Articoli

Rita Marcotulli

Una striscia di Terra Feconda all’Auditorium Parco della Musica con Rita Marcotulli in “La femme d’à côté”

Festival Franco-Italiano di Jazz e Musiche Improvvisate 2019 XXII edizione, direzione artistica Paolo Damiani e Armand Meignan

 Giovedì 12 settembre ore 21,00 Auditorium Parco della Musica-Teatro Studio 

 RITA MARCOTULLI

‘La femme d’à côté’, estratti da film di Francois Truffaut

 RITA MARCOTULLI,pianoforte,

MICHEL BENITA,contrabbasso,

LUCIANO BIONDINI,fisarmonica/

JAVIER GIROTTO,sax baritono e soprano

AURORA BARBATELLI,arpa celtica,

ROBERTO GATTO,batteria

regia Maria Teresa De Vito

 A SEGUIRE

ADA MONTELLANICO QUINTET

ospite

 MICHEL GODARD

‘WeTuba’

Ada Montellanico voce, testi, musiche

Michel Godard, musiche, tuba, serpentone

Simone Graziano pianoforte

Francesco Diodati chitarra

Francesco Ponticelli contrabbasso

Produzione originale

 L’ultima serata di “Una striscia di terra feconda”, festival franco-italiano di jazz e musiche improvvisate, presenta, giovedì 12  settembre, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in apertura di serata, Rita Marcotulli, con il progetto ‘La femme d’à côté’, estratti da film di Francois Truffaut.

Con la pianista romana sul palco: Michel Benita, contrabbasso, Luciano Biondini, fisarmonica, Javier Girotto, sax baritono e soprano, Aurora Barbatelli, arpa celtica e Roberto Gatto, batteria. Regia Maria Teresa De Vito.

L’intento di Rita Marcotulli (recentemente nominata Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica, dal Presidente Sergio Mattarella), qui alla testa di una band stellare, è quello di tradurre in musica le emozioni che nascono dai film di Truffaut, le cui immagini, con la regia di Maria Teresa De Vito, vengono proiettate sullo schermo alle spalle dei musicisti.

Le musiche, composte dalla stessa Marcotulli, hanno lo scopo di “trovare qualche nesso di comunicazione tra immagini, parole e musica”, come ha dichiarato l’artista: uno scopo ambizioso e raggiunto in pieno con questo spettacolo, in cui le immagini in bianco e nero si amalgamano perfettamente con le agili e versatili note dell’ensemble.

La bravura tecnica ed esecutiva di questi musicisti è pari solo alla loro intensità e partecipazione.

La comunanza di ispirazioni e sensazioni tra il regista francese e la pianista romana è innegabile: la lirica malinconia, la poesia delle piccole cose, la nostalgia per l’infanzia, il desiderio di fuga, le contraddizioni dell’amore e il romanticismo nostalgico e mai scontato, oltre alla capacità di saper raccontare storie come pochi, sono presenti e fondamentali in entrambi.

A seguire, e quindi a chiedere la ventiduesima edizione di “Una striscia di terra feconda”, Ada Montellanico con il suo quintetto con ospite Michel Godard, con la produzione originale “We Tuba”.

Da anni Ada Montellanico, cantante e compositrice tra le più importanti e originali del panorama italiano, nelle sue varie formazioni predilige gli ottoni, strumenti verso cui nutre particolare attrazione e affinità.

In questo nuovo progetto sceglie al suo fianco Michel Godard, artista poliedrico e grande sperimentatore, uno dei più importanti e straordinari tubisti e in assoluto unico suonatore di serpentone.

In questo speciale progetto WeTuba ideato per il festival Una striscia di terra feconda, Ada Montellanico oltre a Godard si è avvalsa della presenza di tre musicisti che attualmente rappresentano la più innovativa espressione del giovane jazz italiano, Simone Graziano al pianoforte, Francesco Diodati alla chitarra e Francesco Ponticelli al contrabbasso.

Un organico originale che nella scelta di non utilizzare la batteria vuole, attraverso la scrittura di nuove composizioni, enfatizzare la costruzione e l’intreccio delle linee melodiche dei vari strumenti. Brani appositamente scritti per questo progetto e cantati prevalentemente in italiano, in un percorso di seducente ricerca.

 INGRESSO: 10 euro

Ufficio stampa “ Una Striscia di Terra Feconda” Maurizio Quattrini 338/8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

 Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241203 – 228 – 583

ufficiostampa@musicaperroma.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-di-roma-italia-e-capo-verde-in-dialogo-musicale/

ada montellanico

 

IMGP1276

Giovedì 19 e venerdì 20 settembre – ore 21 al Teatro Golden un’iniziativa artistica e benefica.

 Ingresso con donazione benefica (prezzo suggerito: €20)

Prenotazioni: +39 3391320512 – segreteria@italia-capoverde.com

ITALIA e CAPO VERDE in dialogo musicale al Teatro Golden di Roma per un’iniziativa artistica e benefica.

Questa, in sintesi, l’idea concepita e promossa da Maria Silva (Consigliere della Repubblica di Capo Verde e presidente dell’associazione “Kriol-Ità”) e Alberto Zeppieri (direttore artistico Unicef Italia e produttore della collana discografica “Capo Verde, terra d’amore”).

Proposta accolta da Andrea Maia, direttore artistico del Teatro Golden, e sotto la direzione artistica di Grazia Di Michele, che inaugura il format internazionale della rassegna “A TU PER TU CON…”

Manifestazione mirata alla promozione della canzone d’autore in un ambito ravvicinato e partecipativo, in nome della qualità testuale e musicale.

ITALIA incontra CAPO VERDE, che avrà luogo giovedì 19 e venerdì 20 settembre nel congeniale “open space” di via Taranto.

Organizzata da “Kriol-Ità, Associazione di Amicizia Italia e Capo Verde” e “Numar Un”, produttrice della collana discografica “Capo Verde, terra d’amore”, con lo scopo di raccogliere donazioni a favore del movimento “Beira no Coraçao”. Movimento fondato dalla First Lady della Repubblica di Capo Verde, Ligia Fonseca, originaria del Mozambico) per contribuire alla ricostruzione.

Rifacimento di scuole, asili nido e abitazioni e per procurare medicinali, materiali scolastici e quant’altro necessario ad aiutare la popolazione mozambicana colpita dal ciclone “Idai”.

Evento che quest’anno ha provocato decine di migliaia tra morti e sfollati, in particolare a Beira dove il 90% di abitazioni e infrastrutture ha subito danneggiamenti.

Nelle due serate (inizio alle ore 21), alcuni fra i più significativi cantanti italiani incontreranno i loro omologhi capoverdiani, per una fusione di voci e di linguaggi che aprirà i cuori alla solidarietà.

 

Ad ognuno di loro verrà chiesto di interpretare un brano di Capo Verde (o più in generale dell’Africa) più un altro del proprio repertorio, all’insegna di una contaminazione che prevede duetti nazionali e internazionali e l’esecuzione di canzoni-simbolo eseguite in maniera corale.

I nomi nazionali prescelti in questa prima edizione per aver già “adottato” canzoni del progetto ONU “Capo Verde, terra d’amore”, corrispondono a quelli di Grazia Di Michele, Rossana Casale, Mariella Nava, Edoardo De Angelis, Lucilla Galeazzi, Ernesto Bassignano, Ivan Segreto, gli Oggi 4uattro e i Sismica.

I colleghi capoverdiani saranno invece Cremilda Medina, Mirri Lobo, Karin Mensah, Jacqueline Fortes, Jerusa Barros e Alessandra Silva Fortes.

I dialoghi in musica italo-capoverdiana saranno accompagnati dal vivo da una formazione composta da Humberto Ramos (pianoforte), Adão Ramos (chitarra e cavaquinho), Roberto Cetoli (tastiere e direzione orchestrale), Luca Donini (sax e clarinetto), Pier Brigo (basso), Ernesto da Silva (batteria e percussioni) e dai cori e dagli interventi delle vocalist Elisabetta Gomes e Ondina Santos.

Le due serate saranno condotte dagli speaker radiofonici di RAI Radio 1 Max De Tomassi e Savino Zaba.

In tale ambito sarà presentato in prima nazionale il volume 8 della collana “Capo Verde terra d’amore”, il cui ricavato netto di vendita in loco si sommerà alla raccolta-fondi.

L’iniziativa gode dell’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica di Capo Verde e delle Ambasciate di Capo Verde e del Mozambico.

L’evento è stato realizzato con il prezioso aiuto di Eces, Atac e dalle associazioni Caboverdemania, Omcvi, Nôs d’Sintanton, Amici di Soncent, Api e AICS.

TEATRO GOLDEN

Via Taranto, 36 – Roma

Ufficio stampa:

A TU PER TU CON…: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Teatro Golden: Daria Delfino

+39 347 6687903 – daria.delfino@gmail.com

https://unfotografoinprimafila.it/la-storia-a-processo-di-elisa-greco-marilyn-monroe-colpevole-o-innocente/

https://unfotografoinprimafila.it/milano-teatro-degli-arciboldi-presenta-harry-potter-in-il-calice-di-fuoco/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-asd-tiro-a-volo-lazio-incontro-annuale-con-obiettivo-no-violence/

26540468 10215095077639453 866963613 o

L’Orchestra di Gerardo Di Lella mette in musica la finale di Miss Italia a Jesolo con la sua Pop O’rchestra

Miss Italia 2019 spegne 80 candeline e torna su Rai Uno in prima serata in diretta da Jesolo, con la conduzione di Alessandro Greco.

Quest’anno per la prima volta nella storia del concorso, ci sarà musica dal vivo con la “Gerardo Di Lella Pop O’rchestra”.

Tanti gli ospiti musicali previsti.

Venerdì 6 settembre ore 21 Rai Uno.

Sintonizzatevi!!!

 

mail

Roma. Dal 22 al 27 luglio 2019 Piazzale della Centrale Montemartini l’Ape Rossa.

Torna a Roma l’APEROSSA, manifestazione ideata e promossa dalla Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico.

L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana 2019 promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

L’appuntamento consolidato del particolarissimo veicolo cinemobile che propone intorno a sé iniziative culturali e interdisciplinari, si svolgerà dal 22 al 27 luglio nel quartiere Ostiense di Roma.

Un’area fortemente caratterizzata dal passato industriale e da un tessuto sociale operaio, oggi protagonista di una profonda rigenerazione urbana.

Mentre gli eventi dal vivo tra reading e monologhi teatrali, concerti con sonorizzazioni live di archivi filmici in proiezione, visite museali ed esplorazioni partecipate alla scoperta del territorio.

Si svolgeranno presso il piazzale adiacente la Centrale Montemartini, dove peraltro ha sede l’AAMOD, altre attività di ricerca, ludiche e promozionali.

Avranno luogo presso i Mercati della Montagnola, Ostiense e Grotta Perfetta.

Spazio anche alla raccolta di testimonianze orali sulla memoria del quartiere e la produzione di brevi documentari sui luoghi partecipati e “restituiti” alla cittadinanza locale.
La manifestazione, ad ingresso libero, è un fulgido esempio di integrazione tra esperienze, luoghi e storia di contesti da valorizzare e far conoscere proprio attraverso un’organizzazione a partecipazione condivisa.

 Piazzale della Centrale Montemartini – Via Ostiense, 106 – Roma

Ingresso libero

Ufficio stampa Elisabetta Castiglioni

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-parco-della-musica-harry-potter-e-il-prigioniero-di-azkaban/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-caracalla-dopo-laida-inaugurale-ancora-verdi-con-la-traviata-anni-60/

https://unfotografoinprimafila.it/e-state-al-wood-max-paiella-al-parco-avventura-fregene/

mail

HP3 Still 20

Auditorium Parco della Musica “Harry Potter e Il prigioniero di Azkaban”

L’Orchestra Italiana del Cinema Harry Potter e il prigioniero di Azkaban in concerto all’Auditorium della Musica.

Il pubblico assisterà all’intero film con l’Orchestra Italiana del Cinema che esegue dal vivo la magica partitura di John Williams in perfetto sincrono con le immagini, i dialoghi in italiano e gli effetti speciali.

In vendita dal 15 Luglio 2019 e disponibili su WWW.TICKETONE.IT Acquistando il biglietto entro il 9 agosto è possibile usufruire del 10% di sconto

con biglietti a partire da € 29 (escluso diritti di prevendita)

HP3 Still 26Dopo aver registrato negli scorsi anni, il sold out dei primi due episodi, la “HARRY POTTER FILM CONCERT SERIES” torna a grande richiesta a Roma, con Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban™ in Concerto, il terzo film della saga

Il 29 e 30 dicembre il Maestro Timothy Henty dirigerà l’Orchestra Italiana del Cinema con una straordinaria formazione di oltre 120 musicisti tra Orchestra e Coro nella magica partitura di John Williams in perfetto sincrono con l’intero film proiettato in alta definizione su uno schermo di oltre 12 metri. 

Il tour mondiale della Harry Potter Film Concert Series è stato lanciato nel 2016 da CineConcerts e Warner Bros. Consumer Products per celebrare i film di Harry Potter.

Dalla prima mondiale di Harry Potter e la Pietra Filosofale in concerto a giugno 2016, oltre 1.3 milioni di persone hanno apprezzato questa magica esperienza dal JK Rowling’s Wizarding World, con oltre 900 spettacoli in più di 48 paesi del Mondo.

Le date italiane sono prodotte da Marco Patrignani e Forum Music Village, i concerti in programma nella Capitale hanno ricevuto il patrocinio dell’Ambasciata Britannica di Roma.

Trama:
Nel loro terzo anno a Hogwarts, Harry, Ron ed Hermione incontrano Sirius Black, prigioniero in fuga, e HP3 Still 14imparano a cavalcare un Ippogrifo mezzo cavallo/mezz’aquila, imparano a padroneggiare l’arte della Divinazione e respingono i Boggarts, creature che cambiano la forma.

Harry deve anche resistere ai Dissennatori che succhiano l’anima, superare in astuzia un pericoloso licantropo e affrontare la verità su Sirius Black e la relazione con Harry e i suoi genitori.

La colonna sonora di HARRY POTTER E IL PRIGIONIERO DI AZKABAN™ del Premio Oscar John Williams,  ottenne il Grammy Award (2004), premio miglior colonna sonora all’BMI Film & TV Award e al Broadcast Film Critics Association Award (2003) oltre che la nomination all’Oscar.

Questa affascinante e magistrale musica è diventata un celebre classico, che evoca le avventure di Harry Potter e dei suoi amici nel loro magico viaggio.

Tre imperdibili spettacoli sono ora in programma a Roma:

  • Il 29 dicembre 2019 – ore 20:00
  • il 30 dicembre 2019 – ore 15:00 e ore 20:00.

Il film è proiettato integralmente con Orchestra e Coro dal vivo di oltre 120 elementi, con effetti speciali e dialoghi in lingua italiana.

Per maggiori informazioni:

Harry Potter Film Concert Series: www.harrypotterinconcert.com

Orchestra Italiana del Cinema: http://www.orchestraitalianadelcinema.it

CineConcerts: www.cineconcerts.com

Auditorium Parco della Musica
Viale Pietro de Coubertin 30 – 00196 Roma
Centralino:  Infoline   Tel. (+39) 06 80241281

Biglietteria:
La biglietteria è aperta tutti i giorni dalle ore 11.00 alle 20:00.

Tel. (+39) 06 892101 (servizio a pagamento)

https://unfotografoinprimafila.it/roma-caracalla-dopo-laida-inaugurale-ancora-verdi-con-la-traviata-anni-60/

https://unfotografoinprimafila.it/e-state-al-wood-max-paiella-al-parco-avventura-fregene/

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-romano-festival-di-ferento-enzo-iacchetti-e-pino-quartullo-in-hollywood-burger/

Artcity Immaginario etrusco 12 luglio ore 21 DOCTOR3

ArtCity 2019: all’interno della rassegna Immaginario Etrusco

Doctor3

Danilo Rea, pianoforte

Enzo Pietropaoli, contrabbasso

 Fabrizio Sferra, batteria

“Canto Libero, omaggio a Battisti”

Venerdì 12 luglio ore 21.00 Necropoli di Monterozzi, Tarquinia

Sabato 6 luglio 2019 alle ore 21.00, alla Necropoli di Monterozzi di Tarquinia, il trio Doctor3 formato da Danilo Rea, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra si esibisce in concerto con “Canto libero, omaggio a Battisti”.

Il concerto fa parte di “Immaginario Etrusco”, rassegna curata da Marina Cogotti, nel contesto di “Artcity – Estate 2019”, realizzata dal Polo Museale del Lazio e dall’Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Canto libero è il nuovo progetto discografico di Doctor3, trio che vede Danilo Rea al pianoforte, Enzo Pietropaoli al contrabbasso e Fabrizio Sferra alla batteria.

La loro maturità artistica li rende liberi di interpretare con il loro tocco originale uno dei miti assoluti della musica leggera italiana: Lucio Battisti.

Il loro “canto libero” si permette di giocare con le note che sono nella memoria e nel cuore di tutti con rispetto e con semplicità, caratteristiche che i Doctor3 hanno sempre espresso nell’interpretare successi indimenticabili nel loro stile.

Uno stile che è diventato nel tempo un marchio di fabbrica e che è garanzia di originalità, ma anche di fedeltà agli autori e ai compositori.

Un regalo per chi ha la musica di Battisti nel cuore e una scoperta di melodie inimitabili per chi non lo conosce così bene e che non potrà non innamorarsi di questa “libera” versione.

Il fitto programma di “Immaginario Etrusco”, con spettacoli di musica, teatro, visite a tema e laboratori, organizzate tra le necropoli e i musei di Cerveteri e Tarquinia, rende onore ai primi quindici anni dall’iscrizione dei siti nella lista del patrimonio mondiale Unesco.

Sempre sabato 6 luglio, sarà possibile visitare: alle 15.30 e alle 17.30 il Museo archeologico Nazionale di Tarquinia; alle 19.00 la Necropoli della Banditaccia a Cerveteri con la visita teatralizzata “Per terra e per Mare” e, sempre alle 19.00, la Necropoli di Monterozzi a Tarquinia accompagnati dagli spettacoli teatrali itineranti.

L’appuntamento successivo della rassegna sarà domenica 7 luglio con l’Opera Pia di Gianfranco Vergone, ancora una volta con Loredana Piedimonte e venerdì 12 luglio con Danilo Rea, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra in Canto Libero, un omaggio a Lucio Battisti.

La rassegna proseguirà giovedì 18 luglio con la prima serata della rassegna “Giovedì swing”. Tutti gli altri appuntamenti possono essere consultati sul sito www.art-city.it

Formazione:

Danilo Rea, pianoforte

Enzo Pietropaoli, contrabbasso

Fabrizio Sferra, batteria

Informazioni per il pubblico:

Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia
Piazza Cavour 1, Tarquinia

Tel. +39 0766 856036

Necropoli di Monterozzi
Strada provinciale Monterozzi Marina, Tarquinia

Tel. +39 0766 856308

Biglietti e prenotazioni:
Museo o Necropoli

intero € 6,00 | agevolato € 2,00

Cumulativo (Museo + Necropoli) con validità 2gg
intero € 10,00 | agevolato € 4,00
Cumulativo sito Unesco con validità 7gg
(un ingresso in ciascuno dei quattro siti)
intero € 15,00 | agevolato € 8,00

E’ attivo un servizio gratuito di prenotazioni, inviando una mail a:

immaginarioetrusco@beniculturali.it

La prenotazione può essere effettuata fino alle ore 24,00 del giorno precedente lo spettacolo ed è consentita per un numero massimo di 4 posti, indicando nome e numero telefonico del richiedente.

Una mail di risposta confermerà la prenotazione. I biglietti devono essere acquistati entro le ore 20,30 del giorno dello spettacolo; oltre tale orario saranno resi disponibili per la vendita.

Cura e coordinamento organizzativo

Marina Cogotti

Ufficio stampa          

Guido Gaito info@gaito.it

Maurizio Quattrinimaurizioquattrini@yahoo.it

https://www.art-city.it/rassegne/immaginario-etrusco.html

twitter.com/ArtCity2019

instagram.com/artcityestate2019

facebook.com/ArtCityEstate2019

#ARTCITYESTATE2019

https://unfotografoinprimafila.it/roma-terme-di-caracalla-tona-in-scena-aida-diretta-da-jordi-bernacer/

https://unfotografoinprimafila.it/al-parco-avventura-fregene-secondo-appuntamento-di-estate-al-wood-varieta-varieta/

Fabrizio Bosso Mauro Ottolini 181230 8902 3 low

Al Tolfa Jazz Festival il 19, 20 e 21 luglio lo “Spirit of New Orleans” invade Tolfa

Tra i protagonisti:

Danilo Rea, Timothy Martin, Fabrizio Bosso, Mauro Ottolini e Leon Beal; tre giorni di musica, parate, arte ed enogastronomia.

Musica, parate, arte ed enogastronomia, tutto immerso in un paesaggio unico e incontaminato.

Parte da questi elementi il Tolfa Jazz Festival, ancora una volta e ancora più in grande, per celebrare il traguardo della X edizione.

Tre giorni consecutivi di festa gratuita e aperta a tutti, da venerdì 19 a domenica 21 luglio, rigorosamente nel segno dello “Spirit of New Orleans” che invaderà Tolfa.

Il cuore di tutto rimane la musica con i tanti concerti nell’Anfiteatro “P. Tagliani” all’interno della Villa Comunale – Parco Fondazione Cariciv.

Tutto avrà inizio venerdì 19 luglio alle 19.00, quando il Tolfa Jazz 2019 si aprirà con la “Parata in Rosa” per la lotta ai tumori del seno che il Festival sostiene dal 2016 come partner di Susan G. Komen Italia.

Più bande musicali si uniranno per invadere le strade, con balli e colori che ricreano l’atmosfera del Mardi Gras neworleansiano.

Su questa scia, nel clima vivace e popolare che caratterizza il Tolfa Jazz si snoderà il ricco programma.

Musicisti provenienti da tutto il mondo renderanno omaggio ai “10 anni” del festival e del suo protagonista: il Jazz, dalle origini passando per la sua epoca d’oro.

Il Jazz fino alla modernità, dal blues al dixieland, dal gospel al jazz italiano fino ad arrivare al funk e al soul.

Tra gli ospiti internazionali Timothy Martin (USA), Leon Beal (USA), Sax Gordon (USA), Fjord og Fjell (Norvegia) oltre ai migliori musicisti italiani come Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Mauro Ottolini, Stefano Zenni.

Danilo Rea 1 lowLA MUSICA

Il concerto di apertura, venerdì 19 luglio alle 21.30, vedrà Timothy Martin esibirsi per la prima volta in assoluto con Amacing Grace Gospel Choir & Purple Voices:

i due cori gospel in un’unica formazione di circa 60 coristi saranno diretti dal tenore e performer afro-americano Timothy Martin, tra i massimi divulgatori della musica gospel in Italia.

Alle 22.30 l’attesissimo “piano solo” in cui Danilo Rea darà spazio alla sua espressività ed all’improvvisazione: dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera.

La musica di sabato 20 luglio, con il concerto delle 21.30, suggellerà il legame tra Tolfa e il Centro Studi Italo-Norvegese con i Fjord og Fjell, jazz-band norvegese che mixa il jazz con il rock e con la musica folk della propria terra.

Il legame con quest’ultima, sottolineato già dal nome della band che significa “fiordi e montagne”, verrà trasmesso al pubblico attraverso la musica.

Alle 22.30 Mauro Ottolini & Fabrizio Bosso sestet in “Storyville Story”: un viaggio musicale alla scoperta di New Orleans, delle sue sonorità e degli artisti che ne hanno fatto la storia.

Il Tolfa Jazz 2019 si chiude domenica 21 luglio con gli ultimi due concerti: alle 21.30 il trio di Gloria Turrini in “G and The Doctor (s)” che, partendo dalle radici del Blues, lasciano contaminare il proprio percorso con altre sonorità di matrice black tra jazz di inizio secolo, gospel e New Orleans style.

Alle 22.30 sarà il momento di Leon Beal w/ Sax Gordon & Luca Giordano Band. Leon Beal è nato nella musica gospel e cresciuto nelle tradizioni musicali blues e soul; si esibirà in un sodalizio musicale con Sax Gordon e la band di Luca Giordano portando il suo messaggio di pace, fratellanza e amore.

LE NOVITÀLeon Beal 1

La novità di questa edizione sono gli “Incontri di Jazz” a cura di Stefano Zenni presso l’edificio storico di Palazzo Buttaoni.

Gli appuntamenti sono sabato 20 -ore 18.00- per “Riscoprire Satchmo: Louis Armstrong trombettista, cantante, scrittore”: un ritratto inedito dell’artista che ha fatto trionfare la corporeità afroamericana.

Domenica 21ore 11.00- con “Watch Your Step!”: Come la danza ha plasmato la musica afroamericana, dal cakewalk al charleston. Il jazz è nato per far ballare le persone.

L’altra novità è lo spazio musicale a Piazza Marconi che verrà inaugurato sabato 20 luglioore 21.00– con il concerto di Gabriele Coen & Natalino Marchetti.

Il duo sax/fisarmonica fonde l’identità Klezmer con la tradizione del Nuevo Tango argentino; passione, condivisione, forte senso di comunità…in due parole: New Orleans.

E ancora New Orleans con il “Bourbon Street Balcony”: proprio come accade nella strada più caratteristica di New Orleans (Bourbon Street), anche a Tolfa sarà allestita un’apposita balconata dalla quale saranno lanciate le famose collanine del “mardi gras”, naturalmente a suon di jazz.

La musica itinerante è sempre stata una caratteristica del Tolfa Jazz fin dai suoi esordi.

Quest’anno si aggiunge la Bikestage “musica a pedali” che entrerà in azione sabato 20 e domenica 21, dalle 18.00 a notte fonda: un pedalatore condurrà una bicicletta molto speciale, con un grande cassone che ospiterà due musicisti perché possano dare vita alla loro performance, in movimento.

Il pubblico del TolfaJazz MGL2306 1 lowPARATE, ARTE ED ENOGASTRONOMIA

Le parate sono il cuore dei giorni di festa a New Orleans. A Tolfa è proprio la “Parata in Rosa” ad aprire il Festival venerdì 19 alle 19.00.

Sabato 20 e domenica 21, sempre alle 18.00, ci sarà invece la “Disney Parade” accompagnata dalle musiche della “Tiger Dixie Band”.

Si tratta delle due parate di cui sono protagonisti i più piccoli. Sempre ai bambini saranno dedicati molti altri spazi e molte altre attività nel corso di tutto il festival.

Arte e artigianato troveranno spazio nelle mostre in programma. Anche quest’anno l’installazione a cura di Simona Sarti è affidata ad artisti contemporanei:

in “7 note con 7 artisti” le sette opere in successione verticale formeranno un virtuale spartito di cui tutti gli artisti sono complici e artefici.

Infine un intero settore dedicato all’enogastronomia con i piatti della tradizione culinaria di Tolfa, la “jambalaya” piatto tipico di New Orleans, lo street food e le birre artigianali.

Ad accompagnare il tutto la birra celebrativa “Tolfa Jazz 10^ edizione” prodotta dal Birrificio Amerino di Terni.

Gli appuntamenti culinari sono la cena solidale di venerdì 19 (in favore di Susan G. Komen), la Jazz Dinner sabato 20 alle 20.00; il Jazz Brunch di domenica 21 alle 13.00.

Main Sponsor Tolfa Jazz 2019: Enel

Golden Sponsor Tolfa Jazz 2019: Umana

Premium Sponsor Tolfa Jazz 2019: Unindustria | Fondazione Cariciv

Partner Tolfa Jazz 2019: Comune di Tolfa | Cittaslow International

Associazione Susan G. Komen Italia | Ambasciata degli Stati Uniti in Italia.

Il Manifesto del Tolfa Jazz 2019 è stato ideato e progettato da Valentina Vannicola, realizzazione grafica di Guendalina Fazoli.

Per info: facebook.com/TolfaJazz.Official | tolfajazz.com | tel: 349.3572746 334.8194052

Ufficio Stampa: tolfajazz.stampa@gmail.com | tel: 3200325280

Leggi anche

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-di-ostia-antica-festival-il-mito-e-il-sogno-2019-il-29-con-7-14-21-28/

https://unfotografoinprimafila.it/museo-delle-civilta-lunga-vita-festival-incontra-lartista-aelita-andre/

Fabrizio Bosso Mauro Ottolini 181230 8741

IMGP5889 700x465

Un grande successo al Teatro Flaiano di Federico Perrotta con la sua “Banda” diretta da Manfredi Rutelli.

“La Banda” è un testo di Pierpaolo Palladino che racconta l’incontro inaspettato e folgorante di un militare di leva con la musica e l’arte, grazie ad una banda militare diretta da un semplice maresciallo.

Il soldato Virgili, interpretato dal bravo e versatile Federico Perrotta, pur di sfuggire agli snervanti obblighi della naja, fa di tutto per entrare a far parte della Banda della sua caserma.

Ritrovandosi affascinato dalla personalità trascinante del maresciallo Bellini, eroico inventore e animatore di un gruppo di scalcinati, ma via via sempre più entusiasti, musicisti.

La musica, eseguita dal vivo, è l’altro elemento protagonista dello spettacolo insieme all’attore.

Una musica presente con la forza trascinante dello swing e le atmosfere romantiche di Glenn Miller, alternate alle marce da parata a volte giocose, a volte malinconiche, ma sempre popolari e di grande suggestione.

Il racconto di un’avventura musicale e umana, che va ben oltre le mura di una caserma e ci riporta alla tradizione più graffiante della commedia all’italiana, con la regia di Manfredi Rutelli. 

La produzione UAO SPETTACOLI intende inoltre coinvolgere di volta in volta le bande musicali che incontrerà nei comuni dove lo spettacolo avrà luogo.

Federico vuole valorizzare al meglio sia la comunità locale che le tradizioni bandistiche musicali, così ampiamente diffuse nel nostro paese.

Lo spettacolo può anche essere fatto senza musica dal vivo.

Contatti:

Distribuzione e Vendita Spettacoli: 347.7660108 – f.perrotta@uaospettacoli.it

333.8717981 – info@uaospettacoli.it

  • FB: facebook.com/uaospettacoli ● www.uaospettacoli.it

25Mag DavidMorales Room26 3

Venerdì 24 maggio Forever Young Party, Resident Double Fab – Marco Gioia – Max Rezzonico, Voice by Lele Sarallo e Lory Voice al Room 26

Sabato 25 maggio, Resident Luis Bertman – Paolo Pompei, Special Guest David Morales, art director Neon

Sabato 25 maggio, nell’ultimo fine settimana prima dell’estate, il Room 26 ha il piacere e l’onore di accogliere uno dei primi grandi imperatori delle console mondiali.

Da New York (o da chissà quale altra parte del mondo) arriva il grande David Morales, pronto a far esplodere di gioia il pubblico dell’Eur.

Accolto dal direttore artistico Gianluca Neon e dai resident Luis Bertman e Paolo Pompei, il primo divo Morales è la punta di diamante di un weekend che inizia da venerdì 24 maggio con il party Forever Young.

Propone agli amanti della nightlife, le sonorità anni’90 dei padroni di casa Double Fab, Max Rezzonico e Marco Gioia, accompagnati dalle voci di Lory Voice e del seguitissimo Lele Sarallo.

David Morales:

Nato a New York, ma cittadino del mondo, David Morales è tra i nomi più influenti del panorama mondiale e la sua musica ha riempito i club più leggendari come il Loft o il Paradise Garage.

Sin dagli anni ’80 si forma nei locali più importanti della grande mela nel periodo più fiorente quando l’entertainment muove i suoi primi grandi passi.

In coppia con Frankie Knuckles tra i fondatori della vita notturna newyorkese, vede il suo nome ben presto diventare leggenda.

Remixa e produce oltre 500 pubblicazioni con artisti del calibro di Maiah Carey, Aretha Franklin, Michael Jackson e sua sorella Janet, Eric Clapton, Pet Shop Boys, U2, Whitney Houston e Jamiroquai.

Con il suo lavoro si guadagna una nomination per i Grammy Awards nel ’96 con l’album Daydream per la canzone Fantasy, che produce per la Carey.

Una nomination segue anche nel ’98, anno in cui porta a casa il Grammy come “Remixer of The Year”.

Debutta da solita nel ’93 con The Program con la Mercury Records e nel ’98 pubblica Needin U con Definity Records che nel RegnoUnito ha sbancato tutto arrivando al primo posto in classifica dance.

Nel 2005 con la Ultra Records pubblica il suo secondo album intitolato Two World Collide, seguito da Changes nel 2011.

Da moltissimi è considerato uno dei primi DJ super star ed è tra i primi ad aver girato il mondo con la sua musica.

Tratto distintivo della sua arte è anche la poliedricità che lo contraddistingue e che lo porta a spaziare in collaborazioni con grandissimi come Louie Vega o Tony Humphries.

Una versatilità ed un talento che lo portano ad esser sempre pronto ai costanti mutamenti della musica.

 ROOM 26 – Piazza Guglielmo Marconi, 31 – Roma (EUR)

MODALITA’ INGRESSO

Venerdì 24 e Sabato 25 Maggio 2019, dalle ore 23.30 alle ore 4.30

Prezzo in Lista: 15€ Uomo / 10€ Donna (drink incluso)

L’ingresso “Fuori Lista” subirà un supplemento di 5€ sul ticket al botteghino

Per INFO e LISTE, scarica l’APP di Room26, clicca qui: http://bit.ly/approom26

TEL. 333 428 9202 – EMAIL: info@room26.it – www.room26.it

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla: carla@fabighinfanti.it
, 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/ – IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-marconi-culturecreative-presenta-nuovo-premio-teatro-traiano/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-porta-portese-presenta-deja-vu-storia-di-un-giovane-principe/

 

 

 

IMGP5994 650x432

Centro Polifunzionale “Tiberio Bartoli” domenica 28 aprile ore 18,00 presenta “Pantani un uomo in fuga” con Sandro Scapicchio scritto e diretto da Giancarlo Porcari.

Dopo i successi ottenuti in alcuni teatri italiani Sandro Scapicchio torna alla 1° Rassegna Teatro Musica città di Lariano con il suo “Pantani un uomo in fuga”.

Pantani un uomo in fuga presentato in anteprima nazionale al Teatro Biblioteca Quarticciolo di Roma, dal poliedrico musicista attore Sandro Scapicchio.

Un’ottima e commovente rappresentazione per l’anteprima nazionale, della storia del Pirata (Marco Pantani) l’ultima vera leggenda del ciclismo, un campione capace di entusiasmare, con le sue imprese epiche sulle montagne del Giro d’Italia e del Tour de France, milioni di tifosi e di semplici spettatori, in Italia e nel mondo.

Sul palco un uomo, e la voglia di raccontare a tutti una vita vissuta con Lui, il suo “amico”. Questa è la storia di amicizia tra un musicista e Pantani e quindi il loro trasporto parallelo che li porta a dividere le stesse passioni e le stesse emozioni anche se in due campi tanto diversi ma allo stesso tempo paralleli per passione e difficoltà.

Raccontare il concentrato di vicende quotidiane, passate insieme nella più totale spensieratezza, ridendo e sognando. Ripercorrere come fosse una pellicola di un film tutte le tappe.

Partendo dalla gioia, superando le delusioni, faticando e arrancando, stringendo i denti sulle amarezze, e tagliando i traguardi dei successi, abbracciando le folle immense. Ma sarà solo il rumore assordante del vuoto e del silenzio a dargli la forza e il coraggio di ricordare. Per non dimenticare la storia di un “campione”, ma più di tutti di un uomo. MARCO PANTANI

Il bravo Sandro Scapicchio rassomigliante per la chioma al mitico Pantani, canta e racconta una storia toccante di una pseudo amicizia con il grande campione del ciclismo. Canzoni, testi e musiche originali scritte dallo stesso Scapicchio e da Alessandro D’Orazi.

Commedia scritta e diretta da Giancarlo Porcari.

 

foto 1

La potenza del rock si unisce alla poesia della musica popolare e alla irresistibile magia del racconto teatrale dell’artista toscano Giammarco Nucciotti al Teatro Garbatella

 Il 26 aprile sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo tantissimi successi di critica e di pubblico, il divertente spettacolo di Teatro Canzone “Di Quando – Storie di Personaggi e fatti, non puramente casuali”.

Un divertente racconto di aneddoti e storie di tanto tempo fa, narrati da Gianmarco Nucciotti con le musiche dal vivo dei Leggera Electric Folk Band.

Ci sono storie che fanno divertire, sorridere e poi ce ne sono altre che rattristano un po’ che quantomeno fanno riflettere; spesso impossibili da pensare, per come viviamo quest’epoca moderna, tanto che sembrano ormai appartenere ad un altro mondo.

È il bagaglio culturale della nostra vita, della nostra storia, che è sempre bello ravvivare e ricordare, per non dimenticare mai chi siamo, da dove veniamo e come siamo arrivati fino ad oggi.

Le automobili, la corrente in casa, l’acqua dal rubinetto, la tecnologia, il benessere, non sono arrivati così per caso; ce li siamo trovati serviti in un piatto d’argento sì, ma da mani sudice, stanche, screpolate.

È per quelle mani che dobbiamo essere orgogliosi e tenere viva la mente dei ricordi.

“Di quando”, è il racconto brillante di storie vere, storie di miti che non torneranno più, “storie di personaggi e fatti, non puramente casuali”.

https://www.facebook.com/events/572827779877843/

Venerdì 26 aprile 2019 – ore 21:00

testo di Senio Nucciotti

con Gianmarco Nucciotti

regia di Manfredi Rutelli

musiche dei Leggera Electric Folk Band

audio e luci Live ‘95

Produzione Associazione Culturale LEGGERA ELECTRIC FOLK BAND

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma Tel: 366 200 3502

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line: oooh events

https://oooh.events/evento/di-quando-26-aprile-2019/

Biglietti

Intero 16euro / Ridotto 10 euro  (+ 2 euro diritti di prevendita)

 

Vita 12

 Un percorso incredibile tra insolite riflessioni e grandi risate, accompagnato da musica e canzoni …un viaggio lungo una vita. Teatro Flaiano

 Il 18 aprile sul palcoscenico del Teatro Flaiano approda il divertente spettacolo “Vita -Un viaggio in musica”, un vero e proprio viaggio attraverso la Vita.

Un percorso incredibile fatto di monologhi, dialoghi e sketch, insolite riflessioni, sentimenti contrapposti e risate, accompagnati da musica, canzoni e coreografie, che rendono lo spettacolo unico nel suo genere.

Lo spettacolo “Vita -Un viaggio in musica” è come un treno che, partendo dalla stazione della “nascita”, attraverso poetici vagoni, con ilarità e leggerezza, affronta tante fermate interlocutorie, le tante fasi della vita.

Dalla nascita dei singoli passando poi per il rapporto con la famiglia, il lavoro, la politica, il sesso e l’amore sino a raggiungere l’ultima fermata, dove la discesa è obbligatoria…

Il viaggio è confortevole e spassoso, e seduta c’è la più fedele delle compagne di viaggio…la musica.

E’ un viaggio per tutte le età, per giovani-anziani e per vecchi-bambini, ad ogni fermata, tutti scendono, vivono quello che c’è da vivere, e poi si riparte, pronti ad affrontare il prossimo misterioso frammento di Vita…e così via fino all’epilogo…

Giovedì 18 aprile 2019 ore 21.00

Testo e regia Giuseppe Talarico

Con Giuseppe Talarico, Serena Farnesi, Claudio Boschi, Letizia Barone Ricciardelli,

Vittorio Ciardo, Marzia Del Mastro

Produzione Compagnia Incontroscena/ Associazione Culturale Etra

Teatro Flaiano

Via Santo Stefano del Cacco, 15 (Largo di Torre Argentina)  00186 – Roma

Orari Botteghino

dal lunedì al sabato: 10:00-13:30  15:30-20:00 domenica: 15:00-19:00

Info e prenotazioni

Tel. 06/37513571 – 06/37514258

Mail   segreteria@teatroflaiano.com 

Biglietti

Intero  euro 25 platea/ 20 galleria – Ridotto 18 euro