Articoli

CHRISTIAN DE SICA Christian racconta Christian De Sica

Auditorium Conciliazione di Roma presenta Christian De Sica racconta.

Ad accompagnare il grande artista Christian De Sica in queste due date ci sarà un’orchestra sinfonica

L’Attore torna a teatro con “Christian racconta Christian De Sica”, dopo lo straordinario successo raccolto nelle prime tappe del 2019, sabato 11 gennaio ore 21 domenica 12 ore 17 sarà all’Auditorium Cinciliazione di Roma.

Due tappe speciali, quelle romane, che vedranno il grande artista accompagnato da un’orchestra sinfonica. Al pianoforte il Maestro Riccardo Biseo.

L’Attore torna al suo grande amore: il teatro.

L’attore, regista e showman italiano si racconta al pubblico con parole e canzoni, narrando gli incontri della sua vita e gli aneddoti della sua carriera.

christian de sicaIn un dialogo spumeggiante con Pino Strabioli, brillante attore e raffinato interprete, con lui sul palco nella inedita veste di cerimoniere dello show.

Attraverso monologhi irresistibili e storie commoventi, De Sica ripercorre gli anni accanto al grande papà Vittorio, gli inizi della sua carriera e i racconti di quel cinema natalizio che ha accompagnato e tratteggiato l’ultimo trentennio della storia italiana.

“Christian racconta Christian De Sica”, prodotto da Niccolò Petitto, è scritto da Christian De Sica, che ne cura anche la regia, e da Raffaello Fusaro,

Lo spettacolo mostra un De Sica allo specchio, uomo e interprete, nei suoi ruoli più autentici: prima quello di figlio, poi marito, padre e artista eclettico.

Il suo talento raro gli consente di passare con leggerezza dal racconto del curioso incontro con un’attempata Wanda Osiris, al ricordo del liceo con Carlo Verdone, alternando con la sua splendida voce interpretazioni di pezzi swing italiani e stranieri con le intramontabili note di Sinatra.

L’artista racconta emozionando, cantando, divertendo ed entusiasmando.

Info e Biglietti

www.ticketone.it

Roma Auditorium Conciliazione

11 gennaio 2019 ore 21

12 gennaio 2019 ore 17:00

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-ghione-il-rompiballe/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-portaportese-se-sei-tu-il-principe-azzurro

CHRISTIAN DE SICA Christian racconta Christian De Sica

pino e orsetta

Dal 2 al 12 maggio Altacademy Produzioni presenta SpettAttori al Teatro Vittoria

Dopo 20 anni torna al Teatro Vittoria di Roma “SpettAttori” di Mychael Frayn, uno degli esempi più incisivi di Teatro nel Teatro.

Se in “Rumori fuori scena”, Frayn aveva mostrato al pubblico ciò che mai dovrebbe essere mostrato in un teatro, cioè tutto l’intricatissimo “dietro le quinte”.

In “Spettattori” il palco diventa una seconda platea; e così, gli spettatori entrano in sala e si ritrovano di fronte altri spettatori che li guardano prendere posto. Il sipario si alza e sono gli stessi spettAttori a dare voce ai pensieri degli spettatori.

Gli uni rappresentano gli altri, con le loro stesse reazioni, con i loro commenti ad alta voce, con i loro piccoli tic, con la loro quotidianità.

Gli spettAttori riproducono ciò che il pubblico di teatro fa tra le file di platea: ed ecco i ritardatari per problemi di parcheggio che tentano di prender posto, scatenando le ire dei vicini; i colpi di tosse che si contagiano di poltrona in poltrona; il signore che si sveglia improvvisamente sussultando; il giovanotto che amoreggia con la sua compagna.

“SpettAttori” è una commedia semplice, difficilissima da raccontare.

Quello che avviene in scena è la schiacciante riproduzione di quello che avviene agli spettatori di un qualunque spettacolo teatrale.

I riflettori illuminano atteggiamenti e dinamiche che, prese in prestito al buio della platea, prendono vita su una seconda platea, specchio e lente d’ingrandimento.

Giocando con i caratteri, “SpettAttori” garantisce divertimento e riflessione al tempo stesso, grazie ad un testo geniale ed incisivo, che fa del “comune” il perno della sua esilarante comicità.

Con Pino Strabioli, Orsetta De Rossi, Luca Ferrini, e con Alessandra Ferro, Alberto Melone, Lucia Tamborrino, Luca Staiano, Stefano La Cava, Andrea Verticchio, Chiara Vinci, Chiara Ricci, Maria Chiara Orti, regia di Pino Strabioli, aiuto regìa Davide Sapienza, assistente alla regìa Dario Pastorino, scene Barbara Ferrini, costumi Zena Diamantakos, disegno luci Alessandro Turella.

TEATRO VITTORIA / ATTORI & TECNICI

Piazza S. Maria Liberatrice 10, 00153 Roma

dal giovedì al sabato ore 21, mercoledì 8 maggio ore 17, la domenica ore 17,30 – prezzi da 14 a 28 euro

Ufficio stampa spettacolo Silvia Signorelli signorellisilvia@libero.it Mob. +39 338 9918303

Monica Menna ufficiostampasignorelli@gmail.com

Facebook: SiSicommunication – Twitter: @silviasignore

Sito www.comunicazioneeservizi.com

Ufficio stampa teatro – artinconnessione artinconnessione@gmail.com / www.artinconnessione.com 
Chiara Crupi t. +39. 3932969668

P1290719sfondoNero Copia

mail 7

Pino Strabioli intervista Syria al Teatro Golden nello spettacolo “A Tu per Tu con…” Omaggio a Gabriella Ferri, opening Act Claudia Megrè.

Sul palco “open space” del Teatro Golden lunedì 1 e 2 aprile ore 21.00 nell’ambito della rassegna A TU PER TU CON…, Pino Straboli e Syria saranno insieme, accompagnati dalla chitarra di Massimo Germini.

Un omaggio all’arte della grande Gabriella Ferri: una riedizione in chiave intima e musicale dello spettacolo “Perché non canti più”, attualmente in tour nei teatri italiani.

“Da una valigia rossa – racconta Pino Strabioli, autore con Syria del progetto – è nato un libro-album dove ho raccolto scritti, disegni, appunti, scarabocchi, lettere e pensieri di Gabriella.

Quella valigia mi è stata data da suo marito e da suo figlio.

In quella valigia ho rovistato per intere notti e interi giorni, accatastati, sparsi, mischiati c’erano e ci sono ancora fogli di carta colorati e in bianco e nero. Ho incontrato Syria in un ristorante di Trastevere e mi ha dichiarato la sua passione per Gabriella. Abbiamo pensato di provare ad aprirla insieme quella valigia per farla diventare suono e voce.

Stiamo sparpagliando le note e le canzoni che Gabriella amava di più e le stiamo mischiando ai suoi pensieri.

Sarà un cantare recitando o un recitar cantando. Un concerto, un racconto. In molti me l’hanno chiesta in prestito quella valigia rossa, l’ho sempre tenuta stretta.

Syria ha nella voce e nel cuore quei pezzetti di Roma che sapranno dove portarla, dove aprirla, dove lasciarla cantare e raccontare…”

La performance sarà preceduta dal concerto della giovane cantautrice Claudia Megrè.

Cecilia “Syria” Cipressi nasce a Roma nel 1977.

Cresciuta in una famiglia dove la musica è di casa, subito dopo il liceo incontra Claudio Mattone che, conquistato dalla sua freschezza e dal suo talento, la convince a tentare l’avventura di Sanremo Giovani diventando, di fatto, il suo primo produttore.

É il 1995 e la carriera di Syria inizia nel migliore dei modi con la vittoria a “Sanremo Giovani” con la cover di “Sei bellissima” di Loredana Bertè, e l’anno successivo torna nella categoria giovani dove si classificherà al primo posto con il brano “Non ci sto” che darà il titolo anche al suo primo album, firmato dallo stesso Claudio Mattone.

Nel 1997 pubblica il secondo album intitolato “L’angelo”, che in breve tempo si aggiudica il disco d’oro.

Nello stesso anno, Syria vince come artista rivelazione dell’anno- insieme a Carmen Consoli – il Telegatto di “Vota la voce”.

Nel 2000 vede la luce “Come una goccia d’acqua”, album prodotto da Biagio Antonacci. Il primo singolo “Se t’amo o no” imperversa sulle radio ed è uno dei più suonati dell’estate 2000.

Nel 2002 esce “Le mie favole”, album ricco di collaborazioni tra le quali quelle con Max Pezzali, Jovanotti e Gianna Nannini.

Il 2005 vede la pubblicazione di “Non è un peccato”, con undici brani scritti per Syria da diversi artisti tra i quali Tiziano Ferro, Jovanotti, Mario Venuti, Giorgia e Le Vibrazioni.

 

Artista versatile, Syria vanta anche una carriera da attrice; è protagonista dello spettacolo teatrale “Jovinelli varietà” scritto da Serena Dandini, mentre nel 2006 collabora con Paolo Rossi in “Chiamatemi Kowalski, il ritorno”.

Lo stesso anno la vediamo anche al cinema in un cameo per “Manuale d’amore 2 – Capitoli successivi”, di Giovanni Veronesi.

Sul fronte musicale, Syria si avvicina con successo alla scena indie, e pubblica “Un’altra me”, un album contenente brani editi di gruppi della scena indipendente italiana come Perturbazione, Marta sui Tubi, Non voglio che Clara e Mambassa.

Successivamente dà vita ad un progetto elettrodance, per il quale adotta lo pseudonimo Airys.

Nel 2011 torna alle sonorità pop con l’album “Scrivere al futuro”, e l’anno seguente duetta con il rapper Ghemon nel singolo “Come non detto”

Nel 2014 esce “Odiare”, album ricco di collaborazioni e artisti che partecipano al progetto, tra i quali Max Pezzali, Andrea Mariano (Negramaro), Stefano Fontana (aka Stylophonic), Big Fish, Andrea Nardinocchi, Two Fingerz, Power Francers, Emiliano Pepe.

Nel 2015 festeggia al Teatro Grande di Brescia i suoi vent’anni di carriera accompagnata da molti artisti e da un’orchestra straordinaria.

Nel maggio e giugno 2016 arriva in TV come giudice del programma musicale “Top DJ” targato Italia 1.

Nel 2017, esce, con Universal Music Group il suo nuovo album 10 + 10 che raccoglie il concerto al Teatro Grande di Brescia più 4 inediti, “Se Sapessi” scritto da Giuliano Sangiorgi, “Lontana da te” de Il Cile, “Acqua e alloro” di Colapesce, e una cover del gruppo Flight Facilities dal titolo “Islanda” con il testo di Dario Moroldo.

Il quinto inedito dell’album è una cover di “Io Te Francesca e Davide” cantata nel 1997 da Ambra Angiolini, scritta insieme a Riccardo Sinigallia e riproposta in una nuova veste con la stessa Ambra e Syria.

Cantautrice, studia chitarra e scrive canzoni fin da bambina. A 14 anni affronta un tour in Italia e all’estero, ottenendo svariati premi: nel 2002, grazie al contenuto dei suoi brani viene insignita del titolo di testimonial della legalità degli studenti campani e vince il “Canta Salerno”.

Nel 2003 vince il premio Megaris per la musica e viene premiata come Miglior Cantautrice del Festival di Montecatini; nel 2005 raggiunge il secondo posto al Festival di Castrocaro.

Nel 2012 è docente musicale nel progetto “Una canzone a Nisida”, che ha visto protagonisti quattro istituti superiori insieme al Marano Ragazzi Spot Festival e l’istituto Penale Minorile di Nisida, in cui si è dato vita al brano “Chi vuol cambiare, può cambiare”.

Nel 2014 partecipa a The Voice Of Italy, sorprendendo il pubblico e i coach con la sua versione di “Wish You Were Here” dei Pink Floyd.

Si classifica tra i finalisti del team Pelù, e lo stesso Pelù ne esalta in diretta le doti cantautorali.

È poi ospite per quattro puntate nel programma Rai Radio 2 Social Club di Luca Barbarossa.

Federico Zampaglione, colpito dalle sue capacità, la porta in open act nel Tour dei Tiromancino.

Dopo due importanti featuring in due suoi brani, con Gue Pequeno in “Chi non si arrende” e Clementino in “E già mi sento in vacanza”, nel 2016 incide un duetto insieme ad Edoardo Bennato, della sua storica canzone “Le ragazze fanno grandi sogni”.

Nel 2018 è tra le tre vincitrici del Contest Fiat Music ideato e condotto da Red Ronnie, accompagnato dalla straordinaria giuria d’eccezione formata da Carlo Marrale, Dolcenera e Grazia Di Michele, attualmente sua direttrice artistica.

TEATRO GOLDEN
Via Taranto, 36 – Roma
Ingresso a biglietto unico: € 30,00
(Infoline: +39 06 70493826)

Per prenotazioni: tel e whatsapp 06.70493826 – e mail info@teatrogolden.it
I biglietti possono essere acquistati presso il botteghino del teatro Golden aperto
tutti i giorni dalle 11.00 alle 19.00 e su ticketone
www.teatrogolden.it

Ufficio stampa A TU PER TU CON…: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Ufficio stampa Teatro Golden: Daria Delfino
+39 347 6687903 – daria.delfino@gmail.com