Articoli

Locandina TORO SEDATO

Teatro degli Audaci “Toro sedato”, di Rodolfo Laganà, Paola Tiziana Cruciani e Roberto Corradi


Teatro degli Audaci “Toro sedato”. Laganà, nelle vesti di un indiano “metropolitano”, ma soprattutto molto “capitolino”, ironizza tra racconti, ricordi e immaginazioni sulla antica e complessa disciplina del far finta di nulla, di non capire.

Teatro degli Audaci “Toro sedato”. Dalla raccolta differenziata alle file al supermercato, fino ai virtuosismi per evitare di pagare le tasse, non c’e’disciplina più antica ed efficace.

Lo spettacolo esplora le motivazioni di questo fenomeno proprio per il motivo opposto: “E’ proprio quando abbiamo capito bene che famo finta de nulla…”.

Rodolfo porta in scena al Teatro degli Audaci alla sua maniera questa filosofia di vita, indispensabile per superare le difficoltà di tutti i giorni.

Quale Italiano non ha mai fatto almeno una volta l’Indiano? “Noi a Roma siamo maestri nel far finta de nun capi’…. abbiamo cominciato a ffa’ gli indiani ancor prima che li scoprissero, gli indiani!!!”.

Indiani non ci si improvvisa ma si nasce, e poi ci si specializza nel tempo fino ad arrivare a livelli di assoluto professionismo.

“Avevo voglia di tornare allo show e cosi abbiamo dato vita a ‘Toro Sedato’, indiano romano, con uno spettacolo in cui si ride davvero parecchio!! Parola di Toro Sedato. AUGH!! (anzi AO’!!) …”

TEATRO DEGLI AUDACI

Via Giuseppe De Santis, 29 – 00139 Roma

(zona Porta di Roma) – tel. 06/94376057 – www.teatrodegliaudaci.it

Giovedì, venerdì, sabato ore 21,00 –  domenica ore 18,00

Orari botteghino (06-94376057): dal lunedì al sabato 10:00/13:00 – 15:00/20:00 e domenica 15:00/20:00.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/puglia-a-way-of-life-che-piace/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-dellopera-di-roma-preljocaj-e-petit/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/roma-festeggia-ennio-morricone-%E2%80%9Cbuon-compleennio%E2%80%9D?fbclid=IwAR1nAxrav-nLFzN6o8ZLMcPh4ncgiVUuyzfiqk-lDvOIcIsSrM9aArx9_6Y

Teatro degli Audaci

La Compagnia Torino Spettacoli presenta “Oh Dio mio” Piero Nuti – Miriam Mesturino al Teatro degli Audaci

Teatro degli Audaci va in scena “Oh Dio mio”, andrà in scena lo spettacolo “OH DIO MIO” di Anat Gov, con Piero Nuti e Miriam Mesturino, per la regia di Girolamo Angione.

Teatro degli Audaci va in scena “Oh Dio mio”. Un testo ironico, intelligente e surreale, prodotto dalla Compagnia Torino Spettacoli, scritto da una delle più importanti drammaturghe israeliane Anat Gov.

Protagonista è Ella, Miriam Mesturino, psicologa e madre single di un ragazzino autistico, che riceve su appuntamento i suoi clienti, sviscerandone e curandone turbe e complessi.

Interpellata telefonicamente da un misterioso e angosciato signor D., interpretato da Piero Nuti, accetta di riceverlo con urgenza, e si trova davanti un uomo sussiegoso e imponente, che esita a darle informazioni su di sé.

Afferma dopo incalzanti pressioni da parte della psicanalista di avere 5766 anni, di essere artista e famoso, orfano dalla nascita e in preda a una secolare depressione: conosce presente-passato-futuro di Ella, sa tutto delle sue difficoltà familiari, sa che è atea, laica e femminista.

Pare l’abbia scelta per questo.

Il Signor D. in realtà è Dio e pretende di essere aiutato da lei, in un’ora di terapia, vuole guarire la sua incolmabile tristezza, la sua rabbia secolare, la delusione nei confronti del mondo.

Il signor D. scoppia a piangere, rivela il suo desiderio di morire, di non essere più l’Onnipotente, e acconsente a ripercorrere sotto la guida di Ella una sorta di anamnesi del suo male oscuro.

All’inizio della creazione, Dio era stato preso da un entusiasmo e da un’esaltazione euforica:

inventare il sole, la prima alba, la luna, gli alberi, la coccinella (e anche le zanzare!) l’aveva riempito di incredibile gioia e di orgogliosa soddisfazione.

Ma avrebbe dovuto fermarsi al quinto giorno, perché la balzana idea di dare vita all’uomo – di venerdì! – finì inevitabilmente per distruggere la sua pace, un Dio depresso, malato da 2000 anni, fragile seppur onnipotente che sta meditando di spazzar via il mondo con un nuovo diluvio universale.

Il testo, ricco di battute acute e sagaci, nel quale Piero Nuti e Miriam Mesturino affrontano i problemi esistenziali, il mistero della creazione, la vita umana, le ingiustizie, i dolori.

Due punti di vista contrapposti, quello di Dio, deluso e dell’uomo, schiacciato da un Dio crudele.

Entrambi i personaggi sono forti ma estremamente fragili e trovano nella comprensione e nell’amore la via per affrontare dolori e delusioni, con un’apertura finale verso l’ottimismo.

La fiducia e la speranza di momenti migliori, come quello in cui il figlio autistico di Ella, Lior, per la prima volta riesce a dire “mamma”.

Una commedia divertente e profonda nella quale con una recitazione brillante dei protagonisti, si esalta la particolarità e la modernità dello stile dell’opera della drammaturga israeliana.

Un testo pervaso dalla migliore tradizione yiddish, che, attraverso l’umorismo della sua interpretazione, battuta dopo battuta, diventa una vera e propria argomentazione teologica.

Oh Dio mio”

Teatro degli Audaci – via Giuseppe De Santis, n. 29 – Roma

Da venerdì 25 a domenica 27 ottobre 2019

Orari: venerdì 25 e sabato 26 ottobre ore 21.00 – domenica 27 ottobre ore 18.00

UFFICIO STAMPA CAROLA ASSUMMA                                                                       UFFICIO STAMPA GIANLUCA ASSUMMA

mob. +39 393 9117966                                                                                                      mob. +39 366 1775724

email: carola14.assumma@gmail.com                                                                          email: gianluca.assumma@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-olimpico-canto-libero-omaggio-a-battisti-e-mogol/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-san-genesio-le-notti-bianche/

Teatro degli Audaci
PARLAMI DAMORE FOTO 2

Al Teatro degli Audaci va in scena “Parlami d’Amore”. Debutta in prima nazionale


Debutta in prima nazionale assoluta al Teatro degli Audaci di Roma, dal 10 al 20 ottobre, l’emozionante spettacolo “PARLAMI D’AMORE” di Philippe Claudel, diretto da Francesco Branchetti e interpretato dallo stesso Branchetti con Nathalie Caldonazzo, traduzione di David Conati.

Al Teatro degli Audaci va in scena “Parlami d’Amore”. Le musiche originali sono di Pino Cangialosi e le scene di Alessandra Ricci.

Al Teatro degli Audaci va in scena “Parlami d’Amore”.

Al Teatro degli Audaci va in scena “Parlami d’Amore”. “Da anni mi occupo come regista e uomo di teatro di testi che mettono al centro dell’evento teatrale il rapporto tra uomo e donna – afferma il regista Francesco Branchetti – nelle sue sfaccettature più vere, profonde ed intime.

Il testo di Philippe Claudel è appunto straordinario nel raccontare una società e una coppia in crisi profonda di valori e di punti di riferimento ed è straordinario nel costruire dei caratteri di clamorosa rappresentatività di una certa società e di una concezione del rapporto di coppia che qui vede sgretolarsi i suoi punti cardine e le sue fondamenta.

PARLAMI DAMORE LOCANDINA

Claudel mostra come sottotraccia possano convivere moltitudini di sentimenti intrecciati, impulsi contrastanti e come sia denso e irto di ostacoli il cammino del dialogo tra uomo e donna.

Non abbandonando mai uno sguardo profondamente umano affonda la lama nelle pieghe più intime e a tratti inconfessabili di un rapporto di coppia e lo fa con uno straordinario acume psicologico e una capacità quasi antropologica di raccontare il nostro presente più dilaniato in tutto quello che riguarda i rapporti umani e affettivi.

Clamorosa è la sua capacità di fare questo viaggio nel rapporto tra i nostri protagonisti e nel mondo sociale, culturale e comportamentale che essi evocano, con l’arma dell’introspezione psicologica ma anche attraverso una straordinaria e pungente ironia che accompagna tutto il testo.”

Fragilità, debolezze e addirittura in alcuni momenti candore, trovano spazio in un duetto di coppia a tratti terribile, ma sempre accompagnato da irresistibile humour e travolgente ironia.

Le interpretazioni dei personaggi, tese a ricostruire due profili psicologici evocano il presente e spingono a riflettere molto su quello che a volte un rapporto può diventare e su quanto sia difficile uscire da certi schemi comportamentali e a volte anche sociali.

La regia restituisce al testo la straordinaria capacità d’indagare l’animo umano e le tortuose relazioni che abbiamo con noi stessi e con gli altri.

Ansie, paure, malesseri, malinconie, dolori, solitudini si confondono in una danza che muta di ritmo ad ogni scambio di battute tra i protagonisti.

Tra momenti di grande ironia e amarezze profonde ci muoviamo come investigatori alla ricerca di verità nel “privato” di un rapporto di coppia, di una relazione, di un incontro.

PARLAMI DAMORE FOTO 1

Scene e musiche, daranno un apporto fondamentale a questo viaggio nel mondo dei rapporti tra uomini e donne, nell’inconscio, nella psiche, di cui sono proiezioni.

Dal 10 al 20 ottobre 2019, Orario spettacoli: dal Giovedì al Sabato ore 21.00  Domenica ore 18 .00

TEATRO DEGLI AUDACI

Via Giuseppe De Santis, 29 Roma (zona Porta di Roma) – Parcheggio riservato gratuito- www.teatrodegliaudaci.it

Per info e prenotazioni 06 94 37 60 57 – organizzazione@teatrodegliaudaci.it

Prezzo biglietti:

Intero € 18,00

Ridotto € 15,00 (under 14, over 65, gruppi 10+ Soci e/o dipendenti dei circuiti, dei CRAL e degli enti convenzionati)

(I prezzi dei biglietti sono comprensivi di 2€ diritti di prevendita e di segreteria)

Spettacolo in abbonamento

Orari botteghino:

(per ritirare i biglietti e info): sabato 10-13:00 – 15:00/20:00; e dal lunedì al venerdì e la domenica dalle 15:00/20:00.

(per prenotazioni e info telefoniche): dal lunedì al sabato 10:00/13:00 – 15:00/20:00 e domenica dalle 15:00/20:00.

Ufficio Stampa

Maresa Palmacci 348 0803972; palmaccimaresa@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/il-makkekomiko-torna-al-teatro-accento/

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-roma-va-in-scena-gente-di-facili-costumi/

Andy e Norman

Dal 4 al 14 aprile il Teatro degli Audaci aprirà il sipario alla commedia più divertente ma sempre attuale: “Andy e Norman”

 A pochi mesi dalla scomparsa del drammaturgo e sceneggiatore statunitense Neil Simon il direttore artistico del Teatro degli Audaci Flavio De Paola decide di portare in scena, per omaggiarlo, una delle più esilaranti commedie scritte negli anni ’60 “Andy e Norman”.

In scena dal 4 al 14 aprile 2019 per la regia di Flavio De Paola con Flavio De Paola, Gianluca Delle Fontane e Giulia Di Turi.

Le vicende ruotano attorno ad una coppia di scapoli, appunto Andy e Norman, che con grandi difficoltà gestiscono, dirigono e producono una rivista alternativa.

Ma purtroppo la ditta “Andy e Norman i geni della biro” è costantemente alle prese con una cronica indisponibilità economica. I due cercano di barcamenarsi con esiti penosi, tra pagamenti rimandati e scadenze per le consegne di copioni non onorati.

Norman, vittima di una crisi di inventiva, non riesce a concludere il musical al quale lavora, consumando i suoi polpastrelli su una vecchia macchina da scrivere mentre Andy, produttore un po’ confusionario, divide la sua giornata tra la vendita di abbonamenti della rivista e le strane idee della Sig.ra Macchinini, la stravagante padrona di casa.

Ad alterare il già precario equilibrio tra i due ci penserà Sophie, attraente ragazza americana trasferitasi da poco nell’abitazione accanto, in procinto di sposarsi con un marine.

Si intreccia, quindi, un rapporto a tre, in cui le tre figure si muovono all’interno delle maglie di una trama ricca di situazioni esilaranti, ma di cui non vi sveliamo l’evolversi…altrimenti che gusto ci sarebbe?!

La commedia in due atti “Andy & Norman” è una fiaba moderna nel perfetto stile dell’autore, Neil Simon, che con armonia e sarcasmo unisce le attività degli anni ’60, alle nevrosi dell’uomo contemporaneo, esaltandone i toni più comici.

Flavio De Paola e Gianluca Delle Fontane riescono a tradurre e adattare in modo estremamente brillante un testo la cui struttura si basa su dialoghi serrati e la cui tensione va mantenuta per l’intero arco dello spettacolo.

La cosa riesce con grande maestria, grazie alla poliedricità e alla naturale simpatia degli interpreti.

Ma senza dare troppe anticipazioni vi invitiamo a visitare il sito http://www.teatrodegliaudaci.it ed a prenotare il “vostro” posto telefonando al numero 06 94376057.

Teatro degli Audaci – Via Giuseppe De Santis 29 Roma

Link utili

PER INFO

http://www.teatrodegliaudaci.it

Telefono 06 94376057

PER RITIRARE I BIGLIETTI

Dal lunedì al venerdì e la domenica 16:00 – 20:00

Sabato 10:00 – 13:30 e 16:00 – 20:00                                            

PER PRENOTAZIONI E INFO

Dal lunedì al sabato 10:00 – 13:30 – Domenica  16:00 – 20:00

COSTO dei BIGLIETTI: intero € 18,00 – ridotto € 15,00 compreso di diritti di segreteria