Articoli

IMGP1363 copia

Sold Out alle Muse per lo spettacolo “Ho avuto una storia con la donna delle pulizie” di Nino Marino, regia di Massimo Milazzo

E’ stata un vero e proprio successo la prima dello spettacolo “Ho avuto una storia con la donna delle pulizie” in scena fino al 14 aprile al Teatro delle Muse di Roma e che ha già registrato un vero e proprio sold out.

La commedia, ha riscosso il plauso del pubblico che, coinvolto dalla storia e dalla bravura degli attori, ha più volte interrotto lo spettacolo con applausi scroscianti.

Tra gag, battute e doppi sensi, gli spettatori sono stati coinvolti dall’intrigante storia interpretata da una bravissima Luciana Frazzetto che, con abilità, ha interpretato la protagonista calandosi nei panni di una donna semplice, invadente, dal linguaggio popolare ma assolutamente genuina.

Al suo fianco un brillante Franco Oppini, l’intellettuale blasonato che, nelle vesti del datore di lavoro, viene travolto simpaticamente dai consigli della protagonista.

A rendere ancora più frizzante la storia è Antonio Tallura, il fratello minore dello scrittore che, in tutti i modi cerca di convincerlo ad abbandonare il tipo di vita che sta facendo per tornare nella clinica di famiglia.

La commedia, scritta da Nino Marino e con la regia di Massimo Milazzo, offre uno spaccato di vita che abbraccia due mondi diametralmente opposti e che, seppur tra mille risate, offre lo spunto a mille riflessioni.

A fine spettacolo l’intera compagnia è stata letteralmente presa d’assalto dagli ammiratori che li ha “bloccati” nei camerini alla ricerca di foto e autografi.

Moltissimi i vip presenti, tra loro, solo per citarne alcuni le ex Miss Italia Nadia Bengala e Elisabetta Viaggi, la Principessa Conny Caracciolo, l’astrologa Ada Alberti, il modello Roger Garth.

Ed ancora gli attori Mario Zamma, Gianni Franco, Saverio Vallone in compagnia della moglie, Gianfranco Phino, Manuela Morabito, Pietro Romano, Geppi Di Stasio, Roberta Sanzò, Rino Santoro e Mino Sferra.

La showgirl Emanuela Mari, la stilista e modella Francesca Anastasi con il giornalista Giò Di Giorgio, Giancarlo Leone, conduttrice radiofonica Paola Aspri, Cinzia Loffredo, Lino Bon, la cantante dei Pandemonium Patria Tapparelli, Giammichele Meloni, Claudio San Just, i registi Pierfrancesco Campanella ed Angelo Antonucci.

Il produttore agente teatrale Fabrizio Perrone, l’agente cinematografico Andrea Lamia, l’assessore del comune di Anagni Cataldo Perfetti, il musicista Antonio Maiello, il Radio Speaker Alessandro Scapicchio.

Il presidente della delegazione Romana dell’Accademia Italiana del Peperoncino Antonio Bartalotta dell’IPSE DIXIT che ha consegnato alla Frazzetto il Diploma accademico come ambasciatrice del peperoncino.

Si ricorda che lo spettacolo rimane in cartellone fino al 14 Aprile

 Francesco Caruso Litrico

Ufficio stampa – Comunicazione e Promozione

3334682892 – fralit@alice.it

Adriano Di Benedetto

 

Antonio Tallura Luciana Frazzetto e Franco Oppini

Teatro delle Muse commedia in due tempi di Nino Marino, con Luciana Frazzetto e Franco Oppini, Antonio Tallura, regia di Massimo Milazzo.

Risate, battute, doppi sensi e gag ma anche un pizzico di riflessione sono il filo conduttore della commedia, in scena dal 28 marzo al 14 aprile, scritta dal brillante Nino Marino “Ho avuto una storia con la donna delle pulizie”.

La commedia vede come protagonista femminile la spumeggiante Luciana Frazzetto che interpreta il ruolo della donna delle pulizie, dalla genuinità e spontaneità speziata da un briciolo di invadenza.

Insomma Luciana Frazzetto, effervescente e con un carisma unico e coinvolgente, calza i panni della donna delle pulizie, con un linguaggio semplice, quasi popolare, in modo cameratesco e si dà un gran daffare per elargire consigli al suo datore di lavoro, interpretato da Franco Oppini, uno scrittore insoddisfatto e sfortunato con le donne.

Due mondi opposti a confronto che vedono da un lato un intellettuale blasonato e innamorato di una donna ma non corrisposto e dall’altro la donna semplice e spontanea che si trasforma in un piccolo e invadente consigliere.

Ne esce un quadro intrigante sapientemente condito da consigli, battibecchi e gag che coinvolgeranno gli spettatori in divertentissimi e frizzanti dialoghi.

Antonio Tallura, invece è il fratello minore dello scrittore. Entrambi provengono da una famiglia blasonata, proprietaria di una clinica al nord.

Tenta di convincere il fratello ad abbandonare la strada dello scrittore e tornare nella clinica di famiglia.

A tirare i fili della commedia è l’ottima regia di Massimo Milazzo che dirige magistralmente gli attori e che con la compagnia e l’intero cast, regalerà agli spettatori dei momenti unici ma …. come andrà a finire questo intrigo?

Lo scoprirete solo andando al Teatro e Vi assicuriamo che è una commedia davvero spassosa perché i nostri attori sapranno divertirci ed emozionare durante l’arco di tutta la commedia. Ne vale veramente la pena.

TEATRO DELLE MUSE

Via Forlì, 43 (angolo Via Bari) Roma  

Info e prenotazioni 06 44 11 91 85 – 06 44 23 36 49

Dal 28 Marzo al 14 Aprile

Giovedì e venerdì ore 21.00 – sabato ore 17.00 ed ore 21.00 – domenica ore 18.00.

Francesco Caruso Litrico

Ufficio stampa – Comunicazione e Promozione

3334682892 – fralit@alice.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-gianfranco-berardi-e-gabriella-casolari-in-amleto-take-away/

https://unfotografoinprimafila.it/gianfranco-butinar-al-teatro-brancaccio-ricordando-califano-in-80-nostalgia-di-califano/

Teatro delle Muse

Una commedia scritta da Nino Marino e diretta da Massimo Milazzo, con Luciana Frazzetto, Franco Oppini e Antonio Tallura al Teatro delle Muse.

Dal 28 marzo al 14 aprile potrete assistere all’esilarante commedia scritta da Nino Marino Ho avuto una storia con la donna delle pulizie”.

La commedia vede come protagonista femminile la spumeggiante Luciana Frazzetto.

La protagonista Luciana una donna delle pulizie impetuosa e “genuina” che con il suo linguaggio romanesco e verace eroga a profusione consigli, al suo principale, sul come conquistare una donna.

Il datore di lavoro in questione interpretato da Franco Oppini ed è uno scrittore ed intellettuale insoddisfatto che con le donne proprio è sfortunato.

Nascono così dei battibecchi simpatici che daranno vita a esilaranti gags in trascinanti e divertentissimi dialoghi.

Antonio Tallura invece è il fratello minore dello scrittore “Franco Oppini”.

Entrambi provengono da una famiglia blasonata, proprietaria di una clinica al nord. In occasione di un convegno quindi Antonio va a Roma a trovare il fratello.

Ne constata le condizioni bohemien, e lo incita abbandonare la strada dello scrittore in favore di un lavoro migliore, magari nella clinica di famiglia.

Il suo atteggiamento ironico, autoritario ed anche un po’ paternalistico darà luogo ad una serie equivoci anche in questo caso molto divertenti ma che in realtà svelano solitudini di mondi isolati che poi si incontreranno? ….

Per saperlo bisogna vedere lo spettacolo! che Vi assicuriamo sarà davvero spassoso e spumeggiante.

L’ottima regia è curata da Massimo Milazzo, con assistente alla regia Cristina Galardin.

Le scene sono di Federica Sollazzo, lo scenotecnico è Andrea Franculli ed i costumi sono di Roberto di Falco. 

Le sarte: Lilli di Folco e Dina Malisani. Fotografa di scena Laura Camia.

Ufficio stampa evento Francesco Caruso Litrico.

Articolo di Ester M. Campese

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/fiera-di-roma-dal-4-al-7-aprile-2019-romics-festival-internazionale-del-fumetto-animazione-cinema-e-games/

https://unfotografoinprimafila.it/dove-andiamo-domenica-io-vado-a-palestrina-palazzo-barberini-museo-archeologico-viaggio-nella-bellezza/

 

IMGP8055 1480x984 700x465

Continua il grande successo per il tributo a Massimo Troisi al Teatro delle Muse con “Mò me lo segno” ed entusiasmo per i “Postini Salva-Cuore” che hanno girato per la città nel ricordo dell’artista.

Un plauso a tutta la compagnia che ha animato in queste sere il Teatro delle Muse, con lo spettacolo “Mò me lo segno”, un atto d’amore di Geppi in ricordo dell’amico Massimo Troisi.

Aneddoti e riflessioni di Massimo Troisi, un grande attore di S. Giorgio a Cremano, il tutto rivisitato con l’amore che Geppi a saputo dare alla storia.

Sul palco due grandi attrici Roberta Sanzò e Alida Tarallo che hanno dato sfoggio della loro bravura, Carlo Badolato che ha interpretato Neruda magnificamente, un attore che non deve dimostrare più nulla.

Sulle capacità di Geppi Di Stasio come attore, autore, regista e cantante non si sono scoperte con questa commedia ma si conoscevano da tempo.

In “Mò me lo segno”, in scena fino al 3 marzo al Teatro delle Muse, riviviamo quelli che erano i pensieri di Massimo Troisi, le sue idee, il suo essere artista, ma non solo, in uno spettacolo dalle mille sfumature scritto e diretto da Geppi Di Stasio.

Lo spettacolo, attraverso l’incontro ideale tra Troisi, interpretato dallo stesso Di Stasio, e Neruda, interpretato da Carlo Badolato, mette in evidenza tutte le loro affinità, in particolare l’appartenenza al mare, che sempre fu forte in entrambi, e la passione per le donne.

Veramente commoventi e significativi i momenti musicali eseguiti al piano da Emiliano Federici con la voce dei protagonisti dello spettacolo con un ulteriore omaggio all’indimenticabile Pino Daniele, accompagnati calorosamente da tutto il pubblico.

Importanti anche i confronti tra donna del nord e donna del sud, impersonate da Roberta Sanzò e Alida Tarallo, che riflettono gli stereotipi ad esse legate anche in maniera ironica: la prima emancipata e composta, la seconda forse meno rigorosa ma più passionale.

Un applauso dopo l’altro e tante risate in un viaggio rivissuto attraverso citazioni, immagini e canzoni.

Nelle prime file alcuni familiari del celebre attore, ma ad affollare la platea anche numerosi personaggi tra i quali: Lino Patruno, Alex Partexano, Gabriele Marconi, Patrizia Tapparelli, Luciana Frazzetto con Massimo Milazzo.

La principessa Conni Caracciolo, le bellissime Linda Collini e Barbara Clara (tra le protagoniste di Centovetrine), Magico Alivernini, Anthony Peth, Giò di Giorgio, Milena Stornaiuolo, Simonetta Rinaldi, Antonello De Pierro, Martina Cambi, Detto Mariano e tanti altri.

 Numerosi ciclisti dell’associazione “Pedalando nella storia”, capitanati da Andrea Perugini, che si sono resi protagonisti di un evento speciale.

Nella giornata del debutto, coincidente con la festa i San Valentino, si sono trasformati in “Postini Salva-Cuore” portando in giro nella capitale il ricordo di Troisi per ribadire alle coppie l’importanza dell’amore per la vita e il valore di una corretta prevenzione per la salute del cuore.

Vi consigliamo di non perdere questo show carico di emozioni che ha coinvolto il pubblico dall’inizio alla fine, nel ricordo di un mito senza tempo, Massimo Troisi.