I Baraonna in Music&Cinema al “Jazz & Image”.
80 / 100

I Baraonna in Music&Cinema al “Jazz & Image”. Presentato dall’ASSOCIAZIONE CULTURALE SOUND IMAGE


I Baraonna in Music&Cinema al “Jazz & Image”. Roma Torna Capitale del Jazz Parco del Celio (tratto Viale Parco del Celio e Via Celio Vibenna)

I Baraonna in Music&Cinema al “Jazz & Image”. Venerdì 17 settembre dalle 18,15

GRAFFITI DI FUTURI ALTERNATIVI

Luoghi e libri dell’Immaginario e La fantascienza in breve

Ore 21,30 STICKY BONES

Ore 22,30 BARAONNA 100 ANNI DI RENATO CAROSONE

VITO CAPORALE piano e voce

 DELIO CAPORALE voce

 ELEONORA TOSTO voce

DAPHNE NISI voce

“Jazz & Image”, nello splendido scenario del Parco del Celio, a due passi dal Colosseo, presenta, venerdì 17 settembre, una giornata ricca di eventi, si inizia alle 18,15 con Graffiti di Futuri Alternativi, due incontri su Luoghi e libri dell’Immaginario e La fantascienza in breve, curati da Alex Voglino.

I Baraonna in Music&Cinema al “Jazz & Image”.
I Baraonna in Music&Cinema al “Jazz & Image”.

Nel primo incontro con relatori, Gianfranco de Turris , Sebastiano Fusco, Alex Voglino, si parlerà di Luoghi e libri dell’Immaginario. Esistono luoghi che sembrano sfidare le tre dimensioni che noi tutti conosciamo.

Continenti inabissati e misteriosamente riemersi, terre situate al centro della Terra o in dimensioni raggiungibili solo nei sogni, contrade remote dove spazio e tempo collassano.

Ma lo stesso, a ben vedere, capita con i libri: volumi presenti in biblioteche distrutte o oscure pergamene risalenti a chissà quale epoca storica, romanzi citati da tutti ma mai letti da anima viva, presenti in bibliografie compilate da mani ignote.

I Baraonna in Musica&Cinema al “Jazz & Immagine”. Luoghi e libri, insomma, attingibili soprattutto dall’immaginazione. Elogi del fantastico, apoteosi della fantasia.

(Gianfranco de Turris, Sebastiano Fusco, Pseudobiblia. Libri che non esistono, Edizioni Bietti, Milano 2020, Gianfranco de Turris, Sebastiano Fusco, Terrae Incognitae. Luoghi che non esistono, Edizioni Bietti, Milano 2021).

Seguirà un altro incontro su, La fantascienza in breve, In controtendenza con il lungometraggio, che continua a frequentare territori dell’immaginazione come il fantastico e la fantascienza solo episodicamente se non con diffidenza, il cinema in forma breve mostra un costante interesse verso una extra quotidianità in grado esplorare si ogni fronte, da quello metaforico a quello innovativo a quello ultraterreno, l’esperienza umana, sublimandone l’attualità, prefigurandone i destini, trasfigurandone la realtà che la circonda.

Molti i protagonisti di questo evento: 𝐏𝐢𝐞𝐫 𝐋𝐮𝐢𝐠𝐢 𝐌𝐚𝐧𝐢𝐞𝐫𝐢, curatore di eventi, scrittore, saggista e cultore della materia cinematografica. Autore di “Roma special effects.

I Baraonna in Musica&Cinema al “Jazz & Immagine”. Di vampiri mutanti, supereroi e altre storie”, “La regia di frontiera di John Carpenter”, “Le guerre stellari! Ovvero la fantascienza cinetelevisiva da Lucas ad oggi” e molto altro.

𝐀𝐝𝐞𝐥𝐦𝐨 𝐓𝐨𝐠𝐥𝐢𝐚𝐧𝐢, attore, regista e sceneggiatore italiano. Togliani è il regista del pluripremiato corto “NÉO KÓSMO – Nuovo Mondo”, una produzione Santa Ponsa Film.

𝐃𝐚𝐯𝐢𝐝𝐞 𝐁𝐚𝐬𝐭𝐨𝐥𝐥𝐚, visual artist romano, fondatore e direttore artistico dello studio di effetti visivi Bastanimotion e regista del pluripremiato cortometraggio “Lucid Dream”, prodotto da Fabio Massimo Colasanti.

𝐌𝐚𝐫𝐜𝐨 𝐆𝐞𝐧𝐭𝐢𝐥𝐢, regista di Over The Skyline, il quale ha ricevuto diverse selezioni a festival internazionali e altrettante vittorie fra Stati Uniti, Giappone, Italia, Canada, Russia ed Europa.

𝐌𝐚𝐫𝐢𝐚 𝐅𝐫𝐚𝐧𝐜𝐞𝐬𝐜𝐚 𝐒𝐭𝐚𝐧𝐜𝐚𝐩𝐢𝐚𝐧𝐨, giornalista, critica, social media manager ed esperta di comunicazione.

𝐀𝐥𝐞𝐱 𝐕𝐨𝐠𝐥𝐢𝐧𝐨, il curatore di questo e di svariati altri eventi che avranno luogo presso il Parco Del Celio fino a fine settembre, si è occupato per quattordici anni di cultura, cinema, spettacolo e informazione come giornalista della carta stampata della radiofonia privata e della televisione.

Ha scritto testi per Telemontecarlo, sceneggiato fumetti, scritto libri per ragazzi tradotti anche all’estero e un romanzo di avventure.

Poi si è occupato per diciassette anni di Politiche Culturali per la Regione Lombardia, la Regione Lazio e Roma Capitale.

Nel corso dell’incontro verranno proiettati tre corti, tra i quali, Over The Skyline, pluripremiato in vari festival.

Alle 21,00, il concerto degli Sticky Bones,band italiana specializzata in lowdown Jazz, hokum Blues, early music e race records.Early Jazz, Classic Blues, American Roots, Hokum Songs, Barrelhouse, Stomps, Stride, Boogie Woogie, Vaudeville, Race Records.

Sono tutti stili a cui gli Sticky Bones si ispirano e che ne caratterizzano il sound.

Un suono sporco, ruvido, lo stesso che si poteva sentire a tarda notte fuori nelle Barrelhouse, nei bordelli, nei juke joint o negli spettacoli di vaudeville durante gli anni venti e trenta.

Il gruppo si propone di portare il pubblico a ritroso nel tempo e di ridare quella dimensione low-fi al jazz, riportando l’orecchio del pubblico alle origini, spesso ignorate.

Look, sound e repertorio fanno degli Sticky Bones una perfetta fotografia, rigorosamente in bianco e nero, di quanto si poteva vedere e sentire in quell’America di inizio secolo, scossa da quel terremoto che negli anni a venire si sarebbe chiamato Jazz.

Infine a chiudere questa intensa giornata, alle 22,30, i Baraonna, con un omaggio per i 100 anni di Renato Carosone.

Baraonna è il quartetto vocale italiano che ha fatto delle contaminazioni il suo tratto distintivo, facendo convivere il Blues con lo Swing, la musica d’autore e il Jazz in uno stile fortemente riconoscibile e unico nel suo genere.

Il gruppo è strutturato con quattro vocia cappella e un pianoforte, vale a dire Vito Caporale, piano e voce, Delio Caporale, voce, Eleonora Tosto, voce e Daphne Nisi,voce.

Questo concerto è un tributo ai 100 anni dalla nascita del Maestro Renato Carosone. I Baraonna eseguiranno i grandi classici firmati Carosone arrangiati nello stile polifonico del quartetto vocale.

INFO PER IL PUBBLICO:

biglietti :15 euro con compresa consumazione; 5 euro per chi prenota un tavolo

Telefono: 3387070737

Prenotazioni: 3387070737 – 3666621900

E-mail: prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com

Sito web: www.alexanderplatzjazz.com

Altri contatti:

Facebook Jazz&Image

Instagram Jazzandimage

Ufficio stampa: Maurizio Quattrini 338 8485333 maurizioquattrini@admin

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/sala-umberto-presenta-la-nuova-stagione-teatrale-2021-2022/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *