Articoli

“Hollywood Blood Horror Festival”

“Hollywood Blood Horror Festival”. La goccia maledetta (The cursed drop) di Emanuele Pecoraro conquista Los Angeles


“Hollywood Blood Horror Festival”. Il corto, che si avvale delle musiche di Paolo Reale, vince all’importante manifestazione americana “Hollywood Blood Horror Festival” nella sezione thriller.

“Hollywood Blood Horror Festival”. Buone notizie per il cinema italiano: ogni tanto qualche nostro lavoro riesce ad imporsi fuori dai confini nazionali.

“Hollywood Blood Horror Festival”. In questo caso si tratta di un cortometraggio diretto dal regista Emanuele Pecoraro, dall’accattivante titolo La goccia maledetta (The cursed drop).

La storia di un inquietante triangolo amoroso, tra sesso sfrenato, dramma, violenza e… morte.

Filo conduttore della trama l’incessante battere di una fastidiosissima goccia che si insinua strisciando nell’orecchio dei protagonisti e del pubblico, senza soluzione di continuità

L Goccia fino a “scavare” letteralmente dentro il cervello, oltre ogni sopportabile limite.

Interpreti la bellissima e brava Nadia Bengala, l’affascinante Lorenzo Lepori, noto più che altro come regista di film horror indipendenti

La splendida Francesca Anastasi, dal volto intenso e dal fisico prorompente.

Il soggetto è tratto dal racconto La goccia dello scrittore noir anconetano Roberto Ricci, contenuto nel volume Nero corvino, pubblicato da Mezzelane Editrice.

Lo script è invece opera di Lorenzo De Luca (sceneggiatore di numerosi film campione di incasso con Boldi e De Sica e di altri con Bud Spencer) e di Pierfrancesco Campanella (regista di gialli di culto come Bugie rosse e Cattive inclinazioni).

Quest’ultimo è anche il produttore esecutivo de La goccia maledetta, mentre la produzione è la Mediterranea Productions di Angelo Bassi.

Fotografia di Sacha Rossi, suono e montaggio di Marco Pagliarin, art-director Laura Camia, make-up di Giovanna Carchia, mixage di Gianfranco Tortora, color correction di Sebastiano Greco.

L’arredo di scena e l’opera pittorica presente nei titoli sono invece dovuti alla creatività dell’artista lucano Mario D’Imperio, che ha già dato il suo contributo in altri lavori cinematografici.

Particolarmente apprezzata dal pubblico americano la soundtrack, opera del noto ingegnere forense Paolo Reale, che tutti gli appassionati di cronaca nera conoscono per i suoi interventi tecnici in trasmissioni come Quarto grado e La vita in diretta.

L’incalzante ed incisivo commento sonoro opera di Reale, che in passato ha fatto parte di diversi gruppi musicali, lo si può considerare il valore aggiunto dell’opera di Pecoraro.

Sono molto felice di questo prestigiosissimo riconoscimento – ha dichiarato il regista – poiché vincere Oltreoceano non è cosa comune.

Oltretutto questo è il secondo trionfo a livello internazionale, dopo la vittoria al Festival di Siviglia”.

Da sottolineare che il giovane Emanuele Pecoraro nel suo curriculum vanta la direzione di Solitudini pericolose, un corto che a suo tempo ha suscitato molto scandalo, ma ha anche conquistato una valanga di premi e riconoscimenti.

Dopo l’affermazione all’Hollywood Blood Horror Festival, La goccia maledetta è ora conteso dalle maggiori rassegne cinematografiche italiane.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/laccendino-magico-al-teatro-golden/

“Summermela 2020” Festival di Arte e Cultura

Summermela 2020 – Equinox Edition Il Festival di Arte e Cultura Indiana di Roma


“Summermela 2020” Festival di Arte e Cultura. Il Festival Summer Mela è un momento di celebrazione e un’occasione unica sul territorio nazionale per condividere e comprendere la cultura indiana nelle sue più antiche e raffinate tradizioni, ma anche nelle sue espressioni contemporanee declinate da grandi interpreti della cultura, della musica e del cinema indiano.

SummerMela 2020, nonostante le difficoltà imposte dal Covid – 19, non ha voluto rinunciare alla sua ottava edizione, per offrire alla Città di Roma e al suo pubblico una versione ridotta e posticipata, dall’usuale Solstizio d’estate all’Equinozio d’autunno.

SummerMela è promosso e organizzato, con la direzione artistica di Riccardo Biadene, da Fondazione FIND e Kama Productions sotto l’alto patronato dell’Ambasciata dell’India a Roma

Collaborazione con prestigiosi istituti culturali come l’Accademia Filarmonica Romana, Casa del Cinema di Roma, Fondazione Biennale di Venezia,

Summermela 2020. River Florence Indian Film Festival, ANEC Lazio, ANAC, Zetema, Giardini Villa Borghese, Cinema Farnese e Circuito Cinema

Con il sostegno di ISMEO e la partnership tecnica di Yogi Tea, con il patrocinio del Comune di Roma, CittàMetropolitana di Roma Capitale, Regione Lazio e Comune di Zagarolo.

Il Festival apre lunedì 21 settembre alle ore 21 con l’anteprima italiana al Cinema Farnese del film IL DISCEPOLO (The Disciple), del regista indiano CHAITANYA TAMAHNE, presentato in Concorso alla 77a Mostra del Cinema di Venezia, dove ha vinto il Premio per la migliore sceneggiatura e il Premio FIPRESCI, in seno alla rassegna “Venezia a Roma”.

Il film, scelto da Kama Productions come evento speciale per il Summer Mela 2020, sarà introdotto dal direttore artistico del Summer Mela/FIND Riccardo BIADENE Kama Productions), dal Presidente ANAC Francesco Maria MARTINOTTI e dalla direttrice del River To River Florence Indian Film Festival Selvaggia VELO, che collabora all’evento.

Summermela 2020. Ci sarà inoltre una breve introduzione musicale di Nicolò Melocchi al flauto bansuri.

Il film è incentrato sulla storia di Sharad Nerulkar che ha consacrato se stesso a diventare un interprete della musica classica indiana: una ricerca che dura tutta la vita, in cui solo pochi riescono.

Iniziato dal padre a una tradizione millenaria, inseguendo il suo sogno con sincerità e disciplina, impegnandosi incondizionatamente,

Sharad si fa strada all’interno dei misteri e dei rituali sacri delle leggende musicali del passato, ma con il passare degli anni dovrà confrontarsi, tanto con la complessa realtà della vita nella Mumbai contemporanea, quanto con il percorso che ha scelto, che lo condurrà a trovare la sua voce autentica nella musica e nella vita stessa.

Il film esplora i legami della musica classica indiana con la mitologia, la spiritualità e con un sapere misterioso, in cui fede è la parola chiave per la maggior parte di coloro che la praticano.

Martedì 22 settembre alle ore 20 all’Accademia Filarmonica Romana si esibirà, in un concerto di Musica Classica Indiana, il MAHA KALI TRIO con Joyeeta SANYAL (sitar), Nicolò MELOCCHI (flauto bansuri) e Sanjay KANSA BANIK (tabla).

Joyeeta Sanyal è considerata da molti una delle migliori, se non la migliore, giovane musicista donna di sitar. Nataa Calcutta, ha iniziato i suoi studi con Deepak Choudhury e successivamente con Kushal Das, influenzata anche dall’arte di Kumar Roy.

Insieme alla virtuosa di sitar, troviamo sul palco Nicolò Melocchi, musicista italiano ormai riferimento in Europa e in India per il bansuri, il flauto indiano di bambù, grazie al lungo apprendistato quale ventennale discepolo del grande Maestro Hariprasad Chaurasia.

Summermela 2020. Nicolò alterna il suo tempo tra India e Italia dove continua la sua attività concertistica.

Nel 2019 è stato premiato dal Rotary Club di Hyderabad come migliore esponente europeo di musica classica indiana ricevendo il “Pandit Jasraj Award”.

A completate il trio per la parte ritmica sarà invece il tabla di Sanjay Kansa Banik, musicista avviato a soli 5 anni allo studio di questo tradizionale strumento a percussione indiano, vincendo numerosi concorsi, con importanti riconoscimenti dal governo indiano.

Noto in Italia anche per le sue collaborazioni con l’Orchestra di piazza Vittorio, Il Flauto Magico, Gianmaria Testa e Danilo Rea.

Il focus dell’edizione di quest’anno, in cui lo spettacolo dal vivo è fortemente penalizzato, è sul cinema indiano e Summer Mela, infatti, chiude ospitando a Roma, nel Giardino della Casa del Cinema

Il River To River Florence Indian Film Festival, con la proiezione mercoledì 23 settembre alle ore 21 del film indiano Badhaai Ho / Congratulations there (2019) di Amit RAVINDERNATH SHARMA, tra i più acclamati all’ultima edizione fiorentina.

Badhaai Ho è una commedia romantica che parla di Nakul e della sua famiglia, le cui vite cambiano quando la madre 45enne scopre di essere incinta.

La notizia si diffonderà tra i parenti e gli amici e porterà Nakul a desiderare di isolarsi per la vergogna.

Amit Sharma debutta alla regia con Tevar nel 2015 e il suo secondo film, Badhaai Ho, ha ricevuto molti apprezzamenti da parte della critica e del pubblico, e numerosi premi, tra i quali il National Film Awards come migliore commedia dell’anno del 2019.

La proiezione sarà preceduta alle ore 20 da un breve concerto di Musica Classica Indiana con Jacopo PACIFICO (flauto bansuri) e il celebre percussionista Federico SANESI (tabla).

Programma Summer Mela 2020 / Equinox Edition

Lunedì 21 settembre ore 21 (ingresso 7 euro)

Cinema Farnese

Piazza Campo de’ Fiori, 56 – Roma  

Proiezione Film (anteprima italiana)

Il Discepolo (The Disciple), di Chaitanya Tamahne, India, 127’, V.O. Marathi, sub ITA,

in concorso alla 77a Mostra del Cinema di Venezia, rassegna “Venezia a Roma”.

Presentano:

Riccardo BIADENE | Direttore Artistico SUMMERMELA / Fondazione FIND, CEO Kama Productions

Francesco Maria MARTINOTTI | Presidente ANAC

Selvaggia Velo I Direttrice River To River Florence Indian Film Festival

Da confermare – rappresentante Ambasciata dell’India a Roma

con una breve introduzione musicale di Nicolò Melocchi (flauto bansuri)

Promosso da:

Kama Productions, ANEC Lazio, ANAC, Fondazione FIND

In collaborazione con:

Fondazione La Biennale di Venezia, River To River Florence Indian Film Festival, Cinema Farnese

Martedì 22 settembre ore 20 (ingresso 12 euro)

Giardini dell’Accademia Filarmonica Romana

Via Flaminia, 118 – Roma

Concerto di Musica Classica Indiana

MAHA KALI TRIO

Joyeeta SANYAL (sitar)

Nicolò MELOCCHI (flauto bansuri)

Sanjay KANSA BANIK (tabla)

Presentano:

Riccardo BIADENE | Direttore Artistico Fondazione FIND

Adriano Valerio ROSSI | Presidente ISMEO

Da confermare – rappresentante Ambasciata dell’India a Roma

Promosso da: Fondazione FIND e ISMEO

Produzione esecutiva: Kama Productions

in collaborazione con: Accademia Filarmonica Romana

Mercoledì 23 settembre (entrata libera)

Giardino della Casa del Cinema

Largo Marcello Mastroianni, 1, Roma

Concerto di Musica Classica Indiana – ore 20, durata 30’

Jacopo PACIFICO (flauto Bansuri), Federico SANESI (tabla)

Proiezione film – ore 21

Badhaai Ho / Congratulations there  (2019), 120′ hindi, sott.ITA

di Amit RAVINDERNATH SHARMA

Presentano:

Giorgio GOSETTI | Casa del Cinema

Selvaggia VELO | River to River Festival

Riccardo BIADENE | Kama Productions

Promosso da: River To River Festival Indian Film Festival, Kama Productions, Fondazione FIND

In collaborazione con: Casa del Cinema, Zetema, Villa Borghese

Relazioni con la stampa:

Marina Nocilla 3387172263 marinanocilla@gmail.com;

Maurizio Quattrini 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

info: www.summermela.find.org.in

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/teatro-arcimboldi-di-milano-accademia-ucraina-balletto/

“Summermela 2020” Festival di Arte e Cultura
“Portami con te - CineDog Festival Nazionale Cinecittà World”

“Portami con te – CineDog Festival Nazionale Cinecittà World”. A Cinecittà World 12 settembre 2020 dalle ore 11.00 al tramonto


Portami con te. Una giornata dedicata ai cani e ai loro amici umani.

Arriva a Cinecittà World “Portami con te – CineDog Festival Nazionale Cinecittà World”.

Un evento ideato con lo scopo di dire “No all’abbandono degli animali” e caratterizzato da numerosi appuntamenti tutti dalla parte dei quattrozampe.

Attività cinofile, momento di incontro, condivisione e perfino un Dog Casting a caccia del testimonial di una nuova campagna per un’azienda del settore che si occupa di prodotti per l’igiene.

All welcome Dogs: questo il messaggio lanciato dagli organizzatori perché tutti sono invitati a partecipare per una kermesse all’insegna dell’amore e del rispetto.

Durante la giornata sarà presente l’istruttore cinofilo Adriano Pace con il suo team di ASD Educamicane per coinvolgere i presenti nelle varie iniziative di Educazione cinofila e Mobility Dog.

Previste anche perfomance di Disc Dog, Agility, Scent Dog, Rally Obedience. Un programma intenso e ricco che prevede anche momenti di utilità e servizio cinofilo con l’istruttrice cinofila Jennifer Di Giulio.

Tecniche di Base di Primo soccorso Cinofilo con Salvamento Academy – AKUN Island. Da non perdere poi le sfilate Dog a Porter con l’elezione di Mr. e Mrs.

Orma dopo orma a Cinecittà World è previsto l’Aperitivo a 4 zampe presso l’American Bar, durante il quale i visitatori potranno gustare l’aperitivo con il loro cane che riceverà gadget e croccantini in omaggio.

Una giornata colma di emozioni da vivere insieme ai nostri amici a 4 zampe per sensibilizzare la società a dire No all’abbandono degli animali.

In questo link le informazioni e il programma della giornata

https://www.cinecittaworld.it/it/eventi/calendario-eventi/416/portami-con-te

Infoline tel.+39 051 4210839 – PI 03647681208

www.portamiconte.info

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/parientes-teatro-tor-bella-monaca/

“Festival della Commedia italiana” Formia

Torna a Formia il Festival della Commedia italiana, dall’11 al 13 settembre: si eleggono re e regina della commedia italiana.


“Festival della Commedia italiana”. La direzione artistica è a cura di Fabrizio Conti, ideatore del format, con Ricky Tognazzi e Simona Izzo.

Ospite d’onore del festival, Massimo Boldi.

In programma, durante la tre giorni, anche una rassegna pomeridiana per omaggiare il cinema del passato e una mostra fotografica su “La Ciociara”

Dopo il successo della prima edizione, torna a Formia, in provincia di Latina, il “Festival della Commedia italiana”, da venerdì 11 sino a domenica 13 settembre.

L’appuntamento, che lo scorso anno ha eletto, votando tramite social, “Il Marchese del Grillo”, film con Alberto Sordi, la commedia italiana più bella di sempre, quest’anno avrà come sottotitolo “I più grandi di sempre”.

Si tenterà di eleggere, quindi, il più grande attore e la più grande attrice del genere.

Tre giorni di spettacolo, eventi e proiezioni, con una mostra incentrata sul sessantesimo anniversario dell’iconico capolavoro di Vittorio De Sica, La Ciociara.

Ospite d’onore del festival sarà Massimo Boldi. L’iniziativa, organizzata da Snap Creative Hub, con il contributo di Comune di Formia, Roma Lazio Film Commission e Provincia di Latina, sarà condotta dall’attore Fabrizio Sabatucci.

La direzione artistica è a cura del Direttore creativo e artistico di Snap Creative Hub Fabrizio Conti, ideatore del format, con Ricky Tognazzi e Simona Izzo.

GLI ATTORI E LE ATTRICI IN CONCORSO

Sulla pagina Facebook “Festival della Commedia Italiana” si possono ancora sostenere i finalisti del contest.

Tra gli uomini i più votati sono risultati, finora, Totò, Lino Banfi, Bud Spencer ed Eduardo De Filippo: uno di questi sarà il “re della commedia italiana”.

Per le donne, invece, hanno raggiunto il maggior numero di like Elena Fabrizi e Sophia Loren, in attesa delle ultime due finaliste che concorreranno al titolo di “regina della commedia italiana”.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/dalla-parte-della-cicala-teatro-marconi/

“Festival della Commedia italiana” Formia
Rassegna Anthology Ostia Antica Festival 2020

Rassegna Anthology. Il Mito e il Sogno 5a edizione, omaggio a Pino Daniele con Gente distratta & Tony Esposito


Rassegna Anthology. Paolo E’ Vivo – voce e direzione artistica, Federico Labbiento – chitarre e direzione musicale, Damiano Rozzi – piano, tastiere e cori, Paolo Rosato – sax e cori, Daniele Natrella – batteria, Piero Ranucci – contrabbasso e basso

Rassegna Anthology. Guest: Tony Esposito – percussioni, Regia: Chiara Palumbo

Venerdì 11 settembre ultimo appuntamento della rassegna ANTHOLOGY dedicata alla grande musica d’Autore, Pop e Rock del Novecento, sotto la direzione artistica di Gilda Petronelli e Stefano Saletti.

Una musica che è ormai nella storia, che viene studiata e insegnata, e che, a mezzo secolo dalla sua creazione e dopo aver attraversato tre generazioni, è sempre più un “classico”.

E in questa veste viene riproposta da ensemble che la reinterpretano sia fedelmente come una partitura o rileggendola con personalità e sensibilità musicale.

Dopo il pieno di pubblico registrato da tutti i concerti – dall’omaggio del Canto Libero a Lucio Battisti ai Bohemian Symphony – Orchestral Queen Tribute

Dagli ESTRO e i Genesis agli Hotel Supramonte con Michele Ascolese ed Ellade Bandini e le canzoni di Fabrizio De Andrè

L’11 settembre ecco l’omaggio a Pino Daniele, presentato dal gruppo Gente Distratta che vede come ospite speciale Tony Esposito (per anni al fianco, come amico e musicista, del cantante partenopeo)

Le sue sonorità provenienti da molti Paesi del mondo, mescolate con ritmi tribali e melodie tipiche della musica partenopea.

Una band che non vuole imitare o stravolgere, ma interpretare e capire, prima di tutto, cosa Pino Daniele volesse dire con le sue canzoni, con le sue melodie: i Gente Distratta portano avanti intatto il suo sentimento, suonando le sue canzoni, la sua musica.

La quinta edizione di Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno” è organizzata daI consorzio di imprese Antico Teatro Romano, in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica. Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.

Gente Distratta nascono nel dicembre 2014 a Viterbo dalla passione e dalla voglia di rendere onore a uno dei più grandi autori e musicisti del ‘900, Pino Daniele.

Il suo fondatore è il front man e cantante Paolo E’ Vivo, napoletano doc che racconta come è nato il gruppo: 

“Ho concepito questo progetto in maniera molto diversa da una comune cover band, cercando, col tempo, di selezionare tutti musicisti solisti professionisti.

Gli attuali componenti del gruppo, infatti, sono stati al fianco di grandissimi personaggi della scena internazionale e italiana del calibro di Anastacia, Al Jarreau, Renato Zero, Agostino Marangolo, Joe Amoruso e Umberto Bindi.

Nel 2017, grazie alla qualità del sound della band, anche il grande percussionista Tony Esposito, da sempre al fianco di Pino Daniele, si unisce alla line up.

La mia idea è sempre stata quella di uno show su Pino, che ne raccontasse non solo la grandezza musicale, ma anche la vita e la carriera attraverso aneddoti divertenti ed emozionanti.

Per me è un dovere continuare nell’intento, perché noi napoletani abbiamo un debito morale eterno con gli artisti come lui che hanno speso una vita per far capire il bello di Napoli combattendo i luoghi comuni.

Il nostro è uno spettacolo, non solo un concerto, così come le nostre versioni, in molti casi profondamente reinterpretate, ma senza mai essere stravolte.

La nostra band trascina il pubblico in un viaggio da Napoli a New York, da via Caracciolo alla Bourbon Street di New Orleans interpretando i vari percorsi artistici di Pino Daniele. Pino era musica e affetto, il resto non gli interessava molto.”Paolo è Vivo aggiunge”.

Ci sono cresciuto con Pino sempre “appresso”. Così si dice a Napoli.

Ma leggere libri e racconti di chi ha suonato con lui, ci ha sicuramente fornito un quadro più completo per poter tirare fuori il meglio di noi stessi ed esprimerlo poi in musica.

Pino era musica e affetto.

O affetto e musica. Non gli interessava molto del resto. Gli piaceva suonare e amava i suoi cari. Il resto lo riteneva superfluo se non addirittura fastidioso.

I Gente Distratta portano avanti intatto il suo sentimento suonando le sue canzoni, la sua musica. L’emozione del suo assolo più bello.

Ma soprattutto la gioia di suonare il suo sorriso. E a maggio 2021 porteremo finalmente Pino a casa: a Napoli. Saremo in concerto nello storico teatro Augusteo.

Per me questo è un sogno. E allora nun me scetate!”

 Tony Esposito:

La musica di Tony (il cui vero nome è Antonio) Esposito è ispirata a sonorità provenienti da molti Paesi del mondo, mescolate con ritmi tribali e melodie tipiche della musica partenopea.

L’originalità del suo approccio si può ritrovare nell’invenzione di strumenti unici come il tamborder, suono onomatopeico di uno dei suoi più famosi brani, “Kalimba de Luna”, di cui i Boney M. pubblicarono quasi contemporaneamente una cover in lingua inglese.
Prima di affacciarsi all’attività discografica in proprio, Toni (Tony) Esposito ha contribuito, durante gli anni settanta, al “sound ritmico” di diversi artisti italiani quali:

Pino Daniele, Edoardo Bennato, Alan Sorrenti, Juan Lorenzo, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Gino Paoli, Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, Eugenio Bennato, Claudio Rocchi, Mauro Pelosi.

Insieme a Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Rino Zurzolo e Fabio Forte, ha contribuito a coniare il termine “blues metropolitano ” che trova uno dei punti di massima espressione artistica nell’album di Pino Daniele Vai mò del 1981.

Questo gruppo di già citati musicisti, insieme a molti altri dell’hinterland partenopeo (fra i quali Ernesto Vitolo e Gigi de Rienzo, Robert Fix, Mark Harris), verranno considerati per molti anni i capostipiti ed i punti di riferimento della cosiddetta “Napoli-power “(il nuovo sound blues – rock metropolitano ove si innestano funky-jazz e world-etnica).

Negli stessi anni ed in quelli a seguire Esposito ha collaborato con diversi musicisti internazionali tra i quali:

Don Cherry, Paul Buckmaster, Don Moye, Gato Barbieri, Eumir Deodato, Brian Auger, Gilberto Gil, Eddie Blackwell, Billy Cobham, Moncada, Gema Quatro, Seydou Kienou, Naná Vasconcelos e molti altri ancora.

Tanti i successi discografici da Kalimba de Luna a As To As a Sinuè a Pagaia.

Si dedica anche alle colonne sonore: nel 1989 vince il “Nastro d’Argento” per il film Un complicato intrigo di donne vicoli e delitti di Lina Wertmuller e nel 1996 firma la colonna sonora di Storie d’amore con i crampi, film di e con Pino Quartullo. [Estratto di biografia tratto da Wikipedia]

 TEATRO ROMANO / OSTIA ANTICA FESTIVAL 2020 – “IL MITO E IL SOGNO – Va EDIZIONE”

PARCO ARCHEOLOGICO – VIALE DEI ROMAGNOLI 717 – 00119 – OSTIA ANTICA – ROMA

http://www.ostianticateatro.com – info@ostianticateatro.com

biglietti in vendita su Ticketone.it e bookingevents.it da 20 euro

Una produzione Menti Associate: info@mentiassociate.it – Tel./Fax 0697602968

Ufficio stampa Ostia Antica Festival: Fabiana Manuelli – stampa@fabianamanuelli.it – 3478263425

 CALENDARIO AGGIORNATO

Venerdì 4 Settembre: Andrea Perroni “Dal vivo!”

Sabato 5 Settembre: Stefano Massini in “L’alfabeto delle emozioni”

Martedì 8 settembre: Orchestra Sinfonica città di Roma in “Concerto per un Nuovo Mondo”

Venerdì 11 Settembre: Rassegna Anthology: Gente Distratta con Tony Esposito “Omaggio a Pino Daniele”

Sabato 12 Settembre: Lillo e Greg in “Best of “

Domenica 13 Settembre: James Senese

Mercoledì 16 Settembre: Vincenzo Salemme in “Napoletano? E famme ‘na pizza”

Giovedì 17 Settembre: Claudio Bisio e Gigio Alberti in “Ma tu sei felice?

Venerdì 18 Settembre: Orchestra Europa Incanto diretta dal M° Germano Neri

Sabato 19 Settembre: Andrea Iacomini (Portavoce Comitato Italiano per l’UNICEF) in “La mossa di Tetsuya”

Domenica 20 Settembre: Samuel

Sabato 26 Settembre: Paola Minaccioni in “Dal vivo sono molto meglio”

This email was sent to capitanotennis@yahoo.it
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Fabiana Manuelli Ufficio Stampa · Viale Dei Quattro Venti · Roma, RM 00152 · Italy

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/una-striscia-di-terra-feconda-festival-jazz/

“Fabrizio De André” Il Mito e il sogno

Fabrizio De André “OSTIA ANTICA FESTIVAL 2020” Il Mito e il Sogno 5a edizione


Fabrizio De André. Il teatro in ogni sua forma, dal classico al comico, la rivisitazione della grande musica rock e d’autore della rassegna Anthology, lamusica classica

Sono questi gli elementi che caratterizzano la quinta edizione del Ostia Antica Festival – Il Mito e il Sogno che quest’anno si dipana lungo tre mesi di eventi – fino alla fine di settembre.

Il festival presenta un ricco cartellone composto da prestigiosi nomi della scena nazionale La quinta edizione di Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno” è organizzata daI consorzio di imprese Antico Teatro Romano, in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica.  

Anthology, la rassegna dedicata ai grandi nomi della musica pop, rock e d’autore del ‘900, prosegue con grande successo di pubblico, incassando anche un sold out con l’omaggio ai Queen dei Bohemian Symphony O.Q.T.  

Il 7 agosto, alle ore 21.30, la rassegna ospita un concerto tributo a Fabrizio De André.

Sul palco insieme a Hotel Supramontedue ospiti di eccezione: Michele Ascolese (chitarra acustica elettrica e bouzouki) ed Ellade Bandini (batteria), storici collaboratori di Faber. 

7 agosto – ore 21.30

Hotel Supramonte in “Omaggio a Fabrizio De André”

con Michele Ascolese ed Ellade Bandini

 Luca Cionco voce

Antonello Pacioni Chitarra mandolino, bouzouki

Alessandro Famiani fisarmonica

Edoardo Fabbretti batteria

Glauco Fantini basso

Simone Temporali pianoforte, tastiere, pod

Roberto Vittori fiati

Serena Di Meo violino

Giorgia Zaccagni voce

con

Ellade Bandini batteria

Michele Ascolese chitarra acustica, elettrica, bouzouki

Venerdì 7 agosto, quarto appuntamento di Anthology.

A riproporre i capolavori del cantante genovese saranno gli Hotel Supramonte che per l’occasione si esibiranno insieme a due storici musicisti, il chitarrista Michele Ascolese e il batterista Ellade Bandini, per anni al fianco di Faber.

La band, riconosciuta ufficialmente dalla Fondazione de André, nasce nel 2013, e negli ultimi anni si è affermata come una delle formazioni più accreditate nella diffusione della musica di De André.

ORARIO DI INIZIO DI TUTTI GLI SPETTACOLI: ORE 21.30 – BIGLIETTI IN VENDITA SU TICKETONE.IT

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/federico-tomei-in-suo-ricordo-un-defibrillatore-allasd-savio/

Torino Jazz Festival ottava edizione

Torino Jazz Festival ottava edizione. Il grande jazz torna a Torino con il suo festival più rappresentativo.

Torino Jazz Festival. Dopo il forzato stop determinato dall’emergenza epidemiologica Covid-19 che inizialmente ha costretto la Città a rinviare l’ottava edizione del TJF da aprile a ottobre.

Torino Jazz Festival. I direttori artistici del Festival, Diego Borotti e Giorgio Li Calzi, convinti che la musica non ferma e spinti da un forte desiderio di ripartenza, hanno deciso di articolare la rassegna in due fasi, una estiva e l’altra autunnale.

La prima si svolgerà dal 21 al 30 agosto per soddisfare la voglia di musica dal vivo con un cartellone composto da dieci concerti serali di grande qualità.

La seconda, in programma a ottobre, prevede 30 concerti, una dozzina di jazz club e locali che da sempre, con tenacia, ospitano a Torino questo genere musicale.

Nonostante le evidenti difficoltà logistiche dovute al momento, il TJF 2020 manterrà la sua ricchezza artistica e presenterà produzioni originali.

Saranno presenti importanti nomi di jazzisti italiani e molti artisti del panorama internazionale.

La parte estiva della manifestazione, ancora in via di definizione, sarà realizzata – osservando le più scrupolose norme di sicurezza per il pubblico, gli artisti sul palco e il personale al lavoro .

Nel cortile di Combo (ostello costruito negli spazi dell’ex caserma dei pompieri di Porta Palazzo) in corso Regina Margherita e inserita all’interno del palinsesto cittadino “Torino a cielo aperto”.

I dieci concerti di agosto del Torino Jazz Festival 2020 saranno annunciati nel corso di una conferenza stampa il 20 luglio. www.torinojazzfestival.it    

Torino, 30 giugno 2020

Comunicato n.256

Ufficio Stampa Città di Torino

Luisa Cicero tel.0114421932 – 3462356935 luisa.cicero@comune.torino.it

Eliana Bert tel.0114423677 – 3494162659 eliana.bert@comune.torino.it

Ufficio Stampa Nazionale

Maurizio Quattrini – tel.3388485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/baubeach-di-maccarese-sforna-i-primi-dog-manager-ihod/

Torino Jazz Festival ottava edizione
H.E.R. premiata dal web a Musicultura 2020

H.E.R. premiata dal web a Musicultura 2020. La notizia è stata anticipata sulla pagina facebook di Musicultura, il festival dedicato alla canzone popolare d’autore, nato nel 1990 come Premio Città di Recanati.


H.E.R. premiata. La musicista e cantautrice transgender H.E.R., pugliese d’origine e cittadina del mondo con il suo violino elettrico, è la prima proclamata tra gli otto finalisti vincitori dell’ultima fase della kermesse musicale.

H.E.R. premiata dal web. Kermesse che la vedrà gareggiare per il premio di 20.000 Euro assegnato dalla giuria nella serata di gala che si terrà prossimamente allo Sferisferio di Macerata.

Il brano scritto dall’artista e prodotto da Gianni Testa e Joseba Publishing, è un chiaro messaggio contro il razzismo dal titolo “Il Mondo Non Cambia Mai”

H.E.R. premiata dal web a Musicultura 2020. La notizia è stata anticipata sulla pagina facebook di Musicultura, il festival dedicato alla canzone popolare d’autore, nato nel 1990 come Premio Città di Recanati.

La musicista e cantautrice transgender H.E.R., pugliese d’origine e cittadina del mondo con il suo violino elettrico, è la prima proclamata tra gli otto finalisti vincitori dell’ultima fase della kermesse musicale, che la vedrà gareggiare per il premio di 20.000 Euro assegnato dalla giuria il prossimo 29 agosto 2020, nella serata di gala allo Sferisferio di Macerata.

H.E.R. premiata. Il brano scritto dall’artista e prodotto da Gianni Testa e Joseba Publishing, è un chiaro messaggio contro il razzismo dal titolo “Il Mondo Non Cambia Mai”.

Testo inequivocabile che invita all’ascolto ed alla comprensione dell’ “altro”, con sonorità elettro-pop che su YouTube hanno già superato le 200.000 visualizzazioni (Link:  https://www.youtube.com/watch?v=mCMX6SzeSX8 ).

Il pezzo meritevole di vittoria da parte del pubblico in rete, proietta così la compositrice nata a San Giovanni Rotondo direttamente alle selezioni per Sanremo 2021.

Insieme a H.E.R., al secolo Erma Pia Castriota, artista esplosiva lontana da ogni tipo di cliché, si classifica tra i primi otto anche Miele.

Una storia che inizia da lontano quella di H.E.R. con Musicultura, a cui l’artista partecipa ben 19 anni fa con il nome di Ermanno, quando ancora non aveva intrapreso il suo percorso di transizione. «Ho identificato la mia esperienza di vita in una canzone.

Sono tornata al festival con l’intento di abbattere il muro del pregiudizio», afferma la cantautrice che negli anni, ha collaborato con nomi del calibro di Morriseye Franco Battiato.

“Il Mondo Non Cambia Mai” è un brano che si fa strumento di “resistenza”, con cui H.E.R. vuole scuotere l’opinione pubblica su tematiche ancora drammaticamente troppo attuali come quella del razzismo.

«Questa è una vittoria che mi rende doppiamente fiera, poiché coincide con l’anniversario dei Moti di Stonewall del 1961. Ora punto alla finalissima del 29 agosto, sperando che il mondo stia realmente cambiando come recita il mio pezzo».

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/baubeach-di-maccarese-sforna-i-primi-dog-manager-ihod/

I-Festival-del-Fumetto

I Festival del Fumetto. Per la prima volta si uniscono e chiedono al Governo l’adozione di misure straordinarie a sostegno delle manifestazioni culturali escluse dal Fondo Cultura

I Festival del Fumetto 5 giugno 2020 – Quando si parla di fumetto si parla di cultura e si parla anche di editoria, industria, imprenditoria, artigianalità, creatività, professionalità, filiera. 

I più importanti festival dedicati alla nona arte uniscono oggi le loro forze con l’obiettivo di far riconoscere il valore culturale dei fumetti.

Forze di tutto il mondo che vi gravita attorno, per promuovere il linguaggio fumettistico e stabilire un dialogo duraturo e proficuo con le Istituzioni.

I Festival del Fumetto. L’Emergenza Covid-19 ha messo a dura prova tutti i comparti economici e produttivi del Paese.

Il settore che sembra più lontano dalla previsione di una ripresa, e ancora privo di politiche per la sua tutela e sviluppo, è proprio quello degli eventi.

In particolare quello degli eventi dinamici, ovvero delle manifestazioni affollate – come i festival – che si alimentano principalmente della specificità aggregativa degli assembramenti.

L’attuale emergenza sanitaria e le misure di contenimento a breve termine aprono pochi spiragli di possibilità organizzative.

Le perdite economiche subite dai festival di fumetto italiani nel 2020 sono un dato già evidente, determinate come sono da: mancata vendita dei biglietti, mancato introito di contributi e sponsorizzazioni.

Mancati emolumenti a dipendenti e professionisti che a vario titolo collaborano con le strutture organizzative, mancato supporto al volontariato fondamentale nella realizzazione della maggior parte degli eventi culturali.

Ecco perché le manifestazioni più importanti d’Italia richiedono misure urgenti, puntuali e dedicate, e auspicano un dialogo con le Istituzioni preposte ad affrontare l’impatto economico della pandemia nei diversi settori dell’economia e della cultura.

Le azioni da porre in essere dovrebbero contenere l’impatto dell’emergenza sanitaria su una filiera apparentemente ‘invisibile’ che, tuttavia, contribuisce allo sviluppo dei territori.

Continua a dare lustro all’Italia nel panorama delle industrie culturali creative internazionali, così come lo fanno le industrie delle arti visive (cinema e teatro, infatti, sono stati esplicitamente considerati nel testo che riguarda il Fondo Cultura del Decreto Rilancio).

  • Questo appello è sottoscritto da ARF! Festival (Roma), Be Comics! (Padova), B-Geek (Bari), BilBOlBul (Bologna), Cesena Comics & Stories,
  • COMICON (Napoli), Etna Comics (Catania), Lanciano nel Fumetto, Le Strade del Paesaggio (Cosenza), Lucca Comics & Games,
  • Lucca Collezionando, Mostra Mercato del Fumetto ANAFI (Reggio Emilia), Palermo Comic Convention, Pescara Comix & Games, Rapalloonia!
  • Mostra Internazionale dei Cartoonists (Rapallo), Riminicomix, San Beach Comix (San Benedetto del Tronto), TCBF Treviso Comic Book Festival,
  • Teramo Comix, Tiferno Comics (Città di Castello), Torino Comics, Varchi Comics (Montevarchi), Venezia Comics

23 manifestazioni di respiro nazionale e internazionale, con un bagaglio storico importante, ben radicate nei propri territori, in dialogo con amministrazioni locali, nazionali ed europee.

Ogni anno offrono una pluralità di eventi capaci di attirare un pubblico numeroso ed eterogeneo, che va oltre il milione di presenze con un indotto economico e una ricaduta sui territori intorno ai trecento milioni di euro.

Come i festival di approfondimento culturale, o come quelli dedicati al cinema, al teatro e alla musica, i festival dedicati al fumetto rappresentano dunque una realtà solida e strutturata in Italia.

Un insieme di appuntamenti che durante l’anno contribuisce a comporre un fitto calendario di iniziative culturali, editoriali e commerciali, occasioni significative e uniche per frequentare determinati luoghi o scoprirli proprio grazie a specifici programmi di eventi.

In questo senso, i festival di fumetto non sono assimilabili solo a fiere o a eventi collaterali.

Vere e proprie piattaforme culturali in grado di attirare energie creative, aggregare operatori commerciali e pubblico (un pubblico variegato e trasversale composto da famiglie, ragazzi, studenti, appassionati, turisti).

Sono peraltro soggetti essenziali allo sviluppo socio-economico delle città, delle regioni e dell’intero sistema dell’industria culturale in Italia.

Trascurarli significherebbe vanificare investimenti pluriennali, annientare i risultati raggiunti sino ad oggi e danneggiare irreversibilmente una filiera produttiva, con il rischio di impoverire uno degli asset creativi che contraddistinguono il nostro Paese.

Un patrimonio di manifestazioni al servizio della valorizzazione di un linguaggio e di un settore produttivo di cui l’Italia è da tempo uno dei leader mondiali, e primo produttore europeo per numero di titoli all’anno.

Un patrimonio festivaliero che intende riaffermare la propria capacità di guardare avanti, sollecitando le Istituzioni a difenderla e sostenerla nella fase di complessa ricostruzione che attende tutta la filiera.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/la-nuova-insegna-teatro-lo-spazio/

Agricooltour-Festival-2020-si-farà...-e-sarà-bellissimo!

“Agricooltour Festival 2020″. Confermata la nuova edizione del festival, pur nel rispetto delle norme anti-covid. Ancora aperte le candidature per artisti e strutture

Agricooltour festival 2020 riparte insieme a voi… e sarà bellissimo!

L’edizione 2020 dell’evento di Isola Tobia Label, vi terrà infatti compagnia anche quest’estate, ovviamente nel pieno di rispetto delle norme anti-Covid.

Ci divertiremo insieme, cercando di allontanare il grigio di questi mesi con i colori della natura e della buona musica d’autore.

Proseguiremo così il percorso iniziato da Carlo Mercadante nel 2016, che ha portato il suo repertorio musicale tra fattorie e aziende agricole di tutta Italia,

e proseguito negli anni sempre con l’obiettivo di accostare le bellezze e le genuine tipicità del Bel Paese alla semplicità di un concerto acustico.

Le candidature degli artisti sono prorogate fino al 10 giugno 2020 e potranno essere effettuate a questo form: isolatobialabel.com/agricooltour/form-agricooltour-artisti.

Le strutture avranno invece la possibilità di inviare la propria richiesta per essere una delle sedi di Agricooltour festival fino al 30 giugno 2020,

Basta compilare il form presente al link isolatobialabel.com/agricooltour/agricooltour-form-1 oppure contattando il numero 351 8307228.

Si accettano proposte da masserie, fattorie didattiche, luoghi di interesse ambientale (parchi, percorsi etc.),

siti archeologici, B&B situati in mezzo alla natura, agriturismi, orti cittadini, borghi, comunità di recupero e case famiglia).

Sono esclusi i live club, organizzazioni in città e, genericamente, strutture adiacenti al normale traffico cittadino.

Per maggiori informazioni potete consultare il bando disponibile alla pagina isolatobialabel.com/agricooltour.

Intanto hanno già riconfermato loro adesione per il 2020:

  • Aire Agriturismo (Demonte, CN – Piemonte)
  • Azienda Agricola Rosario Pendolino (Aragona, AG – Sicilia)
  • Fattoria Naturalmente (Andria, BAT – Puglia)
  • Fattoria sociale Il Giardino dei Ciliegi (Montemitro, CB – Molise)
  • La Casa sulla Roccia (Enna – Sicilia)
  • Myricae (Farigliano, CN – Piemonte)
  • Nuvolive Glamping (Castelvetrano, TP – Sicilia)

#Nutriamolamusica con le dovute distanze, ma tutti insieme!

Altre iniziative Isola Tobia Label

Godetevi la musica dei nostri artisti e acquistatela su isolatobialabel.com/chiosco. Tra le ultime uscite vi ricordiamo Una forma d’amore che mi devo di Mizio Vilardi e Partenze di Liana Marino!

Contatti ad uso stampa

Ufficio Stampa Isola Tobia Label ufficiostampa@isolatobialabel.com
Responsabile:
Maria Ilenia Crifò Ceraolocell. 320 9032766

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/non-abbandonateci-con-m-mattioli-e-salvi-e-g-calabrese/

Agricooltour-Festival-2020-si-farà...-e-sarà-bellissimo!
Tulipani di seta nera, Premio-Rai-Cinema-Channel

Tulipani di Seta Nera 2020 va in streaming. Ecco i 50 corti che concorrono per il Premio “Sorriso RAI Cinema Channel”

Tulipani di Seta Nera. Il Festival Internazionale di cortometraggi a tema dedicato al cinema sociale si terrà dal 18 al 21 giugno 2020.

Comincia a scaldare il motore la tredicesima edizione di Tulipani di Seta Nera, il Festival Internazionale del Film Corto dedicato al cinema sociale.

Festival istituito dall’Associazione Università Cerca Lavoro con la partnership di Rai Cinema Channel, il supporto della Regione Lazio, del Ministero per i beni e le attività culturali e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Tulipani di Seta Nera. Con il patrocinio della Roma Lazio Film Commission e la collaborazione con l’Istituto CineTv R. Rossellini e l’Anas spa.

La kermesse Tulipani di seta nera, rinviata a causa dell’emergenza pandemica, sarà come nessun’altra prima:

L’edizione 2020, ripensata nel profondo per conciliare un evento pubblico con le regole anticontagio, si terrà dal 18 al 21 giugno, dalle ore 17:30 alle 21, in streaming ma anche in onda su canali Sky e del digitale terrestre che saranno resti noti nei prossimi giorni.

Durante la conferenza stampa tenutasi sui canali social ufficiali dei “Tulipani di Seta nera”, aperta con un saluto dell’AD di Rai Cinema Paolo Del Brocco che ha sottolineato

“l’importanza di questa manifestazione nello scoprire e supportare veri talenti”

Il Presidente Diego Righini e il Direttore artistico Paola Tassone (fondatori della storica kermesse insieme a Ilaria Battistelli, Presidente dell’Associazione Università Cerca Lavoro e Leonardo Jannitti Piromallo, produttore)

Hanno svelato le 50 opere – non più 30 – che concorrono per il Premio “Sorriso RAI Cinema Channel”:

il riconoscimento speciale verrà assegnato dal pubblico del mondo digitale all’opera che riceverà il maggior numero di visualizzazioni sul canale appositamente creato da Rai (www.tulipanidisetanera.rai.it) a partire da mercoledì 13 maggio 2020.

“Quest’anno sono stati iscritti più di 200 cortometraggi e molti sono pervenuti da paesi stranieri come gli Stati Uniti, Francia, Germania e Spagna.

Con Rai Cinema abbiamo selezionato le opere che sono state in grado di cogliere e raccontare in pochi minuti tematiche sociali molto complesse”

Paola Tassone ha commentato, aggiungendo:

“Rilevanti sono le tematiche sociali e di attualità a cui si sono ispirate le opere: dalla denuncia sociale come il bullismo alla violenza di genere passando per il disagio e l’indifferenza legata alla posizione economica.”

Le 50 opere sono:

“99,9%” di Achille Marciano; “11” di Piergiorgio Martena; “Alters” di Artemisio Desiderio; “Apolide” di Alessandro Zizzo; “Apollo 18” di Marco Renda;

“Apparentemente Solo” di Riccardo Trentadue; “Arrete de faire la guele, Isa!” di Renard Yseult; “Back Home” di Marcello De Archangelis;

“Burning Red” di Fabrizio Ancillai; “Come in certi romanzi Russi” di Rosanna Reccia; “Come la prima volta” di Emanuela Mascherini;

“Cuori senz’anima” di Tony Paganelli; “Di chi è la terra” di Daniela Giordano; “Don’t be silent” di Angelo Faraci; “Essere diversi” di Francesco Musto;

Segue le opere in concorso:

“Eva” di Paolo Budassi; “Fade Out” di Lucio Laugelli; “Florindo e Carlotta – La vita segreta delle chiocciole” di Rossella Bergo; “Giulia una storia qualunque” di Vincenzo Ardito;

“Gocce d’acqua” di Max Nardari e Marco Matteucci; “Humam” di Carmelo Segreto; “Hush” di Tyler Chipman; “Il giovane giudice” di Angelo Sferrazza;

“La forza di Alice” di Michele Li Volsi; “L’esecuzione” di Riccardo D’Alessandro; “Light” di Martina Bonfiglio; “Lion” di Davide Melini;

“L’uomo che uccise James Bond” di Francesco Guarnori; “L’urlo” di Francesco Barilli; “Ma chi ti conosce!” di Vito Marinelli; “Martino” di Luigi Di Domenico;

“Maxim” di Deborah Donadio; “Mille e una vita” di Daniele Fanciullo; “Nemo Propheta” di David Cinnella; “Nero su bianco” di Angelo Frezza;

“Nico&Nico” di Emanuela Giorgi e Nicola Anselmi; “Nina” di Sabina Pariante; “PinOcchi” di Damiano Scarpa; “Plastica” di Dario Ciulla;

“Questo è lavoro” di Federico Caponera; “Rifugi” di Luca Cutini; “Roller Coaster” di Manuela Jael Procaccia; “Silence” di Silvio Maria Cantoro;

“Sottosuolo” di Antonio Abbate; “The human bugs anthology – Caresses” di Andrea Cecconati; “Un padre” di Roberto Gneo; “Una bellissima bugia” di Lorenzo Santoni;

“Una luce nel muro dell’oscurità” di Antonio Paganelli; “Una signorina con sesamo” di Giuseppe Moschella; “Vado e torno” di Carlo Barbalucca.

“Quest’anno abbiamo deciso di incrementare la visibilità delle opere in concorso portandole a 50” ha dichiarato Carlo Rodomonti, Responsabile marketing strategico e digital di Rai Cinema “Ma non solo:

Queste non saranno visibili solo su Rai Cinema Channel ma anche sulla piattaforma RaiPlay: questo permetterà di raggiungere una platea composta da 16milioni di persone”.

Come nelle passate edizioni anche quest’anno per tutta la manifestazione sarà garantito il servizio d’interpretariato da/in lingua dei segni italiana (LIS) gentilmente offerto dall’Ente Nazionale Sordi – ENS Onlus.

UFFICIO STAMPA:

Tommaso Martinelli: martinellitommaso@gmail.com

Sacha Lunatici: sacha.lunatici@gmail.com

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/il-mondo-non-cambia-mai/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/donatella-pandimiglio-in-backstage-in-streaming

Tulipani di seta nera

Tulipani di sera nera

 


Parte la Campagna di sensibilizzazione ideata dalla Croce Rossa Italiana, Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale e provincia, e dall’Ordine Medici Veterinari di Roma e provincia #NOINONSIAMOCONTAGIOSI.

#NOINONSIAMOCONTAGIOSI. I cani ed  i gatti non infettano gli umani con il Covid -19, quindi, non li abbandonate!

Promotori dell’iniziativa anche il Pet Carpet Film Festival e alcuni personaggi dello spettacolo, tra i quali Lino Banfi, Giancarlo Magalli, Enzo Salvi, Cinzia Leone, Lillo, Alda D’Eusanio, Carmen Russo, che invitano la popolazione a seguire il loro esempio ed abbracciare ancora più forte il proprio amico a quattrozampe.

#NOINONSIAMOCONTAGIOSI.

E’ il titolo della campagna di sensibilizzazione ideata dalla Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale che, attraverso le proprie Unità Cinofile, in collaborazione con l’Ordine Medici Veterinari di Roma e Provincia

Ribadiscono, come confermato da tutte le Autorità Sanitarie mondiali, un concetto importante rivolto a tutti gli amanti degli animali: cani e gatti non contagiano gli umani con il Covid-19 (o Coronavirus).

#NOINONSIAMOCONTAGIOSI. Gli allarmi diffusi sui social con notizie errate e fake news hanno creato una situazione di panico facendo registrare, recentemente, un incremento ingiustificato degli abbandoni.

Per questo la Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale, in questo momento in prima linea sia in ambito sanitario che sociale, interviene attraverso la sua sezione cinofila per tranquillizzare la popolazione.

Poiché ad oggi non ci sono prove scientifiche del fatto che gli animali possano contrarre il Covid-19 o essere loro stessi veicolo di trasmissione per l’uomo.

Mantenere la calma e adottare sempre i provvedimenti suggeriti dal Governo in termini di norme igieniche è la sola cosa giusta da fare anche dopo essere entrati in contatto con i nostri pet.

Messaggio condiviso dall’Ordine dei Medici Veterinari di Roma e Provincia che suggerisce alcune semplici pratiche da osservare:

Se la famiglia è sana il cane può essere portato a fare una regolare passeggiata, utile a svolgere anche i suoi bisogni fisiologici, purché questo non diventi motivo di assembramento con altre persone.

La gestione di un animale implica un comportamento responsabile anche nel rapporto con il veterinario, che sarà bene contattare prima piuttosto che recarsi direttamente in ambulatorio se non esiste una reale emergenza, che solo il medico potrà valutare dagli elementi riportati telefonicamente.

E’ altresì determinante che l’umano non nasconda eventuali sintomi di un sospetto contagio per paura di lasciare solo l’animale, poiché basterà contattare le Autorità competenti che si preoccuperanno di gestire il pet.

Promotori dell’iniziativa anche il Pet Carpet Film Festival, rassegna cinematografica dedicata agli animali, e alcuni personaggi dello spettacolo, tra i quali:

Lino Banfi, Giancarlo Magalli, Enzo Salvi, Cinzia Leone, Lillo, Alda D’Eusanio, Carmen Russo, che hanno lanciato degli appelli per invitare la popolazione a seguire il loro esempio ed abbracciare ancora più forte il proprio amico a quattrozampe.

Ufficio stampa

Federica Rinaudo

Leggi Anche:

https://unfotografoinprimafila.it/uniti-con-la-danza-uniti-per-la-vita/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/event/heartbeatperche-nessun-cuore-resti-fermo