Articoli

Omar Sosa e Ernesttico al Parco di Casa Del Jazz

Omar Sosa e Ernesttico al Parco di Casa Del Jazz. I Concerti nel parco estate 2020 #cisiamo


Un duo esplosivo, quello di OMAR SOSA, pianista cubano tra i massimi jazzisti contemporanei, ed ERNESTTICO percussionista/batterista dallo stile personalissimo.

Omar Sosa e Ernesttico. Un viaggio alla riscoperta delle comuni radici afro-cubane, in salsa acustica ed elettronica “B-BLACK” Viaggio a Cuba

Sabato 25 luglio, alla Casa del Jazz per “I Concerti nel Parco”, una prima a Roma “B-BLACK” Viaggio a Cuba con un duo esplosivo formato dal pianista cubano OMAR SOSA, tra i massimi jazzisti contemporanei.

ERNESTTICO, percussionista e batterista cubano, residente in Italia da oltre due decadi, famoso per lo stile personalissimo che fa uso anche di sintetizzatore e voce.

Omar Sosa è uno di quei nomi che non hanno bisogno di molte presentazioni: compositore e pianista cubano, classe 1965, nominato sette volte ai Grammy, è uno dei jazzisti più versatili e completi della sua generazione.

È stato capace di fondere mirabilmente un’estesa gamma di elementi jazz, di world music e di elettronica con le sue radici afrocubane, riuscendo a creare una sonorità fresca e originale, dal forte sapore latino, ma lasciando sempre grande spazio all’improvvisazione.

Ernesto Rodriguez in arte Ernesttico, dopo una prestigiosa carriera a l’Avana che lo porta a collaborare con  i più riveriti gruppi e  solisti cubani.

Nel 1995 viene invitato da Pino Daniele per un tour in Italia e, innamoratosi del nostro paese, vi si stabilisce un anno dopo.

A seguire collabora con grandi musicisti internazionali da Jovanotti a Eros Ramazzotti, da Gloria Estefan a Pat Metheny, da Noa a Horacio El Negro Hernandez e Zuccher.

Lo stile personale di Ernesttico si caratterizza per la ricerca di nuove forme di linguaggio, sia timbriche che ritmiche, e su una combinazione esplosiva di percussioni, batteria, sintetizzatori e voce.

Due artisti accomunati dal medesimo vocabolario musicale che deriva dalle loro radici afro-cubane, così come da un interesse condiviso ad accrescere le sonorità tradizionali con strumenti elettronici e suoni campionati.

Il loro comune approccio alla musica enfatizza l’improvvisazione e la libertà di espressione, si divertono e deliziano il pubblico con l’interazione spontanea della loro energia e del dialogo musicale.

Biografie

Omar Sosa è uno di quei nomi che non hanno bisogno di molte presentazioni.

Il compositore e pianista cubano, classe 1965, nominato sette volte ai Grammy, è uno dei jazzisti più versatili e completi della sua generazione.

È stato capace di fondere mirabilmente un’estesa gamma di elementi jazz, di world music e di elettronica con le sue radici afrocubane, riuscendo a creare una sonorità fresca e originale, dal forte sapore latino, ma lasciando sempre grande spazio all’improvvisazione.

La carriera di Sosa incarna la mentalità aperta di un artista giramondo (ha vissuto nel nord e nel sud America, a Cuba ed in Spagna) e visionario, che ha lavorato incessantemente per cercare di costruire una visione musicale coerente e personale, davvero cosmopolita.

Una ventina di dischi da leader in circa un quarto di secolo di attività professionale parlano da soli.

Dentro una così nutrita ed interessante produzione musicale, vi sono ben sei album di piano–solo (l’ultimo, «Senses», è del 2014) ma anche dei magnifici duetti con il trombettista Paolo Fresu, qualche lavoro orchestrale e il Quartetto Afrocubano, interamente composto da suoi connazionali.

Ernesttico. Ernesto Rodriguez in arte Ernesttico è nato a Cuba.

A soli diciannove anni, si laurea come insegnante e musicista e la direzione del Conservatorio gli offre la posizione di docente in percussioni.

Grazie all’esperienza maturata in ambito accademico inizia una prestigiosa carriera che lo porta a collaborare con L’Avana Orquesta Cabaret Tropicana, Emiliano Salvador, Merceditas Valdes,

Guillermo Barreto, Frank Emilio,Tata Guines, Gonzalo Rubalcaba, Hilario Duran, Yoruba Andabo, Jane Bunnett, Pello El Afrokan, Sintesis, Paulo FG, Ernan Lopez Nussa.

Nel 1995 viene invitato dal cantante Pino Daniele per un tour in Italia, paese dove si stabilisce un anno dopo.

A seguire collabora con Jovanotti, Raf, Eros Ramazzotti, Gloria Estefan, Pat Metheny, Eric Marienthal, AlexAcuña, Laura Pausini, Daryl Jones, Giorgia, Noa, Renato Zero, Horacio El Negro Hernandez, Zucchero, per citarne alcuni.

Lo stile personale di Ernesttico si caratterizza per la ricerca di nuove forme di linguaggio, sia timbriche che ritmiche, e si basa su una combinazione di percussioni, batteria, sintetizzatori e voce.

Biglietti: 15 euro + dp; ridotto 12,50 euro + dp

Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico ESTATE ROMANA 2020-2021-2022  e fa parte di ROMARAMA 2020, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale.

Gli spettatori sono pregati di attenersi alle disposizioni ufficiali del Protocollo Sanitario Conferenza Stato/Regioni – Emergenza Covid-19 del 22/05/2020 per gli spettacoli dal vivo ed il cinema.

Ulteriori info: http://www.iconcertinelparco.it/info-e-biglietti-estate-2020/

Relazioni con la stampa: Marina Nocilla 338 7172263; marinanocilla@gmail.com

Maurizio Quattrini: 338 8485333; maurizioquattrini@yahoo.it

Siamo su Facebook, Instagram, Twitter #ConcertiParco20

In collaborazione con:

Info tel. 06.5816987 | 339.8041777
info@iconcertinelparco.it
www.iconcertinelparco.it

LUOGO: CASA DEL JAZZ

INDIRIZZO: Viale di Porta Ardeatina, 55 – 00153 Roma

ORARIO SPETTACOLI ORE 21:00

BIGLIETTI

10 ,25, 27 luglio e 3 agosto 15 euro + dp

14 e 26 luglio 18 euro + dp

16, 21 luglio e 2 agosto 20 euro + dp

20 e 29 luglio 25 euro + dp

Ulteriori info: http://www.iconcertinelparco.it/info-e-biglietti-estate-2020/

VENDITA IN LOCO

La biglietteria a Casa del Jazz è aperta al pubblico dalle ore 18:30 fino a 40 minuti dopo l’inizio dello spettacolo

RIDUZIONI

Veli elenco dettagliato sul sito www.iconcertinelparco.it

PREVENDITE INTERNET                                                

www.ticketone.it

www.groupon.it

PREVENDITE TELEFONICHE                                                

Telefono TicketOne: 892.101

(dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 21:00 e il sabato dalle 9:00 alle 17:00)

Prenotazione posti spettatori diversamente abili

Se interessati, gli spettatori diversamente abili e loro accompagnatori possono effettuare la prenotazione dei posti disponibili scrivendo a info@iconcertinelparco.it entro 3 giorni dalla data dell’evento.

PARCHEGGIO

La Casa del Jazz è servita da un parcheggio adiacente alla villa, in via Cristoforo Colombo angolo viale di Porta Ardeatina

Arrivare in Bus

Utilizzare la Linea 714, frequenza ogni 6 minuti, fermata Colombo/Marco Polo

Arrivare in Metro

Utilizzare la Linea B, fermata Piramide

DOVE MANGIARE

La Casa del Jazz è dotata di un fornito punto ristoro, dove è possibile cenare.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/tolfa-jazz-festival-tutto-pronto-per-11-edizione/

Omar Sosa e Ernesttico al Parco di Casa Del Jazz
Tolfa Jazz Festival.

Tolfa Jazz tutto pronto per 11° edizione. Una Special Edition che in breve tempo ha raggiunto il sold out delle prenotazioni


Tutto pronto per l’XI edizione del Tolfa Jazz Festival, kermesse musicale organizzata dall’Associazione Etra in collaborazione con il comune di Tolfa, che si terrà il 25 e 26 luglio 2020.

Tolfa Jazz Festival. Questo undicesimo anno è arrivato tra le tante difficoltà dettate dal momento storico che stiamo vivendo, eppure ne è nata una programmazione di altissimo livello, concerti con posti limitati e su prenotazione che in pochissimo tempo hanno registrato il tutto esaurito.

Un vero e proprio successo che ha confermato la presenza di un pubblico attento e affezionato, che ha ribadito il suo entusiasmo e si è dimostrato rispettoso delle nuove regole adottate.

Ancora una volta il Festival si è messo in gioco ed ha studiato un nuovo format su una strada non facile e tortuosa, lo ha fatto perché era necessaria la sua testimonianza, la sua presenza su un territorio su cui ha sempre lavorato per la promozione della cultura.

Da una parte ha trovato soluzioni per garantire una presenza fisica ad un pubblico più “intimo” rispetto agli altri anni, dall’altra ha sperimentato una formula “globale” grazie all’ausilio delle nuove tecnologie.

Tolfa Jazz Festival. Una novità assoluta di quest’anno sarà lo streaming.

Sui canali del Tolfa Jazz verranno trasmessi in diretta i concerti, una possibilità in più offerta al pubblico degli affezionati e ai nuovi curiosi che potranno godere degli spettacoli direttamente dai propri devices.

Inoltre, nelle due serate di sabato e domenica verrà proposta una programmazione musicale in filodiffusione, che spazierà dalle melodie tipiche di New Orleans ai brani che hanno fatto la storia del jazz.

Sarà così possibile passeggiare per le stradine caratteristiche del paese e magari fermarsi per una sosta negli esercizi commerciali, accompagnato dalla melodia delle note diffuse nell’aria.

Per chi, invece, è riuscito a prenotare i biglietti spetteranno concerti in location mozzafiato con i musicisti più affermati e promettenti del panorama jazzistico italiano.

Tolfa si conferma così, ancora una volta, il luogo dove assistere a delle esibizioni musicali di prestigio.

Due saranno gli spettacoli principali che quest’anno risuoneranno sulle colline.

Sabato 25 luglio, dall’alto della rocca, tra i ruderi del Castello dei Frangipane, arriverà Felliniana:

spettacolo a cura del sassofonista Simone Alessandrini che si esibirà insieme Marco Colonna ai clarinetti, Francesco Diodati alla chitarra, Igor Legari al contrabbasso e Federico Scettri alla batteria.

Un concerto ricco di momenti coinvolgenti che accompagneranno il pubblico sulla sommità che domina il paese e apre il suo sguardo su un paesaggio sbalorditivo.

Un progetto ideato appositamente per il Tolfa Jazz 2020, in occasione del centenario della nascita di Federico Fellini, uno spettacolo site specific per celebrare il regista in un concerto che proprio a Tolfa verrà presentato in assoluta anteprima.

Per garantire l’accesso al maggior numero degli spettatori erano stati previsti due spettacoli, uno alle ore 19.00 e l’altro alle 22.00, entrambi già sold out.

Al pubblico è stata raccomandata la puntualità ed è stato spiegato il percorso e le sue caratteristiche:

la Rocca si raggiunge da piazza Giacomo Matteotti percorrendo via Frangipane, la strada è una salita di circa 500 mt con terreno a ciottoli, un dislivello di 70 mt e una pendenza di 14%. Il tempo di percorrenza è di 15/20 minuti.

Domenica 26 luglio, alle 21,30, sarà la volta di una presenza immancabile del Tolfa Jazz: Fabrizio Bosso, uno tra i migliori trombettisti al mondo, che tornerà per presentare il suo progetto con lo Spiritual Trio formato da Alberto Marsico all’organo e Alessandro Minetto alla batteria.

In questo caso le note risuoneranno nel cuore del paese, presso L’Anfiteatro della Villa Comunale, anche questo spettacolo ha registrato velocemente il tutto esaurito.

Fabrizio Bosso è stato negli anni una figura sempre corteggiata dal Tolfa Jazz e con queste parole ha salutato la sua presenza all’undicesima edizione:

“Sono molto felice di tornare a suonare al Tolfa Jazz Festival ho avuto la fortuna di suonarci diverse volte e ho trovato sempre, anzi direi da subito, una grande famiglia che si è riconfermata in ogni occasione e per questo ringrazio Alessio e tutto lo staff, gli ideatori di questo bellissimo Festival, di questa bellissima festa.

É ogni volta un grande piacere perché trovo sempre un pubblico molto attento, caloroso, partecipe e questa non è una cosa ovviamente scontata.”

Infine, anche in questa occasione il Tolfa Jazz conferma il suo sostegno alla “Susan G. Komen Italia”, associazione onlus che dal 2000 opera nella lotta ai tumori al seno.

In questa XI edizione non potranno svolgersi la parata e la cena di solidarietà che ogni anno vengono organizzati in favore della causa;

il Festival ha studiato comunque una nuova formula: una sottoscrizione simbolica ai concerti da devolvere alla Komen, perché soprattutto in un momento come questo c’è bisogno di atti di solidarietà.

Sarà quindi la volta di un Tolfa Jazz più intimo, ma che forse proprio per questo avrà un valore particolare che non vedrà strade affollate, balli sfrenati, free jam session notturne ma riunirà tutti sotto l’abbraccio virtuale della cultura musicale.

Main Sponsor Tolfa jazz 2020 Acea

Sponsor Tolfa Jazz 2020 Fondazione Cariciv, Traiana srl, Pellicano Srl, Conad

Partner Tolfa Jazz 2020 Comune di Tolfa, Cittaslow International, Associazione Susan G. Komen Italia, Etruria Meridionale-Città della Cultura della Regione Lazio 2020

Il Manifesto del Tolfa Jazz 2020 è stato realizzato da Guendalina Fazioli

Per info: facebook.com/TolfaJazz.Official | tolfajazz.com

Contatti: 334.8194052 – 349.3572746

Prenotazione concerti: info@tolfajazz.com

Ufficio Stampa: tolfajazz.stampa@gmail.com

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/arturo-racconta-brachetti-ostia-antica-festival-2020/

Tolfa Jazz Festival.
Una Striscia di Terra Feconda

Una Striscia di Terra Feconda Festival Franco Italiano di Jazz e Musiche improvvisate 2020 XXIII Edizione.


Una Striscia di Terra Feconda, direzione artistica Paolo Damiani e Armand Meignan, Oltreroma, Striscia Regional Tour


Una Striscia di Terra Feconda. Palestrina, Museo Archeologico Nazionale di Palestrina e Santuario della Fortuna Primigenia.

Venerdì 24 luglio 2020 ore 21,00

RENAUD GARCIA-FONS & CLAIRE ANTONINI “Farangi”.

Claire Antonini liuto

Renaud Garcia-Fons contrabbasso

Prima nazionale

Sabato 25 luglio 2020 ore 21,00

FEDERICA MICHISANTI ENSEMBLE

(Vincitore del PREMIO SIAE 2019)

Francesco Bigoni sax tenore e clarinetto

Francesco Lento tromba flicorno

Federica Michisanti contrabbasso

ospite

Una Striscia di Terra Feconda. LOUIS SCLAVIS sax soprano, clarinetto (Vincitore referendum Top Jazz miglior disco internazionale 2019)

Produzione originale

Venerdì 24 luglio, primo appuntamento nella sua versione “Oltreroma” per Una striscia di Terra Feconda, Festival Franco-Italiano di musiche improvvisate, giunto alla XXIII Edizione.

La direzione artistica Paolo Damiani e Armand Meignan a Palestrina nel Museo Archeologico Nazionale e Santuario della Fortuna Primigenia con il concerto, in prima nazionale, del duo Renaud Garcia-Fons & Claire Antonini “Farangi”. 

Sabato 25 luglio, concerto, produzione originale, di Federica Michisanti Ensemble, vincitore del Premio Siae 2019, con ospite Louis Sclavis, vincitore del referendum Top Jazz, miglior disco internazionale 2019.

Venerdì 24 luglio il duo Renaud Garcia-Fons & Claire Antonini “Farangi” con Claire Antonini liuto e Renaud Garcia-Fons contrabbasso.

Artista raro ed eccezionale, virtuoso dell’arco, Renaud Garcia-Fons persegue un percorso musicale molto personale.

Ammirato da musicisti classici, coccolato da tutti i jazzisti (Portal, Cinelu, Luc, Lockwood …), ha proposto con questo nuovo progetto “Farangi” un singolare incontro con una eccezionale partner, Claire Antonini, grande specialista della musica barocca (les Arts Florissants,Artaserse, le Concert d’Astrée…).

Tra musica orientale e occidentale, tra musica antica e jazz, questo è un invito a viaggiare, molto lirico e colorato, per riscoprire l’incredibile ricchezza della musica antica.

Sabato 25 luglio è la volta di di Federica Michisanti Ensemble, vincitore del Premio Siae 2019, con  Francesco Bigoni,sax tenore e clarinetto, Francesco Lento ,tromba e flicorno, Federica Michisanti, contrabbasso

Ospite Louis Sclavis, sax soprano e clarinetto, vincitore del referendum Top Jazz : miglior disco internazionale 2019.

Il trio della contrabbassista Federica Michisanti è composto da Francesco Bigoni al sax tenore e clarinetto e Francesco Lento alla tromba e flicorno.

Si unisce alla formazione per questa occasione un ospite eccezionale, Louis Sclavis, straordinario musicista virtuoso del clarinetto, clarinetto basso e sassofono soprano e notevole compositore, uno dei personaggi più rilevanti della scena del Jazz contemporaneo.

Una formazione particolare, spoglia di strumenti armonici e percussivi che si presta ad un uso non convenzionale dei ruoli dei singoli strumenti.

L’utilizzo delle voci dei fiati, più quella del contrabbasso, offre alla composizione musicale l’opportunità di procedere in maniera contrappuntistica, in uno scambio continuo di parti.

Dunque talvolta è il contrabbasso a “cantare”, con i fiati che intrecciano le loro voci   accennando l’armonia, e talvolta il contrabbasso offre il suo ruolo primario per lasciare che i fiati, singolarmente o insieme, adagino la melodia sul suo tappeto ritmico e armonico.

La formazione propone composizioni di Michisanti e di Sclavis, lasciando spazio anche all’improvvisazione estemporanea.

INGRESSO 5 EURO

Info e prenotazioni:

+39 06 9538100

Museo Archeologico Nazionale di Palestrina
Piazza della Cortina
00036 Palestrina (Rm)

Ufficio stampa        

Maurizio Quattrini 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi Anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/allombra-del-giardino-di-dany-comicita-e-magia/

Una Striscia di Terra Feconda
Torino Jazz Festival ottava edizione

Torino Jazz Festival ottava edizione. Il grande jazz torna a Torino con il suo festival più rappresentativo.

Torino Jazz Festival. Dopo il forzato stop determinato dall’emergenza epidemiologica Covid-19 che inizialmente ha costretto la Città a rinviare l’ottava edizione del TJF da aprile a ottobre.

Torino Jazz Festival. I direttori artistici del Festival, Diego Borotti e Giorgio Li Calzi, convinti che la musica non ferma e spinti da un forte desiderio di ripartenza, hanno deciso di articolare la rassegna in due fasi, una estiva e l’altra autunnale.

La prima si svolgerà dal 21 al 30 agosto per soddisfare la voglia di musica dal vivo con un cartellone composto da dieci concerti serali di grande qualità.

La seconda, in programma a ottobre, prevede 30 concerti, una dozzina di jazz club e locali che da sempre, con tenacia, ospitano a Torino questo genere musicale.

Nonostante le evidenti difficoltà logistiche dovute al momento, il TJF 2020 manterrà la sua ricchezza artistica e presenterà produzioni originali.

Saranno presenti importanti nomi di jazzisti italiani e molti artisti del panorama internazionale.

La parte estiva della manifestazione, ancora in via di definizione, sarà realizzata – osservando le più scrupolose norme di sicurezza per il pubblico, gli artisti sul palco e il personale al lavoro .

Nel cortile di Combo (ostello costruito negli spazi dell’ex caserma dei pompieri di Porta Palazzo) in corso Regina Margherita e inserita all’interno del palinsesto cittadino “Torino a cielo aperto”.

I dieci concerti di agosto del Torino Jazz Festival 2020 saranno annunciati nel corso di una conferenza stampa il 20 luglio. www.torinojazzfestival.it    

Torino, 30 giugno 2020

Comunicato n.256

Ufficio Stampa Città di Torino

Luisa Cicero tel.0114421932 – 3462356935 luisa.cicero@comune.torino.it

Eliana Bert tel.0114423677 – 3494162659 eliana.bert@comune.torino.it

Ufficio Stampa Nazionale

Maurizio Quattrini – tel.3388485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/baubeach-di-maccarese-sforna-i-primi-dog-manager-ihod/

Torino Jazz Festival ottava edizione
Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”

Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”. La musica e lo spettacolo si riaccendono dal 1 luglio al 7 agosto alla Casa del Jazz


Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”. Con Stefano Di Battista, Michael League, Omar Sosa, Danilo Rea, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Roberto Gatto,

Franco D’Andrea, Enrico Pieranunzi, Paolo Damiani, Peppe Barra, Arisa, Marco Paolini e molti altri 

La Fondazione Musica per Roma riparte con una stagione estiva concepita ad hoc per Villa Osio dal nome Casa del Jazz Reloaded che porterà sul palcoscenico i primi concerti nella splendida cornice del parco di Cdj dal 1 luglio al 7 agosto.

Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”

In cartellone il meglio del jazz italiano, ma anche straordinariamente qualche ospite straniero tra cui Michael League, leader degli americani Snarky Puppy e Bill Laurence, tastierista del gruppo (1 agosto) e Omar Sosa (25 luglio).

Questa prima parte del programma, che andrà avanti senza soluzione di continuità fino a settembre – ad eccezione della settimana di Ferragosto.

Continuano anche gli appuntamenti della rassegna I Concerti nel Parco che, come di consueto, offre produzioni originali tra musica e teatro,e a settembre i concerti di Una striscia di Terra feconda.

Primo appuntamento con Stefano Di Battista Quartet (1 luglio).

Si prosegue con Saint Louis D.O.C. (2 luglio), Markus Schinkel Trio (3 luglio), Javier Girotto Vince Abbracciante Duo (4 luglio), 

Enrico Pieranunzi “Fellini in Jazz” (5 luglio), Rita Marcotulli e Dado Moroni Duo (6 luglio), Gianluca Petrella (7 luglio), Francesco Bearzatti Tinissima Quartet (8 luglio), 

John De Leo (9 luglio), Peppe Barra (10 luglio), Pasquale Innarella Go_dex Quartet (11 luglio), Maria Pia De Vito “Dreamers” (12 luglio), 

Paolo Damiani Unit “Memoire Future” (13 luglio), Riccardo Rossi (14 luglio), Antonello Salis e Tankio Band (15 luglio), 

Marco Paolini (16 luglio), Franco D’Andrea (17 luglio), Rosario Giuliani (18 luglio), Fabrizio Bosso e Javier Girotto (20 luglio), 

Danilo Rea Trio con Massimiliano Pani (21 luglio), Giovanni Guidi e Luca Aquino duo e Giovanni Guidi Little Italy new band (22 luglio), 

Roberto Gatto (23 luglio), Ettore Fioravanti “Opus Magnum” (24 luglio), Omar Sosa & Ernesttico Duo (25 luglio), Alessio Boni (26 luglio), 

U.G.O. + Inquite (27 luglio), Max Ionata Hammond Trio (28 luglio), Arisa (29 luglio), Cinzia Tedesco “Rite Time” (31 luglio), Queen Mania Rapsody (2 Agosto), 

Julian Oliver Mazzariello Trio (4 agosto), Roberto Gatto Quartet (5 agosto), Giovanni Tommaso “Bassoprofilo” (7 agosto). 


Crediti fotografici Arisa: Julian Hargreaves

info per I Concerti nel Parco: www.iconcertinelparco.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/il-porretta-soul-festival-si-trasforma-in-porretta-soul-movies/

Alla Casa del Jazz “Riaccendono la musica”
Per il suo quarto appuntamento in streaming, Visioninmusica "Live at home" Gaia Gentile

Per il suo quarto appuntamento in streaming, Visioninmusica “Live at home” propone la voce fresca e giovane di un’artista dalle origini pugliesi… Gaia Gentile

https://www.youtube.com/user/visioninmusica

Il programma di Visioninmusica “Live at Home”, l’iniziativa solidale a sostegno della filiera dello spettacolo dal vivo e del sistema sanitario locale, si arricchisce di un’interprete dalla voce melodicamente dolce e dalla incisiva presenza scenica.

Giovedì 23 aprile alle ore 18:30 protagonista di una mini-performance direttamente dalla sua abitazione sarà la brava e bella Gaia Gentile.

Ad accompagnarla al sax sarà Nicolò Pantaleo, componente del gruppo musicale comico teatrale Rimbamband.

L’appuntamento, come da prassi, è in diretta streaming sul canale youtube di

Nel corso dell’evento verrà data la possibilità di contribuire alla raccolta fondi organizzata dall’Azienda ospedaliera “Santa Maria” di Terni, Città natale di Visioninmusica.

A sostegno del diritto alle migliori cure per i pazienti colpiti da Covid-19 nel contesto di una sicurezza sanitaria di interesse generale.

Per effettuare una donazione sarà possibile farlo tramite bonifico bancario al conto corrente dell’Azienda dedicato esclusivamente alle erogazioni liberali.

Queste le coordinate: beneficiario: AZIENDA OSPEDALIERA S. MARIA

IBAN: IT17 E030 6914 4051 0000 0300 081

causale: COGNOME NOME CODICE FISCALE INDIRIZZO

Il calendario di Visioninmusica “Live at Home” proseguirà successivamente con Mister Mat (26 aprile), Karima  (3 maggio), Javier Girotto (7 maggio) e Giuseppe Albanese (10 maggio).

Futuri ulteriori appuntamenti saranno comunicati nelle prossime informative.

Tutti i live saranno accessibili in diretta streaming sul canale YouTube di Visioninmusica. Sarà inoltre disponibile il link alla pagina del concerto in diretta sulle pagine FacebookInstagram Twitter ufficiali del festival.

La Visioninmusica è socio fondatore di Jazz Italian Platform (JIP), associazione nazionale di promoter di jazz, assieme a Umbria Jazz, Bologna Jazz Festival, Jazz in Sardegna, Jazz Network, Pomigliano Jazz, Saint Louis College of Music, Veneto Jazz. JIP condivide sulle sue pagine social tutte le iniziative dei propri membri.

Gaia Giusy Gentile, nata ad Acquaviva delle Fonti, lì 27/07/1992, comincia già da bambina a coltivare la passione del canto. Inizia i suoi studi musicali all’età di 15 anni presso la scuola il “Pentagramma” di Bari, sotto la guida del maestro Fabio Lepore.

Sempre nella stessa scuola intraprende lo studio del pianoforte con l’insegnante Onofrio Paciulli e lezioni di musica d’insieme con Guido Di Leone. Proprio in quegli anni si sviluppa l’amore per la musica jazz.

Dal 2009 comincia professionalmente la sua carriera di solista e all’interno del gruppo a cappella “Mezzotono” con il quale ha tenuto diversi concerti e festival in:

Algeria, Germania, Emirati Arabi Uniti, Malaysia, Singapore, Hong Kong, Cina, Indonesia, Sry Lanka, Thailandia, Birmania, Kuwait, Francia, Spagna, Inghilterra, Scozia, Argentina, Cile, Zimbawe, Zambia, Svizzera, Russia ecc.

Ha preso parte anche a Stage e Workshop di perfezionamento con Gegè Telesforo, Elisabetta Antonini, Bob Stoloff, avviamento al sound painting con il maestro Carlo Lomanto, Gianna Montecalvo, Franco Fussi e Vincenzo Maurogiovanni.

Notata sin da subito è stata anche la sua passione per il musical, già dagli anni del liceo. Vince nel 2010 il secondo premio nel concorso “Grifo D’oro” in Sicilia con lo spettacolo “Ipazia” (donna di cielo e di stelle).

Nel 2011 partecipa alla rappresentazione teatrale “Artemisia Gentileschi’ presso il Teatro Piccinni di Bari.

È stata vocalist nel programma “Ballando con le stelle” di Milly Carlucci nell’edizione 2017.

Nel 2012 ha frequentato e conseguito il diploma presso “L’Accademia Artisti” di Roma per poter abbinare alla musica lo studio e la passione per il teatro, con insegnanti del calibro di Luca Ward, Fioretta Mari, Ennio Coltorti, Alberto Lori.

Ha lavorato con artisti di fama nazionale come Giò di Tonno, Mario Rosini, Noa, Giuseppe Milici.

Ha poi condiviso il palco di festival jazz al fianco dei grandi Swingle Singers, the Magnets, Full Moon e Neri per Caso.

Ha collaborato come solista con la “Jazz Studio Orchestra” di Paolo Lepore in omaggi a Lucio Dalla, Pino Daniele, Beatles ed altri ancora.

Media partner 2020: Fedeltà del Suono, Costruire HiFi, Radio Galileo, Radio Incontro, Umbria 24, Vivo Umbria, Umbria Eventi.

Visioninmusica 2020 è sostenuta da: MIBACT, Regione Umbria, Camera di Commercio di Terni e Fondazione Carit.

Supporter 2020: All Food, Fucine Umbre, Avis Comunale Terni, Hotel Michelangelo, Bar Umbria, Ristorante “Bettolone”, STAS, Studio Foscoli Consulenza.

Partner 2020: FAI Delegazione di Terni, Jazz Italian Platform, Europe Jazz Networ

Associazione Visioninmusica

tel. +39 0744 432714

cell. +39 333 2020747

@: info@visioninmusica.com

www.visioninmusica.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/antonio-giuliani-da-corviale-a-san-basilio/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/didattica-a-distanza-la-danza-non-si-ferma

Per il suo quarto appuntamento in streaming, Visioninmusica "Live at home" Gaia Gentile



Terza performance musicale organizzata da Visioninmusica “Live at home” sul proprio canale youtube:

stavolta è di scena Claudio Filippini, eclettico e sofisticato pianista.

https://www.youtube.com/user/visioninmusica

Visioninmusica “Live at home” continua con le esibizioni musicali degli artisti da casa e propone un pianista raffinato e interprete di grande sensibilità.

Domenica 19 aprile, alle ore 18:30 sarà infatti di scena Claudio Filippini che proporrà una selezione del suo vasto repertorio, spaziando dalla libera improvvisazione ai classici del songbook jazzistico americano fino a brani originali.

L’appuntamento è in diretta streaming sul canale youtube di Visioninmusica.

Nato nel 1982 a Pescara, Claudio Filippini si diploma giovanissimo in pianoforte presso il Conservatorio “G.B.Pergolesi” di Fermo.

Durante il suo percorso di studi ha avuto modo di incontrare musicisti come: Herbie Hancock, Kenny Barron, George Cables, Jimmy Owens, Joey Calderazzo, Enrico Pieranunzi, Franco D’Andrea, Otmaro Ruiz, Stefano Bollani, Stefano Battaglia.

A 17 anni vince la sua prima borsa di studio per il Columbia College Of Music di Chicago e successivamente quelle dei Seminari Senesi di Musica Jazz (2000) e del workshop We Love Jazz con Kenny Barron (2001).

Nel 2002 gli viene assegnato il 1° premio al Concorso Europeo per piano solo Yamaha Music Foundation Of Europe e l’anno successivo il Premio Massimo Urbani (Giuria e Pubblico).

Negli ultimi anni ha suonato in numerosi club e festival in tutto il mondo tra cui Sweet Rhythm (New York), Jazz Showcase e Andy’s Jazz Club (Chicago), Blue Note Jazz Club (Nagoya e Tokyo), Ronnie Scott’s (Londra), Jazz at Pearl’s (San Francisco), Montreux Jazz Festival, Umbria Jazz (Perugia), Akbank Sanat Jazz (Istanbul),The Jazz Bistro (Toronto), Thailand International Jazz Conference (Bangkok).

Nel 2004 a soli 21 anni costituisce un trio con Luca Bulgarelli e Marcello Di Leonardo con i quali si esibisce in oltre 100 Festival in Italia e all’estero e pubblica tre album per la prestigiosa etichetta Cam Jazz:

“The Enchanted Garden” (2011), “Squaring The Circle” (2015), “Before The Wind” (2018).

Nel 2015 viene invitato a tenere una masterclass di piano jazz e armonia presso il Columbia College of Music di Chicago e ad esibirsi in piano solo nell’Auditorium della Sherwood Community presso il medesimo istituto.

Nel corso degli anni Claudio Filippini ha avuto modo di esibirsi sul palco insieme a Wynton Marsalis, Donny McCaslin, David Binney, Ben Allison, Palle Danielsson, Tony Scott, Mike Stern, Noa, Mario Biondi, Giovanni Tommaso, Maria Pia De Vito, Battista Lena, Chiara Civello, Simona Molinari, Francesco Bearzatti, Bebo Ferra, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Lorenzo Tucci, Giovanni Amato, Max Ionata, Nicola Conte, Dario Deidda, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Fabio Zeppetella.

I prossimi live streaming musicali saranno con Gaia Gentile (23 aprile), Mister Mat (26 aprile), Giuseppe Albanese (3 maggio) e Javier Girotto (7 maggio).

Tutti i concerti saranno accessibili in diretta streaming, sul canale YouTube di Visioninmusica.

Sarà inoltre disponibile il link alla pagina del concerto in diretta sulle pagine FacebookInstagram Twitter ufficiali del festival.

Visioninmusica Live at Home” si pone come iniziativa solidale a sostegno della filiera dello spettacolo dal vivo e del sistema sanitario locale e andrà in onda a cadenza settimanale.

Visioninmusica è socio fondatore di Jazz Italian Platform (JIP), associazione nazionale di promoter di jazz, assieme a Umbria Jazz, Bologna Jazz Festival, Jazz in Sardegna, Jazz Network, Pomigliano Jazz, Saint Louis College of Music, Veneto Jazz.

JIP condivide sulle sue pagine social tutte le iniziative dei propri membri.

Nel corso degli eventi in streaming verrà anche data la possibilità di contribuire alla raccolta fondi organizzata dall’Azienda ospedaliera “Santa Maria” di Terni.

Terni città natale di Visioninmusica, a sostegno del diritto alle migliori cure per i pazienti colpiti da Covid-19 nel contesto di una sicurezza sanitaria di interesse generale.

Per effettuare una donazione sarà possibile farlo tramite bonifico bancario al conto corrente dell’Azienda dedicato esclusivamente alle erogazioni liberali. Queste le coordinate:

beneficiario: AZIENDA OSPEDALIERA S. MARIA

IBAN: IT17 E030 6914 4051 0000 0300 081

causale: COGNOME NOME CODICE FISCALE INDIRIZZO

Visioninmusica 2020 è sostenuta da: MIBACT, Regione Umbria, Camera di Commercio di Terni e Fondazione Carit. 

Supporter 2020: All Food, Fucine Umbre, Avis Comunale Terni, Hotel Michelangelo, Bar Umbria, Ristorante “Bettolone”, STAS, Studio Foscoli Consulenza. Media partner 2020: Fedeltà del Suono, Costruire HiFi, Radio Galileo, Radio Incontro, Umbria 24, Vivo Umbria, Umbria Eventi.   Partner 2020: FAI Delegazione di Terni, Jazz Italian Platform, Europe Jazz Network.

Associazione Visioninmusica

tel. +39 0744 432714

cell. +39 333 2020747

@: info@visioninmusica.com

www.visioninmusica.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/premio-tenco-anni-venti-del-nuovo-millennio/

Claudio Filippini


Secondo happening musicale per la rassegna Visioninmusica “Live at home”: protagonista è Pilar, che aveva dovuto annullare la sua performance lo scorso 6 marzo all’Auditorium Gazzoli di Terni…

Giovedì 16 aprile 2020 – ore 18:30 

PILAR

https://www.youtube.com/user/visioninmusica

Visioninmusica procede con gli appuntamenti “Live at home” e sarà in diretta giovedì 16 aprile alle ore 18:30 con una delle voci femminili più coinvolgenti del panorama musicale italiano.

Pilar. Ilaria Patassini (questo il vero nome dell’artista di origine romana) dal salotto della sua casa sarà accompagnata alla chitarra dal padre Luigi per una mini esibizione “a sorpresa”.

Tra interpretazione e chiacchiere, l’artista la cui incisiva vocalità si è spesso intrecciata a percorsi di assoluta poesia in territori misti tra jazz e canzone d’autore, darà espressività ai suoi pensieri musicali, e non solo, testimoniando soggettivamente sul ruolo e significato dell’arte all’epoca del coronavirus.

La performance, accessibile in streaming a tutti, precede un calendario ricco di altri happening musicali da casa.

Il 19 aprile sarà la volta di Claudio Filippini, il 23 aprile Gaia Gentile, il 26 aprile Mister Mat (ex Mountain Man), il 3 maggio Giuseppe Albanese e il 7 maggio Javier Girotto.

I concerti saranno accessibili a tutti, in diretta streaming, sul canale YouTube di Visioninmusica.

Sarà inoltre disponibile il link alla pagina del concerto in diretta sulle pagine FacebookInstagram Twitter ufficiali del festival.

“Visioninmusica Live at Home” si pone come iniziativa solidale a sostegno della filiera dello spettacolo dal vivo e del sistema sanitario locale e andrà in onda a cadenza settimanale.

Visioninmusica è socio fondatore di Jazz Italian Platform (JIP), associazione nazionale di promoter di jazz, assieme a Umbria Jazz, Bologna Jazz Festival, Jazz in Sardegna, Jazz Network, Pomigliano Jazz, Saint Louis College of Music, Veneto Jazz.

JIP condivide sulle sue pagine social tutte le iniziative dei propri membri.

Nel corso degli eventi in streaming verrà anche data la possibilità di contribuire alla raccolta fondi organizzata dall’Azienda ospedaliera “Santa Maria” di Terni, Città natale di Visioninmusica, a sostegno del diritto alle migliori cure per i pazienti colpiti da Covid-19 nel contesto di una sicurezza sanitaria di interesse generale.

Per effettuare una donazione sarà possibile farlo tramite bonifico bancario al conto corrente dell’Azienda dedicato esclusivamente alle erogazioni liberali. Queste le coordinate:

beneficiario: AZIENDA OSPEDALIERA S. MARIA

IBAN: IT17 E030 6914 4051 0000 0300 081

causale: COGNOME NOME CODICE FISCALE INDIRIZZO

Visioninmusica 2020 è sostenuta da: MIBACT, Regione Umbria, Camera di Commercio di Terni e Fondazione Carit.   Supporter 2020: All Food, Fucine Umbre, Avis Comunale Terni, Hotel Michelangelo, Bar Umbria, Ristorante “Bettolone”, STAS, Studio Foscoli Consulenza.

Media partner 2020: Fedeltà del Suono, Costruire HiFi, Radio Galileo, Radio Incontro, Umbria 24, Vivo Umbria, Umbria Eventi.   Partner 2020: FAI Delegazione di Terni, Jazz Italian Platform, Europe Jazz Network.

Associazione Visioninmusica

tel. +39 0744 432714

cell. +39 333 2020747

@: info@visioninmusica.com

www.visioninmusica.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/marco-del-bene-aka-korben-mkdb/

https://unfotografoinprimafila.it/iorestoacasa-con-leonardo-da-vinci/

Pilar Foto di Paolo Soriani


Sabato 7 marzo 2020 – ore 21.00 al Museo del Saxofono i Botta Band, Il lato sorridente del Jazz

Sesto appuntamento musicale del 2020 al Museo del Saxofono di Fiumicino: sabato 7 marzo è di scena il jazz sorridente della Botta Band.

Una sorta di “Comune Musicale” creata e capitanata da Alberto Botta, il mitologico batterista di Renzo Arbore e di “Quelli della Notte”, accerchiato dai migliori musicisti swing della capitale.

Una BJCG (Band di Jazz Controllato e Garantito) per ricreare l’atmosfera e lo spirito estroverso dell’epoca swing con un repertorio affatto scontato costituito dai grandi capolavori di George Gershwin, Cole Porter, Irving Berlin e Duke Ellington non lesinando incursioni nel jazz dei ruggenti anni ’20…

Eclettico, spassoso, dirompente, Botta suona, fischietta, parla col pubblico, fa battute, diverte e si diverte.

“Il jazz nasce come musica popolare e di intrattenimento, poi è finito nei teatri diventando qualcosa a metà tra musica classica e pop.

Prima era una musica da ballare, una musica gioiosa che voleva far divertire la gente e quindi non mi vergogno di scherzare con i suoni e con il pubblico e di mischiare il jazz con l’entertainment”.

L’iniziativa, come anche gli altri eventi della stagione musicale del Museo, è tesa a promuovere ed avvicinare giovani, appassionati e cittadini alla musica dal vivo celebrando una location unica al mondo ed uno strumento senza eguali.

Il Museo del Saxofono gode del Patrocinio di Comune di Fiumicino ed Ambasciata del Belgio ed è sponsorizzato da Selmer Paris (Francia), Borgani (Italia), Eppelsheim (Germania), BCC Roma, International Woodwind (Usa), J’Elle Stainer (Brasile).     

Suoi partner sono le Farmacie Comunali Fiumicino, ProLoco Fregene-Maccarese, Complesso L’Oasi e Anipo (Francia).

Prima del concerto gli ospiti potranno godere di un buffet di intrattenimento.

Biglietto concerto: €15,00 –  Buffet d’intrattenimento: €8,00

Prevendita su https://www.liveticket.it/museodelsaxofono

Museo del Saxofono

via dei Molini snc (angolo via Reggiani)

00054 – Maccarese, Fiumicino (RM)

Sito web ufficiale:

https://www.museodelsaxofono.com/

Infoline:

39 06 61697862 – info@museodelsaxofono.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/giornata-mondiale-della-fauna-selvatica-al-bioparco/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-tirso-3-attori-in-affitto


Percorsi Jazz XIV edizione “L’improvvisazione attuale” Direzione artistica Paolo Damiani e Carla Marcotulli Conservatorio Santa Cecilia Roma, Sala Accademica.

Conservatorio Santa Cecilia Roma. Domenica 1   marzo ore 18,00 Double Bass’, Barre Phillips, Daniele Roccato a seguire In Canti di Fernando Diaz, Ensemble Vocale e Big Band del Dipartimento Jazz, direzione Carla Marcotulli

Masterclass Casa del Jazz

Lunedì 2 marzo ore 10.00 – 13.00

Barre Phillips L’improvvisazione “a solo

Il Conservatorio S. Cecilia, presenta, nella Sala Accademica del Conservatorio S. Cecilia di Roma, il festival Percorsi Jazz 2020, ormai giunto alla quattordicesima edizione con la direzione artistica di Paolo Damiani e Carla Marcotulli.

Percorsi Jazz, giunto alla XIV edizione, presenta come di consueto un ricco programma con illustri ospiti internazionali invitati a dialogare con i docenti e gli studenti del Conservatorio romano, diretto dal Maestro Roberto Giuliani.

Il tema del 2020 è L’improvvisazione attuale, vogliamo interrogarci sul Tempo dell’improvvisazione musicale e del divenire.

Domenica 1 marzo saliranno sul palco per la prima volta insieme Barre Phillips (San Francisco, USA) e Daniele Roccato, due contrabbassisti che, provenendo da ambienti musicali diversi ma trasversali, hanno contribuito a scrivere la storia del loro strumento.

Roccato lavora da anni all’interazione fra più contrabbassi, essendo il fondatore dell’ensemble Ludus Gravis e suonando anche assieme a Paolo Damiani, direttore artistico del festival.

Barre Phillips è uno degli storici promotori e maestri di un’improvvisazione libera e sul contrabbasso, passato alla storia per essere stato il primo a registrare nel 1968 un intero album per solo contrabbasso.

Tra le sue molte collaborazioni si annoverano quelle con musicisti di ricerca del calibro di Eric Dolphy, Jimmy Giuffre, Archie Shepp, Attila Zoller, Derek Bailey, Paul Bley, Dave Holland, solo per citarne alcuni.

A seguire, “In canti di Fernando Diaz” con l’Ensemble Vocale e Big Band del Dipartimento Jazz, direzione Carla Marcotulli.

 Parallelamente a Percorsi Jazz, alla Casa del Jazz si terranno delle masterclass con alcuni musicisti presenti nel programma del Festival: lunedì 2   marzo, Barre Phillips, L’improvvisazione “a solo”.

INGRESSO LIBERO

CONSERVATORIO SANTA CECILIA, SALA ACCADEMICA

Via dei Greci 18, Roma

Info:06 36096738 / 3207358

Ufficio  Stampa

Maurizio Quattrini 338/8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/palestra-della-legalita-uomo-tigre/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/piccolo-eliseo-roger


Al San Francesco di Orvieto “Bartender”. Il sabato è Eat & Music, sabato 22 febbraio dalle ore 19,30 BARTENDER, Gabriele “Svedonio” Tardiolo, chitarra e voce, David Tordi, chitarra e voce, Valerio Bellocchio, chitarra e voce

La nuova stagione del Ristorante Al San Francesco di Orvieto punta sul sabato e lo fa offendo una serie di appuntamenti imperdibili grazie anche alla collaborazione con alcune tra le band più seguite dell’Orvietano.

Il tutto, condito, prima e dopo cena, dai cocktail bar by Bartox.

“Al San Francesco il Sabato è Eat & Music”, un format che vuole diventare un appuntamento fisso per dare la possibilità a famiglie e coppie giovani di trascorrere una serata all’insegna del divertimento grazie alla musica delle live band, del gusto con le pietanze esclusivamente a km 0 del Ristorante Al San Francesco e dei cocktail bar by Bartox.

La serata prevede un aperitivo speciale per tutti gli ospiti, seguito da una cena con menù alla carta: ci sarà una vasta scelta di primi, secondi, pizza e dolci.

Il tutto accompagnato da musica dal vivo. Insomma, iniziare e finire la serata nello stesso posto?

Inoltre per venire incontro alle esigenze di chi, venendo da fuori, vuole godere di qualche giorno in più di relax a Orvieto, il Country Resort a Penisola offre la possibilità di soggiornare al costo di 35,00 Euro a notte in camera doppia o matrimoniale per persona.

Il programma musicale presenta: sabato 22 febbraio i Bartender, trio di chitarre acustiche e voci formato da Gabriele “Svedonio” Tardiolo, David Tordi e Valerio Bellocchio.

Da oltre 15 anni la band italiana si esibisce su palchi di livello internazionale e vanta numerose collaborazioni con artisti italiani e stranieri.

Chi assiste ad un concerto dei Bartender è combattuto tra la voglia di ascoltare la musica dal vivo e quella di ballare e muoversi, indeciso fra il desiderio di scatenarsi – assecondando ritmi che arrivano dritti alla pancia – o lasciarsi avvolgere dalle armonie che accarezzano e trasportano le emozioni.

E proprio emozionare è lo scopo principale dei Bartender, un progetto artistico che centra l’obiettivo.

I brani sono strutturati ed arrangiati come veri e propri film, ti trasportano dentro una storia, ti accompagnano in un viaggio emotivo.

I tre musicisti non si sentono “incastonati” dentro ad un genere musicale e non hanno tanto meno paura di attingere a qualunque repertorio disponibile, da Ennio Morricone a David Bowie, dai Beatles a Mozart, oltre che dalle proprie composizioni originali.

All’interno di un concerto o di un disco, i cosiddetti “grandi classici” sono quasi nascosti, nell’attesa di emergere: e infatti piano piano questi si svelano e quando il pubblico li riconosce, gli hanno già preso il cuore.

Per non restare prigioniere di un genere, queste tre chitarre devono anche saper dare l’impressione di altro da sé.

Nella band non c’è una batteria a scandire i ritmi eppure il ritmo c’è eccome, non c’è nemmeno un’orchestra, eppure alcune esecuzioni non fanno minimamente rimpiangere la versione orchestrale.

Brani storici e moderni, grandi classici o perle nascoste, vengono arrangiati e talvolta fusi per dare vita ad un nuovo brano, dal quale esce potente l’inconfondibile marchio Bartender!

Per info e prenotazioni:
Tel: 39 0763 343302
Email:info@cramst.it
www.facebook.com/cramst

#sabatoeatemusic

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/…/teatro-ghione-casa-di-fronti…

https://unfotografoinprimafila.it/centro-commerciale-granroma-riciclarte/


A spasso nel Jazz con i Musicullanti al Teatro Villa Pamphilj con Paola Anselmi​, Orfeo Martucci​, Ines Melpa​, Carlo Montuoro​, Ugo Valentini. Domenica 16 febbraio ore 11,30

I grandi del jazz rivisitati e proposti ai più piccoli e alle loro famiglie, in un concerto che connette la grande musica alla voglia dei bambini di ​”​partecipare giocando​”​, dove non c’è più confine tra chi suona, chi canta e chi ascolta. Teatro Villa Pamphilj.

Un concerto da vivere insieme, grandi e piccoli, per offrire un momento di buona musica e di tempo di qualità alla relazione con i nostri bimbi.

Il gruppo I Musicullanti nasce in quel mondo in cui si incontrano didattica, psicologia, pratica musicale, ricerca scientifica dedicata alla prima infanzia, ma soprattutto un pensiero e una passione comune tesa a contribuire allo sviluppo globale e alla crescita gioiosa dei bambini attraverso la musica.

I componenti del gruppo suonano flauti dritti, contrabbasso, sassofono, clarinetto, organetto, pianoforte, percussioni e voce, lavorano su idee proprie costruite sulle diverse esigenze dei bambini.

La musica può e deve essere vissuta in prima persona, non solo ascoltata, letta o scritta.

L’idea dei concerti interattivi per bambini prende forma per offrire ai piccoli un’esperienza che mira ad obiettivi di natura diversificata: attraverso elementi familiari e quotidiani, oggetti sonori e colorati, movimenti tipici dell’infanzia, esperienze percettivo sensoriali in continua relazione con mamma e papà, i bambini entrano in contatto con musica più complessa e più interessante.

Ma soprattutto, attraverso l’esperienza giocosa, i bambini ascoltano e interagiscono con i diversi strumenti musicali e le loro possibilità sonore e timbriche.

Attraverso la contestualizzazione narrativa il bambino diventa vero protagonista dello spettacolo musicale, contribuendo come parte attiva allo svolgimento dell’azione magico – musicale…

Il concerto diviene quindi un evento musicale dalla natura multiforme: in parte performance, in parte evento didattico, in parte momento di interazione e condivisione creativa tra musicisti e piccoli spettatori.

Ogni concerto è un piccolo viaggio tra Mozart e i Puffi, tra Tchaikovsky e la Pantera Rosa, tra canzoni tradizionali infantili e musiche più classiche, tra Jazz e Blues, tra musica popolare e musica colta… accompagnata da strumenti inconsueti.

Nel rispetto delle diverse esigenze di età differenti e dei diversi modi di giocare la musica, il gruppo ha via via ideato programmi differenti dedicati alle fasce di età scolari e prescolari.

Età consigliata 0 – 3 anni
ingresso 7 € (adulto + bambino), 5 € per l’adulto in più

Teatro Villa Pamphilj – Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 – P.zza S. Pancrazio 9/a, Roma
Orario segreteria: dal martedì alla domenica  dalle 10,00 alle 17,00
Info e prenotazioni teatro: tel. 06 5814176

e-mail: promozione@teatrovillapamphilj.it – sito: www.teatrovillapamphilj.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/la-feltrinelli-red-elena-bonelli-presenta-il-suo-libro/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/auditorium-ennio-morricone-armonie-quartet?fbclid=IwAR0ydVHzyMnKc55CEzavdnEYGFbGOnP-g8cpU8p1I8GshwqBkFiJly_I3sQ