Articoli


Teatro urbano, nuove drammaturgie, stand up comedy, danza, musica e Silent disco al Borgo di Ostia Antica.

A Natale e Capodanno il Borgo di Ostia Antica e il Teatro del Lido di Ostia si animano con Ondadurto Teatro, Chiara Becchimanzi, Pietro Sparacino e Veeblefetzer

27 e 28 dicembre, Teatro del Lido – Via delle Sirene, 22 (Ostia) 29 – 31 dicembre, Borgo di Ostia Antica. Ingresso gratuito

Teatro urbano, nuove drammaturgie, stand up comedy, danza, musica e Silent disco: fino al 31 dicembre 2019, Contemp-humanity, rassegna multidisciplinare completamente gratuita, realizzata sul territorio del Municipio X e ideata da Valdrada Compagnia teatrale.

Prosegue al Teatro del Lido di Ostia e al Borgo di Ostia Antica con eventi, spettacoli e incursioni artistiche per tutte le età, per chiudere l’anno nel segno delle visioni più contemporanee, dell’intrattenimento intelligente, di musica e colori.

Il 27 e il 28 dicembre Contemp-humanity approda al Teatro del Lido, alle ore 21.00, con lo spettacolo “PreCario Diario – The Real Game”, spettacolo/videogioco interattivo (prodotto da Valdrada, co-prodotto dalla Regione Lazio).

Scritto, diretto e interpretato da Chiara Becchimanzi, Giorgia Conteduca, Monika Fabrizi, Margherita Franceschi, Giulia Vanni, “Precario Diario”

La tragicommedia di una generazione raccontata come un videogioco vero e proprio, nel quale il pubblico ha l’ultima parola per le sorti delle 5 precarie in scena, in lotta per la stabilità, contro il sistema, in cerca di un futuro.

Dal 29 al 31 dicembre, per chiudere in bellezza il 2019, Contemp-humanity si sposta tra i meravigliosi scorci del Borgo di Ostia Antica, con spettacoli e performance emozionanti e suggestivi.

Il 29 dicembre, a partire dalle ore 20.00: “Meraviglia”, installazione interattiva a cura della Compagnia Internazionale Ondadurto Teatro

Compagnia che mescola sapientemente tecniche performative e scenografiche per guardare l’ambiente intorno a noi con “occhi da bambini”, e proteggere la sua bellezza.

Alle ore 21, “Taiko no Koe”, a cura del Gruppo Internazionale Taiko: l’energia del tamburo giapponese parte, trapassa e ritorna veicolata dalle 3 percussioniste

La pelle del tamburo è uno specchio che riflette ciò che si fa, e se si suona con il cuore vibra anche l’anima di chi ascolta (con C. Castagna, R. Superbi, M. Bisceglie);

Alle ore 22, la performance di teatro urbano creata in site specific dai/dalle partecipanti al laboratorio-residenza “Proactive Dance”.

Il 30 dicembre, alle ore 18 e alle ore 21, Contemp-humanity porta in scena “Di altri Demoni”, esperimento teatrale itinerante prodotto da Valdrada, co-prodotto dalla Regione Lazio, ideato e diretto da Chiara Becchimanzi.

Un viaggio fisico ed emotivo, in site specific, all’interno della mente maschile, dell’immaginario collettivo, delle relazioni d’amore: un esperimento teatrale che coinvolge direttamente il pubblico.

Parafrasando Marquez, non è solo l’amore che ci interessa indagare, ma – appunto – gli “altri demoni”: il possesso, l’ossessione, la frustrazione, il senso di inadeguatezza, lo stereotipo culturale, il circo mediatico, la gelosia, la paranoia.

Cosa vuol dire amare oggi, e quando esattamente l’amore diventa male, se di amore si può parlare? Si prevedono due repliche, per un massimo di 50 persone a replica.

A chiudere il 2019, infine, Contemp-humanity propone con una serata ricca di interventi d’eccellenza: si parte con Pietro Sparacino e il suo “Dio-degradabile: il potere logora chi ce l’ha”

Uno spettacolo di stand up comedy che mette in luce tutte le contraddizioni del potere contemporaneo e storico;

Dalle 22.30, la trascinante musica dei Veeblefetzer, una band assolutamente contemporanea, unica e spontanea, fascinosa ma anche un po’ maledetta, coinvolgerà il Borgo in un autentico intreccio di indie-folk, psycho gypsy swing, rock’n’roll e reggae

Un grande e bellissimo circo dove a fare le acrobazie è il suono; e dopo il count-down e il brindisi di rito, sarà la volta della Silent Disco: 3 playlist disponibili, e la possibilità di danzare fino a notte fonda, tutti insieme, nel silenzio più assoluto – per salutare il nuovo anno con un’esperienza unica.

Contemp-humanity è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2019 promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

Info www.valdradateatro.itinfo@valdradateatro.it, per prenotazioni prenotazioni.valdrada@gmail.com

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/storie-di-donne-donne-delle-forze-armate

https://unfotografoinprimafila.it/alma-manera-ospite-al-concerto-di-natale/


A Cento anni dalla nascita nel 2020 concerto di Natale 2019 omaggio a Federico Fellini

Come da tradizione, torna a Terni il Concerto di Natale promosso e sostenuto dalla Fondazione Carit e organizzato dall’associazione Visioninmusica con il sostegno della Banca Popolare di Spoleto, un saldo e consolidato legame tra la Fondazione e la città all’insegna di eccellenti produzioni artistiche.

Nel corso degli anni, infatti, prestigiose orchestre e solisti di rilievo internazionale si sono esibiti nella suggestiva cornice romanica della chiesa di San Francesco, arricchendo gli eventi culturali del periodo natalizio con un evento fra i più attesi e partecipati.

Quest’anno l’appuntamento sarà sabato 21 dicembre 2019, con un doppio concerto alle ore 17:00 e alle ore 21:00 – per far fronte alla straordinaria richiesta.

Protagonista sarà la Filarmonica Gioachino Rossini diretta da Federico Mondelci (in veste anche di sassofono solista) che interpreterà un intenso programma dedicato a Federico Fellini, di cui, nel 2020, ricorreranno i cento anni dalla nascita.

Il repertorio scritto da Nino Rota sarà preceduto dall’esecuzione di brani sacri e classici, tra cui l’Ave Maria, che una certa tradizione ha voluto attribuire al compositore cinquecentesco Giulio Caccini, tre sinfonie rossiniane

(Il signor Bruschino, La Cenerentola e Il barbiere di Siviglia), per esaltare l’orchestra nel suo repertorio più rappresentativo, e la Pastorale dal Concerto fatto per la notte di Natale di Arcangelo Corelli.

L’omaggio a Fellini e al cinema sarà però il vero protagonista della seconda parte del concerto e anche dell’intera serata:

Federico Mondelci ha realizzato per l’occasione una suite orchestrale con l’intento di ripercorre la carriera cinematografica del grande regista riminese, soffermandosi sulle colonne sonore di alcune tra le sue più celebri pellicole (Amarcord, La strada, La dolce vita e 8 ½).

La simbiosi che alle volte si instaura tra regista e compositore ha trovato in Fellini e Rota due magnifici interpreti, che possono essere a buon diritto presi da modello e riferimento, pensando ad altri grandi binomi che li hanno seguiti: Sergio Leone ed Ennio Morricone, Steven Spielberg e John Williams.

Il tributo al cinema sarà infine integrato anche da altri capolavori composti da Rota, e affidati però ad altri registi, come Il gattopardo di Luchino Visconti e Il Padrino di Francis Ford Coppola.

ore 17.00 INGRESSO LIBERO con prenotazione obbligatoria**

ore 21.00 INGRESSO LIBERO (fino a esaurimento posti)

È possibile effettuare la prenotazione obbligatoria dei posti dal 9 al 13 dicembre telefonando allo +39 0744 432714 dalle 10.00 alle 12.00.

PROGRAMMA

GIULIO CACCINI (1551-1618)

Ave Maria (orchestrazione R. Granata)

GIOACHINO ROSSINI (1792-1868)

Il signor Bruschino – Sinfonia

La Cenerentola – Sinfonia

Il barbiere di Siviglia – Sinfonia  

ARCANGELO CORELLI (1653-1713)

Pastorale dal Concerto fatto per la notte di Natale

NINO ROTA (1911-1979)

Film Suite per sassofono e orchestra (arrangiamento R. Granata)

“Omaggio a Fellini nel centesimo anniversario della nascita”

Prova d’orchestra

Amarcord

Rocco e i suoi fratelli

I clowns

La strada

Il Gattopardo

Il Padrino

La dolce vita

Otto e mezzo

Sabato 21 dicembre 2019

ore 17:00 e ore 21:00*

Chiesa di San Francesco

Piazza S. Francesco, 12 – Terni

Associazione Visioninmusica

tel. +39 0744 432714 – cell. +39 333 2020747

info@visioninmusica.com – www.visioninmusica.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/roma-casa-del-cinema-furio-scarpelli/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-san-genesio-con-i-ridikulus/


Il Sea-Ty Peacoat nuovo capo icomico di pregio della Slam presenta Marcello Lippi

 Slam shop Roma, Via del Corso  90, 11 dicembre, ore 15.00-17.00

 Slam, il brand genovese di abbigliamento per la vela nato dalla passione per il mare, chiude nella Città Eterna i festeggiamenti per il traguardo dei 40 anni con un fuoriclasse senza tempo come Marcello Lippi, testimonial 2019.

Un grande evento con Marcello Lippi, ex CT della nazionale italiana Campione del Mondo nel 2006

Lippi sarà testimonial Slam per la stagione SS19.

Ospite d’eccezione dello store romano di Via del Corso per incontrare i propri fan e presentare uno dei capi di punta della collezione invernale, il nuovo SEA-TY Peacoat.

Un appuntamento imperdibile per il pubblico romano.

l’11 dicembre dalle 15.00 alle 17.00, potrà ammirare in anteprima, il nuovo peacoat, realizzato in lana water repellent, studiato con un gilet staccabile con cappuccio.

Capo iconico della linea Sailing, che propone giacche in un materiale monoatomico come il graphene, noto per avere la stessa resistenza del diamante e la flessibilità della plastica.

Il nuovo SEA-TY Peacoat è anche un ottimo conduttore termico, antistatico, antibatterico e di rapida asciugatura.

Amante del mare e della vela, Marcello Lippi è legato all’azienda genovese anche per il suo ruolo di presidente di Insuperabili, la Onlus, sostenuta da Slam, che attraverso lo sport restituisce il sorriso ai ragazzi con difficoltà psicofisiche.

L’associazione guarda alle disabilità mettendo al centro tutta la bellezza e la forza dello sport per abbattere le barriere, unire culture e linguaggi, rendere liberi e trasmettere il meglio dei valori dell’uomo.

La vela, dunque, diventa uno strumento non solo di socializzazione e divertimento ma anche un mezzo per puntare a un miglioramento psico-fisico.

Performance, grinta, passione e innovazione sono per Slam le parole d’ordine per affrontare il mare, le giornate in barca o a terra.

Ufficio stampa evento romano Slam: brizzi comunicazione

Cecilia Brizzi c.brizzi@brizzicomunicazione.it

Tel 0639038091-0639030347-3341854405

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/premio-con-il-sole-sul-viso

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-presenta-sciaboletta/


I Poeti maledetti_n.1 Io e Baudelaire Who wants to live forever?

Dal 29 novembre al 1° dicembre, 29 e 30 novembre ore 20,0 1° dicembre ore 17,00 Teatro Villa Torlonia

Però. Mi interessava la poesia.

Perché potevo leggerla per una pagina e chiudere il libro senza dovermi chiedere come sarebbe andata a finire.

Perché era a frammenti, come la mia vita.

Perché sapeva raccontarmela in modo aspro, senza la compassione che si dà a chi non sta bene.

Aprendone squarci improvvisi.

Perché cercava la verità e non il successo.

Perché la vera poesia è crudele.

Perché la vera poesia fa male.

Aldo Nove, La vita oscena

Un attore, il suo pianoforte e Baudelaire.

Io e Baudelaire, primo passo di una trilogia dedicata ai poeti maledetti, è un richiamo, un’invocazione alla poesia, la direzione di un ritorno. Teatro

È un dialogo con se stessi, è la ricerca delle parole, è stare sulle parole e accettare che siano importanti.

Io e Baudelaire è una domanda banale, semplice, autentica: ma se uno da piccolo vuole essere come Baudelaire, da grande che cos’è?

Ma se uno, da piccolo, legge di nascosto le poesie, da grande cosa può diventare?

Esiste un bambino che in un tema, a scuola, abbia scritto: io da grande voglio fare il poeta? Che cos’è un poeta?

Fa quasi paura leggere oggi i poeti maledetti, questa combriccola di creature angeliche e ostinate, schiacciati da tragiche urgenze.

Fa paura vederli e immaginarli in preda all’odio per i contemporanei, non più giovani – e cosa allora?

A ragionare con la precisione di un orefice sulla parola oscura, in balia, sì, degli eccessi, ma più di tutto di una fecondità e di un’intransigenza stilistica assolute.

Ne avremmo bisogno oggi più che mai.

Ma nel moto dell’anima che la commozione ci dona quando le parole ci incantano e ci tramortiscono, ci pugnalano e ci stupiscono.

Abbiamo più volte pensato che esistesse un legame anomalo, forse maleducato, fra pianoforte e verso.

E così abbiamo deciso di attraversarlo, di provare a indagarlo.

Fra il corpo del pianoforte, impetuoso e imponente, e il corpo della parola, saettante e tagliente, noi abbiamo messo il corpo dell’attore.

Si muove fra musica e verso, s’insedia in quella solitudine di cui sono e siamo, tutti, portatori, e si mostra sul palcoscenico.

Si rende disponibile ad attraversare e a essere attraversato.

Si fa strada nella notte, si fa canto alla luna, si fa cielo tetro e greve, si fa albatro e prova a volare.

Maldestramente, maleducatamente, forsennatamente, devotamente.

Baudelaire: il poeta maledetto, il poeta da cartolina, da tazza souvenir dopo un viaggio a Parigi, da poesiola da studiare a memoria prendendo l’autobus a sedici anni.

Il poeta delle puttane, dei vicoli la notte, il poeta delle ossessioni, delle 865 lettere alla madre.

Il poeta delle contraddizioni, non voluto, non riconosciuto quando ne avrebbe avuto davvero bisogno, non amato, senza un soldo e soprattutto solo, solo, solo.

Teatro. È sconfinata la solitudine che ci butta addosso. Ma che cos’è un poeta?

Non molti anni fa qualcuno cantava davanti a migliaia di persone: Who wants to live forever? Forse Baudelaire se lo avesse sentito gli avrebbe voluto rispondere…

Ma vogliamo davvero vivere per sempre?

Un progetto di Biancofango con Andrea Trapani drammaturgia Francesca Macrì e Andrea Trapani, traduzione dal francese Francesca Macrì e Andrea Trapani, regia Francesca Macrì, luci Gianni Staropoli, consulenza al pianoforte Irene Ninno, direzione tecnica Massimiliano Chinelli, produzione Fattore K

TEATRO VILLA TORLONIA

via Lazzaro Spallanzani 1/A, ROMA (RM)

Costo biglietti: € 16,50

Info e prenotazioni: Tel. 06 684000311/14

Ufficio Stampa Fattore K

D&C COMMUNICATION

Alma Daddario e Nicoletta Chiorri

Alma 3472101290 – Nicoletta 338 4030991

info@deccommunication.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-tirso-monologo-non-autorizzato/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-cometa-off-20anni-di-ciaorino/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-trastevere-va-scena-%E2%80%9Cclaustrofobia%E2%80%9D


Rossana CasaleGrazia Di Michele e Mariella Nava: tre donne, tre mondi musicali, tre voci, tre storie artistiche differenti e nobili, tre anime.

Cantautrici. Accomunate da un invidiabile orgoglio femminile, da oltre trent’anni hanno affermato una musica d’autore lontana dai condizionamenti culturali dominanti e da quelli commerciali.

Si sono dedicate a un percorso artistico libero e sincero, fatto di espressione pura e sperimentazione.

Dalla loro amicizia, che le ha portate a collaborare più volte in questi anni, nasce un tour speciale, che coniuga la canzone d’autore italiana con i ritmi del Sud del mondo e del jazz.

In anteprima assoluta, domenica 22 dicembre in doppia performance al Blue Note di Milano.

Giovedì 26 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

CANTAUTRICI, un viaggio che le vedrà condividere un originalissimo “trialogo” con brani del loro repertorio, e non solo, in versioni inedite e coinvolgenti.

Si parte da alcune delle canzoni più note scritte per se stesse o per altri grandi interpreti della musica italiana (tra cui, solo per citarne alcuni, Renato Zero, Ornella Vanoni, Massimo Ranieri, Gianni Morandi, Mina).

Tra questi si potranno ascoltare: Le ragazze Di Gauguin, Brividi, Così è la vita, Destino, Io e mio padre, Gli amori diversi, Il cuore mio, Semplice, Solo i pazzi sanno amare, A che servono gli dei, Io sono una finestra, Mendicante, Terra, Spalle al muro, Come mi vuoi, Per amore, e tanti  altri.

Ad accompagnare le “Cantautrici” dal vivo, in un concerto ricco di energia e poesia, ci saranno sei grandi musicisti, provenienti da esperienze eterogenee:

Ermanno Dodaro al contrabbasso, Emiliano Begni al pianoforte, Francesco Consaga a sax soprano e  flauto traverso, Fabiano Lelli alla chitarra, Roberto Guarino alla chitarra, Andy Bartolucci a batteria e percussioni; ospite Sasà Calabrese al contrabbasso.

Ad aprire i concerti e nell’ambito della performance, saliranno sul palco giovani cantautrici che le tre artiste hanno conosciuto nell’ambito delle loro attività di insegnanti e talent scout.

Un’esperienza formativa che continua a coinvolgerle in maniera appassionata e determinata:

Rossana Casale insegna in Conservatorio da più di 10 anni,

Mariella Nava da vari anni ha intrapreso un percorso da discografica

Grazia Di Michele, di cui è nota la sua attività di coach ed insegnante, è anche produttrice di giovani talenti e direttrice artistica di rassegne cantautorali.

Domenica 22 dicembre – Ore 21:00 e Ore 23:00

BLUE NOTE

Via Pietro Borsieri, 37 – Milano

Giovedì 26 dicembre – Ore 21:00 AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA DI ROMA

Sala Petrassi Via Pietro de Coubertin, 30 – Roma

Biglietti:

MILANO – BLUE NOTE

Posto unico (con opzione di cena): a partire da €18

acquistabile al telefono o in loco dal Martedì al Sabato dalle 14 alle 22
Tel +39 02 69016888

ROMA – AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Platea: € 25,00 + 3,00 dp, Galleria € 25,00 + 3,00 dp

Disponibili al botteghino dell’Auditorium (orario 11-18; tel. 892101, servizio a pagamento) o sul circuito TicketOne

Management tour: Alessandro Travi +39 329 6096007

Booking: Luca Deluigi, Coop Zenart – Via Pedemonte 16/6 16149 Genova

Mob. +39 393 8386780 – Tel. +39 010 41 69 28 – Fax. +39 02 700 43 14 45

www.zenart.it


Ultima data del Privé Tour per Flautissimo 2019 Avion Travel live a Roma al Teatro Vascello

Il 24 novembre ore 18,00 gli Avion Travel saranno in concerto al Teatro Vascello di Roma nell’ambito del Festival Flautissimo.

A distanza di 15 anni dal loro ultimo album di inediti “Poco Mossi gli altri Bacini”, risalente al lontano 2003, gli Avion Travel sono tornati a maggio 2018 con “Privé”.

Privé un disco fedele allo spirito di produzione indipendente e alle atmosfere della trilogia.

Triologia composta da “Bellosguardo”, “Opplà”, “Finalmente Fiori” e realizzato dopo aver ricostruito lo staff operativo dei loro inizi, con Mario Tronco nel ruolo di produttore artistico e supervisore, oltre che di arrangiatore e musicista.

Gli Avion Travel si sono ricongiunti in formazione originale per quello che è stato il Retour nel 2014, poi protrattosi fino agli inizi del 2017.

Nell’estate dello stesso anno dopo la scomparsa di Fausto Mesolella e un periodo di esitazioni e riflessioni, il tour è ripreso in quintetto con la new entry di Duilio Galioto alle tastiere.

Peppe Servillo a proposito del disco afferma:

“Due figure abitano questo disco: una amara e l’altra dolce. La prima sfugge alla canzone, la seconda la insegue.

Una, diffida delle parole e l’altra si consegna alle parole stesse. Sembra che alcune canzoni si muovano sospettose, offendendo le altre che invece accolgono, consolano e scaldano.

Le ultime si affidano alle parole, alla loro precisione, alla capacità di queste di rappresentare il mondo, ma le prime restano a smentire ciò, recitando oscuramente pulsioni e sensazioni.

E’ doppia la natura di questo lavoro, come da sempre la natura di questo gruppo che in questi mesi ha rigenerato parte di se, come un piccolo animale dalla lunga vita, riaffidandosi a se stesso, alla sua storia, alla propria varia identità.

Corrono gli Avion Travel tra sentimenti opposti, generando con questo movimento il contrasto secondo la legge del dramma e a questa legge si votano in modo vitale e scomposto per un pugno di canzoni nuove”.

Il concerto sarà anche l’ultima data del Privé Tour, che da oltre un anno e mezzo ha visto la band campana suonare su alcuni principali palchi di tutta Italia.

“Vive un teatro in una splendida contrada, il teatro Vascello, un teatro che ci vuole bene e ci ospita ad un anno e mezzo dall’uscita di Privé, dice Peppe Servillo a proposito di questa data.

Gli Avion Travel tornano a suonare al buio, tra le quinte, dopo una lunga estate calda, tornano a suonare piano, a pesare le parole, come in una questione privata.

Forse per mettere le cose in chiaro, tracciare una linea, e chissà, di là da questa, ricominciare altrove”.

● AVION TRAVEL – formazione:

> Peppe Servillo, voce

> Mimì Ciaramella, batteria

> Peppe D’Argenzio, sax

> Flavio D’Ancona, tastiere

> Duilio Galioto, piano e tastiere

> Ferruccio Spinetti, contrabbasso

● MORE:

> https://www.facebook.com/Avion-Travel-Pagina-Ufficiale-263406990716/

> https://open.spotify.com/album/66bmgHoJuINoXeLPjxv3Ex

DOMENICA 24 NOVEMBRE – ore 18

AVION TRAVEL IN CONCERTO

Festival Flautissimo

TEATRO VASCELLO

Via Giacinto Carini, 78 – ROMA

Biglietti: https://bit.ly/2JNCnZa

Per ulteriori informazioni e interviste:

Ufficio Stampa:

Chiara Giorgi

Cell. +39 347 3351416

Email: chiagiorgi@gmail.com

INFO & SEGRETERIA FLAUTISSIMO 2019:

ACCADEMIA ITALIANA DEL FLAUTO.

Tel +39 06 44703290 – segreteria@accademiaitalianadelflauto.it

Biglietti Vascello: intero € 20 / ridotto over 65 € 15 / ridotto under 26 € 12

Ufficio stampa Flautissimo: Fabiana Manuelli – tel 347 8263425 –  stampa@fabianamanuelli.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-brancaccio-%E2%80%9Celeonora-princess-magic%E2%80%9D

https://unfotografoinprimafila.it/una-festa-da-oscar-al-palazzo-del-gallo/


Al Palazzo del Gallo a Piazza Farnese di Gregorio Del Gallo e Patrizia Brandimarte,

Storico e blasonato, dimora cinquecentesca costruita dall’architetto Baldassarre Peruzzi, che fu della nipote di Napoleone Giulia Bonaparte e oggi appartiene alla famiglia dei marchesi del Gallo di Roccagiovane.

I padroni di casa hanno organizzato una grande festa in onore al Premio Oscar Gianni Quaranta, regista, scenografo, costumista e designer, hanno aperto le porte della dimora che domina Piazza Farnese e hanno apparecchiato una festa di bentornato al simpatico premio Oscar amato nel mondo.

Quaranta è infatti appena rientrato dall’Oman dove ha trionfato mettendo in scena la “Carmen” di Bizet, di cui ha curato regia, costumi e scenografia.

Una festa a lume di candela e un nugolo di amici storici hanno accolto Gianni, scortato dalla moglie Giuliana.

A fare gli onori di casa la Brandimarte insieme a Damiano Caltagirone, che saluta il divo Franco Nero appena tornato da Los Angeles, accompagnato dalla modella Dana Ferrara in un abito lungo rosso luccicante.

E poi il regista Eugenio Cappuccio, in procinto di girare un film da una sceneggiatura inedita di Federico Fellini, scortato da Barbara Francesconi.

Presenti anche la stilista crativa Patty Lori, l’attrice Jinny Steffan, la regista Lola Pagnani con la bella figlia Cindy.

Nei saloni affrescati si affacciano anche Geppy Gleijeses e le manager Claudia Cianfrocca e Cristina Puccio.

Consueta simpatia e ironia tutta partenopea per Leopoldo Mastelloni, che annuncia una serata a lui dedicata su Canale 5.

Bellissime le scenografie di Paola Rocchi

Foto ricordo davanti ad un enorme albero di Natale allestito da Patrizia (che da 12 anni realizza anche un meraviglioso albero grondante di pupazzi di peluche della Disney per i bimbi malati oncologici del Policlinico Agostino Gemelli: quest’anno l’abete si inaugura il 3 dicembre).

Dulcis in fundo, a sorpresa, ecco una bella torta per festeggiare il compleanno di Damiano Caltagirone, che ha voluto una candelina con i numeri “501” e la scritta “Siamo tutti numeri 1”. Tanto per tenere segreta la sua età come ogni star che si rispetti. Damiano sta lavorando al suo primo libro dedicato alla madre.

In occasione del suo compleanno Damiano ci teneva molto a leggere in presenza degli ospiti questo scritto di Pedro Almodóvar dedicato a sua madre Isabella Biagini e a tutte le donne.

“A bette Devis, Gena Rowlands, Romy Schneider e a mia madre Isabella Biagini.

A tutte le attrici che hanno fatto le attrici, a tutte le donne che recitano, agli uomini che recitano e si trasformano in donne, a tutte le persone che vogliono essere madri.

A mia madre”. Pedro Almodóvar

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-brancaccio-%E2%80%9Celeonora-princess-magic%E2%80%9D?fbclid=IwAR2NFTGg80EN9frZqvns7lWlG_KsFB_dNk8MHY8kbaY-2kTC4t9SRzGO07Y

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-il-rivelino-di-tuscania-cenerentola/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-giovanni-paolo-ii-messiah/


Mercati di Traiano lancia una call rivolta agli artisti per “abitare” uno dei musei più visitati della capitale

Venerdì 22 novembre i Mercati di Traiano, con Live Museum Live Change, continuano ad aprire le porte al futuro e a dialogare con il contemporaneo con la presentazione di una “chiamata alle arti” rivolta ad artisti singoli o riuniti in forma collettiva, che intervengano con opere context – specific all’interno del Museo.

In grado di offrire sempre nuove visioni, di rinnovarsi quotidianamente in uno scambio continuo con la metropoli.

 Live Museum Live Change – progetto di PAV, realizzato nell’ambito dell’Avviso Atelier Arte Bellezza Cultura della Regione Lazio (P.O.R. FESR Lazio 2014/2020 azione 3.3.1b),

Grazie alla collaborazione con Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali – lancia per il “museo abitato” di Via Quattro novembre una call volta alla selezione di artisti che intervengano con opere installative o in formato multimediale.

Artisti che sappiano abitare uno spazio unico come i Mercati di Traiano e sappiano dialogare non solo con la sua stratificazione storica e culturale ma anche con le comunità che oggi lo attraversano.

Gli interventi saranno realizzati dopo un breve periodo di residenza presso il Museo e saranno ospitati nel cortile del Piccolo Emiciclo.

Leitmotiv di Live Museum, Live Change, che ispira la stessa call, è il tema della trasformazione, come fenomeno, naturale e complesso, che rende il museo un luogo vivo.

Museo attuale e in continua crescita: la trasformazione come azione condivisa che faccia di un museo un giardino vivente, non un semplice luogo di visita ma uno spazio di dialogo e di crescita condivisa.

Dare nuovi significati all’area trasformandola in luogo di creazione artistica e di nuova relazione con la Città, generare sinergie, potenziare l’esperienza dei cittadini all’interno del Museo.

Museo articolare una diversa possibilità di sguardo: sono questi gli obiettivi della call e dell’intero progetto, che intende moltiplicare le opportunità di scoperta, di studio e di narrazione, intorno a un luogo centrale nella città di Roma, e centrale nella Storia della vita pubblica e privata di un’intera civiltà.

Il termine ultimo per l’invio della candidatura è previsto per lunedì 16 dicembre 2019.

Per lo sviluppo delle attività Live Museum, Live Change PAV si avvale del network costruito con ECCOM-Idee per la Cultura, Melting Pro e Visiva Lab.

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/giovanni-allevi-esce-oggi-%E2%80%9Chope%E2%80%9D?fbclid=IwAR0j2DIgxBWhV03sFw5sQMCyZZpsFh8LqAWkmZx8CpW4K9vlYWQcwIREkUI

https://unfotografoinprimafila.it/maccarese-i-concerti-al-museo-del-saxofono/


Il progetto musicale dei record special guest della capitale al Room26 con Meduza

Art Director NEON

 Fiorello duetta con Meduza nel mash-up tra “L’Italiano” di Toto Cutugno e il loro successo planetario “Piece Of Your Heart”.

Link al video: https://www.raiplay.it/video/2019/11/vivaraiplay-fiorello-meduza-l-italiano-6b66f97c-1ddd-420f-bcf4-83b0711a6e3d.html

“Lasciatemi Cantare” cantano su Viva RaiPlay lo scatenato Fiorello, insieme al biondissimo Joshua Grimmett dei Meduza, che mixa lo storico brano di Toto Cutugno a tempo con “Piece of Your Heart”.

Brano da record che accompagna l’esordio del progetto musicale nato in Italia e ormai cittadino del mondo.

Il gruppo nato a Milano, sarà protagonista del weekend grazie all’evento di sabato 16 novembre, diretto da Gianluca Neon.

Il direttore artistico del Room 26, è pronto ad accogliere i quattro musicisti all’Eur, in Piazza Gugliemo Marconi.

A dare il via alle danze ci penseranno i djs resident Paolo Pompei e Luis Bertman, insieme alle voci di Lele Sarallo e Lory Voice, mentre nella seconda sala faranno da eco le sonorità di Max Marino e Matteo Passerini.

Tutti pronti a suonare e a ballare con e per Meduza, per una notte che ha già il sapore del tutto esaurito, pronta a continuare fino alle prime luci dell’alba.

BIOGRAFIA – MEDUZA

Originari di Milano, il progetto Meduza promette un sound in grado di spaccare la scena della musica dance, con lunatici remix ed energiche quanto melodiche produzioni.

Segnalati come gli ospiti più attesi dell’Amsterdam Dance Event, Meduza apre il set con l’incredibile remix Friendly Fires Remix, dove mescolano luminosi fiati con un groove incessante, che contrasta a sua volta la tenue voce rilassante di fondo.

Il loro disco di debutto Piece Of Your Heart, circola già tra i cultori del genere ed ha già assicurato al progetto un successo clamoroso ed ottime critiche, posizionandosi in tutte le classifiche più importanti del mondo.

Meduza è un progetto musicale e discografico del tutto italiano, che sin dal suo esordio colleziona consensi ed un ampio successo.

La hit Piece Of Your Heart, insieme a Goodboys, diventa un singolo planetario che garantisce a Meduza il record in streaming.

Quarantaquattresimo nella iTunes Chart; settimo nella Dance Chart; presente nella lista attuale di Apple; trentatreiesimo su Shazam; immancabile sulla Massive Dance Hit. Un successo senza paragone.

MODALITA’ INGRESSO

Decima Stagione, dalle ore 23.30 alle ore 4.30

Prezzo in Lista: 20€ Uomo / 15€ Donna (drink incluso) – L’ingresso “Fuori Lista” subirà un supplemento di 5€ sul ticket al botteghino

Per INFO e LISTE, scarica l’APP di Room26, clicca qui: http://bit.ly/approom26

TEL. 333 428 9202 – EMAIL: info@room26.it – www.room26.it

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla: carla@fabighinfanti.it
, 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/ – IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/offoff-theatre-%E2%80%9Caggregazioni%E2%80%9D-claudio%E2%80%9Dgreg%E2%80%9Dgregori?fbclid=IwAR2UZia5JMYrq4wOZ5W1US_GaUJeBpf-dhOcr_9GEPbK3zWttVoHgQw2Zes

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-tor-bella-monaca-finale-di-partita/


A TorPignattara 2019 la galleria d’arte urbana a cielo aperto, tra le campane della raccolta del vetro.

OpenGau, 17 novembre 2019: 20 street artists per 30 campane
Ore 16.00 – Largo Pettazzoni

 Roma museo a cielo aperto, per le sue bellezze storiche, certamente, ma anche, sempre di più, per le incursioni di street art che offre ad appassionati del genere e non solo, sempre in cerca di nuovi, originali, divertenti, rivoluzionari murales.

È così, che il 17 novembre 2019, attraverso la giornata OPEN GAU, verranno presentati al pubblico i nuovi interventi urbani di GAU – Gallerie Urbane che a TorPignattara nel 2019 ha affidato a 20 street artists 30 campane per la raccolta differenziata del vetro, che per l’occasione hanno preso nuova vita tra volti, profili, opere astratte e molto altro.

Creare una galleria d’arte urbana gratuita, fruibile in ogni momento e quindi testimonianza concreta del concetto di arte come opera destinata alla città è l’obiettivo del progetto GAU, che per l’occasione accende l’interesse sulle tematiche di differenziazione dei rifiuti, attraverso una vera e propria valorizzazione delle campane per la raccolta del vetro, trasformate in inedite opere d’arte incastonate nella metropoli, a stupire turisti e cittadini.

Le opere permanenti, e destinate a ridisegnare il profilo del quartiere, verranno presentate ufficialmente a pubblico e stampa il 17 novembre con OpenGau. L’appuntamento è previsto per le ore 16 a Largo Raffaele Pettazzoni, dove la Compagnia della Scuola del Teatro dell’Orologio condurrà il pubblico in una vista guidata teatralizzata.

Anche quest’anno, in collaborazione con il Municipio V, sarà realizzato ‘Il Muro d’Artista’ un graffito su una parete di via Amedeo Cencelli di fronte all’Acquedotto Alessandrino, affidato per questa edizione a Krayon, un pixel artist italiano.

L’artista ha lavorato sul concetto di apertura, è un muro che non divide, ma che lascia interagire l’interno con l’esterno, l‘abitazione con la natura.

Dopo la fortunata esperienza dello scorso anno nel quartiere di Centocelle con la riqualificazione di 37 campane di vetro, GAU – Gallerie Urbane, vincitore del bando Contemporaneamente 2018, torna così nel V Municipio per promuovere l’arte urbana e allo stesso tempo sensibilizzare sulla salvaguardia del patrimonio cittadino, anche in periferia, inspirandone bellezza e funzionalità.

Un patrimonio da preservare ai margini della capitale, sempre ferventi e attivi in materia di cittadinanza e consapevolezza del territorio.

I 20 street artist selezionati sono stati affiancati da gruppi di ragazzi degli istituti superiori del Municipio V a cui è stata assegnata una zona geografica specifica e sulla quale hanno attivato processi creativi per la realizzazione di Campane D’Artista in armonia con il territorio scelto.

Visite guidate, workshop, passeggiate teatrali e iniziative a cielo aperto. Un programma fitto di eventi a cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare gratuitamente e attivamente.

Il progetto è parte del programma di Contemporaneamente Roma – Autunno 2019, promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale e in collaborazione con Siae.

Da un’idea di Fabio Morgan

Direzione Artistica e curatela Alessandra Muschella

Progettazione e comunicazione E45 in collaborazione con Dominio Pubblico.

Un’evento promosso da Progetto Goldstein

Gruppo street artist/writers

Marta Bianchi – Matteo Brogi – Alessandra Carloni – Controllo Remoto – Des x –  Valerio Di Benedetto – Moby Dick –  Nik Disaster –  Gojo – Hoek – Karma Factory  – Kenji  – Martina Manna – Lilly  Meraviglia –  Napal Naps  –  Olives – Pier The Rain –  Point Eyes – Eliseo Sonnino  –  Tracey

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-portaportese-presenta-otello-srl/

https://unfotografoinprimafila.it/io-te-rome-wedding-show-2019/


Al Teatro Fellini di Pontinia va in scena “Il bel canto Poplirico”

Il 24 novembre ore 20,30 al Teatro Fellini di Pontinia andrà in scena “Il bel canto PopLirico” con la regia di Milena Zuppardo.

Un nuovo spettacolo musicale che racchiude alcune arie d’opera lirica e altre in chiave pop. Saranno presenti anche i coreografi e ballerini Luigi Rosano e Claudia Pilloni.

Questo spettacolo in costume prettamente classico racchiude la mia essenza e vederla vivere sul palco grazie a tutta la compagnia è assolutamente incredibile… circa 20 quadri in scena nel quale dono il colore, il sentimento e l’energia.

 Nulla è a caso, tutto studiato e la capacità della compagnia di recitare, cantare e ballare rende tutto assolutamente meraviglioso.

 Zuppardo Milena, nasce a Latina nel ‘70.

E’ una cantante, interprete, soprano Lirico oltre che Soul Blues da circa 25 anni…  Insegnante di Canto Moderno e Jazz con varie tecniche di respiro controcanti ed improvvisazioni.

La Zuppardo inizia nel 1995, quando entra e fa parte di un coro Gospel del capoluogo pontino, da cui apprende ed impara il genere Soul, Jazz, Swing e nello stesso periodo studia canto lirico (Soprano Lirico e lettura spartito).

Nel 1999, dopo il gruppo gospel da cui ha appreso l’unione a più voci, crea assieme ad altri cantanti un coro formato da soli 5 elementi uno per sezione vocale nel quale c’è grande studio e tecnica, i “Jubilation“.

Con loro, proporrà lo Spiritual, nelle scuole, in particolare a S. Michele e via Pò di Latina, un progetto musicale molto interessante per i ragazzi stessi con scopo di creare aggregazione, sia nelle scuole elementari che medie.

Nel 2000 vinse il primo premio al Concorso canoro al Paradisino di Anzio, con un brano inedito “Luna “ assieme Al cantante ed autore Gianluca Marino.

Nel 2006 partecipa allo Stage a Verona presso il Teatro Nuovo insieme a Riccardo Cocciante e il suo Staff, superando due Selezioni, come Nutrice in Romeo e Giulietta.

Nel 2010, diventa insegnante di canto presso lo Studio ed Ass.Culturale RE.SE.CO e nello spettacolo a Pontinia come corista/solista.

Nel 2012, sarà l’insegnante di Vocal Ensemble nella scuola di Musica ad Aprilia (Music Time School).

Nel 2014, crea insieme al Pianista Francesco Franzese un Duo/Trio I THE KOSMIC eseguendo brani rivisitati dei più grandi Autori negli ultimi 70 anni.

Nel 2016/17 diviene insegnante di canto Vocal Ensemble presso la MorganRoses Show e nello stesso anno, fa parte del Teatro Musicale per l’Oper Rock di Vincenzo Li Causi (Mors Et Vita) come solista nella mamma di Giuda.

Apre un Laboratorio Musicale a Latina in qualità di Direttore Artistico creando IL NUOVO SPETTACOLO “Il BEL CANTO POPLIRICO“ in costume, circa 18 quadri fatti di  colori  canti , cori e solisti riprendendo Arie d’Opera.

Arie tra le più belle e toccanti con nuove coreografie e scene, tra cui Ballerini e interpreti. Dal 2000 è Presidente dell’Associazione Culturale “Gospel Angel Choir” che unisce un gruppo di 18 voci.

Francesco Fusco

Press Agent

3384980862

http://www.francescofuscopress.com/

francesco.fusco81@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-tristezza-malinconia/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-portaportese-presenta-otello-srl/


Fiera di Roma presenta “Io & Te” Rome Wedding Show 2019

Oltre cento espositori, selezionati tra i migliori operatori del settore, per conoscere in anteprima le collezioni e le tendenze del 2020.

Creazioni Sposa e Sposo, abiti da cerimonia, accessori, location, catering, allestimenti, animazione, viaggi, estetica, benessere e molto altro

Dopo il grande successo del Rome Fashion Week e del Roma Bridal Week, torna nella Capitale l’appuntamento dedicato agli Sposi per conoscere tutte le tendenze legate al mondo del matrimonio, un mercato mai in crisi ed in continua evoluzione grazie alla creatività degli stilisti ed al gran numero di addetti ai lavori.

Oltre cento gli espositori presenti alla fiera “IO & TE – Roma Wedding Show 2019”, che apre i battenti Giovedì 14 Novembre 2019 – per la durata di quattro intere giornate fino a Domenica 17 – presso la Nuova Fiera di Roma in Via Portuense 1645/47.

Abbiamo pensato ad un percorso per trovare il meglio sul mercato – spiegano i patron di IO & TE, Fabio Ridolfi e Andrew Lookman – “Oltre alla moda, tanti i temi trattai in fiera.

 Ecco un’area dedicata ai fiori e agli allestimenti di tendenza a cura di Interflora Italia.

 E, poi, uno spazio dedicato al cake design a cura dell’artista Katia Malizia, che ha ideato una competizione tra quaranta pasticceri provenienti da tutta Italia: il vincitore verrà premiato dall’attore Gilles Rocca.

 Nel corso delle quattro giornate, saranno presenti, anche, testimonial appartenenti al mondo dello spettacolo quali Fanny Cadeo e il ballerino di Ballando con le Stelle su Rai Uno, Simone Di Pasquale.

Aprirà il primo giorno della fiera in occasione della sfilata dell’Atelier Davino Spose con le creazioni dello stilista americano Zac Posen”.

Tra le maison che propongono le loro ultime collezioni, Pronovias, Nicole Milano, Toi Sposa, Petrelli, Andrea Versali Uomo – che il 17 Novembre presenta le collezioni dell’Atelier Dorians.

Il nostro team” – chiosano Ridolfi e Lookman – “è in costante contatto con titolari di esercizi commerciali al fine di creare un rapporto di fiducia e sinergia.

 Grazie al nostro sito web (www.fieraioete.it), al servizio newsletter e al nostro magazine Fashion Biz (in italiano che in inglese) riusciamo a raggiungere oltre 4.000 negozi in Europa ed avere un polso attendibile di quello che, di volta in volta, richiede il mercato”.

Denso il programma di appuntamenti della manifestazione che apre giovedì 14 con la sfilata delle collezioni Sposa e Sposo della Maison Pronovias.

Il calendario eventi è pubblicato sul sito www.fieraioete.it e aggiornato sulle pagine social dedicate: ogni giorno si alternano decine di sfilate e presentazioni statiche con la migliore selezione di collezioni, di designer e marchi premium.

F I E R A D I R O M A

Via Portuense 1645/47 – Ingresso Est – Hall 3 – Roma

www.fieraioete.itinfo@fieraioete.it

Press Office – Emilio Sturla Furnò – +39 3404050400 – info@emiliosturlafurno.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/mototematica-rome-motorcycle-film-festival?fbclid=IwAR2_Zo6mX39mUs0ZNm3fNln-5XspXJwDY-AXhksh92AJ5KbaQSEd1sgEKtA

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-degli-audaci-toro-sedato/