Articoli

 


Sport, inclusione sociale, ambiente: un Uomo Tigre 4×4 (mangia inquinamento) alla Palestra della Legalità

Yourban2030 dona per il “primo compleanno” della palestra riscattata alla mafia ilmurales purificatore d’aria opera degli street artists Solo e Diamond

Ospite d’eccezione, il pugile Emanuele Blandamura due volte Campione d’Europa e sfidante al titolo mondiale WBA

Dopo aver fatto il giro del mondo con Hunting Pollution, il murales green più grande d’Europa apparso tra gli altri sul New York Times ed El Pais, Yourban2030 prosegue la sua mission etica, di valorizzazione del territorio e di riscatto sociale, tornando a proporre un’opera di street art nel segno dell’ambiente, affidando a due firme d’eccellenza, Solo e Diamond, i muri della Palestra della Legalità di Ostia.

Un incontro tra eccellenze etiche ed estetiche, di esempi virtuosi, è quello che è stato presentato il 26 febbraio 2020 nella struttura del litorale romano, per festeggiare i primi 12 mesi della palestra riscattata alla mafia dalla Regione Lazio e restituita al territorio.

Nello spazio situato nello stabile di oltre 1.200 mq in Via dell’Idroscalo 103 a Ostia, è stato inaugurato il murales purificatore d’aria.

Ed essendo la sala destinata alla boxe, sulla parete non poteva che apparire lui: un uomo tigre 4×4, per raccontare lo sport come strumento di formazione, educazione, rinascita, integrazione… ma anche come lotta alla povertà, sostegno alle fasce più deboli, veicolo di inclusione sociale.

L’ormai 51enne Naoto Date – alias Uomo Tigre – campeggerà sui muri e veglierà sui giovani boxer per ricordare quanto sia importante investire nelle discipline sportive e come queste possano rappresentare per i ragazzi una valida alternativa alla strada.

Il murales del mitico boxer nipponico che nel 1969 si fece conoscere in tutto il mondo, verrà donato alla palestra da Yourban2030 che ha scelto come testimonial un ospite speciale e d’eccellenza, un altro simbolo ed esempio di rivalsa, etica, impegno e coerenza: il pugile italiano Emanuele Blandamura, due volte Campione d’Europa e sfidante al titolo mondiale WBA.

“Yourban2030” ha dichiarato la presidente Veronica De Angelis “desidera donare questo intervento artistico all’interno dello spazio della palestra della Legalità a sostegno dello straordinario lavoro svolto, perché sono queste le palestre di vita che ti consentono di uscire dalla realtà di strada.

Spazi aperti e inclusivi, che accolgono e salvano.

Così come c’è una palestra della legalità, il nostro sogno – e il nostro messaggio con quest’opera di Solo e Diamond – è quello di dare vita anche a delle palestre della cultura, di libero accesso all’arte, in cui ‘allenarsi’ al bello, anche per chi non ne ha la possibilità.

Per chi non può permetterselo, perché la bellezza, come lo sport, può parlare alle anime e rappresentare un’alternativa, reale, concreta e tangibile per cambiare il proprio destino”.

“Non conto le vittorie ma le sconfitte che ho vinto”: così ha più volte dichiarato il campione Emanuele Blandamura. “Lo sport mi ha salvato la vita, mi ha insegnato a vivere.

Lo sport è valore, mi ha insegnato tutto, e questo murales vorrei che parlasse alle istituzioni e al tempo stesso ai ragazzi.

Alle istituzioni per dire quanto iniziative come quelle della Palestra della Legalità vadano ben oltre lo sport, toccando la crescita sociale di un territorio e della sua comunità.

Ai giovani per testimoniare come lo sport possa essere un’alternativa a quelle vocazioni più distruttive di cui spesso sono vittime. Non cedere mai alla scelta più facile che ci offre la strada, ma combattere per superare noi stessi… e vincere le nostre sconfitte”.

“Cresciuti nell’epoca senza internet” ha dichiarato Solo “io e Diamond, siamo profondamente convinti che più di ogni altra cosa, l’esperienza ed il contatto diretto, siano funzionali ad instillare in una mente un pensiero, una riflessione nuova, che possano germogliare e portare l’individuo verso nuove strade, coltivando o confermando nuovi valori.

È quello che è successo a noi e a molti altri come noi, cresciuti vedendo l’arte apparire spontaneamente per strada, prima dell’invenzione dei social network.

Così continuiamo a dipingere per le strade velando dei contenuti nei nostri dipinti, convinti che possano sussurrare qualcosa nelle orecchie di chi alza gli occhi e spende un secondo di questa vita frenetica per guardarli”.

Per il murales è stata utilizzata l’innovativa pittura ecologica Airlite che ha un potere purificatore dell’aria straordinario, soprattutto in uno spazio così popolato da sportivi.

Airlite infatti oltre ad essere una pittura in grado di neutralizzare alcuni agenti inquinanti prodotti dal traffico veicolare, agisce negli interni purificando l’aria da sporco, fumo, odori, virus e batteri.

Situata ad Ostia nel X Municipio di Roma Capitale, in uno stabile di oltre 1.200 mq di via dell’idroscalo 103, T&T Palestra della Legalità nasce da un accordo con il Tribunale di Roma e la Regione Lazio per restituire ai cittadini una struttura sequestrata e abbandonata.

La palestra è una startup che realizza attività sportive e sociali rivolte al territorio, dando opportunità di lavoro a giovani atleti e sportivi con titoli certificati, valorizzandoli come istruttori e personal trainer, offrendo attività sportive gratuite a fasce disagiate e garantendo a tutti servizi di qualità a prezzi accessibili con agevolazioni speciali per over 70, famiglie numerose, giovani under 30, neo-mamme e gestanti.

La struttura è stata realizzata e promossa dall’IPAB Asilo Savoia, Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza nell’ambito di un accordo istituzionale con Regione Lazio e Tribunale di Roma, che rendono la palestra un’impresa sociale senza scopo di lucro, che assume quale obiettivi esclusivi della Palestra l’inserimento professionale di giovani atleti nel mondo del lavoro e l’accesso, senza ostacoli di tipo economico e sociale, da parte di tutti alle attività sportive in chiave inclusiva, di promozione del benessere e della tutela della salute.

Yourban 2030 è un’associazione no profit fondata da un team di professionisti esperti in tematiche ambientali, sociali e culturali, uno spazio dove far confluire sinergie, progettualità e visioni sul futuro.Yourban 2030 attraverso le sue attività ha come obiettivo quello di lanciare un messaggio sui temi caldi dell’ambiente usando il linguaggio artistico come strumento del suo racconto declinato nelle sue molteplici forme espressive: arte figurative, plastiche e scultoree, cinema, moda, musica, video-installazioni, street art.

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/room26-dj-ralfsabato-house/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-olimpico-pink-floyd-legend


I Girasogni presenta L’uomo che sognava gli struzzi di Bepi Vigna, con Fabrizio Passerotti, regia Giulia D’Agostini alla Sala Paolo Poli di Ostia.

Il 15 febbraio alle ore 21,00 e il 16 febbraio alle ore 18,00 approda alla Sala Paolo Poli la straordinaria storia di un sognatore d’eccezione: “L’uomo che sognava gli struzzi”.

“L’uomo che sognava gli struzzi” parla di un uomo, un uomo speciale che aveva un gradissimo talento: era un sognatore d’eccezione! Sala Paolo Poli.

Parla dei sogni degli uomini ed in particolare di un sogno folle, uno di quei sogni che ognuno di noi ha in fondo al cuore ma che solo pochi hanno l’ardire di provare a realizzare.

É uno di quei racconti che ti prendono per mano e ti accompagnano in uno stupefacente viaggio, dove la realtà sembra solo il frutto della fervida immaginazione del narratore…

Bepi Vigna ha portato, prima tra le pagine del suo libro poi sotto forma di testo teatrale, la vera storia di Peppino Meloni, raccontando col suo incredibile talento narrativo le vicende che lo hanno portato a coronare il suo incredibile sogno di creare un allevamento di struzzi nel bel mezzo dell’Ogliastra!

Credere nei propri sogni, anche se pazzi, anche se controcorrente… perché solo sognare ci rende vivi!

SALA PAOLO POLI

VIALE CAPITAN CONSALVO 2, 00122 OSTIA (ROMA)

06-56320304

BIGLIETTI

INTERO 12,00 EURO

RIDOTTO 10,00 EURO

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-le-fontanacce-una-donna-per-amico/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-brancaccino-vincent-van-gogh-le-lettere-a-theo


13° edizione del Premio Sette Colli Romanisti di Fabrizio Pacifici al Porto Turistico di Ostia

Ancora un successo per il Premio Sette Colli Romanisti, arrivato alla 13° edizione, ideato e organizzato da Fabrizio Pacifici. Tantissime le persone accorse al suggestivo ed elegante Lux, situato all’interno del Porto Turistico di Ostia.

Sette i premi assegnati (disegnati per l’occasione dal Maestro Orafo Giovanni Pallotta) più alcuni riconoscimenti speciali, sette come i sette colli sui quali venne fondata Roma:

Premio sette Colli. Michele De Nadai, vincitore di due trofei con la maglia giallorossa; l’attore Antonello Fassari che ha ricordato alcuni simpatici aneddoti della sua vita da tifoso romanista.

Riconoscimenti dati all’affascinante e fotografatissima Alessia Fabiani, il pugile Campione del Mondo Emiliano Marsili, Saverio Vallone, figlio dell’indimenticato Raf

La voce romanista Valeria Biotti; il presidente della Lega Navale Italiana (sez. Ostia) Carola De Fazio; il Presidente del Monterosi Calcio Luciano Capponi, sono stati i premiati dell’entusiasmante serata.

Come da abitudine in segno di fair play sono stati premiati anche dei tifosi eccellenti biancocelesti: la presentatrice tv Georgia Viero ed il musicista Alberto Laurenti.

Numerosi gli ospiti presenti, tra gli altri:

le modelle Salome Rodriguez, Colleen Patricia Ryan, Andreea Duma, Taty Tatiana, le inviate Rai Silvia e Laura Squizzato, le attrici Cosetta Turco e Simona Mancini, l’organizzatrice di eventi Francesca Piggianelli, l’attore Marcello Magnelli, il manager Alex Bucci, lo scrittore Abiel Mingarielli, la giornalista Maria Cristina Macrì.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/il-figliol-prodigo-teatro-le-fontanacce/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/auditorium-ennio-morricone-marco-e-giordano-fiorini-in-concerto


Teatro urbano, nuove drammaturgie, stand up comedy, danza, musica e Silent disco al Borgo di Ostia Antica.

A Natale e Capodanno il Borgo di Ostia Antica e il Teatro del Lido di Ostia si animano con Ondadurto Teatro, Chiara Becchimanzi, Pietro Sparacino e Veeblefetzer

27 e 28 dicembre, Teatro del Lido – Via delle Sirene, 22 (Ostia) 29 – 31 dicembre, Borgo di Ostia Antica. Ingresso gratuito

Teatro urbano, nuove drammaturgie, stand up comedy, danza, musica e Silent disco: fino al 31 dicembre 2019, Contemp-humanity, rassegna multidisciplinare completamente gratuita, realizzata sul territorio del Municipio X e ideata da Valdrada Compagnia teatrale.

Prosegue al Teatro del Lido di Ostia e al Borgo di Ostia Antica con eventi, spettacoli e incursioni artistiche per tutte le età, per chiudere l’anno nel segno delle visioni più contemporanee, dell’intrattenimento intelligente, di musica e colori.

Il 27 e il 28 dicembre Contemp-humanity approda al Teatro del Lido, alle ore 21.00, con lo spettacolo “PreCario Diario – The Real Game”, spettacolo/videogioco interattivo (prodotto da Valdrada, co-prodotto dalla Regione Lazio).

Scritto, diretto e interpretato da Chiara Becchimanzi, Giorgia Conteduca, Monika Fabrizi, Margherita Franceschi, Giulia Vanni, “Precario Diario”

La tragicommedia di una generazione raccontata come un videogioco vero e proprio, nel quale il pubblico ha l’ultima parola per le sorti delle 5 precarie in scena, in lotta per la stabilità, contro il sistema, in cerca di un futuro.

Dal 29 al 31 dicembre, per chiudere in bellezza il 2019, Contemp-humanity si sposta tra i meravigliosi scorci del Borgo di Ostia Antica, con spettacoli e performance emozionanti e suggestivi.

Il 29 dicembre, a partire dalle ore 20.00: “Meraviglia”, installazione interattiva a cura della Compagnia Internazionale Ondadurto Teatro

Compagnia che mescola sapientemente tecniche performative e scenografiche per guardare l’ambiente intorno a noi con “occhi da bambini”, e proteggere la sua bellezza.

Alle ore 21, “Taiko no Koe”, a cura del Gruppo Internazionale Taiko: l’energia del tamburo giapponese parte, trapassa e ritorna veicolata dalle 3 percussioniste

La pelle del tamburo è uno specchio che riflette ciò che si fa, e se si suona con il cuore vibra anche l’anima di chi ascolta (con C. Castagna, R. Superbi, M. Bisceglie);

Alle ore 22, la performance di teatro urbano creata in site specific dai/dalle partecipanti al laboratorio-residenza “Proactive Dance”.

Il 30 dicembre, alle ore 18 e alle ore 21, Contemp-humanity porta in scena “Di altri Demoni”, esperimento teatrale itinerante prodotto da Valdrada, co-prodotto dalla Regione Lazio, ideato e diretto da Chiara Becchimanzi.

Un viaggio fisico ed emotivo, in site specific, all’interno della mente maschile, dell’immaginario collettivo, delle relazioni d’amore: un esperimento teatrale che coinvolge direttamente il pubblico.

Parafrasando Marquez, non è solo l’amore che ci interessa indagare, ma – appunto – gli “altri demoni”: il possesso, l’ossessione, la frustrazione, il senso di inadeguatezza, lo stereotipo culturale, il circo mediatico, la gelosia, la paranoia.

Cosa vuol dire amare oggi, e quando esattamente l’amore diventa male, se di amore si può parlare? Si prevedono due repliche, per un massimo di 50 persone a replica.

A chiudere il 2019, infine, Contemp-humanity propone con una serata ricca di interventi d’eccellenza: si parte con Pietro Sparacino e il suo “Dio-degradabile: il potere logora chi ce l’ha”

Uno spettacolo di stand up comedy che mette in luce tutte le contraddizioni del potere contemporaneo e storico;

Dalle 22.30, la trascinante musica dei Veeblefetzer, una band assolutamente contemporanea, unica e spontanea, fascinosa ma anche un po’ maledetta, coinvolgerà il Borgo in un autentico intreccio di indie-folk, psycho gypsy swing, rock’n’roll e reggae

Un grande e bellissimo circo dove a fare le acrobazie è il suono; e dopo il count-down e il brindisi di rito, sarà la volta della Silent Disco: 3 playlist disponibili, e la possibilità di danzare fino a notte fonda, tutti insieme, nel silenzio più assoluto – per salutare il nuovo anno con un’esperienza unica.

Contemp-humanity è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2019 promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

Info www.valdradateatro.itinfo@valdradateatro.it, per prenotazioni prenotazioni.valdrada@gmail.com

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/storie-di-donne-donne-delle-forze-armate

https://unfotografoinprimafila.it/alma-manera-ospite-al-concerto-di-natale/


Carmine Faraco 40 anni di carriera dal palco alla musica, racchiusi in un fumetto celebrativo al Teatro Manfredi con “Cabarock” e i suoi “Pecché”

Un traguardo importante, un nuovo show e 40 anni di carriera racchiusi in un sorprendente fumetto. Teatro Manfredi con Cabarock.

Carmine Faraco festeggia così il prossimo 20 dicembre, alle ore 21 al Teatro Manfredi di Ostia con il suo “Cabarock, un percorso costellato di successi, tra cinema, musica e tv.

Artista eclettico, napoletano d’origine ma romano d’adozione, Faraco ripercorre tappa dopo tappa i momenti salienti di una vita trascorsa sui palchi di tutta Italia.

Nuove gag senza dimenticare però alcuni, richiestissimi, cavalli di battaglia.

Nella stessa sera anche la presentazione di un fumetto straordinario, nato dalla passione dell’artista per questa forma narrativa, dedicato al suo famoso tormentone, “Pecché”.

Tormentone che lo ha portato nel cast fisso di Colorado, con un personaggio deciso ad analizzare in maniera dissacrante, ma divertente, centinaia di canzoni italiane.

Proprio da questo prende spunto il volume “La Fabbrica dell’incubo (L’incubatrice)” nato dalla fantasia, dalla penna e dal cuore del poliedrico comico.

Tra le pagine illustrate la storia della sua esperienza, che si intreccia con voci e volti noti incontrati lungo la strada.

Strada ricca di colpi di scena e viaggi interdimensionali che trasportano il lettore dalla terra al Paradiso.

Omaggio sincero all’autore di Dylan Dog, Tiziano Sclavi, perché la creatività è una storia senza fine.

Una lunga notte tutta da vivere e da ridere nella quale gli eterni dilemmi di Faraco, alle prese con testi colmi di paradossi e curiosità scritti da autorevoli cantautori.

Passa dal palco alle pagine di un libro dove il nostro “eroe” vola con la fantasia nel suo incubo popolato di cantanti come Vasco Rossi, Renato Zero, Zucchero, Claudio Baglioni, Gianni Morandi, I Cugini di Campagna e tanti altri.

E per chiudere in bellezza un messaggio indirizzato ai giovani, perché non perdano mai le speranze di realizzare i propri sogni.

Nel foyer del teatro sarà infatti allestita una mostra dell’associazione Acca Academy, diretta da Grazia Santinelli e da Stefano Dodet, per colorare di sorrisi l’ingresso del pubblico, grazie alle opere di aspiranti fumettisti ai quali Faraco augura di realizzare il suo stesso traguardo.

20 dicembre 2019 – Teatro Manfredi Ostia Lido ore 21.00
Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/concerto-di-natale-2019-omaggio-a-federico-fellini/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/qualcosa-in-comune-un-grande-successo-al-teatro-tirso-de-molina


Un 8 dicembre alla riscoperta della memoria storica del litorale romano tra storia, contraddizioni e il “profeta delle borgate” Pier Paolo Pasolini

Alle ore 11 e alle ore 15 Visita guidata Ex Colonia Vittorio Emanuele – Cortile della Colonia/Via A. Cozza/Via delle Sirene/L.mare Toscanelli. Pier Paolo Pasolini.

Ingresso gratuito

Dopo il primo appuntamento con la danza e con il teatro di figura, Contemp-humanity prosegue l’8 dicembre con una giornata alla riscoperta della memoria storica dei luoghi, attraverso una visita guidata performativa a cura dell’Ass. Visit Ostia Antica:

“Tutti al mare!” L’ex-colonia Vittorio Emanuele III”

Specchio della storia (e delle contraddizioni) del Lido di Ostia, l’ex colonia verrà raccontata in maniera inedita attraverso un’originale visita guidata performativa.

Un tour che ripercorrerà la storia della Colonia, attraverso le interpretazioni attoriali di due personaggi chiave: l’Ing. Paolo Orlando, fondatore e presidente del “Comitato Pro Roma Marittima”.

Orlando che ci racconterà del sogno di Ostia Moderna, quando sul lido non esisteva nulla e le possibilità erano infinite; e Pasolini, il “profeta delle borgate” che ci canterà la dolorosa bellezza e le irresistibili miserie di una periferia abbandonata.

Edu-tainment, drammaturgia contemporanea, teatro urbano, stand up comedy, psicoterapia performativa, danza urbana, teatro di figura, narrazione performativa della memoria dei luoghi.

Internazionalità e innovazione sono gli “ingredienti” contemporanei che Contemp-humanity, rassegna multidisciplinare completamente gratuita, porterà fino al 31 dicembre 2019 in luoghi e spazi diffusi tra Ostia, Acilia e il Borgo di Ostia antica.

Presentando eventi formativi e performativi per tutte le età, con l’intento di riflettere sui temi sociali ai quali la comunità è più sensibile, proponendoli con piglio inaspettato e sperimentando modelli di fruizione alternativi, in un continuo e cangiante scambio di energia tra artisti/e e pubblico.

Il 27 e il 28 dicembre Contemp-humanity prosegue al Teatro del Lido, alle ore 21.00, per lo spettacolo “PreCario Diario – The Real Game”, spettacolo/videogioco interattivo (prodotto da Valdrada, co-prodotto dalla Regione Lazio).

Scritto, diretto e interpretato da C. Becchimanzi, G. Conteduca, M. Fabrizi, M. Franceschi, G. Vanni. Scenografie mobili di F. Pecchioli.

La tragicommedia di una generazione raccontata come un videogioco vero e proprio, nel quale il pubblico ha l’ultima parola per le sorti delle 5 precarie in scena, in lotta per la stabilità, contro il sistema, in cerca di un futuro.

Infine, dal 29 al 31 dicembre, per chiudere in bellezza il 2019, Contemp-humanity si sposta tra i meravigliosi scorci del Borgo di Ostia Antica, con spettacoli e performance emozionanti e suggestivi.

Contemp-humanity è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2019 promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

Info www.valdradateatro.itinfo@valdradateatro.it, per prenotazioni prenotazioni.valdrada@gmail.com

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi Anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-il-grande-carrello/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-roma-pop-art-revolution/

Evento per gli appassionati di pappagalli. Ospite d’onore al “Love Live Fòy” Enzo Salvi 22 settembre 2019 Casale Girasole – Ostia Antica

Un tripudio di colori per una giornata davvero speciale all’insegna dell’amore e del rispetto verso gli animali.

Nasce con questo scopo “Love Live Fly”, il Papparaduno per veri appassionati di pappagalli appuntamento il 22 settembre, dalle 10.00 alle 16.00, presso il Casale Girasole ad Ostia Antica (via di Piana Bella 30).

Un raduno di centinaia di esemplari, provenienti da varie regioni italiane, per sensibilizzare sull’importanza di donare libertà anche a questi meravigliosi essere viventi e permettergli di volare per esplorare il mondo che li circonda.

Il volo libero è, infatti, una pratica che permette di far uscire i pappagalli fuori dalla propria casa, in assoluta sicurezza, per poi farci tranquillamente ritorno.

Ospite della manifestazione l’attore Enzo Salvi, presente con i suoi amati Jerry e Fly, due splendidi esemplari di Ara Ararauna e Cacatua delle Molucche.

Enzo proprio in questi giorni ha iniziato una nuova avventura radiofonica con “Buongiornissimo Roma” su Nsl Radio tv con Morgana Giovannetti e Jodie Alivernini.

Durante la giornata, organizzata dall’associazione Passione Pappagalli di Chiara Alessandrini, presenti esperti veterinari, come Ignazio Pumilia, Paolo Selleri, Tommaso Collarile.

Sarà presente una delegazione dei Falconieri Romani e di I Love Reptiles con bellissimi falchi e tartarughe.

Una opportunità importante per confrontare le proprie esperienze e,soprattutto, condividere autentiche emozioni. Infoline 333 1018023

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/roma-100-ragazzi-cantano-i-queen-nel-cortile-del-liceo/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-si-cercano-23-ballerini-per-il-film-from-the-block/

Andrea porta in scena la sua travolgente comicità con “Dal Vivo”

Dopo aver travolto e divertito le platee televisive delle principali reti italiane con la sua comicità, Andrea Perroni, l’eclettico artista romano classe 1980, si prepara a intrattenere ancora una volta il suo pubblico con “DAL VIVO”.

Lo spettacolo teatrale che porterà in scena al Teatro Romano di Ostia Antica venerdì 6 settembre 2019, data conclusiva della quarta edizione della rassegna “Il Mito e il Sogno”.

Biglietti disponibili su www.ticketone.it e, dalle ore 11.00 di giovedì 25 luglio, in tutti i punti vendita Ticketone e nelle prevendite autorizzate

In “DAL VIVO” sketch, imitazioni, improvvisazioni, estemporaneità, musica, duetti surreali si avvicendano in uno show dal ritmo serrato che vede anche l’accompagnamento di una band di cinque elementi.

Andrea Perroni veste i panni dello showman trasformandosi da cantante ad attore, da comedian a puro comunicatore.

Si ride di tutto e tutti soprattutto delle proprie vicende personali, ma sempre con un velo di indulgenza e senza la ricerca spasmodica della battuta a tutti i costi.

Si scherza anche su tematiche spesso tabù della nostra società, riuscendo al contempo a dribblare qualsiasi tipo di volgarità e rendendo lo spettacolo appetibile, allegro e divertente per qualsiasi fascia di età.

La dimensione teatrale è quella più adatta a questa tipologia di show perché permette ad Andrea Perroni di valorizzare le proprie caratteristiche che sono quelle di trascinare il pubblico senza seguire un percorso già tracciato, passando da registri popolari ad altri più raffinati e proponendo il teatro- canzone insieme al genere del varietà.

Autore dell’opera è lo stesso Andrea Perroni che, ovviamente, metterà in scena anche i suoi cavalli di battaglia come “i concerti”, gag di successo in diverse edizioni di Zelig.

L’artista inizia la sua carriera muovendo i primi passi nel mondo televisivo, a Colorado Cafè Live nel 2005 con l’imitazione che diventerà presto un tormentone, quella del conduttore sportivo Sandro Piccinini.

L’anno successivo approda a Radio 2, all’interno del programma condotto da Luca Barbarossa, “Radio 2 Social Club”, che ancora oggi vede la sua partecipazione e che, negli anni, gli ha permesso di collaborare con Virginia Raffaele, Paola Minaccioni, Lucia Ocone e Neri Marcorè.

Nel 2013 comincia la sua esperienza a Zelig Off e, successivamente, a Zelig Circus nella prima serata di Canale 5.

Durante la trasmissione, riesce a distinguersi per il suo divertente sketch “Hai capito chi è?”, all’interno del quale racconta in maniera originale le dinamiche dei concerti romani dei più grandi musicisti del pop italiano.

Nel 2015 porta in scena al Teatro Sistina di Roma lo spettacolo “Siete tutti invitati”, mentre l’anno successivo scrive la sceneggiatura di “Live”.

Nel 2017 interpreta il ruolo di “Er Pomata” nello spettacolo “Febbre da Cavallo” con la regia di Claudio Insegno, al Teatro Sistina di Roma, per poi tornare al mondo televisivo alla guida del programma di Rai2 “Fan Car-aoke” (2018).

BIGLIETTI IN PREVENDITA:

Disponibili su Ticketone.it e nei punti vendita autorizzati Ticketone

PREZZO BIGLIETTI

PARTERRE A SEDERE NUMERATO: € 30 + 4,50 d.p.

GRADINATA NON NUMERATA: € 20 + 3,00 d.p.

Apertura porte: ore 19:30 Inizio concerto: ore 21:00

WWW.THE-BASE.IT

Info: Tel. 06-54220870

Info diversamente abili: Tel. 06-54220870

ANDREA PERRONI

TEATRO ROMANO DI OSTIA ANTICA 6

SETTEMBRE 2019

PREZZO BIGLIETTI

PARTERRE A SEDERE NUMERATO: € 30 + 4,50 d.p. GRADINATA NON NUMERATA: € 20 + 3,00 d.p.

 Apertura porte: ore 19:30 Inizio spettacolo: ore 21:00

Prevendite:

Biglietti disponibili su Ticketone.it

Disponibili in tutti i punti vendita Ticketone e nelle prevendite autorizzate dalle ore 11 di giovedì 25 luglio

 Per informazioni: www.the-base.it

Tel. 06.54220870 – Info diversamente abili: Tel. 06.54220870

 Ufficio stampa “THE BASE”:

DANIELE MIGNARDI  PROMOPRESSAGENCY

T +39 06 32651758 r.a. info@danielemignardi.it

www.danielemignardi.it Facebook: Daniele Mignardi Promopressagency  – Twitter: @DanieleMignardi

 Ufficio stampa “Ostia antica Festival – Il mito e il sogno”

FABIANA MANUELLI

347 8263425 – stampa@fabianamanuelli.it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-emanuele-soavi-incompany-de-con-anima/

 

 

Loreena Mckennitt al Festival “Il Mito e il sogno” per presentare il suo album di inediti Lost Souls

Con un nuovo album di inediti dal titolo Lost Souls (Quinlan Road), il 20 luglio, torna in Italia la cantautrice canadese Loreena McKennitt, con un tour estivo di sei date, lungo tutta la nostra penisola: Firenze, Milano, Udine, Macerata, Roma e Molfetta

Giovedì 25 luglio sarà a Roma, al Teatro Romano di Ostia Antica per la rassegna “Ostia antica Festival – Il Mito e il Sogno”

A circa dieci anni di distanza dalla pubblicazione del suo ultimo album di inediti, Loreena McKennitt sta presentando questo nuovo lavoro in giro per l’Europa, con un totale di 25 concerti attraverso dieci paesi tra cui Spagna, Germania e, appunto, Italia.

Descrivendo lo spettacolo come “una delle migliori performance che la McKennitt abbia mai fatto”, la pubblicazione musicale canadese Spill magazine ha scritto.

“La sua voce è più forte che mai e l’emozione che suscita mentre canta è oltre le parole… Semplicemente, uno dei migliori spettacoli dell’anno.”

La cantautrice ha origini irlandesi e scozzesi e sono state queste ad aver influenzato la sua musica, che trae ispirazione dalle canzoni celtiche popolari a cui lei aggiunge un tocco internazionale, con un risultato sorprendente ed apprezzato in tutto il mondo.

La sua musica è una miscela di sound celtico eclettico, pop, folk e world music che negli anni ha conquistato critica e pubblico.

L’artista ha venduto infatti 14 milioni di album, vincendo dischi d’oro, di platino e multi-platino.

Nominata due volte ai Grammy Awards, ha vinto due Juno, il premio alla carriera della Billboard International e si è esibita in alcuni dei teatri e luoghi storici più prestigiosi del mondo, dalla Carnegie Hall di New York al famoso Palazzo dell’Alhambra a Granada in Spagna.

Oltre alla sua carriera musicale, McKennitt si è impegnata per una serie di iniziative filantropiche, tra cui “The Cook-Rees Memorial Fund for Water Search and Safety”.

E’ stata insignita nel 2004 dell’“Order of Canada” e nel 2013 è stata nominata “Knight of the National Order of Arts and Letters” dalla Repubblica Francese ed è Colonnello onorario della Royal Canadian Air Force

In previsione di questo nuovo tour estivo Loreena ha affermato: “Sono entusiasta di tornare in alcuni dei posti già visitati negli anni passati e di rivedere persone incontrate durante i miei precedenti tour, ma anche di esibirmi in luoghi splendidi mai visti prima.”

La cantautrice sarà accompagnata dai musicisti Brian Hughes (chitarra, oud e bouzouki celtico), Caroline Lavelle (violoncello), Hugh Marsh (violino), Dudley Philips (contrabasso) e Robert Brian (batteria).

Giovedì 25 Luglio 2019 – ORE 21

Ostia Antica (RM), Teatro Romano – Viale dei Romagnoli, 717

Biglietti: Posto unico: € 50,00 + prev.

Biglietti disponibili su Ticketone(online e punti vendita) e punti vendita Box Office Lazio

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-parco-della-musica-harry-potter-e-il-prigioniero-di-azkaban/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-accademia-nazionale-di-danza-presenta-la-bellezza-ti-stupira/

 

Il teatro geniale dei Leoni d’Oro Antonio Rezza e Flavia Mastrella arriva al Teatro di Ostia Antica per OSTIA ANTICA FESTIVAL –

Il Mito e il Sogno 2019 il 29 giugno con 7 14 21 28, uno degli spettacoli di maggior successo degli ultimi anni.

Uno spettacolo dissacrante, struggente, poetico e mai banale: “in un paese allo sbando un Uomo è affascinato dallo spazio che diventa numero. La particella catastale dell’ingegno porta l’essere animato a fondersi con la civiltà numerica al declino.

Una donna bianca, vestita di rete e di illusione, rimpiange il tempo degli inizi, quando l’amore è solo affanno e poco ancora…”

Antonio Rezza e Flavia Mastrella portano in scena civiltà numeriche a confronto. La sconfitta definitiva del significato.

Malesseri in doppia cifra che si moltiplicano fino a trasalire: siamo a pochi salti di distanza dalla sottrazione che ci fa sparire.

Oscillazioni e tentennamenti in ideogramma mobile.

Improvvisamente cessa il legame con il passato: corde, reti e lacci tengono in piedi la situazione.

Si gioca alla vita in un ideogramma. Il tratto, tradotto in tre dimensioni, sviluppa volumi triangolari diretti verso l’alto che coesistono con linee orizzontali: ma in verticale si muove solo l’uomo.

Qui non si racconta la storiella della buona notte, qui si porge l’altro fianco. Che non è la guancia di chi ha la faccia come il culo sotto. Il fianco non significa se non è trafitto.

Con la gola secca e il corpo in avaria si emette un altro suono.

Fine delle parole. Inizio della danza macabra.

Dopo Antonio Rezza, OSTIA ANTICA FESTIVAL – Il Mito e il Sogno 2019 prosegue con un ricco cartellone teatrale con prestigiosi nomi della scena nazionale.

Il 26 luglio, torna Edoardo Leo con “Ti racconto una storia” letture semiserie e tragicomiche un reading-spettacolo che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri che l’attore e regista romano ha raccolto dall’inizio della sua carriera ad oggi.

Venti anni di appunti, ritagli, ricordi e risate, trasformati in uno spettacolo coinvolgente, che cambia forma e contenuto ogni volta, in base allo spazio e all’occasione.

È uno spettacolo che fa sorridere e riflettere, che racconta spaccati di vita umana unendo parole e musica.

Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane.

In scena, non solo racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco, Benni, Piccolo…), ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Edoardo Leo.

Il 3 agosto è la volta di Lino Guanciale in “Itaca… il viaggio” con le musiche e la regia di Davide Cavuti. 

Lo spettacolo propone un viaggio che parte da Itaca e attraversa le storie, i luoghi di tanti personaggi del teatro e del cinema, disegnando uno spazio denso di emozioni e di sogni che prendono forma e azione.

Un viaggio che parte da Itaca e dalla figura di Ulisse, che è l’eroe di Omero ma anche di Dante, Pascoli, D’Annunzio, Joyce e di altri ancora.

Storie di vari personaggi in una sorta di fusione e scambio di emozioni, immagini, pensieri, in luoghi mai astratti, con un denominatore comune che è il mare, padrone di ogni avventura e sventura.

Il mare e la vita: la libertà e la speranza, la voglia di ricominciare, la pace tra i popoli con l’incanto degli occhi sulla storia».

 La quarta edizione di Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno” è organizzata da I Borghi per il consorzio di imprese Antico Teatro Romano, in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica.

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale, con il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e il patrocinio del Municipio X.

TEATRO ROMANO / OSTIA ANTICA FESTIVAL 2019 – “IL MITO E IL SOGNO – IVa EDIZIONE”

PARCO ARCHEOLOGICO – VIALE DEI ROMAGNOLI 717 – 00119 – OSTIA ANTICA – ROMA

http://www.ostianticateatro.cominfo@ostianticateatro.com

 Ufficio Stampa HF4 Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012
Ufficio Stampa Il Mito e il Sogno Fabiana Manuelli stampa@fabianamanuelli.it 3478263425

https://unfotografoinprimafila.it/museo-delle-civilta-lunga-vita-festival-incontra-lartista-aelita-andre/

https://unfotografoinprimafila.it/rome-fashion-week-2019-la-fiera-per-lindustria-della-cerimonia/

Teatro Romano di Ostia Antica Luca Argentero in “E’ questa la vita che sognavo da bambino?”

 Il 22 giugno 2019 Luca Argentero in scena al Teatro Romano di Ostia Antica apre la quarta edizione di Ostia Antica Festival – Il Mito e il Sogno con È questa la vita che sognavo da bambino?

 Scritto dallo stesso attore insieme a Gianni Corsi ed Edoardo Leo, e con la regia di quest’ultimo.

Luisin Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba: tre sportivi italiani che hanno fatto sognare, tifare, ridere e commuovere varie generazioni di italiani.

Le storie di questi grandi personaggi dalle vite straordinarie, che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina, rivivono in scena, raccontate sia dal punto di vista umano che sociale, con una particolare attenzione al racconto dei tempi in cui hanno vissuto.

Luisin Malabrocca, “l’inventore” della Maglia Nera, il ciclista che nel primo Giro d’Italia dopo la guerra si accorse per caso che arrivare ultimo, in una Italia devastata come quella del ‘46, faceva molta simpatia alla gente: riceveva salami, formaggi e olio come regali di solidarietà.

Automaticamente attirò anche l’attenzione di alcuni sponsor, fino a farlo guadagnare di più l’arrivare ultimo che tentare la vittoria. In poco tempo è arrivata anche la popolarità.

In lui le persone hanno riconosciuto l’anti-eroe che è nel cuore di ogni italiano, ma, insieme alla popolarità, sono arrivati nuovi sfidanti in una incredibile corsa a chi arriva ultimo.

Walter Bonatti, l’alpinista che dopo aver superato incredibili sfide con la roccia, il clima e la montagna, arrivato a oltre ottomila metri d’altezza, quasi sulla cima di una delle montagne più difficili da scalare del mondo, il K2

Walter scoprì a sue spese che la minaccia più grande per l’uomo è l’uomo stesso; eppure la grande delusione del K2 lo ha spinto ancora più in là a mettersi alla prova in nuove sfide in solitaria, nuove scalate impossibili e infine a viaggiare in tutto il mondo.

Tutto ciò per trovare la cosa più importante della vita: se stesso.

Alberto Tomba, il campione olimpico che ha fermato il Festival di Sanremo con le sue vittorie.

L’insolito sciatore bolognese che con la sua leggerezza nella vita e aggressività sulla pista è arrivato a essere conosciuto in tutto il mondo come “Tomba la bomba”.

Uno dei più grandi campioni della storia dello sci che ha radunato intorno alle sue gare tutta la nazione, incarnando la rinascita italiana forse illusoria ma sicuramente spensierata degli anni ‘80.

Tre storie completamente diverse l’una dall’altra, tre personaggi accomunati da una sola caratteristica, essere diventati, ognuno a modo proprio, degli eroi.

 La quarta edizione di Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno” è organizzata da I Borghi per il consorzio di imprese Antico Teatro Romano, in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica.

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale, con il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e il patrocinio del Municipio X.

TEATRO ROMANO / OSTIA ANTICA FESTIVAL 2019 – “IL MITO E IL SOGNO – IVa EDIZIONE”

PARCO ARCHEOLOGICO – VIALE DEI ROMAGNOLI 717 – 00119 – OSTIA ANTICA – ROMA

http://www.ostianticateatro.cominfo@ostianticateatro.com

Ufficio Stampa HF4 Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012
Ufficio Stampa Il Mito e il Sogno Fabiana Manuelli stampa@fabianamanuelli.it 3478263425

Non ci sarebbe niente da ridere con i tempi che corrono, ma con lei si ride comunque, al Teatro Nino Manfredi di Ostia.

I tempi peggiorano, così sembra, la protagonista invecchia, e non solo sembra, è così: sarà per queste circostanze che, più velocemente del solito, la Scuccimarra organizza le sue scorribande, da vera malandrina impenitente, tra visuali sospette, insospettate e insospettabili della nostra quotidiana vita privata, sociale e politica.

Da quarant’anni Grazia Scuccimarra, sagace e comica, continua a lanciare strali con una satira pungente che non fa sconti, con l’intento di cogliere i paradossi della nostra esistenza e della società.

Più scorrono gli anni, più il suo sguardo si fa affilato e irriverente, ma anche leggero, come se il pensiero sull’umana società si fosse ormai cristallizzato e solo un miracolo potesse rimetterlo in moto.

Il bersaglio preferito continua ad essere la persona a tutto tondo: uomo e donna, eterni interlocutori della Scuccimarra, offrono, ancora una volta, motivi e argomenti su cui confrontarsi e scontrarsi.

In “Così impari”, sua ultima esilarante fatica, l’interprete, coinvolgente e distaccata, ironica e spietata, consegna al pubblico le sue brillanti riflessioni, le sue critiche alla vita civile, alla classe politica, al mondo del lavoro, alla funzione del giornalismo, alla scuola, al consumismo.

Il pubblico le accoglie con grandi risate, un applauso dopo l’altro, contagiato dalla sferzante sincerità che sempre è stata la sua nota speciale.

Con comicità intelligente ed energia dirompente, la Scuccimarra conduce uno show scoppiettante: non un attimo di noia per il pubblico, non un attimo di riposo per una attrice col teatro nel sangue.

Come sempre, l’obiettivo è quello di poter condividere con il pubblico pregi e difetti di quell’essere umano, sociale e politico, con cui abbiamo continuamente a che fare e che fedelmente ci riflette, buono e malvagio com’è.

Lo spettacolo è un turbine affascinante, caustico e divertente di pensieri collegati e ribaltati come una vera maestra della satira sa fare.

Scritto e diretto da Grazia Scuccimarra – Musiche di Pino Cangialosi – Luci di Flavio Bruno

Teatro Nino Manfredi – Roma

Via del Pallottini, 10 Ostia Lido di Roma – tel. +39 06 56324849

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/roma-palazzo-colonna-coffee-house-sotto-il-segno-dei-pesci-la-grecia-di-vittorio-camaiani/

https://unfotografoinprimafila.it/il-nuovo-singolo-di-alessandro-dorazi-dove-sono-nato-sulle-principali-piattaforme-digitali/