Articoli

Ennio Morricone in conversazione con Giuseppe Tornatore

Ennio Morricone in conversazione con Giuseppe Tornatore. Quello che mi fa un po’ sorridere, oggi, è che la musica contemporanea è diventata la musica del cinema.


Ennio Morricone. Quindi la musica vera è oggi proprio quella del cinema, la sola che racchiuda tutte le musiche attuali.(“Ennio un maestro”, Harper Collins)

Ennio Morricone registra in sala A il film “La sconosciuta” (2006) ©Archivio Forum Music Village

Nel 1970 il Maestro Ennio Morricone fondava insieme ad altri tre illustri compositori, Luis Bacalov, Piero Piccioni ed Armando Trovajoli, gli studi Orthoponic, sotto la Basilica di Piazza Euclide, a Roma.

Con loro anche gli storici fonici della RCA, Sergio Marcotulli e Pino Mastroianni.

La lungimirante intuizione fu del manager Enrico De Melis, primo editore italiano per la musica da film, che insieme ad essi costituì la società di quello che di lì a poco diventerà il primo tempio della colonna sonora italiana, poi rilevato da Emma e Franco Patrignani e oggi chiamato “Forum Music Village”.

E a costruirlo, internazionalizzarlo e farlo vivere e respirare tutt’ora, a mezzo secolo di distanza, è stato soprattutto il meticoloso lavoro di un artista, campione di scacchi musicali quel è stato Ennio Morricone, che nella sua “casa Madre”, insieme ai suoi affezionati orchestrali e solisti, ha registrato le più intramontabili melodie della storia del cinema.

Nel ricordo della sua festa per il novantesimo compleanno, celebrata proprio alla Forum, e nel triste giorno della sua scomparsa, gli studi vogliono rendergli un doveroso tributo ricordandolo proprio con la dedica che il Maestro lasciò, scritta a mano, nei corridoi:

“Dovrei dire lo studio di registrazione Forum Music Village è la “Madre” di tutti noi compositori del Cinema, dei Dischi e della Musica Registrata.

Dico “Madre” perché è lo studio che si è sempre preoccupato di aggiornare le proprie attrezzature per aiutare noi compositori del Cinema e del Disco a fare meglio.
Si lavora con dei tecnici di grande livello, con la gentilezza di tutto il personale che collabora totalmente. Potrei dire di più entrando nei particolari anche minimi, ma forse non è utile.

Utile è sapere che al Forum Music Village si vive tutti per la Musica e per la passione del suono.”

FORUM MUSIC VILLAGE

Presidente: Marco Patrignani

http://www.forummusicvillage.com/

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

http://www.elisabettacastiglioni.it/

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/pet-tour-experience-arrivano-visite-guidate/

Ennio Morricone in conversazione con Giuseppe Tornatore
Ennio Morricone registra in sala A il film La sconosciuta (2006) ©Archivio Forum Music Village
Pet Tour Experience arrivano visite guidate

Pet Tour Experience, visite guidate teatralizzate al bestiario storico e artistico di Roma.


Pet Tour Experience. Guida d’eccezione Trilussa con i suoi “versi” dedicati agli animali, che potranno partecipare con gli amici umani.

Animali che non mordono, non graffiano, anzi donano.

Sono i simboli custoditi tra le fontane, i palazzi, i monumenti della Città Eterna, che rappresentano gatti, orsi, cervi, leoni e non solo.

Dal 9 luglio alle ore 21.30 saranno i protagonisti dei Pet Tour Experience, una serie di visite guidate teatralizzate alla scoperta del bestiario storico e artistico di Roma.

Una guida d’eccezione: il celebre Trilussa, pronto a declamare i suoi versi dedicati agli animali, come hanno fatto numerosi altri illustri poeti nella storia.

Passeggiando tra vicoli e strade sarà possibile incontrare le moltissime bestie, in senso metaforico, eternamente fissate sulla pietra.

Fissate con lo scopo di raccontare una città divisa tra i poteri delle grandi famiglie baronali, impreziosita dalle opere di artisti eccezionali, ricca di storielle cresciute nel suo sottobosco urbano.

I tour organizzati da I Viaggi di Adriano insieme a Luca Basile, creatore del format insieme alla sua compagnia, la Fenix 1530.

La Fenix 1530 invitano i visitatori per l’esperienza Pet a portare cibo per gatti che sarà donato ai volontari di due oasi feline.

Ai Pet Tour Experience potranno partecipare anche gli amici a quattrozampe. Proseguono poi fino a settembre altre iniziative:

Dai tour incentrati sui luoghi del cinema a quelli relativi alle scene del crimine o sullo sport nell’antica Roma, senza dimenticare quelli sui fantasmi e le statue parlanti.

Ma ci sono anche il virtual tour sulla Roma Imperiale o le coinvolgenti Visite Guidate Teatralizzate, con guida e cast di attori, dedicate a Mastro Titta, Il marchese del Grillo, Bernini e Borromini e tanti altri.

Prenotazione obbligatoria, perché i gruppi sono contingentati come previsto dall’ordinanza regionale. Info 334 3006636 oppure on line www.iviaggidiadriano.it

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/se-la-panchina-parlasse-al-teatro-marconi/

Pet Tour Experience arrivano visite guidate
Foto di scena Trilussa
Emergenze Teatrali 2020 “Over”: selezionati i finalisti del bando

Emergenze Teatrali 2020 OVER è un’iniziativa che nasce nel 2019 dalla volontà di Argot Produzioni di continuare a dare respiro e spazio a esperienze artistiche che sono state definite “Emergenze Teatrali”.

Emergenze Teatrali 2020. Questo percorso nasce in sinergia con il Teatro Argot Studio e il NEST Napoli Est Teatro,

Due realtà culturali cittadine profondamente legate al proprio territorio che da anni portano avanti un sogno molto vivido e concreto:

essere un porto sempre aperto per tutti gli artisti che cercano un approdo e per una comunità locale che ha bisogno di spazi liberi dove poter conoscere realtà nuove che li mettano in contatto con il mondo.

Emergenze Teatrali 2020. Il Premio OVER 2020 nasce con questa finalità ancor prima che l’emergenza sanitaria stravolgesse le vite di tutti e costringesse i teatri d’Italia a chiudere i propri locali al pubblico.

In un momento così delicato, realtà come Argot e NEST possono solamente scegliere se scomparire del tutto o continuare a esistere: ecco allora che questo premio oggi rappresenta una lotta per la sopravvivenza e per dare un segnale pubblico e politico.

Se in città come Roma o Napoli non sarà più possibile permettere l’ingresso al pubblico in spazi di piccoli dimensioni si perderà anche l’occasione di conoscere artisti che da tutta Italia cercano di emergere e dare visibilità al proprio lavoro.

Senza la nostra ricerca anche i grandi teatri e le istituzioni non avrebbero materiali con cui proporre stagioni innovative e portare avanti il nutrimento che serve alle persone per migliorare la propria conoscenza, stimolando la propria appartenenza al mondo. 

#SavetheArtist è il claim di questa edizione, scelto prima che scoppiasse l’emergenza COVID 19, che va rilanciato oggi con maggiore forza.

La commissione di OVER/Emergenze Teatrali ha selezionato, tra tutte le proposte pervenute, i quattro progetti finalisti del bando:

Alessandro Anglani con Romeo E Giulietta

Coppelia Theatre con Senz’occhi

Camilla Guarino con Let Me Be Someone Okay

Hosteria Fermento con In Marcia

Gli studi dei quattro progetti finalisti saranno presentati pubblicamente il 28 luglio 2020 presso gli spazi del NEST Napoli Est Teatro alla presenza della commissione di valutazione.

Tra gli studi presentati ne verranno individuati due che accederanno alla fase conclusiva prevista il 3 e il 4 ottobre 2020 al Teatro Argot Studio, dove verrà decretato il progetto vincitore.

La commissione di valutazione sarà composta dalle direzioni di tutti i soggetti promotori: Argot Produzioni / Teatro Argot Studio, NEST Napoli Est Teatro, Theatron 2.0.

Inoltre, le commissioni saranno affiancate da un osservatorio di giovani spettatori under 30 composto dai progetti di formazione Dominio Pubblico La Città agli U25 e GiovaniO’Nest

L’obiettivo di avvicinare e di sensibilizzare i ragazzi e le ragazze al mondo della cultura e dell’arte scenica.

Oltre ad Argot e NEST, il progetto OVER entra a far parte dell’azione di rete nazionale Risonanze, nata per tutelare e promuovere la nascita di proposte artistiche Under 30.  

Lo studio che vincerà il premio otterrà una residenza presso il Nest Napoli Est Teatro, due giorni di programmazione nell’ambito della stagione del Nest e tre giorni di programmazione nell’ambito della stagione del Argot Studio.

Theatron 2.0 garantirà una fornitura di servizi di comunicazione (promozione e ufficio stampa) e avviamento alla distribuzione per le date di Roma e Napoli.

Ufficio Stampa

Edoardo Borzi / Theatron 2.0

stampa.theatron@gmail.com

331 2344833

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/torino-jazz-festival-ottava-edizione/

David Garrett riprogrammato nel 2021 alle Terme di Caracalla

David Garrett il concerto sarà riprogrammato alle Terme di Caracalla nella stagione estiva 2021. I biglietti acquistati restano validi per il 2021


Il grande appuntamento con David Garrett annunciato per la stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla sarà riprogrammato nella stagione estiva 2021.

Lunedì 26 luglio 2021, il violinista e rockstar sarà a Roma con il suo “UNLIMITED – LIVE 2021″.

David Garrett emozionerà i suoi fan con un mix di pezzi inediti, arrangiamenti unplugged e le versioni più appassionanti delle sue hit di maggiore successo.

Che si tratti di un pezzo pop o di musica classica, David Garrett stupirà ancora una volta con la sua strabiliante virtuosità.

“Non vedevo l’ora di esibirmi nelle meravigliose Terme di Caracalla, quindi sono profondamente addolorato che il concerto debba essere riprogrammato a causa della pandemia Covid-19.

Ma sono molto felice di essere riuscito a trovare una nuova data per il 2021 e non vedo l’ora di tornare a Roma e suonare per tutti voi ragazzi. Abbiate cura di voi stessi – spero di rivedervi presto di nuovo felici e in salute!”

Sin dagli esordi della sua carriera, David Garrett non ha mai permesso ai limiti dei vari generi musicali di contenerlo.

Pertanto “UNLIMITED” è ben più del titolo di un tour: è la sua filosofia musicale, una passione per la creatività senza confini.

Non solo è riuscito a creare un pubblico totalmente nuovo per il crossover e la musica classica, ma ha reso il violino lo strumento principale nella musica rock.

David Garrett ha già stregato milioni di fan in tutto il mondo con le sue interpretazioni inebrianti di successi rock come “Purple Rain” o “Smells Like Teen Spirit”

I suoi struggenti adattamenti d’inni come “Nothing Else Matters” o “November Rain”, la sua interpretazione di brani pop celebri in tutto il mondo, come “Viva la vida” o “Hey Jude”.

Arrangiamenti di melodie classiche come la “Sinfonia n. 5” di Beethoven o “Clair de Lune” di Debussy.

In più di un decennio di carriera crossover internazionale, David Garrett ha continuato a superare se stesso.

Il Paganini delle pop star, il Jimi Hendrix dei violinisti, David Garrett è il “Violinista del Diavolo” dei nostri tempi, una superstar internazionale in grado di offuscare i confini tra Mozart e Metallica.

Osannato per essere stato il pioniere del crossover contemporaneo, e per il suo modo di suonare eccezionalmente virtuoso, David è perfettamente a suo agio nell’eseguire dalle più complesse composizioni classiche con i migliori direttori d’orchestra.

David si è trovato a suo agio con le orchestre del mondo, ai successi rock più apprezzati dal pubblico degli stadi.

Ammirato da milioni di fan in tutto il mondo, David Garrett ha già venduto milioni di biglietti e vinto 24 dischi d’oro e 16 di platino in ogni angolo del mondo:

da Hong Kong alla Germania, dal Messico a Taiwan, al Brasile e molti altri ancora. Sa combinare il carisma di una rock star con il virtuosismo innato solo ai migliori strumentisti dei nostri giorni.

Il tour è organizzato in collaborazione con International Music and Arts.

I biglietti acquistati restano validi per il 2021 (recupero del 27 luglio 2020).

Biglietti da 40 a 120 euro (più diritti di prevendita 15%) in vendita da lunedì 6 luglio.

Per informazioni: operaroma.it

TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

Cosimo Manicone

Ufficio Stampa

cosimo.manicone@operaroma.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/torino-jazz-festival-ottava-edizione/

David Garrett riprogrammato nel 2021 alle Terme di Caracalla
Tulipani di Seta Nera “Premio #SocialClip”

Tulipani di Seta Nera. La sezione del festival dedicata ai migliori videoclip musicali sulla diversità ha decretato i vincitori


Tulipani di Seta Nera. E’ andato a MANDELA di Ivan Cazzola, brano cantato da Margherita Vicario, il Premio “Miglior #SocialClip” consegnato da Grazia Di Michele e dal discografico Elio Cipri nell’ambito.

Premio consegnato nella cerimonia finale di premiazione del festival internazionale del corto TULIPANI DI SETA NERA, evento presentato da Beppe Convertini e Pino Insegno e da oggi visibile online a tutti sui canali Rai Cinema Channel Rai Play.

Tulipani di Seta Nera. Nelle singole categorie in concorso della stessa sezione sono stati invece questi i riconoscimenti assegnati: miglior regia a POTESSE ESPLODERE QUESTA CITTÀ di Giacomo Spaconi (int. La Scala Shepard); 

miglior soggetto ex aequo a FOGLI DI CARTA di Elia Romanelli (int. Rita Bincoletto e Teti Cortesee NAPLES CALLING di Massimo Di Pinto (int. A67); 

miglior over #SocialClip a FIGLI DI NESSUNO di Trilathera (Yuri Santurri, Daniele Tofani) e Fabrizio Moro (int. Anastasio); miglior musica a RIM ALMAR’À di Francesco Cabras (int. Orchestra Almar’à);

miglior testo a PS POST SCRIPTUM di Tommaso Ranchino (int. Virginio) ; infine, premio della Critica a RINASCERÀ LA VITA di Sandra Fuciarelli (int. Davide Giromini).

Le opere in concorso erano state selezionate da una giuria presieduta da Red Ronnie e composta da Grazia Di Michele (direttrice artistica Premio #SocialClip), PlatinetteGian Maurizio FoderaroMichelle Castiello e Francesca Romana Massaro

Tra gli ospiti musicali della serata anche Marco Sentieri, testimonial “Sorriso Diverso”, che ha interpretato “Billy Blu”, canzone contro il bullismo scritta da Giampiero Artegiani presentata quest’anno al Festival di Sanremo.

Numerosi i vincitori anche delle altre sezioni del festival, Corti e Documentari, dirette rispettivamente da Paola Tassone e Mimmo Calopresti 

Tulipani di Seta Nera. (cfr COMUNICATO STAMPA FINALE DELLA RASSEGNA SCARICABILE QUI).

Appuntamento al prossimo anno per la quattordicesima edizione di “Tulipani di Seta Nera”, ideato e diretto da Diego Righini e Paola Tassone, istituito dall’Associazione Università Cerca Lavoro con la partnership di Rai Cinema Channel.

Con il supporto della Regione Lazio, del Ministero per i beni e le attività culturali e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il patrocinio della Roma Lazio Film Commission.

Di ANMIL Onlus (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) e di ENS Onlus (Ente Nazionale Sordi) e la collaborazione con l’Istituto CineTv R. Rossellini. Sponsor tecnici Gruppo Franco Lattanzi Antica Norcineria e Confipe. 

Tulipani di Seta Nera. PREMI #SOCIALCLIP – LE MOTIVAZIONI

Il premio Miglior #SocialClip viene assegnato a MANDELA, interpretato da Margherita Vicario e con la regia di Ivan Cazzola, per aver raccontato la diversità, l’accoglienza e la multi etnicità della realtà odierna con ironia e intelligenza, uscendo dai luoghi comuni.

Vince il premio per la Miglior Regia POTESSE ESPLODERE QUESTA CITTÀ interpretato da “La Scala Shepard”, regia di Giacomo Spaconi.

Il Videoclip riesce a trasmettere il tema dell’incomunicabilità, dell’incapacità di ascoltarsi in una relazione, sottolineato da una regia efficace e nervosa così come suggerisce il brano e la “collisione” dei corpi dei protagonisti.

Il premio per il Miglior Soggetto viene assegnato a FOGLI DI CARTA cantato da Rita Bincoletto e Teti Cortese, per aver affrontato la terribile tematica dell’abuso sui minori.

Una storia che racconta, attraverso le due attrici ed un corpo di danza, la solitudine di chi la subisce, il problema dell’indifferenza e l’importanza della condivisione di un trauma per potersi ricostruire interiormente.

Vince il premio per il Miglior Soggetto NAPLES CALLING interpretato dagli ‘A67, regia di Massimo Di Pinto, che attraverso le immagini di un cartone animato, riesce a esprimere il senso di abbandono di una città, che chiede aiuto e attenzione nel silenzio dell’indifferenza.

Immagini che colpiscono per la loro forza comunicativa.

Il Premio per il miglior Over #SocialClip viene assegnato a FIGLI DI NESSUNO di Fabrizio Moro e Anastasio, regia di Yuri Santurri, per il senso di emarginazione, di abbandono, ma anche di riscatto e di coraggio che le parole e le immagini suggeriscono, su uno sfondo metropolitano reso perfettamente nella sua crudezza e degrado.

Vince il premio per la Migliore Musica RIM ALMAR’À, dell’Orchestra Almar’à, regia di Francesco Cabras.

Un’orchestra multietnica di sole donne, la prima in Italia, mischia stili e suggestioni sonore per dimostrare che il linguaggio universale della musica supera ogni differenza e pregiudizio per creare un’armonia vocale e musicale preziosa.

Il premio per il Miglior Testo viene assegnato a PS POST SCRIPTUM di Virginio, regia di Tommaso Ranchino.

Dall’iniziativa ‘Parole liberate’, il testo di un detenuto, Giuseppe Catalano, è volato oltre le mura del carcere di Opera per diventare canzone nelle mani di Virginio.

Un testo che parla del tempo sacrificato all’interno del mondo chiuso del carcere immaginando la vita, l’amore al di fuori

Vincitore del Premio della Critica è RINASCERÀ LA VITA di Davide Giromini, regia di Sandra Fuciarelli.

Il percorso del ricordo doloroso dal buio alla luce per non dimenticare, attraverso “Il canto dei deportati” quanti sono stati perseguitati e deportati per questioni di razza, religione, idee politiche, orientamento sessuale e non hanno fatto più ritorno dai campi di sterminio nazisti. 

Una danzatrice ci accompagna nel viaggio verso la vita.

Ufficio stampa Grazia Di Michele: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Ufficio stampa Festival Tulipani di Seta Nera:

Tommaso Martinelli: +39 392 8332989 – martinellitommaso@gmail.com
Sacha Lunatici: +39 339 2110213 – sacha.lunatici@gmail.com 

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/pfm-canta-de-andre-anniversary/

Le Terrazze partenza soft “nel rispetto delle norme”

Le Terrazze partenza soft “nel rispetto delle norme”. Le Terrazze, VII Edizione, serata d’apertura venerdì 26 giugno ore 21.00 fino a settembre 2020


Le Terrazze partenza soft. Musica, Cocktail Bar Danzante, Entertainment, Spazio Eventi tutti nel rispetto delle regole

CON IL SOSTEGNO DI SILB – Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo

“La speranza è sempre l’ultima a morire”, parole popolari tratte da quelle latine e ben più antiche “Spes ultima dea” che, mai come oggi, tornano attuali per l’evento estivo

Le Terrazze, baluardo dell’intrattenimento capitolino che dopo l’incertezza sulla ripartenza post lockdown, finalmente è pronto per affrontare l’estate 2020.

Con il sostegno di SILB – Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo, la manifestazione partirà venerdì 26 giugno 2020 dalle ore 21.00.

La manifestazione durerà fino a settembre (meteo permettendo), illuminando l’Eur con un’attesa e sospirata settima edizione del tutto rivista, causa emergenza Covid-19.

Un nuovo concept artistico diretto da Gianluca Neon, cheoffrirà al pubblico un intrattenimento soft, con i djset di Paolo Pompei e le esibizioni canore e dal vivo della cantante Lory.

Una proposta più leggera e compatibile con le norme di ripartenza studiate dal Governo e divulgate dalla Regione Lazio, condivise dall’organizzazione dell’evento nel pieno rispetto delle regole di sicurezza.

Le Terrazze partenza soft.. LA PROPOSTA ARTISTICA: IL COCKTAIL BAR DANZANTE

Sarà aperto dal mercoledì al sabato, dalle ore 21.00 fino a notte inoltrata e ogni giorno, sarà possibile godere dell’atmosfera glamour delle ampie terrazze del Palazzo dei Congressi.

Il pubblico avrà sempre accesso con ingresso gratuito e contingentato, escluso per gli eventuali “special events” che a seconda dell’ospite in console, potrebbero prevedere un biglietto d’entrata

Ogni serata sarà scandita dal djset diffuso in larga scala ed affidato al veterano della console Paolo Pompei, che per l’occasione ha in serbo delle selezioni musicali che spaziano dall’ora lounge, alla più tarda ora dai beat elevati.

Selezioni musicali sempre intervallati dalle esibizioni canore di Lory, volto e voce cara alle notti dell’Eur.

Il nuovo assetto stilistico della manifestazione, prevede un numero di ingressi di gran lunga minore rispetto alle precedenti annate, abituate a contenere in pista da ballo oltre 2000 persone a riciclo.

Con le piste da ballo inaccessibili, l’estate 2020 al Palazzo dei Congressi accoglierà circa un migliaio di persone, sistemate in apposite e differenti aree fornite di arredi esterni eleganti e sofisticati.

Areecche renderanno estremamente piacevole l’esperienza del cocktail bar danzante all’aperto.

LA SICUREZZA: PER UN DIVERTIMENTO ANTI-COVID

Tecnologia al servizio delle regole come ultimo DPCM richiede.

Dispositivi di sicurezza firmati Le Terrazze (mascherine, gel e simili), termoscanner di ultima generazione agli ingressi, implemento di addetti alla security e servizi di pulizia e sanificazione.

Sanificazione svolta con maggiore frequenza, il tutto per offrire ai cittadini una serata nel segno del divertimento sì, ma nel rispetto delle norme anticontagio.

In questo modo ha preso forma un’idea di “villaggio” dedicato all’intrattenimento food e musicale, sempreaccompagnato dalle playlist che varieranno in base alle ore della serata.

Stand food ed espositivi accoglieranno il pubblico che attraverso prenotazione prenderà posto ai tavoli, oppure nella platea che nei precedenti anni conteneva le esibizioni teatrali.

Location oggi attrezzata come area living dove poter consumare comodamente il proprio drink in compagnia di un numero ridotto di amici (tali da mantenere la giusta distanza sociale.

Si ringraziano i partners: Bernabei, Martini, Grey Goose, Red Bull, Heineken e San Benedetto.

MODALITA’ D’INGRESSO

LE TERRAZZE / Palazzo dei Congressi – Settima Edizione
Dal 26 Giugno a Settembre 2020. Aperto dal MERCOLEDì al SABATO con INGRESSO GRATUITO (special events esclusi)
Roma EUR – Piazza J.F. Kennedy, 1 – Infoline +39 333 4289202 – www.leterrazze.net

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla: carlafabistampa@gmail.
com , 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/ – IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/alla-casa-del-jazz-riaccendono-la-musica/

Le Terrazze partenza soft “nel rispetto delle norme”
Il Porretta Soul Festival si trasforma in Porretta Soul Movies.

Il Porretta Soul Festival si trasforma in Porretta Soul Movies. Manifestazione dal vivo.

Il Porretta Soul Festival. La manifestazione dal vivo è stata infatti rinviata al prossimo anno (22-25 luglio 2021), ma lo spirito del Soul resta intatto.

Grazie alle immagini su grande schermo dedicate al genere che ha reso celebre Porretta Terme, la località appenninica tra Bologna e Pistoia in tutto il mondo.

Nei giorni in cui erano programmati i concerti, venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 Luglio 2020, il direttore artistico Graziano Uliani ha quindi allestito tre serate di proiezioni.

In programma “A Soul Journey”, “Le strade dell’anima”, “All Day and All Night” e “James Brown: Soul Survivor”.

“Siamo stati sollecitati da molte richieste di fans – spiega Uliani – che non vogliono rinunciare all’appuntamento porrettano.

Abbiamo quindi pensato alla proiezione di alcuni film con soggetto Soul/Rhythm & Blues, in parte inediti, da presentare con l’intervento di alcuni autorevoli testimonials”.  

La proiezione di “A Soul Journey” del 24 Luglio si terrà nel garden dell’Hotel Helvetia mentre le proiezioni del 25 e 26 si terranno al Rufus Thomas Park, la tradizionale arena dove si tiene il festival. 

Il Porretta Soul Festival. La proiezione all’Helvetia prevede la cena con prenotazione 0534 22214.

Per le due serate al Rufus Thomas Park, ingresso gratuito, ma prenotazione obligatoria secondo le norme vigenti all’Ufficio IAT di Porretta 0534 521103  

trailers   

All Day And All Night  https://www.youtube.com/watch?v=IGPo53Sb4dA

A Soul Journey https://vimeo.com/329106178

Ufficio stampa nazionale Maurizio Quattrini 

maurizioquattrini@yahoo.it 338-8485333

Ufficio stampa Emilia-Romagna e Toscana Il popolo del Blues 

pressilpopolodelblues@yahoo.it 330-270081

Il popolo del Blues e la normativa privacy

www.ilpopolodelblues.com/wp/2018/05/il-popolo-del-blues-e-le-norme-europee-sui-dati-personali/

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/leonardo-da-vinci-mostra-a-palazzo-della-cancelleria/

Francesco-Finotti-organizzando

Francesco Finotti protagonista del secondo appuntamento di “Organizzando”, la serie di concerti d’organo con cui la IUC ha dato il via alla ripresa della musica dal vivo a Roma dopo oltre tre mesi di lockdown


Francesco Finotti. Giovedì 25 giugno 2020 alle 21.00 presso la Chiesa Evangelica Luterana di via Sicilia 70 si svolge il secondo concerto della serie “Organizzando” della IUC.

L’organista Francesco Finotti esegue musiche di Johann Sebastian Bach, Johannes Brahms e Jean Guillou.

Francesco Finotti ha vinto nel 1978 il Concorso Internazionale d’Organo “Franz Liszt” di Budapest e svolge una brillante carriera di concertista, che lo porta a suonare nei più importanti festival d’organo internazionali.

La sua discografia comprende musiche di Schumann, Liszt, Franck, J. S. Bach, Mozart, Messiaen, Dupré, Langlais e Satie.

Ad aprire il concerto, intitolato “I colori dell’organo, sono due composizioni di Brahms di rarissimo ascolto, sebbene siano indubbiamente dei capolavori.

La prima è il “Preludio e Fuga in la minore WoO 9” del 1856, in cui il giovane autore manifesta già la sua grande padronanza dell’organo e del contrappunto, ispirandosi chiaramente al modello di Bach ma immergendolo nello spirito e nell’armonia dell’epoca romantica.

Esattamente quarant’anni dopo Brahms dava l’addio alla musica e alla vita con l’op. 122, che consiste nell’elaborazione organistica di undici corali luterani, che dimostrano in pari misura ingegno e poesia e mettono a raffronto passato e futuro:

Finotti esegue il limpido e soave corale “Schmücke dich, o liebe Seele”.

Simmetricamente il concerto si chiude con altre due opere di Brahms:

prima un altro corale dall’op. 122 intitolato “Herzliebster Jesu” (Amatisssimo Gesù) e poi un’altra composizione giovanile, il “Preludio e Fuga in sol minore WoO 10”.

Tra questi quattro lavori di Brahms sta il “Concerto per organo in do maggiore BWV 594” di Bach, che nel 1710 trascrisse o piuttosto riscrisse genialmente per il suo strumento prediletto il Concerto per violino e orchestra d’archi di Vivaldi noto come “Grosso Mogul”.

Completa il programma una selezione di “Jeux d’Orgue op. 34”, un’opera del 1974 di Jean Guillou, per ricordare ad un anno dalla scomparsa quest’illustre esponente della grande tradizione organistica francese.

I posti per il pubblico sono necessariamente ridotti per rispettare il distanziamento sociale e le altre disposizioni per la prevenzione del coronavirus (si ricorda l’obbligo di indossare la mascherina).

L’ingresso è gratuito ma è necessaria la prenotazione, telefonando dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 ai n. 06-3610051/2 e non oltre le ore 13 di giovedì 25 giugno 2020 (è possibile prenotare per un massimo di 4 persone, comunicando i nomi dei partecipanti).

giovedì 25 giugno 2020 . ore 21.00

Chiesa Evangelica Luterana (Via Sicilia 70)

Francesco Finotti organo

I colori dell’organo

Brahms Preludio e Fuga in la minore WoO 9

Schmücke dich, o liebe Seele op. 122 n. 5

Bach Concerto in do maggiore BWV 594 da Vivaldi

Guillou Estratti da Jeux d’Orgue op. 34 (III Hautbois d’Amour; IV Sesquialtera, Quintaltera, V Anches Vocatives; VI Au Miroir des Flûtes)

Brahms Herzliebster Jesu op. 122 n. 2

Preludio e Fuga in sol minore WoO 10

INFO per il pubblico:         tel. 06 3610051/52

www.concertiiuc.it – botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it          

Ufficio Stampa della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti:

Mauro Mariani

tel. 335 5725816

m.mariani.roma@gmail.com

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/campagna-non-abbandonare-gli-animali/

Francesco-Finotti-organizzando
Neri Marcorè “Parole che non trovo”

Neri Marcorè. Roma, Cavea Auditorium Parco della Musica Lunedi 20 luglio 2020 ore 21.00


Neri Marcorè. In collaborazione con la Fondazione Musica per Roma. “PAROLE CHE NON TROVO” Omaggio a Francesco Guccini per i suoi incredibili ottanta

Neri Marcorè. Domenica 14 giugno 2020  Francesco Guccini, festeggia i suoi primi, incredibili ottant’anni.

“PAROLE CHE NON TROVO” è una nuova produzione fortissimamente voluta da Teresa Azzaro, direttore artistico del Festival I Concerti nel Parco, grande fan di Guccini, come  omaggio semplice e sentito ad uno dei grandi artisti del nostro tempo.

Il concerto avrebbe dovuto essere rappresentato appunto il 14 giugno come evento inaugurale del Festival I Concerti nel Parco a Casa de Jazz.

Evento poi annullato (per le note vicende che hanno portato alla sospensione degli spettacoli dal vivo in relazione all’emergenza sanitaria Covd19),  ed infine riprogrammato il 20 luglio alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica

Una storia musicale, di vita e di pensiero  quella di Francesco Guccini che ha lasciato un segno reale, una traccia tangibile nella vita di generazioni diverse  di italiani.

Interpretano la serata I Musici di Francesco Guccini , artisti che hanno la suonato con lui da sempre, testimoni ed interpreti per oltre quattro decenni di una avventura musicale ma anche esistenziale e sociale ed che è unica nel panorama cantautoriale italiano.

Per la prima volta, insieme a I Musici, la band dei musicisti che hanno accompagnato il cantautore, Neri Marcorè, interpreta Guccini, già apprezzato da pubblico e critica per le sue rivisitazioni autentiche e appassionate e nello stesso tempo personali, di De Andrè e Gaber.

Neri Marcorè. E’ previsto, anche un saluto audio/ video di Francesco Guccini.

Lo spettacolo presentato in prima assoluta a Roma,  è uno degli eventi clou della XXX Edizione del festival I Concerti nel Parco, Estate 2020 che avrà luogo dal 10 luglio al 2 agosto a Casa del Jazz ed è  realizzato in collaborazione con la Fondazione Musica per Roma

I MUSICI DI FRANCESCO GUCCINI
Juan Carlos (Flaco) Biondini, chitarra, voce; Vincenzo (Vince) Tempera, pianoforte; Antonio Marangolo, percussioni, sax, tastiere; Pierluigi Mingotti, basso; Ivano Zanotti, batteria.

NERI MARCORÈ, cantante, attore

I MUSICI DI FRANCESCO GUCCINI è il progetto formato dai musicisti storici del Maestrone modenese che si propone di dare continuità a un patrimonio artistico e poetico immenso.

Partecipano in questi anni ad alcuni fra i più importanti festival nazionali.

Le chitarre e la voce di Juan Carlos “Flaco“ Biondini, il pianoforte di Vince Tempera, il sax di Antonio Marangolo, il basso di Pierluigi Mingotti e la batteria di Ivano Zanotti riempiranno due ore di spettacolo dal vivo.

Evento che ripercorre i più grandi successi del poeta da Il vecchio e il bambino a La locomotiva; da Autogrill a L‘ Avvelenata, da Auschwitz a Dio è morto, fino ad arrivare a Noi non ci saremo, Canzone per un‘ amica, Vedi cara, Cyrano, Incontro…

Da aprile 2016, oltre alla loro attività concertistica hanno ripreso a collaborare con Francesco Guccini nel progetto “Incontro con Francesco Guccini e i Musici” dove eseguono live tutta la parte musicale del progetto.

I “Musici” sono presenti nell’album NOTE DI VIAGGIO (capitolo 1 e 2) VENITE AVANTI, l’album prodotto e arrangiato da Mauro Pagani dedicato a Francesco Guccini che vede, fra gli altri, la partecipazione di Ligabue, Carmen Consoli, Elisa, Manuel Agnelli etc…

NERI MARCORÈ, attore, cantante, narratore artista a 360° gradi, ha già reinterpretato con straordinario consenso di pubblico lavori di Fabrizio  Andrè e Giorgio Gaber – “Come una specie di sorriso”, “Da Faber a Gaber”.

Questa è la sua prima volta che interpreta lavori di Francesco Guccini, con i Musici.

Nuova Produzione I Concerti nel Parco – Prima assoluta

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/peppe-servillo-presentimento-teatro-tor-bella-monaca/

Neri Marcorè “Parole che non trovo”
Musici-Guccini
Latta-nuovo-singolo-"Lacrime-del-paradiso"

Latta nuovo singolo “Lacrime del paradiso”; prodotto da Ventidieci.


Latta nuovo singolo. Questo brano segna l’evoluzione del percorso artistico di Latta, un brano molto speciale scritto con grande emozione.

“Ho deciso di far uscire questo nuovo singolo proprio ora, dopo l’emergenza legata al virus Covid19, perché lo ritengo molto attuale.

Latta nuovo singolo. Il brano parla di evadere, fuggire dalla vita urbana e dalla routine quotidiana, della ricerca di avventura.

Storie da raccontare, di vivere la vita intensamente, di amicizie che vanno e vengono durante il periodo estivo, e poi, alla fine di tutto, tornare indietro, ma arricchiti di nuove esperienze, un viaggio senza una meta precisa.

Perché noi siamo gli unici che possiamo fare qualcosa con la consapevolezza di poter realizzare i nostri sogni.

Altro concetto fondamentale del brano è l’accettazione della propria condizione e la metafora con la pioggia esprime proprio questo:

quando impareremo a gioirne e goderne, senza cercare riparo, allora saremo in grado di apprezzare la vita fino in fondo, sia le cose belle ma anche quelle meno piacevoli.

Se riuscissimo ad accettare tutto questo, ed avere la forza di crederci fino in fondo, allora saremmo più felici.” ( Latta )

Alberto Lattanzi, in arte Latta, cantante, songwriter e produttore musicale romano, coltiva la sua passione per la musica sin da quando era bambino.

Nato il 29 Novembre 1994 l’artista, cresciuto tra sogni ed emozioni, dopo aver avviato vari progetti in collaborazione, decide di proseguire il suo percorso come cantante solista parallelamente agli studi musicali (Conservatorio Licinio Refice in “Tecnico del Suono” e Bachelor of Arts in “Popular Music Production” presso Sonus Factory).

Dal sound sempre aggiornato con la wave moderna, Latta entra nella Ventidieci Label, con la quale crea un progetto solido.

Il 20 Luglio 2019 Latta si esibisce per la prima volta proprio nella sua città natale, Latina, in apertura al concerto del celebre artista Achille Lauro nella tappa più importante del suo tour “Rolls Royce”.

Il 6 Marzo 2020 esce il suo primo singolo, “A noi”, frutto di duro lavoro e tramite il quale l’artista esprime tutto se stesso.

Dedicato ad una persona per lui molto importante, il testo vuole esprimere gratitudine e celebrare tutte le coppie che insieme sono cresciute e hanno raggiunto traguardi.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/peppe-servillo-presentimento-teatro-tor-bella-monaca/

“Distanziamento-Sociale”-diventa-un-film

“Distanziamento Sociale” diventa un film, 19 attori si “autoriprendono” sotto lockdown per dimostrare la voglia di tornare presto sul set

“Distanziamento Sociale” diventa un film. E’ disponibile sui social e sul web lo speciale ironico e divertente cortometraggio.

“Distanziamento Sociale”. Corto ideato dallo sceneggiatore e regista Francesco Malavenda con un cast di 19 interpreti di alto livello:

Maurizio Mattioli, Francesco Testi, Stefano Masciarelli, Gigi Miseferi, Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi, Antonio Giuliani, Emy Bergamo, Alvaro Vitali, Carmine Faraco,

Antonio Lo Cascio, Anna Rita Del Piano, Stefania Corona, Claudia Conte, Paola Lavini, Andrea Paris, Gegia, Franco Neri, Gianluca Fubelli.

Prendendo spunto da quello che hanno fatto le orchestre in fase di lockdown il film è stato realizzato con il coinvolgimento degli attori che hanno interpretato la propria parteautoriprendendosi” o facendosi riprendere con il proprio telefono cellulare ed inviandola poi al regista.

La trama è leggera per regalare momenti “spensierati” allo spettatore e tocca diversi argomenti un po’ stravolti dalla condizione di “reclusione forzata”.

Si va dal calcio all’amore, dagli esercizi fisici all’arte culinaria, dal giardinaggio ai tradimenti, ma il fil rouge che lega il tutto è l’amicizia (vera) tra gli attori.

Attori che hanno saputo recitare un copione “simulando” di avere di fronte chi dava la controbattuta.

Ho voluto scrivere e realizzare questo film corto per dare un piccolo “segnale”, per far capire che “ci siamo anche noi”, quelli del cinema.

Non per far polemica, ma per dimostrare la voglia di tornare al più presto ad “aprire” un set!”.

Malavenda spiega che tecnicamente si è avvalso della collaborazione “soltanto” di tre persone:

Emiliano del Frate, montatore, Davide Granelli, dronista, e Tony De Simone per le musiche originali (Lebrel).

DISTANZIAMENTO SOCIALE TRAILER: https://youtu.be/UAso3VilRGU

DISTANZIAMENTO SOCIALE CORTO: https://youtu.be/2iU6WrpVFJo

Ufficio stampa:

Donatella Gimigliano

Giornalista – Relazioni Pubbliche & Comunicazione

Socio Professionista Qualificato FERPI

Cellulare: +39 3287310171

Email: d.gimigliano@bixpromotion.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/roma-scanzonata-teatro-virtuale-leontini/

Piper-Club-di-Roma

Piper Club di Roma “Max Video Show”, mercoledì 17 giugno 2020 dalle ore 19:00

In esclusiva sulla pagina FaceBook di From My House In Da House


Non la classica diretta improntata su un singolo artista, quella ideata da Marco Moreggia, noto Dj e producer musicale – già ideatore de “I Ragazzi Terribili”, movimento attivo dal 1987 nella scena capitolina e non solo.

Una vera e propria Azione Artistica che ha l’obiettivo di porre l’attenzione su tutti i lavoratori e le lavoratrici del mondo della notte.

Mettendo in evidenza l’attuale situazione di crisi, insicurezza e frustrazione che ha colpito il mondo del clubbing italiano a causa dell’emergenza Covid-19.

Dimenticato da qualsiasi decreto, il popolo della notte ha cercato in tutti i modi di sensibilizzare le autorità governative a riconoscere l’esercito silenzioso che anima i club e le discoteche di tutta Italia.

Piper Club di Roma “Max Video Show”.

Ma probabilmente ciò che mancava era proprio una panoramica su quelle che sono le maestranze che si attivano per ogni appuntamento della night life.

Ed è questa l’idea di fondo del Mix Video Show: presentare tutti gli operatori e le operatrici di questa particolare impresa culturale chiamata “Discoteca”.

Il video sarà girato negli spazi dello storico Piper Club di Roma che ancora oggi, nonostante il lockdown, rappresenta un lavoro stabile e ben retribuito per centinaia di persone (alcune di loro oggi in cassa integrazione).

Le riprese inizieranno proprio dall’ingresso dove – come di consueto – trovano posto il portiere e i/le responsabili all’accoglienza del pubblico, passando per la cassa.

Il guardaroba, il bar che in questo caso verrà rappresentato dal Jerry Thomas – considerato una delle realtà più importanti a livello nazionale e internazionale.

Una location dove si beve meglio al mondo – fino a raggiungere le consolle audio-luci e quella del DJ.

Nemmeno la cosiddetta signora dei bagni sarà dimenticata, perché non viene semplicemente considerata un’impiegata delle pulizie, ma spesso è il primo supporto per i clienti che magari hanno bevuto un po’ di più.

Nel progetto, a livello artistico, sono coinvolti Fabrizio Bosso, noto trombettista, alfiere italiano del jazz che darà fiato al suo strumento musicale

Accompagnato dalle selezioni musicali di Marco Moreggia e dalla performance artistica di Tiziana Minu e Francesca Cama che infonderanno attimi di magia con le loro evoluzione aeree.

Le riprese saranno a cura del noto montatore video Alessio Borgonuovo, autore di numerosi video clip di successo e di Giovanni La Gorga.

Le riprese verranno girate nel locale completamente privo di pubblico, a creare un’atmosfera surreale, proprio per far percepire la situazione di incertezza che tutti gli addetti ai lavori del settore stanno vivendo.

La consolle sarà fornita da Onset, noto Professional Audio Light & Video Equipment della capitale.

All’iniziativa è collegata un’azione benefica attraverso una raccolta fondi a favore di D.I.Re Donne in Rete contro la violenza.

La più grande associazione nazionale di centri antiviolenza e case rifugio che, in questo periodo di lockdown che ha aggravato la condizione di molte donne costrette in casa con i propri partner maltrattanti.

La Rete ha continuato a offrire supporto e accoglienza nonostante le mille difficoltà.

Si potrà contribuire al progetto di crowdfunding “Libere dalla violenza”. Le informazioni per la raccolta fondi verranno date in sovraimpressione video.

Il video sarà trasmesso sul web, dalla piattaforma facebook, all’interno della pagina From My House In Da House, il format musicale creato nel 2018 da Giovanni La Gorga aka Dj Giovannino.

Ufficio Stampa HF4 Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 340.96.900.12

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/roma-scanzonata-teatro-virtuale-leontini/