RESIDENZA 2021 ‘Ground 71’ alla Casa del Jazz.
88 / 100

RESIDENZA 2021 ‘Ground 71’ alla Casa del Jazz. UNA STRISCIA DI TERRA FECONDA


RESIDENZA 2021 ‘Ground 71’ alla Casa del Jazz. FESTIVAL FRANCO-ITALIANO DI JAZZ E MUSICHE IMPROVVISATE 2021

RESIDENZA 2021 ‘Ground 71’ alla Casa del Jazz. Giovedì 9 settembre 2021 ore 21.00, Casa del Jazz biglietti 15 euro

RESIDENZA 2021 ‘Ground 71’ (gruppo italiano vincitore del Bando Nazionale 2021 indetto da MIDJ)

Ospite: Olivier Benoit

Giampiero Locatelli piano, rhodes

Stefano Dallaporta contrabbasso, basso elettrico

Andrea Grillini, batteria

Olivier Benoit, chitarra

Produzione originale

A seguire

MÉDÉRIC COLLIGNON / THOMAS DE POURQUERY / FRANÇOIS JEANNEAU

Méderic Collignn, tromba, voce

Thomas De Pourquery sax

Francois Jeanneau sax, flauto

Produzione originale

RESIDENZA 2021 ‘Ground 71’ alla Casa del Jazz.
RESIDENZA 2021 ‘Ground 71’ alla Casa del Jazz.

Il festival, Una striscia di terra feconda, presenta, giovedì 9 settembre, Casa del Jazz, produzione originale, Residenza 2021 ‘Ground 71’ (gruppo italiano vincitore del Bando Nazionale 2021 indetto da MIDJ) Giampiero Locatelli, piano, rhodes, Stefano Dallaporta, contrabbasso, basso elettrico, Andrea Grillini, batteria, ospite Olivier Benoit, chitarra.

La Residenza D’Artista, progettata insieme all’Institut Français Italia – Ambasciata di Francia in Italia, SIAE, AJC, MIDJ (Associazione nazionale musicisti jazz), rappresenta uno dei pilastri del festival.

Nasce per sostenere l’incontro tra artisti di diversa provenienza, in progetti originali da proporre sulla scena internazionale.

Quest’anno il bando nazionale emanato da MIDJ è stato rivolto a gruppi italiani già costituiti (trio, quartetto o quintetto), che avessero all’attivo almeno un disco con composizioni originali; ben 62 sono state le domande presentate, e il gruppo risultato vincente è il trio Ground 71 che ha scelto il chitarrista francese Olivier Benoit, come ospite.

A seguire, altra produzione originale, Méderic Collignon, tromba, voce, Thomas De Pourquery, sax e Francois Jeanneau, sax, flauto.

Tre incredibili strumentisti a fiato si incontrano a Roma per una performance senza sezione ritmica, in un ensemble senza precedenti sotto il segno dell’improvvisazione! Jeanneau è considerato tra i padri del jazz europeo, primo fondatore e direttore dell’ONJ.

 INFO

Tel. 06-802411

 www.auditorium.com

www.casadeljazz.com

Ufficio Stampa | Maurizio Quattrini: 338 8485333 – maurizioquattrini@admin

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/anthony-peth-conduce-chef-in-campo/

https://www.unfotografoinprimafila.it/lassociazione-compositori-musica-per-film-a-venezia/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *