Articoli

Intorno a Dante. I circoli di lettura leggono la Commedia 

Intorno a Dante. I circoli di lettura leggono la Commedia è la prima iniziativa promossa da Biblioteche di Roma per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante.


Intorno a Dante. I circoli di lettura leggono la Commedia. Iniziativa che rende protagonisti i circoli di lettura, piccole comunità aperte dove la lettura condivisa diventa la chiave per conoscere il mondo anche attraverso lo sguardo degli altri e nell’ascolto reciproco.

Quest’anno l’Italia intera ricorda questo anniversario con iniziative, studi, pubblicazioni a vari livelli che prendono vita ovunque e la rete di Biblioteche di Roma intende aderire alle celebrazioni secondo lo spirito che caratterizza le biblioteche di pubblica lettura, coinvolgendo i membri dei circoli chiamati a leggere, ciascuno a suo modo, dieci canti della Divina Commedia.

Intorno a Dante. I circoli di lettura leggono la Commedia 
Intorno a Dante. I circoli di lettura leggono la Commedia 

Ogni domenica alle ore 12, a partire dal 28 marzo, on line sulla pagina FB di Biblioteche di Roma, i circoli si alterneranno nella lettura di alcuni tra i canti più noti e iconici della Commedia: dal “mezzo del cammin” fino all’”Amor che move il sole e l’altre stelle”.

Un viaggio intorno a Dante che, partendo dal suo testo più rappresentativo, consentirà anche di conoscere aspetti particolari del suo tempo e della sua poetica grazie a dieci esperti che accompagneranno la lettura con brevi focus di approfondimento, tra i quali: 

Lucilla Giagnoni, Gian Luigi Beccaria, Luca Serianni, Bianca Garavelli, Antonio Zoccoli, Franco Nembrini, Filippo La Porta, Jhumpa Lahiri, Giulio Ferroni, Laura Pugno.

Di seguito il calendario di pubblicazione dei video con le letture:

28 marzo

Inferno Canto I – circolo Biblioteca Casa delle Letterature

con Lucilla Giagnoni

4 aprile

Inferno Canto V – Circolo Biblioteca Basaglia

con Gian Luigi Beccaria

11 aprile

Inferno Canto X – Circolo Biblioteca Villino Corsini

con Luca Serianni

18 aprile

Inferno Canto XIX – Circolo Biblioteca Giordano Bruno

con Bianca Garavelli

25 aprile

Inferno Canto XXVI – Circolo Biblioteca Casa delle Traduzioni

con Antonio Zoccoli

2 maggio

Inferno Canto XXXIII – Circolo Biblioteca Europea

con Franco Nembrini

9 maggio

Purgatorio Canto V- Circolo Biblioteca Ennio Flaiano

con Filippo La Porta

16 maggio

Purgatorio Canto XXX -Circolo Biblioteca Cornelia

con Jhumpa Lahiri

23 maggio

Paradiso Canto XVII – Circolo Biblioteca Villa Leopardi

con Giulio Ferroni

30 maggio

Paradiso Canto XXXIII – Circolo Biblioteca Laurentina

con Laura Pugno

Ufficio Stampa

Istituzione Biblioteche Centri culturali di Roma Capitale

Via Ulisse Aldrovandi 16, 00197 Roma

Mobile 335.8497011

p.belluscio@bibliotechediroma.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/2021/03/24/strepitosamente-flop-di-pierfrancesco-campanella-sul-nuovo-canale-cg-tv/

https://www.unfotografoinprimafila.it/david-ceccarelli-storie-di-ratti-gatti-piratti/

72085598 2664441146941113 7489725556024410112 o

Teatro Porta Portese l’esilarante commedia “Applaudi Cretino” testo e regia di Marco Todisco

Teatro Porta Portese va in scena “Applaudi cretino”di Marco Todisco. Sinossi e note di regia “Applaudi Cretino Come si può spiegare Applaudi Cretino? Seguendo la trama?

Teatro Porta Portese va in scena “Applaudi cretino”di Marco Todisco prova a mandare in scena Ornella Lorenzano, Federico Baldini, Benedetta Orlando e Luca Perrone: non ci crede più in loro e crede che questa sia la sua ultima chance.

Se lo ripete da anni, ma ormai è deluso, è sconfitto.

Pensa che tutto questo non serva più a nulla: ma Marco Todisco ha fermato delle date, deve andare in scena.

E’ costretto ad andare in scena.

E porterà il suo spettacolo più bello, lo spettacolo per tutti, che può piacere a tutti: “Sentimentalmente ci siamo!”

Cosa accadrà? Di tutto.

Marco non sarà preparato: perché prepararsi al peggio è difficile, è complicato, è complesso.

Lui spera di avere successo.

Tutti sperano nel successo. Il problema è sapere dove sta sto fantomatico successo. E che forma ha.

Perché Applaudi Cretino?

Perché ci piace insultarci, da sempre. Ci piace prenderci in giro. Perché non lo fate anche voi?

A che serve Applaudi Cretino?

Risolve i problemi di forfora e di acne giovanile.

Inoltre, studi medici informano che vedere Applaudi Cretino abbassa la vista di almeno 6 diottrie, facilitando la raccolta differenziata (potrai finalmente buttare l’umido dove vuoi tu, senza alcun rimorso).

Insomma purificati.

Vieni a vedere l’unico spettacolo “che non si sa quando inizia e non si sa quando finisce”. E alla fine potrai dire al tuo vicino di posto, oramai cecato, “Applaudi Cretino”

TEATRO PORTA PORTESE

Via Portuense 102 – Roma Tel. 065812395

BIGLIETTI

INTERO 15,00 EURO (13,00 EURO +2,00 DI TESSERA)

RIDOTTO 12,00 EURO (10,00 + 2,00 DI TESSERA)

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/off-off-theatre-che-fine-hanno-fatto-bette-davis-e-joan-crawford/

https://unfotografoinprimafila.it/week-end-con-i-rinoceronti-al-bioparco-di-roma/

De Marchi Laura

Nella commedia “Disperata per Davvero”, di e con Laura De Marchi, una carrellata di personaggi femminili.

Sabato 27 aprile alle ore 21.00 e domenica 28 aprile alle 17.30 al Teatro Comunale “Le Fontanacce” di Rocca Priora, diretto dall’attrice Luciana Frazzetto e dal regista Massimo Milazzo.

In scena una segretaria illusa di essere ricambiata dal “capo”, una casalinga convinta di aver superato il problema della depressione, un’attrice che filtra e vive il suo mondo e quello delle amiche attraverso l’analisi.

Ma anche una donna pesante che pensa di alleggerire e trasformare la sua vita perdendo peso, una madre invidiosa della figlia e infine la signora Elda (il personaggio più conosciuto di Laura De Marchi) che racconta in maniera ironica e grottesca quello che una donna “normale” si trova ad affrontare nella vita di tutti i giorni.

Uno spettacolo esilarante che denuncia, attraverso l’ironia, la condizione ancora tutta da definire della donna contemporanea.

 Buon divertimento

PREZZO INTERO       € 15,00

PREZZO RIDOTTO     € 12,00

Presentando la tessera Biblio + Sbcr: RIDOTTO € 10,00

Teatro Comunale Le Fontanacce

Piazzale Zanardelli (sotto il Belvedere) Rocca Priora

Sabato 27 aprile 2019   ore 21.00   

Domenica 28 aprile 2019   ore 17.30

Info e prenotazioni: 06 49 77 96 59 – 348 92 94 368        

www.teatrocomunalelefontanacce.it       teatrolefontanacce@libero.it

De Marchi Laura

Un Matrimonio

Dal 26 aprile al 12 maggio al Teatro de’ Servi di Roma sarà in scena una divertente commedia scritta da Antonio Romano dal titolo “Un matrimonio all’improvviso”.

Antonio protagonista insieme a Carlotta Ballarini, Laura Garofoli, Gaia Benassi, Giuseppe Renzo e Martina Tonarelli. La regia è affidata a Antonio Grosso.

Paolo e Giulia convivono da diversi anni. I due hanno caratteri opposti: lei romantica e sognatrice, lui è l’eterno “bamboccione” che pensa che a 40 anni si è ancora troppo giovani per il matrimonio.

Quando Paolo è sicuro che ormai si possano considerare una coppia stabile e serena, Giulia, un po’ per caso un po’ per calcolo, decide che è arrivato il momento di mettere su famiglia e appagare il suo desiderio di maternità.

Attorno ai due gravità anche un’altra coppia, formata dal fratello di Giulia e sua moglie, oltre a presunte amanti… che renderanno la storia ancora più divertente surreale, ricca di gag.

L’atmosfera che si respirerà durante i preparativi del matrimonio, metterà in risalto, attraverso un registro comico, le aspettative, i timori e alcune contraddizioni tipiche della vita di coppia, unite a riflessioni sul futuro delle nuove generazioni, sulle paure e sulle responsabilità genitoriali.

UN MATRIMONIO ALL’IMPROVVISO

di Antonio Romano

con Antonio Romano, Carlotta Ballarini, Laura Garofoli,

Gaia Benassi, Giuseppe Renzo e Martina Tonarelli

Regia Antonio Grosso

Aiuto regia Rocco Piciulo

Scene Giuseppe Pizzi Russo

Luci e suoni Tony Di Tore

Costuni Roberto Di Falco

Foto Danilo Giovannangeli

TEATRO DE’ SERVI

via del Mortaro 22 – Roma

Dal 26 aprile al 12 maggio 2019

Info: 06 6795130  – www.teatroservi.it

Biglietti Intero 24€ Platea – Galleria 21€

 

foto1

La Compagnia teatrale Sogni di Scena presenta “Sei personaggi in cerca d’attore” ovvero il giallo del giallo al Teatro San Genesio

È una commedia nella commedia il nuovo, attesissimo testo scritto dalla regista Emilia Miscio, che dal 2 al 5 maggio porterà i suoi “Sei personaggi in cerca d’attore” sul palco del teatro San Genesio di Roma.

Un titolo dall’eco pirandelliana per due gialli che si intersecano, due presunti casi di omicidio da risolvere, contraddistinti dai toni spassosi e incalzanti della Compagnia Sogni di Scena.

Un gruppo di attori si trova in teatro per l’ennesima replica di uno spettacolo: un giallo ambientato negli anni ’30 in Inghilterra.

A seguito della presunta morte di uno degli attori, questo viene sostituito all’ultimo momento dal fonico, che si offre di interpretare il ruolo mancante.

Di conseguenza, la regista decide di sostituire il fonico in cabina regia.

La vicenda dà vita a una serie di errori a catena e situazioni esilaranti che si avvicendano sul palco, mettendo a dura prova gli attori, costretti a improvvisare per porre rimedio a una replica che si preannuncia disastrosa!

La pièce incarna con dinamismo e brio le più grandi angosce di attori e addetti ai lavori, omaggiando, con l’originale cifra stilistica che caratterizza il tocco della Miscio.

Una moltitudine di testi che hanno visto il loro successo proprio mostrando al pubblico il misterioso e folle mondo del dietro le quinte.

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’ATTORE

ovvero il giallo del giallo

un errore di commedia scritto e diretto da Emilia Miscio

con Simone Giulietti, Emma De Nola, Fabio Mascaro, Federica Preite, Gabriele Vender, Giordano Grassi, Licia Pacella, Michela Fontana, Barbara De NArdis, Emanuele Grassetti.

Scene: Giorgio Miscio

Aiuto scene: Valentina Sarandrea
Direttore di scena: Simona Borrazzo

Fonica: Giorgia Caredda

Trucco e parrucco: Sara Giulietti e Stefania Stania

Foto e video: Riccardo Dell’Era
Ufficio Stampa: Chiara Bencivenga

TEATRO SAN GENESIO (via Podgora, 1 – P.zza Mazzini)

Dal e al 5 maggio 2019

Dal giovedì al sabato ore 21.00; domenica ore 17.00

Info e prenotazioni compagniasognidiscena@gmail.com – 063223432 / 3470619618

INTERO 15,00 €

RIDOTTO 12,00 € (over 65 e studenti)

www.compagniateatralesognidiscena.it

foto1

Marta Scelli

Giovedì 4 aprile ore 21.00 Marta Scelli presenta Viaggio nella Divina Commedia: L’Inferno al Teatrosophia

Un’esperienza spirituale decisiva, di rinnovamento e di espansione della propria identità: così si potrebbe raccontare, in una sintesi estrema, la Commedia di Dante Alighieri.

Attraverso la memoria, Marta Scelli ha voluto far propria questa avventura, sperimentandone la forza coinvolgente: ciascuno di noi, nella sua identità di essere umano, nella faticosa ed entusiasmante impresa di costruire la propria identità, è chiamato alla sfida della ‘selva oscura’ affrontata.

“Viaggio nella Divina Commedia”, questo il titolo dello spettacolo in scena a Teatrosophia il 4 aprile, attraverso incontri dedicati a singoli temi o sezioni del percorso dantesco, è un modo per restituire e condividere questa esperienza: un viaggio compiuto insieme agli spettatori.

Uno spettacolo che assume, sera per sera, fisionomie nuove e imprevedibili.

Un’avventura che si apre a interrogativi inaspettati, nell’intento di restituire un’opera alla sua energica, talvolta scandalosa, mai scontata, vitalità.

Dalla viltà all’amore all’accidia

L’avvio del viaggio dantesco non è scorrevole. Sono enormi le resistenze che Dante deve superare per intraprendere in piena consapevolezza il suo cammino di conoscenza – e soprattutto di auto conoscenza.

Si trova dinanzi a situazioni e personaggi inaspettati, a paradossali abitatori dell’Inferno.

Dagli incolpevoli Spiriti Magni del Limbo, passando per Paolo e Francesca, fino a giungere a coloro che l’Inferno lo subiscono per la loro incapacità di godere appieno della bellezza della vita, le tappe del percorso dantesco illuminano dimensioni di stupefacente attualità, di ciò che siamo abituati a classificare come ‘peccato’.

Ma soprattutto, Dante ci mette dinanzi agli inferni che quotidianamente abitiamo, ilpiù delle volte in assoluta inconsapevolezza…

AVVISO AI SOCI

Tessera preventiva obbligatoria

al link www.teatrosophia.com/associati 

Teatrosophia

via della Vetrina 7 – Roma

4 aprile 2019

ore 21.00

Info e contatti: info@teatrosophia.com –

tel: 06.68801089 – 375.5488661

web. www.teatrosophia.com

Bigietti 13€ + 2€ tessera associativa del teatro

Fb: www.facebook.com/teatrosophia2018/

 

Andy e Norman

Dal 4 al 14 aprile il Teatro degli Audaci aprirà il sipario alla commedia più divertente ma sempre attuale: “Andy e Norman”

 A pochi mesi dalla scomparsa del drammaturgo e sceneggiatore statunitense Neil Simon il direttore artistico del Teatro degli Audaci Flavio De Paola decide di portare in scena, per omaggiarlo, una delle più esilaranti commedie scritte negli anni ’60 “Andy e Norman”.

In scena dal 4 al 14 aprile 2019 per la regia di Flavio De Paola con Flavio De Paola, Gianluca Delle Fontane e Giulia Di Turi.

Le vicende ruotano attorno ad una coppia di scapoli, appunto Andy e Norman, che con grandi difficoltà gestiscono, dirigono e producono una rivista alternativa.

Ma purtroppo la ditta “Andy e Norman i geni della biro” è costantemente alle prese con una cronica indisponibilità economica. I due cercano di barcamenarsi con esiti penosi, tra pagamenti rimandati e scadenze per le consegne di copioni non onorati.

Norman, vittima di una crisi di inventiva, non riesce a concludere il musical al quale lavora, consumando i suoi polpastrelli su una vecchia macchina da scrivere mentre Andy, produttore un po’ confusionario, divide la sua giornata tra la vendita di abbonamenti della rivista e le strane idee della Sig.ra Macchinini, la stravagante padrona di casa.

Ad alterare il già precario equilibrio tra i due ci penserà Sophie, attraente ragazza americana trasferitasi da poco nell’abitazione accanto, in procinto di sposarsi con un marine.

Si intreccia, quindi, un rapporto a tre, in cui le tre figure si muovono all’interno delle maglie di una trama ricca di situazioni esilaranti, ma di cui non vi sveliamo l’evolversi…altrimenti che gusto ci sarebbe?!

La commedia in due atti “Andy & Norman” è una fiaba moderna nel perfetto stile dell’autore, Neil Simon, che con armonia e sarcasmo unisce le attività degli anni ’60, alle nevrosi dell’uomo contemporaneo, esaltandone i toni più comici.

Flavio De Paola e Gianluca Delle Fontane riescono a tradurre e adattare in modo estremamente brillante un testo la cui struttura si basa su dialoghi serrati e la cui tensione va mantenuta per l’intero arco dello spettacolo.

La cosa riesce con grande maestria, grazie alla poliedricità e alla naturale simpatia degli interpreti.

Ma senza dare troppe anticipazioni vi invitiamo a visitare il sito http://www.teatrodegliaudaci.it ed a prenotare il “vostro” posto telefonando al numero 06 94376057.

Teatro degli Audaci – Via Giuseppe De Santis 29 Roma

Link utili

PER INFO

http://www.teatrodegliaudaci.it

Telefono 06 94376057

PER RITIRARE I BIGLIETTI

Dal lunedì al venerdì e la domenica 16:00 – 20:00

Sabato 10:00 – 13:30 e 16:00 – 20:00                                            

PER PRENOTAZIONI E INFO

Dal lunedì al sabato 10:00 – 13:30 – Domenica  16:00 – 20:00

COSTO dei BIGLIETTI: intero € 18,00 – ridotto € 15,00 compreso di diritti di segreteria     

Antonio Tallura Luciana Frazzetto e Franco Oppini

Teatro delle Muse commedia in due tempi di Nino Marino, con Luciana Frazzetto e Franco Oppini, Antonio Tallura, regia di Massimo Milazzo.

Risate, battute, doppi sensi e gag ma anche un pizzico di riflessione sono il filo conduttore della commedia, in scena dal 28 marzo al 14 aprile, scritta dal brillante Nino Marino “Ho avuto una storia con la donna delle pulizie”.

La commedia vede come protagonista femminile la spumeggiante Luciana Frazzetto che interpreta il ruolo della donna delle pulizie, dalla genuinità e spontaneità speziata da un briciolo di invadenza.

Insomma Luciana Frazzetto, effervescente e con un carisma unico e coinvolgente, calza i panni della donna delle pulizie, con un linguaggio semplice, quasi popolare, in modo cameratesco e si dà un gran daffare per elargire consigli al suo datore di lavoro, interpretato da Franco Oppini, uno scrittore insoddisfatto e sfortunato con le donne.

Due mondi opposti a confronto che vedono da un lato un intellettuale blasonato e innamorato di una donna ma non corrisposto e dall’altro la donna semplice e spontanea che si trasforma in un piccolo e invadente consigliere.

Ne esce un quadro intrigante sapientemente condito da consigli, battibecchi e gag che coinvolgeranno gli spettatori in divertentissimi e frizzanti dialoghi.

Antonio Tallura, invece è il fratello minore dello scrittore. Entrambi provengono da una famiglia blasonata, proprietaria di una clinica al nord.

Tenta di convincere il fratello ad abbandonare la strada dello scrittore e tornare nella clinica di famiglia.

A tirare i fili della commedia è l’ottima regia di Massimo Milazzo che dirige magistralmente gli attori e che con la compagnia e l’intero cast, regalerà agli spettatori dei momenti unici ma …. come andrà a finire questo intrigo?

Lo scoprirete solo andando al Teatro e Vi assicuriamo che è una commedia davvero spassosa perché i nostri attori sapranno divertirci ed emozionare durante l’arco di tutta la commedia. Ne vale veramente la pena.

TEATRO DELLE MUSE

Via Forlì, 43 (angolo Via Bari) Roma  

Info e prenotazioni 06 44 11 91 85 – 06 44 23 36 49

Dal 28 Marzo al 14 Aprile

Giovedì e venerdì ore 21.00 – sabato ore 17.00 ed ore 21.00 – domenica ore 18.00.

Francesco Caruso Litrico

Ufficio stampa – Comunicazione e Promozione

3334682892 – fralit@alice.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-gianfranco-berardi-e-gabriella-casolari-in-amleto-take-away/

https://unfotografoinprimafila.it/gianfranco-butinar-al-teatro-brancaccio-ricordando-califano-in-80-nostalgia-di-califano/

Teatro Roma I signori Barbablu 2

Dal 26 marzo fino al 14 aprile al Teatro Roma va in scena “I signori Barbablù” con Pietro Longhi, Miriam Mesturino, Lucia Ricalzone, Maria Cristina Gionta, Pierfrancesco Mazzoni per la regia di Silvio Giordani.

Si tratta di una commedia di Gerard Verner che racconta la storia di un uomo e di una donna non più giovanissimi che hanno deciso di sposarsi e di passare la luna di miele in un cottage isolato nella campagna inglese.

I due coniugi si sono sposati appena conosciuti: il cosiddetto colpo di fulmine!

L’isolamento della casa circondata dal bosco, solo i rumori della natura, nessun villaggio nelle vicinanze, sembrano presagire una bella e rilassante luna di miele.

Ma è bene essersi sposati in fretta? Non sarebbe stato meglio approfondire la conoscenza, scoprire le abitudini, i gusti o le piccole manie di entrambi?

Forse no, ma anche sì!!!

Ed ecco che ora dopo ora, giorno dopo giorno, il vero carattere dei due viene alla luce, e non tutto sembra come ciascuno aveva immaginato dell’altro.

Quello che sembrava un matrimonio felice si avvia a diventare una trappola “mortale”.

In questo precario contesto, si inseriscono la premurosa e fin troppo presente padrona di casa, un medico dall’aspetto e dai modi ambigui, la servetta un po’ tonta che forse non lo è tanto.

Bastano poche battute iniziali e niente sembra più essere come appare: dietro sorrisi, carezze, sguardi languidi e premure, potrebbe nascondersi l’esatto contrario di ogni cosa.

Le sorprese e i colpi di scena non tarderanno ad arrivare ed il finale terrà il pubblico con il fiato sospeso.

ORARIO BOTTEGHINO:  

Lunedì 10.00-13.00 dal Martedì al Sabato 10.00-13.00 – 15.00-20.00

Domenica 11.00-13.00 – 15.00-20.00

ORARIO SPETTACOLI: dal Martedì al Venerdì: ore 21.00

secondo Giovedì di spettacolo: ore 19.30

1° e 2° sabato di spettacolo: ore 17.00 ed ore 21.00 Domenica: ore 17.30 Lunedi riposo

Ufficio Stampa Teatro RomaCattura 1

Antonella Romano              

a.romanocomunicazione@gmail.com

tel. 347.6241485       

TEATRO ROMA

Via Umbertide, 3 (P.zza S. Maria Ausiliatrice)  00181 Roma

Tel. 06.785.06.26

www.ilteatroroma.it

info@ilteatroroma.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-ghione-va-in-scena-que-sera-di-roberta-skerl/

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-planet-va-in-scena-57-giorni-il-conto-alla-rovescia-di-paolo-borsellino/

 

Massimo Venturiello 1

Dante e Bach, con Massimo Venturiello all’Auditorium “Ennio Morricone” due dei massimi artisti di ogni tempo, intessono un misterioso e affascinante dialogo tra poesia e musica, creando una misteriosa assonanza tra arti ed epoche lontane e diverse, ma unite dalla forte tensione verso il trascendente

Mercoledì 13 marzo alle 18.00 per i concerti di Roma Sinfonietta presso l’Università di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) la grande poesia e la grande musica si incontrano. Massimo Venturiello legge tre canti della Divina Commedia di Dante Alighieri.

Il decimo dell’Inferno, il trentesimo del Purgatorio e l’undicesimo del Paradiso, con l’incontro tra il poeta e San Francesco. Il violinista Leonardo Spinedi suona la Terza Partita BWV 1006 di Johann Sebastian Bach.

I sette movimenti di uno dei massimi capolavori di Bach si alternano ai versi di Dante e scattano le segrete e misteriose affinità tra due dei massimi artisti della civiltà occidentale, che a quasi cinque secoli di distanza intessono un dialogo profondo.

Massimo Venturiello prosegue dunque questi incontri tra Dante e Bach, iniziati nelle scorse stagioni di Roma Sinfonietta e sicuramente si ripeterà anche questa volta il fascino di quest’incontro tra poesia e musica.

L’introduzione critica di Rino Caputo, professore dell’Università di Roma2 “Tor Vergata”, faciliterà un’approfondita comprensione del testo dantesco.

 Massimo Venturiello ha lavorato per il cinema, il teatro e la televisione, diretto da grandi registi quali Ettore Scola, i fratelli Taviani, Giuseppe Bertolucci, Gabriele Salvatores, Carlo Lizzani, Carlo Vanzina, Gabriele Lavia, Maurizio Scaparro, Sandro Bolchi e tanti altri.

 Leonardo Spinedi ha vinto nel 2014 il Premio Salieri di Legnago, ha collaborato come primo violino solista con numerose orchestre ed è il primo violino del Quartetto Orfeo, con cui ha realizzato il cd “El Otro Astor”, una monografia su Astor Piazzolla per la Brillant Classics.

Si esibisce anche in ambito jazzistico, sia come violinista che come chitarrista.

Biglietti: euro 12,00. Ridotti: euro 8,00. Studenti: euro. 5,00

Acquistabili anche nell’atrio dell’Auditorium “E. Morricone” prima del concerto

Info per il pubblico: tel. 06 3236104, 339 8693226 – romasinfonietta@libero.itwww.romasinfonietta.com

Ufficio stampa dell’Associazione Roma Sinfonietta:

Mauro Mariani – m.mariani.roma@gmail.com – tel. 335 5725816