzoni ci sono anche i grandi nomi della musica, da Antonello Venditti a Claudio Baglioni, passando per Fabrizio Moro.

Quid Channel presenta grande Musica.
Quid Channel presenta grande Musica.

Venerdì 12 Novembre 2021 > Marco Rinalduzzi in “Io e i miei Amici” (Pop Rock e non solo)

Concerto dal Vivo e in presenza, trasmesso in diretta su Quid Channel

“Io e i miei Amici” è il nuovo progetto musicale di Marco Rinalduzzi. Aperto, fresco, pieno di buona musica e circondato dai suoi amici più cari. Marco propone la musica che ha accompagnato la sua vita: quella che ha scritto, quella che ha interpretato, arrangiato, prodotto e vissuto.

Potrà essere acustico, elettrico, rock, blues, jazzy, Italiano, portoghese e romano, napoletano… dipende dal momento e dalla situazione. In questa occasione sarà elettrico e ad accompagnare Marco saranno gli straordinari Riccardo Rinaudo alla voce, Luciano Zanoni alle tastiere, Luca Trolli alla batteria e Maurizio Galli al basso.

Sabato 13 Novembre 2021 > Rocking The Stones (Tribute Rolling Stones)

Concerto dal Vivo e in presenza, trasmesso in diretta su Quid Channel

La band è attiva dall’inizio del 2015 rappresenta ormai un punto di riferimento soprattutto a Roma per i fans dei Rolling Stones.

Fondata dal vocalist Mario Biagini, comprende musicisti professionisti con esperienze internazionali e con profonda conoscenza dei Rolling Stones.

Quid Channel presenta grande Musica.
Quid Channel presenta grande Musica.

Il repertorio raccoglie tutto il percorso della band inglese, dagli esordi alle ultime incisioni, con particolare cura al sound, all’immagine, agli strumenti e alle scalette proposte dal vivo da Jagger e compagni.

I Rocking The Stones, pur offrendo un tributo nato dall’amore profondo per la band originale, si considerano una cover band, avendo ormai scelto un “marchio di fabbrica”, un sound che personalizza ogni serata, fermando il tempo e trasportando il pubblico in un vero concerto anni Settanta: anche con pezzi molto più recenti.

La line-up: Mario Biagini (voce, armonica), Fabio Maccheroni (voce, chitarra), Cristiano Sacchi (voce, chitarra), Alberto Biasin (basso) e Luca Biagini (batteria).

MODALITÀ D’INGRESSO

QUID Channel, c/o Pizzeria Frontoni (Evento Live) – Via Assisi 117, Roma (Metro Stazione Tuscolana)

ORARI: Apertura ore 19.30 – Inizio Live ore 21.00 [Cena e Prenotazione Obbligatorie] – INFO: 06 7834 9259

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla: carlafabistampa@gmail.com , 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/ – IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

SOCIAL / PIZZERIA FRONTONI

FB: https://www.facebook.com/PizzeriaFrontoni – IG: https://www.instagram.com/pizzeriafrontoni/

Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789 | Paolo: paolo.dicaprio@gmail.com – 333 7763341

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/tor-pignattara-fortezza-est-prove-di-volo/

https://www.unfotografoinprimafila.it/spaziocima-mostri-darte-di-edoardo-e-silvia-siravo/

Anna Rollando. La Musica racconta le immagini

Anna Rollando. La Musica racconta le immagini. Questo il programma degli spettacoli presentati da Anna Rollando.


Anna Rollando. La Musica racconta le immagini . Giovedì 25 Marzo dalle ore 18.00 andrà in scena la rassegna musicale “LA MUSICA RACCONTA LE IMMAGINI” fruibile in streaming in maniera gratuita sul canale TWITCH  https://www.twitch.tv/lamusicaraccontaleimmagin.

Anna Rollando. La Musica racconta le immagini . Ore 18.15 Age&Scarpelli Suite – Sceneggiature in Musica da un’idea di Matteo Scarpelli e Catia Capua.

Le musiche dei lungometraggi che hanno reso celebre in tutto il mondo il filone della commedia all’italiana, che ha avuto negli sceneggiatori Age e Scarpelli due dei suoi più celebri rappresentanti.

Il concerto, unico nel suo genere, vedrà l’esecuzione di quattro Suite, ognuna composta da diverse colonne sonore arrangiate appositamente da Fabrizio Siciliano per il Felix Ensemble, i cui membri sono Riccardo Bonaccini al violino, Matteo Scarpelli al violoncello, Catia Capua al pianoforte, Diego di Paolo al contrabbasso ed Amedeo Ariano alla batteria.

Anna Rollando. La Musica racconta le immagini
Anna Rollando. La Musica racconta le immagini

Ore 20.00 Le colonne sonore Intramontabili

Questo concerto riproporrà una selezione delle più belle colonne sonore del cinema italiano ed internazionale. Sono in programma le musiche scritte da Nino Rota per Federico Fellini, alcuni dei più famosi pezzi composti per il cinema Made in Italy ed una selezione delle opere composte da Antonio di Pofi.

Suona l’Ensemble Roma Sinfonietta, formato da Anna Chulkina al violino, Kyung Mi Lee al violoncello, Luca Cirpiano al clarinetto, Monica Berni al flauto.  Al piano Antonio Di Pofi, che ha curato gli adattamenti musicali.

Gli spettacoli saranno trasmessi in diretta negli orari indicati sul canale

https://www.twitch.tv/lamusicaraccontaleimmagin

La registrazione dei concerti sarà disponibile online al medesimo link sino al 31 marzo 2021. “LA MUSICA RACONTA LE IMMAGINI” è un progetto promosso dalla Associazione Socio Culturale Ambientale Ponte Milvio, con la Direzione Artistica del Maestro Luigi Lanzillotta, realizzato con il contributo della Regione Lazio. Per informazioni supplementari o richiedere il press Kit: RassegnaMusicaImmagini@gmail.com

Ufficio stampa:
Mauro Mariani

m-mariani.roma@gmail.com

tel. 335 5725816

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/20/taglio-lungo-rassegna-di-lungometraggi-online/

https://www.unfotografoinprimafila.it/in-streaming-lovespeech-contro-le-discriminazioni/

Maria Roveran (Ròveran) con la musica di Joe Schievano.

Maria Roveran (Ròveran) con la musica di Joe Schievano. Uscirà l’8 aprile su tutte le piattaforme digitali l’EP musicale Epìtome.


Scritto e interpretato da Maria Roveran (Ròveran) e composto da Joe Schievano, è un vero e proprio “sunto” musicale multi-linguistico, che esplora diverse suggestioni sonore che vanno dall’Elettronica Sperimentale all’Ambient.

Maria Roveran (Ròveran) con la musica di Joe Schievano. In questa musica si colgono le più svariate influenze musicali – da Brian Eno ad Apparat, da Alva Noto a Battiato, passando per Ryuichi Sakamoto.

Maria Roveran (Ròveran) con la musica di Joe Schievano.
Maria Roveran (Ròveran) con la musica di Joe Schievano.

L’EP è composto da tre brani musicali (Non ImportaChest Mar), scritti in tre lingue differenti e accumunati da un nuovo senso di “tribalità” intesa come rivelazione di appartenenza alla comunità contemporanea e come espressione di tre linguaggi (voce, musica e video).

Il primo brano è Non Importa dalla struttura più definita e “riconoscibile” dal punto di vista cantautorale.

È un brano tanto sperimentale quanto classico, in cui il beat sorregge il movimento e la narrazione, lasciando spazi di vocalità “rituali”.

La tematica centrale è l’accettazione, la capacità di accogliersi e ricongiungersi l’uno con l’altro, liberandosi di ogni forma di pregiudizio.

La seconda traccia, , è in lingua cinese ed è caratterizzato da sonorità elettroniche destrutturate.

Qua Ròveran sfrutta le peculiarità fonetiche della lingua per creare delle vere e proprie distorsioni sonore.

Il brano parla di come la vita sia un imperituro alternarsi tra morte e rinascita e il testo è stato tradotto dall’attore e autore italo-cinese Yang Shi Yang.

Il terzo ed ultimo brano, Chest Mar, è quello più poetico e solenne, assimilabile ad una “colonna sonora immersiva”.

Echi di voci antiche chiamano dal mare, “voci di sirene” che riportano alla potenza seduttiva e misteriosa delle acque, mentre una voce calda narra l’amore e il senso di appartenenza.

L’EP nel suo insieme sintetizza tre diverse esperienze artistiche: quella dell’attrice e cantautrice per il cinema e il teatro Maria Roveran, quella del compositore e Sound Designer Joe Schievano e quella del Visual Artist Furio Ganz.

La composizione e produzione musicale, realizzata da Schievano con la collaborazione di Matthew S., fonde il sound elettrico con contributi organici, creando brani immersivi ed evocativi anche con un approccio di tipo “cinematic”.

Dopo anni di esperienze cinematografiche e teatrali (sia come attrice che come autrice ed interprete), Maria Roveran sperimenta così l’interdipendenza performativa di voce, musica e immagine.

L’artista, infatti, riesce a performare non solo attraverso la musica ma anche con i Visual realizzati da Furio Ganz, che con la sua camera si muove in sinergia, quasi fosse un tutt’uno, con il corpo della Roveran, ne segue il suo atto performativo senza mai invaderlo e cogliendone l’essenza. Uno stilema artistico, questo, che si concilia perfettamente anche con la sensibilità e la cifra stilistica di Schievano, che da sempre compone musica per immagini in movimento – “le immagini sono perfetti contenitori di soundtrack” (J. Schievano).

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/19/oltre-la-citta-le-buone-pratiche-del-teatro/

https://www.unfotografoinprimafila.it/dog-film-festival-dedicato-al-cane/

QUID CHANNEL “Musica, Teatro, Intrattenimento, Cultura”.

QUID CHANNEL “Musica, Teatro, Intrattenimento, Cultura”. Dal palco chiuso per Covid nasce la WebTV del Quid


QUID CHANNEL “Musica, Teatro, Intrattenimento, Cultura”. #QuidChannel Video Spot: https://www.youtube.com/watch?v=Yf6ikO6ot0w&t=17s

QUID CHANNEL “Musica, Teatro, Intrattenimento, Cultura”. In tempo di pandemia accade anche questo: che un palco destinato alla musica dal vivo e attivo da circa quattro anni si trasformi in una WebTV.

QUID CHANNEL “Musica, Teatro, Intrattenimento, Cultura”.
Andrea-Cavazzini-e-Agnese-Lorenzini

È il caso del Quid, locale di Roma che, durante il lockdown, ha dato inizio al suo processo di trasformazione per dar vita ad un canale televisivo online il cui nome è Quid Channel e la cui mission, è quella di essere a disposizione della cultura.

#QuidChannel è il nuovo spazio digitale dedicato agli artisti per veicolare musica, teatro, intrattenimento e cultura sulla rete, come mostra lo spot del canale condiviso sui social: https://www.youtube.com/watch?v=Yf6ikO6ot0w&t=17s . Il progetto televisivo virtuale nasce da un’idea di Fabio Perozzi, Francesco Saverio D’Aquino e Daniele Frontoni.

Tre i format che aprono la programmazione del canale. Si parte con “Quarta Parete, Maschere e Volti del Teatro”, approfondimento dedicato al mondo scenico, curato dal giornalista Andrea Cavazzini che incontra gli interpreti della scena teatrale e i suoi addetti ai lavori; un coro a più voci per raccontare in modo garbato e salottiero, il piacere e la bellezza di un’arte che continua a mancare.

Ospiti di “Quarta Parete”, sono: Roberto Ciufoli, Alda D’Eusanio, Francesca Nunzi, Agnese Lorenzini, Carmen Di Marzio, Pino Ammendola, Francesco Giuffrè, Marco Morandi, Claudia Campagnola, Ottavia Bianchi e Giorgio Latini.

La musicatornerà a fluire con “Quid Live Studio”, il programma che suona forte, sempre condotto da Cavazzini, coadiuvato da Andrea Borrelli (Four Bars) nella rubrica “Quattro Battute” storie di musica, di luoghi e di eroi.

Il format rcconta la musica nelle sue declinazioni, attraverso note di vita di chi da sempre la vive. Tra i tanti musicisti coinvolti ci sono, tra gli altri: Marco Rinalduzzi, Fabio Pignatelli, Pasquale Innarella, Claudio Prosperini, Roberto Guarino, Danilo Cherni, Maurizio Galli e Adika Pongo, a cui seguono gli emergenti Beatrice Gatto, I Sospetti, Nannarao, Marco Vena, Simone Di Leo, Moga e Simona Colonnese.

Con l’autore e scrittore Valerio Molinaro, il Quid Channel trasmette le “Interviste Molinareske”, fugaci chiacchierate che mettono in luce i protagonisti dalla rete al resto del mondo.

Foto, video e curiosità sveleranno i percorsi di tanti beniamini del web e showbusiness, tra cui:

QUID CHANNEL “Musica, Teatro, Intrattenimento, Cultura”.
Roberto-Ciufoli

Luca Vecchi, Lele Sarallo, Riccardo Pirrone, Leonardo Bocci, Alessandro Meta, Andrea De Rosa, Arturo Mariani, Valentino Campitelli, Lorenzo Farina, Claudio “Greg” Gregori e Nicky e Riccardo Cotumaccio.

Quid Channel è il posto che non c’è, dove l’arte si manifesta fisicamente per partire verso la rete, grazie all’utilizzo della sempre più frequente tecnologia streaming.

La voglia di fare e di mettersi in gioco – senza troppo prendersi sul serio – ha portato la crew del Quid ad infrangere (nel senso buono del temine) tutte le regole della televisione così come la conosciamo, nel segno della cultura attiva e della condivisione.

Tanti i progetti in lavorazione, primo fra tutti quello che sarà realizzato sul nuovo green screen montato all’interno del Quide intitolato all’attore Enzo Cerusico.

La tecnologia green screen, presente in misura inedita per Roma, con una metratura di oltre 25 mq,permetterà di viaggiare con la fantasia grazie ad ambientazioni più inaspettate e riprodotte in digitale sul fondale verde.

Ne è un esempio il format nascente dedicato all’intrattenimento e allo spettacolo dal vivo, condotto dai giovani attori Agnese Lorenzini (volto della fiction “Un posto al sole”) e Valerio Riondino, della compagnia Nogu Teatro.

Da segnare in agenda il format per il mare e gli attivisti di Sea Shepherd Italia, oppure quello dedicato alla cucina, con il pizzaiolo e creativo Daniele Frontoni.

Un flusso di cultura e passione che trova la sua sorgente a Roma, in Via Assisi, per poi sfociare nel grande oceano del web.

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla: carlafabistampa@gmail.com , 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/ – IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

SOCIAL MEDIA MANAGER

Paolo: paolo.dicaprio@gmail.com – 333 7763341 / Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789

image006

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/wp/2021/01/19/mago-heldin-torna-in-tv-con-la-magia/

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/free-patrick-zaki-una-maratona-musicale/

Ristoro immediato per Arti, Musica, cultura e spettacolo.

Ristoro immediato per Arti, Musica, cultura e spettacolo. Lettera aperta di oltre 400 operatori nazionali contro il nuovo DPCM che prevede la chiusura di cinema, teatri e sale concerti.


Ristoro immediato per Arti, Musica, cultura e spettacolo. Lettera indirizzata al: Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini, Ministro dell’economia Roberto Gualtieri

Ristoro immediato per Arti, Musica, cultura e spettacolo. Sono oltre 400 gli operatori culturali che sottoscrivono la lettera aperta sia contro lo stop generale dello spettacolo dal vivo, sia per chiedere un ristoro immediato e a fondo perduto per gli organismi di tutta la filiera culturale, oltre ad un sostegno ai lavoratori dell’intero comparto artistico. 

Ristoro immediato per Arti, Musica, cultura e spettacolo. Per effetto del nuovo DPCM, fino al 24 novembre sipari chiusi in tutta Italia per cinema, teatri, concerti e per ogni altra perfomance artistica dal vivo.

A nome di tutti i sottoscrittori della lettera aperta indirizzata al premier Conte e ai ministri Franceschini e Gualtieri.

Il presidente di FEDITART, Gino Auriuso, precisa che “questa misura assunta nei confronti della Cultura e Spettacolo dal Vivo produrrà effetti economici disastrosi per un settore già fortemente provato.

Soprattutto provocherà un effetto sociale devastante privando i cittadini di uno strumento di condivisione e riavvicinamento umano, seppur nel rispetto del distanziamento fisico.

E’ urgente una misura di aiuto che preveda il ristoro immediato per tutte le arti dello spettacolo”.

LETTERA INTEGRALE CON ELENCO DEI FIRMATARI:

Egregio Presidente, Egregi Ministri,

la decisione contenuta nel nuovo DPCM che determina la sospensione degli spettacoli in teatri, cinema e sale da concerto, nonché la fortissima limitazione dei circoli culturali, colpisce il comparto italiano che più di ogni altro ha adottato correttamente e rispettosamente le misure prescritte dai protocolli sanitari.

Ultimi studi dimostrano che i teatri, i concerti, i cinema, sono tra i luoghi più sicuri del Paese, ed in virtù di questo, ci sfugge la ratio con la quale si sospendono tali attività al contrario di altre che per propria natura non possono garantire i livelli di sicurezza raggiunti nei nostri luoghi.

Questa misura assunta nei confronti della Cultura e Spettacolo dal Vivo produrrà effetti economici disastrosi per un settore già fortemente provato, e soprattutto provocherà un effetto sociale devastante privando i cittadini di uno strumento di condivisione e riavvicinamento umano, seppur nel rispetto del distanziamento fisico.

Alla luce di tutto questo e per evitare la chiusura definitiva di migliaia di imprese e realtà culturali, chiediamo un immediato ristoro diretto e a fondo perduto per gli organismi di tutta la filiera culturale ed un sostegno ai lavoratori dell’intero comparto:

artisti e imprese del settore musicale, teatrale e coreutico, operatori e tecnici dello spettacolo, associazioni, centri e circoli culturali, bande, cori e scuole d’arte.

Nella certezza di poter contare sul Vs impegno vi auguriamo buon lavoro, l’Italia ne ha bisogno!

ELENCO FIRMATARI:

Fed.It.Art.

Forum Nazionale dell’Educazione Musicale

Forum Terzo Settore Lazio

Cendic

ARCI Roma e Lazio

SIEDAS

UTR

APS

CO. R. S. A. – Coordinamento Romano Scuole d’Arte, Teatro Porta Portese, Ipazia Production, Coordinamento StaGe!

Con: AudioCoop – Etichette Discografiche Indipendenti, AIA – Artisti Italiani Associati, Artisti, Musicisti, Interpreti ed Esecutori, Rete dei Festival – Festival e Contest,

It – Folk Artisti e Festival Folk, Anat e Asmea Promoter, Premio dei Premi Canzone d’Autore, Esibirsi – Lavoratori dello Spettacolo / Confcooperative,

Fismed – Confesercenti, A – Dj – Disc Jockey, ATCL Lazio Circuito Live Teatri, Goodfellas Distribuzione Dischi e Libri, Discoteca Laziale – Circuito Negozi di Dischi,

Cafim – Strumenti Musicali, Fiere del Disco Music Day Roma e altre città, Discodays Napoli, Appello degli Artisti della Musica Popolare,

Musica d’Asporto a Torino, il mensile di Musica Jazz, Materiali Sonori e Lo Zoo di Berlino – Produzione e Distribuzione /Legacoop,

Classic Rock on Air circuito radiofonico e circuito media OASport e OAPlus, LAziosound – Musica e Giovani, Maninalto! Circuito Ska, Rock Targato Italia – Circuito per Emergenti, MArtelive – Circuito della Musica e Arte Contemporanea, Musplan – Piattaforma di scouting per nuovi artisti, Assembramento Artistico di Bolognadi Artisti e Tecnici,

Dietro le Quinte – Tecnici Impianti Audio e Luci e Video di Bologna, Ridens – Attori e Artisti Comici Settore Teatro, Web e Tv – , AMG Disk, Arci Ponti di Memoria Milano,

FederArte Rom,Slow Music,Borghi Artistici , RadUni – Circuito Web Radio Universitarie, Fiofa – Circuito D’Autore, Osservatorio Giovani di Napoli, Calabria Sona, Emes Agency, Associazione CulturArti FVG, Fly Web Radio, Sos Animazione Piemonte,

Fondazione Lelio Luttazzi, ACEF Bologna, Musicisti 2020 di Napoli, MIE – Musicisti Italiani Emergenti, Suoni a Sud,

Italy Sona, Cisac Sals, Tavolo Permanente delle Bande Musicali,SILS, Assoartisti Nazionale, Fasol Coop, Live Music Advisor, iLiveMusic,

Unione OBIS (Unione orchestre ballo italiano e spettacolo), Acoustic Guitar Village, Disma Musica, Festa della Musica AIPFM e MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, 

Associazione Culturale Gabriel Marcel, Associazione artistico-culturale Il Tempo dell’Arte, Associazione Exploratorium – Napoli,

Centro Sperimentale di Didattica e Divulgazione Musicale PROGETTO SUONO, Associazione Dimensioni Musicali, Associazione culturale e musicale Musica è Vita,

Officina orffiana delle arti, Soc Coop Orchestra del Teatro Cilea di Reggio Calabria, Istituto Suzuki Italiano, Anbima – Associazione Nazionale delle Bande Italiane Musicali Autonome, 

Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia. Scuola Popolare di Musica di Testaccio, Centro Studi di didattica musicale Roberto Goitre,

Associazione Culturale Musicale “Il Colore dei Suoni”, AIKEM – Associazione Italiana Kodály per l’Educazione Musicale, ASSOCIAZIONE ARTISTI ANATOLÉ, O.S.I. Orff-Schulwerk Italiano, P.E.R.SUD – PERCORSI ENERGIE RINNOVABILI SUD, Associazione Gemma Musicalis,

Associazione Ensemble Vox, Associazione Moebius per un teatro umano, Associazione Kaos Music Lab, Associazione culturale“Milleunanota”, 

AIGAM – Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale, Music Lab, Associazione Napulitanata, Associazione Internazionale Musica in Culla – Music in Crib,

Centro Studi Musica & Arte, AIJD – Associazione Italiana Jaques-Dalcroze,

Tavolo Permanente Musica 0/6. 

UFFICIO STAMPA | ROSSANA TOSTO COMUNICAZIONE | redazione@rossanatosto.com | 333.4044306

Rossana Tosto Comunicazione

Press Officer & Public Relations

+ 39 333 4044306
www.rossanatosto.com

redazione@rossanatosto.com
rossanatosto@gmail.com

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/metal-carter-fresh-kill-nuovo-album/

Ristoro immediato per Arti, Musica, cultura e spettacolo.
Adriana Borriello Casa delle Culture e Musica.

Adriana Borriello Casa delle Culture e Musica. Il prossimo appuntamento del 31 ottobre si presenta come un evento unico e irripetibile: ospite di Paesaggi del Corpo Festival Internazionale di Danza Contemporanea sarà Adriana Borriello.


Adriana Borriello. La danzatrice e coreografa di fama internazionale presenterà la performance La conoscenza della non conoscenza nella Casa delle Culture e della Musica di Velletri, location dove storia e arte si incontrano per dar vita a un luogo sospeso nel tempo che ha già ospitato numerose performance site specific di questa rassegna.

Adriana Borriello, fondatrice dell’omonima compagnia, si esibirà insieme a Donatella Morrone ne La conoscenza della non conoscenza, performance, prodotta dall’Associazione Culturale Atacama Onlus, che dipana il proprio filo del discorso nell’alternanza tra verbo e corpo, scivolando, saltellando, rimbalzando continuamente dalla parola al movimento – e viceversa -, dalla descrizione letterale all’evocazione poetica.

Ci si addentra così all’interno del lavoro dell’artista, nelle sue pratiche e nelle questioni che le muovono, ne derivano e le identificano.

Una performance che metterà a nudo la danzatrice attraverso la dimostrazione degli strumenti che la coreografa avellinese utilizza nell’atto creativo e nell’insegnamento.

Con la musica di Roberto Paci Dalò, le danzatrici mostreranno agli spettatori il gioco della creazione, esplicitandone le regole e i meccanismi e dimostrando come questo gioco si rivela nell’attuazione, ogni volta uguale e ogni volta diverso, oltre e dentro le norme che lo regolano.

Il Festival Internazionale di Danza Contemporanea Paesaggi del Corpo ha elaborato, in accordo con le autorità competenti le linee guida anti contagio da attuare per lo svolgimento della rassegna.

Accordo con l’obiettivo di garantire la sicurezza per tutti gli ospiti e i frequentatori del Festival.

Per evitare code e assembramenti invitiamo il pubblico a prenotare il proprio posto agli spettacoli attraverso all’indirizzo mail info@paesaggidelcorpo.it

Per accedere alle location del Festival tutti gli spettatori devono indossare la mascherina (per i bambini valgono le norme generali) e sanificare le mani utilizzando gli appositi dispenser. 

Il personale è provvisto di appositi termoscanner, gli spettatori a cui verrà rilevata una temperatura uguale o superiore a 37,5° non potranno accedere allo spettacolo.

All’interno delle sale la distribuzione dei posti a sedere garantisce il distanziamento interpersonale necessario al rispetto delle normative vigenti.

Il programma completo del Festival su paesaggidelcorpo.it

Compagnia Adriana Borriello | La conoscenza della non conoscenza

Coreografia Adriana Borriello

Con Adriana Borriello, Donatella Morrone

Musica Roberto Paci Dalò

Produzione Associazione Culturale Atacama Onlus

paesaggidelcorpo.it

facebook | instagram: paesaggidelcorpo

info@paesaggidelcorpo.it

Ufficio Stampa

Edoardo Borzi – Luca Cianfoni | Theatron 2.0

stampa.theatron@gmail.com | 331 2344833

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/immensamente-giulia-e-gli-angeli-delle-macerie/

Teatro Vascello in Musica, classica senza limiti. Stagione 2020

Teatro Vascello in Musica, classica senza limiti. Stagione 2020 “Mai più soli”a cura di Stefano Mhanna, domenica 25 ottobre ore 11– pianoforte/violino e ensemble d’archi Novi Toni Comites


Teatro Vascello. W. A. Mozart: Concerto n.21 per pianoforte e orchestra, K.467 (arr. pianoforte e archi di F. Lachner 1803-1890)

Teatro Vascello in Musica. N. Paganini: Concerto n. 1 per violino e orchestra (arr. violino e orchestra di S. Mhanna)

domenica 22 novembre ore 11 – duo violino e pianoforte (Stefano Mhanna e Alberto Galletti)

L. Van Beethoven: Sonata n. 5 per pianoforte e violino

S Prokofiev: Sonata op. 94-bis per violino e pianoforte

M. Ravel: Tzigane per violino e pianoforte

Teatro Vascello. domenica 20 dicembre ore 11 – pianoforte solo

J. S. Bach: Präludium und Fuge BWV 544 (arr. F. Liszt, S.462)

L. Van Beethoven: Sonata n. 12, op. 26

F. Chopin: Polonaise, Op. 53

F. Chopin: Scherzo n. 2 in B flat minor, Op. 31

F. Chopin: Fantasia Improvviso, Op. 66

J. S. Bach: Nun komm der Heiden Heiland BWV 659 (arr. F. Busoni)

Teatro Vascello. domenica 24 gennaio ore 11 – violino solo

Paganini: 24 Capricci op. 1

domenica 21 febbraio ore 11 – pianoforte solo

L. Van Beethoven: Sonata n. 11, op. 22

F. Liszt: Totentanz, S.525 (versione per pianoforte solo)

F. Liszt: Consolation n. 3, S. 172

F. Liszt: “Grande Paraphrase de Concert sur le Rigoletto de Verdi”

Teatro Vascello. domenica 21 marzo ore 11 – pianoforte/violino e ensemble d’archi Novi Toni Comites

J. S. Bach: Concerto n. 1, BWV 1052

A. Vivaldi: Concerto in sol magg., RV310

J. S. Bach: Concerto n. 2, BWV 1042

Teatro Vascello. domenica 18 aprile ore 11, violino solo (…e pianoforte solo)

J. S. Bach: Toccata e Fuga, BWV 565 (arr. F. Busoni)

J. S. Bach: Partita II, BWV 1004

W. Ernst: The last rose of the summer (tema e variazioni)

N. Paganini: God Save the King (tema e variazioni sull’inno nazionale inglese)

domenica16 maggio ore 11 – pianoforte/violino e ensemble d’archi Novi Toni Comites

J. S: Bach: Concerto BWV 1056

A. Vivaldi: Quattro Stagioni

P. I. Tchaikovsky:Valse Scherzo op. 23 (arr.per archi di S. Mhanna)

Stefano Mhanna (violinista, violista, pianista, organista, direttore d’orchestra e compositore)
Nato a Roma l’11 luglio 1995.

Formazione universitaria e accademica:
-laurea magistrale a ciclo unico in giurisprudenza;
-diplomi accademici in violino, viola, pianoforte, organo e composizione organistica.
Formazione postuniversitaria:

diploma di perfezionamento negli studi in diritto civile, commerciale e di volontaria giurisdizione, tirocinio didattico biennale in violino e triennale in organo e composizione organistica.

Premi e riconoscimenti:

premio Siae, Rotary per la sezione archi, via Vittoria di Roma, Nuove Carriere Cidim, Pressenda, MAE, 5 concorsi nazionali e 2 internazionali, menzione dalla Società Umanitaria di Milano, riconoscimento Aiarp, dal Governatorato Stato Città del Vaticano.

Organista titolare/onorario presso:
-basilica Sacro Cuore di Gesù a Castro Pretorio, chiesa s. Dorotea in Trastevere (Roma)
-direttore dell’orchestra “Novi Toni Comites”

prezzo biglietti:

fila A e C posto unico € 20

tutte le altre file intero € 15 ridotto under 26 € 12

Teatro Vascello via Giacinto Carini 78 Roma Monteverde

Acquista i biglietti on line https://www.vivaticket.com/it/cerca-biglietti/VASCELLO%20IN%20MUSICA

Programma completo su: https://www.teatrovascello.it/

Via Giacinto Carini 78 00152 Monteverde Roma Come raggiungerci con mezzi privati: Parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro.

Parcheggi a pagamento vicini al Teatro Vascello: Via Giacinto Carini, 43, Roma; Via Maurizio Quadrio, 22, 00152 Roma, Via R. Giovagnoli, 20,00152 Roma

Con mezzi pubblici: autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano: da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello.

Oppure fermata della metro Cipro e Treno Metropolitano fino a Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello

SOSTIENI LA CULTURA VIENI AL TEATRO VASCELLO

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/al-marmo-brunch-in-giardino-nei-weekend/

Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”

Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”. La musica e lo spettacolo si riaccendono dal 1 luglio al 7 agosto alla Casa del Jazz


Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”. Con Stefano Di Battista, Michael League, Omar Sosa, Danilo Rea, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Roberto Gatto,

Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”. Franco D’Andrea, Enrico Pieranunzi, Paolo Damiani, Peppe Barra, Arisa, Marco Paolini e molti altri 

La Fondazione Musica per Roma riparte con una stagione estiva concepita ad hoc per Villa Osio dal nome Casa del Jazz Reloaded che porterà sul palcoscenico i primi concerti nella splendida cornice del parco di Cdj dal 1 luglio al 7 agosto.

In cartellone il meglio del jazz italiano, ma anche straordinariamente qualche ospite straniero tra cui Michael League, leader degli americani Snarky Puppy e Bill Laurence, tastierista del gruppo (1 agosto) e Omar Sosa (25 luglio).

Questa prima parte del programma, che andrà avanti senza soluzione di continuità fino a settembre – ad eccezione della settimana di Ferragosto.

Continuano anche gli appuntamenti della rassegna I Concerti nel Parco che, come di consueto, offre produzioni originali tra musica e teatro,e a settembre i concerti di Una striscia di Terra feconda.

Primo appuntamento con Stefano Di Battista Quartet (1 luglio).

Si prosegue con Saint Louis D.O.C. (2 luglio), Markus Schinkel Trio (3 luglio), Javier Girotto Vince Abbracciante Duo (4 luglio), 

Enrico Pieranunzi “Fellini in Jazz” (5 luglio), Rita Marcotulli e Dado Moroni Duo (6 luglio), Gianluca Petrella (7 luglio), Francesco Bearzatti Tinissima Quartet (8 luglio), 

John De Leo (9 luglio), Peppe Barra (10 luglio), Pasquale Innarella Go_dex Quartet (11 luglio), Maria Pia De Vito “Dreamers” (12 luglio), 

Paolo Damiani Unit “Memoire Future” (13 luglio), Riccardo Rossi (14 luglio), Antonello Salis e Tankio Band (15 luglio), 

Marco Paolini (16 luglio), Franco D’Andrea (17 luglio), Rosario Giuliani (18 luglio), Fabrizio Bosso e Javier Girotto (20 luglio), 

Danilo Rea Trio con Massimiliano Pani (21 luglio), Giovanni Guidi e Luca Aquino duo e Giovanni Guidi Little Italy new band (22 luglio), 

Roberto Gatto (23 luglio), Ettore Fioravanti “Opus Magnum” (24 luglio), Omar Sosa & Ernesttico Duo (25 luglio), Alessio Boni (26 luglio), 

U.G.O. + Inquite (27 luglio), Max Ionata Hammond Trio (28 luglio), Arisa (29 luglio), Cinzia Tedesco “Rite Time” (31 luglio), Queen Mania Rapsody (2 Agosto), 

Julian Oliver Mazzariello Trio (4 agosto), Roberto Gatto Quartet (5 agosto), Giovanni Tommaso “Bassoprofilo” (7 agosto). 


Crediti fotografici Arisa: Julian Hargreaves

info per I Concerti nel Parco: www.iconcertinelparco.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/il-porretta-soul-festival-si-trasforma-in-porretta-soul-movies/

H.E.R. IMNCM

Nel segno del cambiamento in rotazione su Rai Radio 1 il brano finalista di H.E.R. “Il mondo non cambia mai”


H.E.R. Si ringrazia il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli

Bassi ridondanti, sonorità elettroniche trascinanti ed un testo che non lascia spazio all’immaginazione, a favore di un messaggio chiaro che grida al cambiamento, nella testa, nelle abitudini, nel coraggio di essere se stessi.

h.e.r.Un cambio di prospettiva necessario per un mondo nuovo nel segno dell’inclusione.

È il messaggio del brano “Il mondo non cambia mai” di Erma Castriota, in arte H.E.R., tra i 16 finalisti del concorso Musicultura 2020, a cui partecipa con l’etichetta Joseba Publishing.

Il brano prodotto da Gianni Testa per Joseba Publishing presso Scene Music Studio di Roma, sarà valutato insieme agli altri finalisti e giudicato dal Comitato Artistico di Garanzia, composto da grandi nomi, tra cui:

Vasco Rossi, Claudio Baglioni, Giorgia, Enzo Avitabile, Enrico Ruggeri e tanti altri ancora.

Dopo ben 19 anni Erma Castriota, che nel 2001 si è piazzata al secondo posto come Ermanno, torna in gara al Festival della Canzone Popolare e d’Autore, cambiata nell’identità sessuale e nel suo personale percorso musicale.

Un cambiamento che è la cifra artistica della violinista, riconosciuta in tutto il mondo per il talento e la virtuosità con cui approccia allo strumento.

Grazie alla grande maestria con cui H.E.R. suona il violino elettrico, è apprezzata nel panorama artistico musicale internazionale da colossi della musica come Franco Battiato, o come Morrisey, a cui si aggiungono anche collaborazioni come quella con Teresa De Sio o, in ambito teatrale, con il regista Luciano Melchionna.

Tanti gli artisti e i colleghi che sostengono H.E.R., tra cui si ritrovano Adel Tirant, Sandro Stefanini, Adriano Santono, Baye Dame Dia, lo stesso Melchionna e tanti altri ancora, che in questo momento di emergenza hanno preso parte al video realizzato in modalità home made e la cui regia è curata da Raffaele Fracchiolla.

H.E.R rid3

La frase simbolo del brano in rotazione su Rai Radio1, recita le parole «Io con quelli come me, tu con quelli come te», ed è la sintesi perfetta di come il mondo appare agli occhi dell’artista: separato dalle tante opinioni che ci precludono la condivisione e la comprensione del pensiero altrui.

Il testo-slogan di un mondo diviso che ci ricorda, anche in un momento così difficile in cui si ha paura dell’esterno, che non bisogna mai dimenticarsi di essere inclusivi.

Un messaggio condiviso e sostenuto anche dal Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli e che H.E.R, artista transgender e prima cantautrice italiana ad aver effettuato il cambio totale di genere nel 2004, afferma a gran voce con la sua partecipazione al festival diretto da Ezio Nannipieri.

Il brano bandiera ha portato l’artista di origini pugliesi all’ultima fase della XXXI edizione, pronta ad affrontare quella che sarà una vera e propria novità anche per gli organizzatori che, a causa dell’emergenza Covid-19, hanno sospeso la kermesse a favore di una competizione online, dove a votare sarà il pubblico della rete.

Il concorso proseguirà con la proclamazione degli ultimi otto vincitori, che prenderanno parte alla finalissima all’Arena Sferisterio di Macerata, in una data ancora incerta ma che attende il vincitore a cui sarà consegnato l’ambito premio di 20.000 Euro.

H.E.R. è un’artista dirompente, che ha fatto dell’androginia la forza della sua essenza.

La sua immagine ricercata e leggera (da vera icona pop), contrasta e al contempo si amalgama con il suo cantautorato e con un testo dai contenuti più severi.

H.E.R rid2

Un nuovo brano che ne determina l’esplosività artistica, allontanandola da ogni cliché e con cui H.E.R. si cimenta per la prima volta senza il suo violino.

La canzone “Il mondo non cambia mai”, parla di razzismo nel senso più ampio del termine, «Ho voluto sottolineare tutta la difficoltà che le persone hanno ad accogliere nuove idee – spiega l’artista – della tendenza che si ha a fare gruppo, sempre con chi condivide lo stesso pensiero escludendo il nuovo, anche e soprattutto adesso che si ha paura del mondo esterno.

Il mondo deve cambiare e questo può avvenire solo se cambiamo la nostra visuale in funzione di un diverso punto di vista».

Parole chiare nate dalla personale esperienza dell’artista, avuta durante un forte confronto-scontro con un amico, da cui poi è scaturita la stesura del testo.

Erma compie una sorta di ritorno con rinnovata voglia di mettersi nuovamente in gioco.

Non è infatti estranea a Musicultura, già nel 2001 partecipò al concorso (all’epoca Premio Città di Recanati) quando era ancora un ragazzo, suscitando l’interesse degli addetti ai lavori; «Ma la grande televisione forse non era pronta ad accogliere una figura “inquietante” e senza definizione come la mia», ammette.

Il mondo non cambia mai, ma forse dopo tutti questi anni qualcosa è cambiato, «Vent’anni all’incirca sono serviti a cambiare la testa alle persone; ben venga l’inclusività, l’accoglienza tra esseri umani e idee diverse tra persone, dialogo, scontro costruttivo, altrimenti il mondo non andrà avanti», conclude H.E.R.

H.E.R rid

VIDEO CREDITS “IL MONDO NON CAMBIA MAI”

Videoclip Prodotto da: Joseba Publishing ©️

https://www.josebapublishing.com/https://www.facebook.com/herviolins/https://www.instagram.com/herviolins/https://www.believemusic.com/it/https://www.afi.it/it/https://www.siae.it/it/https://www.nuovoimaie.it

Credits:

Regia e Fotografia di Raffaele Fracchiolla / Scenografia: At Home

Audio Credits:

Musica H.E.R., Francesco Seria

Testo H.E.R. / Arrangiamento Francesco Seria

Stylist: Milla

Press Germanelli.com, Mariassunta Castellano

Web Marketing Stefano Chelli

Grafica Gerardo Konte

Pre produzione Giovanni La Tosa

Si ringrazia per la partecipazione:

Angelo Pantaleo, Sandro Stefanini, Antonello Sicle’, Dave Dave, Silvia Danti, Emanuela Gabrieli, Adriano Santoro, Ferdinando D’Alessandro, Adel Tirant, Francesco Seria, Carlo Marcotulli, Emilio Rez, Luciano Melchionna, Baye Dame Dia (Papi Dia), Alessandra Zilli, Danilo Brunella, Marcovalerio e Alessio Dall’Oglio, Teresa Antonio, Michele Azzarone e i piccoli Marcello & Aronne.

Ufficio Stampa Carla Fabi Roberta Savona
Carla: carla@fabighinfanti.it
, 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/ – IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

JOSEBA PUBLISHING

LINK: https://www.youtube.com/watch?v=mCMX6SzeSX8

Website https://www.josebapublishing.com/

Facebook https://www.facebook.com/Josebapublishinglabel

Instagram https://www.instagram.com/joseba_publishing/

Twitter https://twitter.com/jsbpublishing

YouTube https://www.youtube.com/channel/UCVJg2Eiom7ZbQZf6a8NRGvg?views_as=subscribers

leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/ambrogio-sparagna-e-i-solisti-dellorchestra-popolare-italiana/