Articoli

Gennaro Calabrese con “La Mamma Calabrese”.

Gennaro Calabrese con “La Mamma Calabrese”. L’istrionico attore Gennaro Calabrese ha sempre regalato al suo pubblico una varietà di “prodotti artistici”.


Gennaro Calabrese con “La Mamma Calabrese”, Prodotti che non solo hanno strappato tantissime risate ma hanno messo in risalto la bellezza della sua terra, la sua gente, un Sud caratterizzato da professionisti veri che, magari, rispetto ad altri arrivano dopo al traguardo, ma ci arrivano.

Gennaro Calabrese con “La Mamma Calabrese”. E la vittoria ha un sapore ancora più dolce.

Gennaro Calabrese con “La Mamma Calabrese”.
Gennaro Calabrese con “La Mamma Calabrese”.

Ne sa qualcosa il vulcanico Calabrese che, in questi anni, si è fatto conoscere da un Paese intero grazie alla sua verve innata, alla sua gentilezza e semplicità ma, soprattutto, a quel talento raffinato, unico e, a volte, pungente.

La genialità di questo giovane attore comico ed imitatore, ottima penna, i suoi lavori sono scritti e ideati da lui, è saper raccontare con semplicità la vita vera, la quotidianità e i protagonisti che ne fanno parte.

E lo ha fatto anche nel suo ultimo lavoro “La mamma Calabrese” dove fa conoscere quell’essere inimitabile della classica mamma del Sud sempre attenta alle esigenze del figlio, premurosa, amorevole, fissata con il cibo e la pulizia personale e della casa, ma costantemente al fianco della propria prole.

Una vera guerriera pronta a sfoderare per tirare su il figlio prelibati piatti, a dir suo “poco calorici ma salutari”, come peperoni ripieni, melanzane fritte, frittelle di fiori di zucca, parmigiana e tante altre pietanze alle quali è impossibile dire di no.

Insieme alla bravissima attrice Angela Costantino e con la partecipazione di Daniele Calandra, Marco e Carmelo Lo Re, il mattatore Calabrese fa un omaggio a tutte le mamme, donne straordinarie sempre pronte a tendere la loro mano per rialzarci.

“Le mamme sono come i supereroi, non hanno paura di nulla, dispensano il loro amore incondizionatamente e anche se sei diventato grande, loro sono lì, sempre al tuo fianco, pronte a risolvere ogni problema e non hanno bisogno di tante spiegazioni, basta uno sguardo e il loro abbraccio è il luogo sicuro dove vorresti vivere per sempre – afferma l’attore Calabrese -.

Gennaro Calabrese con “La Mamma Calabrese”. Sono un perfetto mix di gentilezza e tenacia e non potevo non fare un video che rappresentasse la loro essenza, il loro infinito amore che non lo si trova in nessuna forma possibile”.

Anche questa volta, il poliedrico Calabrese ha colpito nel segno strappando non solo un sorriso a chi guarda il videoclip, ma ha ribadito come le mamma sono le uniche al mondo che riusciranno a sostenere i pilastri traballanti di qualsiasi situazione della vita e solo loro non ci volteranno mai le spalle. 

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/04/30/inaugurato-il-parco-mumu-musi-da-murales-balene/

https://www.unfotografoinprimafila.it/gabriele-cirilli-360-sfumature-di-artista/

Guarda il video

Peppe Piromalli e Gennaro Calabrese messaggio di speranza.

Peppe Piromalli e Gennaro Calabrese messaggio di speranza. “È un momento difficile per tutto il Paese, la gente ha paura, è stanca e preoccupata ma dobbiamo resistere.


Peppe Piromalli e Gennaro Calabrese messaggio di speranza. Solo rispettando le tre regole fondamentali, distanze sociali, indossare la mascherina e igienizzarsi le mani, possiamo sconfiggere il Coronavirus“. 

Gli attori reggini Peppe Piromalli e Gennaro Calabrese stemperano i toni delle accese manifestazioni nelle piazze italiane del comparto artistico e non solo, e dalla riva dello Stretto, lanciano un messaggio di speranza per continuare tutti insieme la battaglia contro la pandemia che ha messo in ginocchio un Paese.

Peppe Piromalli e Gennaro Calabrese messaggio di speranza. “Siamo preoccupati ma fiduciosi che questa grave crisi sanitaria, economica e sociale sia sconfitta.

Ci vuole ancora un po’ di tempo e, soprattutto, dobbiamo tutti rispettare le normative ed essere responsabili – afferma il direttore artistico dell’Officina dell’arte Piromalli -.

Tutelare la salute e il lavoro dei cittadini è un dovere che lo Stato deve garantire al suo popolo ma non dobbiamo lasciare che la rabbia, la paura e la delusione di una nuova chiusura prenda il sopravvento sul raziocinio.

Dobbiamo fare un ulteriore sforzo, accettare le disposizioni del nuovo DPCM del Governo per mettere all’angolo definitivamente un virus che ci ha tolto la nostra quotidianità, il nostro lavoro, i nostri affetti, la possibilità di abbracciarci”. 

L’attore e numero uno dell’Oda aveva già programmato la nuova stagione artistica al “Cilea”, sarebbe dovuta partire a Gennaio 2021 ma “per il momento è rimandata anche se, continueremo a pianificare e a mettere in campo idee da realizzare appena riapriranno i teatri”. 

Il comico e imitatore Calabrese sa bene che “un nuovo lockdown sarà un’ulteriore batosta per il mondo della cultura, dello spettacolo, dello sport, del mondo imprenditoriale ma dobbiamo resistere e continuare ad essere coscienziosi per non mandare in fumo tutti i sacrifici fatti sino ad oggi”. 

“Non è semplice in questo particolare momento storico, conciliare il diritto al lavoro con il diritto alla salute ma non possiamo eliminare questo terribile virus continuando a fare resistenza o a non indossare i dispositivi di protezione – continua Calabrese -.

Io come tanti altri colleghi vivo di arte, di teatro, di spettacoli e mi manca il calore e il contatto con il mio pubblico ma credo che sia necessario adesso, fermarci per salvarci, salvare i nostri cari da questo virulento virus.

Comprendo la protesta di tutti i professionisti e le difficoltà di un Governo che nell’immaginario collettivo, dovrebbe fare sempre meglio, ma dobbiamo stare attenti e rispettare le disposizioni.

Io sfrutterò questo periodo per studiare, scrivere nuovi spettacoli, migliorarmi nell’attesa di poter nuovamente calcare il palco. Facciamo tutti un altro piccolo sforzo per poter tornare a vivere serenamente, riaprire i nostri splendidi teatri e regalare finalmente un po’ di serenità”. 

Peppe Piromalli e Gennaro Calabrese

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/costanzo-non-registra-da-noi-teatro-parioli/

Maurizio-Mattioli-non-abbandonateci

“Non abbandonateci”. Sta riscuotendo un notevole successo, il nuovo video denuncia degli attori Enzo Salvi, Gennaro Calabrese e Maurizio Mattioli.


“Non Abbandonateci” con Mattioli, Salvi e Calabrese. Insieme per sensibilizzare le coscienze e spronare il Governo centrale affinché aiuti l’arte a rimettersi in moto. 

Non Abbandonateci. Il divertente videoclip “Non abbandonateci”, girato presso l’agriturismo “La Tenuta dei Piani” ad Ostia, montaggio e regia portano la firma della bravissima Francesca Esposito.

“Non Abbandonateci” con M. Mattioli, E. Salvi e G. Calabrese. Vede protagonisti tre attori amatissimi dal Bel Paese e che, con la loro ironia pungente ma sana, sollecitano il Governo a non dimenticarsi degli attori e di tutti gli operatori dello spettacolo che devono inevitabilmente essere aiutati a ripartire. 

Nei panni del premier Giuseppe Conte, l’istrionico comico e imitatore reggino Gennaro Calabrese entusiasta di fare parte di un progetto, che, nato da una idea di Enzo Salvi, vuole restituire all’Italia ricca di arte, cultura e bellezza, la dignità che merita.

“Il Coronavirus, in questi mesi, ha purtroppo stravolto la nostra vita, fermato il nostro lavoro e, oggi più che mai.

Il Governo deve sostenere la cultura, l’arte, i teatri – afferma l’attore Calabrese – Insieme ad Enzo e Maurizio denunciamo l’attuale situazione del settore invitando chi di dovere, a rivedere eventualmente, nelle Regioni dove il Covid-19 è stato arginato, limitazioni e a sostenere concretamente con aiuti economici, gli organizzatori di eventi di tutta Italia.

Oggi, la gente ha paura di andare a teatro o partecipare a qualsiasi evento culturale e i promoter non rischiano né investono su spettacoli che per le restrizioni imposte, riducono i numeri di presenze. 

Tutto il nostro settore è ko: il fonico, l’addetto alle luci, lo scenografo, i costumisti ne risentono quanto l’attore della mancanza di lavoro.

 Il Covid-19 non ha bloccato solo gli attori ma tutte le maestranze che lavorano dietro il palco, dietro un set cinematografico, dietro un live. 

Adesso, è necessaria una ripresa e che sia una ripresa per tutto il Paese”. 

Il videoclip mostra ancora una volta, la bravura di tre attori di razza, geniali a scrivere ed interpretare un testo che, in un solo minuto e 34 secondi, racchiude l’accorato appello di tutti gli artisti italiani desiderosi a tornare tra la gente per strappare sorrisi, emozioni, regalare gioia e momenti di serenità. 

Enzo, Gennaro e Maurizio hanno raccolto un sentimento comune manifestandolo con garbo ed ironia, a chi può davvero cambiare le cose. Adesso, spetta al Governo scegliere da che parte stare. 

Di seguito il link del video

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=947319459054370&id=274047086381614

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/massimiliano-rosolino-23-weekend-alla-smile-house-roma/