Articoli

Sei personaggi in cerca d’attore Teatro degli Eroi

Sei personaggi in cerca d’attore presentato dalla Compagnia teatrale Sogni di Scena ovvero il giallo del giallo


Sei personaggi in cerca d’attore Teatro degli Eroi un errore di commedia scritto e diretto da Emilia Miscio dal 24 al 27 settembre Teatro degli Eroi Roma

La comicità di Emilia Miscio arriva al teatro degli Eroi di Roma con una delle sue commedie di maggior successo, Sei personaggi in cerca d’attore.

Sei personaggi in cerca d’attore Teatro degli Eroi. Dal 24 al 27 settembre la compagnia Sogni di Scena tornerà sul palco con la frizzante commedia nella commedia scritta e diretta dalla regista romana.

La regista gioca sul titolo dall’inconfondibile richiamo pirandelliano per dare vita a due gialli intersecati tra loro, due presunti casi di omicidio, ovviamente a ritmo di gag e ritmi incalzanti.

Sei personaggi in cerca d’attore Teatro degli Eroi

Le peggiori angosce di attori e addetti ai lavori rappresentate da un testo che cita e omaggia una moltitudine di opere teatrali e cinematografiche che hanno mostrato al pubblico il misterioso e folle mondo del dietro le quinte.

Un gruppo di attori si trova in teatro per l’ennesima replica di uno spettacolo: un giallo ambientato negli anni ’30 in Inghilterra.

A seguito della presunta morte di uno degli attori, questo viene sostituito all’ultimo momento dal fonico, che si offre di interpretare il ruolo mancante.

Di conseguenza, la regista decide di sostituire il fonico in cabina regia.

La vicenda dà vita a una serie di errori a catena e situazioni paradossali che si avvicendano sul palco, mettendo a dura prova gli attori, costretti a improvvisare per porre rimedio a una replica che si preannuncia disastrosa!

Sarà impossibile non ridere

Si tratta di esercizi di improvvisazione che, sebbene voluti dal testo, mettono in luce la bravura degli attori e soprattutto i meriti dell’autrice che ha saputo disegnare un vero e proprio ‘gioco’ di errori teatrali.”

Unfolding Roma

Come in ‘Rape rosse bucate’, anche in ‘Sei personaggi in cerca d’attore’ Emilia Miscio riesce a dare vita ad uno spettacolo divertente e brillante, in cui il pubblico non smette di ridere, perfetto per chi vuole trascorrere un’ora e mezza all’insegna della comicità, della suspense e del divertimento.

ItaliaPost

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’ATTORE

Ovvero il giallo del giallo un errore di commedia scritto e diretto da Emilia Miscio:

con Simone Giulietti, Laura Pacini, Valerio Massari, Ambra Lucchetti, Cristiano Migali, Massimo Folgori, Giulia Maria Gallo, Veronica Cinque, Francesca De Felice, Marco Gargiulo.

 Direttore di scena: Simona Borrazzo

Fonica: Giorgia Caredda

Foto e video: Riccardo Dell’Era

Ufficio Stampa: Chiara Bencivenga

TEATRO DEGLI EROI (via Girolamo Savonarola, 36 – Roma)

Dal 24 al 27 settembre 2020

Dal giovedì al sabato ore 21.00; domenica ore 17.30

PRENOTAZIONI: 3470619618 – 0639745514

INTERO 15,00 €

RIDOTTO 12,00 € (over 65 e studenti)

www.teatrodeglieroi.it

www.compagniateatralesognidiscena.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/maurizio-battista-una-serata-al-drive-in/


La compagnia teatrale Sogni di Scena presenta “Sei personaggi in cerca d’attore” ovvero il giallo del giallo al Teatro L’Aura

La comicità di Emilia Miscio arriva al teatro L’Aura di Roma, nel bel mezzo della stagione teatrale 19/20, con una delle sue commedie di maggior successo, Sei personaggi in cerca d’attore.

Dal 12 al 15 marzo la compagnia Sogni di Scena tornerà sul palco con la frizzante commedia nella commedia scritta e diretta dalla regista romana, che gioca sul titolo dall’inconfondibile richiamo pirandelliano per dare vita a due gialli intersecati tra loro, due presunti casi di omicidio, ovviamente a ritmo di gag e ritmi incalzanti.

Le peggiori angosce di attori e addetti ai lavori rappresentate da un testo che cita e omaggia una moltitudine di opere teatrali e cinematografiche che hanno mostrato al pubblico il misterioso e folle mondo del dietro le quinte.

Un gruppo di attori si trova in teatro per l’ennesima replica di uno spettacolo: un giallo ambientato negli anni ’30 in Inghilterra.

A seguito della presunta morte di uno degli attori, questo viene sostituito all’ultimo momento dal fonico, che si offre di interpretare il ruolo mancante.

Di conseguenza, la regista decide di sostituire il fonico in cabina regia.

La vicenda dà vita a una serie di errori a catena e situazioni paradossali che si avvicendano sul palco, mettendo a dura prova gli attori, costretti a improvvisare per porre rimedio a una replica che si preannuncia disastrosa!

Sarà impossibile non ridere

Si tratta di esercizi di improvvisazione che, sebbene voluti dal testo, mettono in luce la bravura degli attori e soprattutto i meriti dell’autrice che ha saputo disegnare un vero e proprio ‘gioco’ di errori teatrali.”

Unfolding Roma

Come in ‘Rape rosse bucate’, anche in ‘Sei personaggi in cerca d’attore’ Emilia Miscio riesce a dare vita ad uno spettacolo divertente e brillante, in cui il pubblico non smette di ridere, perfetto per chi vuole trascorrere un’ora e mezza all’insegna della comicità, della suspense e del divertimento.
ItaliaPost

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’ATTORE

ovvero il giallo del giallo

un errore di commedia scritto e diretto da Emilia Miscio

con Simone Giulietti, Gabriele Vender, Ambra Lucchetti, Laura Pacini, Valerio Massari, Massimo Folgori, Licia Pacella, Giulia Maria Gallo, Francesca De Felice, Emanuele Grassetti.

 Direttore di scena: Simona Borrazzo

Fonica: Giorgia Caredda

Trucco: Sara Giulietti

Assistente di Scena: Lorenzo Guerra

Ufficio Stampa: Chiara Bencivenga

TEATRO L’AURA (via Pietro Blaserna, 37 – zona Marconi)

Dal 12 al 15 marzo 2020

Dal giovedì al sabato ore 21.00; domenica ore 18.00

PRENOTAZIONI: 3470619618 – 068377714

SI POSSONO ACQUISTARE I BIGLIETTI ON LINE IN PREVENDITA SUL SITO DEL TEATRO: www.teatrolaura.org

INTERO 13,00 €

RIDOTTO 10,00 € (over 65 e studenti)
AVVISO AI SOCI: tessera associativa 2€

www.compagniateatralesognidiscena.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/room26-dj-ralfsabato-house/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-olimpico-pink-floyd-legend

Anche quest’anno, durante l’ultima serata del Festival di Nuovo Teatro: “Il Tempo non esiste” del Teatro Stabile di Roma®,

è stato assegnato il prestigioso premio e la borsa di studio all’allievo più meritevole del suo anno.

Amandine Delclos, classe 1994, allieva della Scuola del Teatro Stabile (La SITI®), vince il premio più ambito:

Il premio come Miglior Attore, un ingresso diretto nella Compagnia dello Stabile per la stagione 2019/2020, la possibilità di accedere alla agenzia per attori dello Stabile di Roma: The Agent® e una borsa di studio a copertura totale per una formazione avanzata con la casting director Marta Gervasutti per l’anno accademico 2019/20.

Il lavoro di Amandine quest’anno è stato impressionante, attendevamo la sua interpretazione nello spettacolo finale della stagione, firmato da Jacopo Neri, per decretare la vittoria e non abbiamo avuto dubbi.

Dice Maria Beatrice Alonzi, direttore dello Stabile “Un’interpretazione matura e complessa, la sua così giovane età poteva esserle d’ostacolo ed è riuscita invece a trasformarla in un valore aggiunto.

Siamo fieri di tutti i nostri allievi ma questo è il caso di tenere d’occhio un talento e una giovanissima attrice d’altissimo profilo”.

Proprio in questi giorni, e fino alla fine di luglio, sono in corso le audizioni per la partecipazione al nuovo Anno Accademico 2019/20 dell’Accademia di recitazione del Teatro Stabile di Roma® che, da quest’anno, vanta la straordinaria partecipazione come Supervisore Artistico di Stefano Benni (accademia.lasiti.it/teatro-stabile-roma)

Ufficio stampa Silvia Signorelli www.comunicazioneeservizi.com

silvia.signorelli@comunicazioneeservizi.com  Mob. +39 338 9918303

Facebook: SiSicommunication – Twitter: @silviasignore

PREMIO UBU 2018 MIGLIOR ATTORE A GIANFRANCO BERARDI Teatro Biblioteca Quarticciolo

Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari tornano insieme in scena, protagonisti di un nuovo progetto di cui sono anche autori, prodotto dal Teatro dell’Elfo.

Amleto take away ha debuttato il 31 maggio 2018 al Festival Primavera dei Teatri di Castrovillari e, dopo le repliche nella stagione milanese, prosegue la tournée: a Roma al Teatro Biblioteca Quarticciolo dal 28 al 30 marzo alle ore 21.00.

«Amleto take away è un affresco tragicomico – spiegano gli autori – che gioca sui paradossi, gli ossimori e le contraddizioni del nostro tempo che, da sempre, sono fonte d’ispirazione per il nostro teatro ‘contro temporaneo’.

È una riflessione ironica e amara che nasce dall’osservazione e dall’ascolto della realtà circostante, che ci attrae e ci spaventa.

In questo percorso s’inserisce (un po’ per provocazione, un po’ per gioco meta-teatrale) l’Amleto di Shakespeare, simbolo del dubbio e dell’insicurezza, icona del disagio e dell’inadeguatezza.

Ma il nostro Amleto procede alla rovescia: è un Amleto che preferisce fallire piuttosto che rinunciare, che non si fa molte domande e decide di tuffarsi, di pancia, nelle cose anche quando sa che non gli porteranno nulla di buono.

È consapevole ma perdente, un numero nove ma con la maglia dell’Inter e di qualche anno fa, portato alla follia dalla velocità, dalla virtualità e dalla pornografia di questa realtà.

To be o FB, questo è il problema!

Chiudere gli occhi e tuffarsi dentro sè e accettarsi per quello che si è, isolandosi da comunity virtuali per guardare da vicino e cercare di capire la realtà in cui si vive?

 O affannarsi per postare foto in posa tutte belle, senza rughe, seducenti, sorridenti, grazie all’app di photoshop?

Dimostrare ad ogni costo di essere felici, mettendo dei mi piaci sui profili degli amici.

Pubblicare dei tramonti, un bel piatto di spaghetti o gli effetti della pioggia tropicale, sempre tesi anche al mare con un cocktail farsi un selfie perché il mondo sappia, dove sono, con chi sono, e come sto.

Apparire, apparire, apparire, bello, figo, number one e sentirsi finalmente invidiato.

To be or fb, this is the question.

 Crediti

uno spettacolo di Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari

con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari

musiche Davide Berardi e Bruno Galeone | luci Luca Diani

produzione Compagnia Berardi Casolari / Teatro dell’Elfo | con il sostegno di Emilia Romagna Teatro Fondazione, Festival di Armunia Castiglioncello, Comune di Rimini-Teatro Novelli

Si ringraziano César Brie, Eugenio Vaccaro, Il Teatro del segno di Cagliari, Sementerie artistiche di Crevalcore (BO)

Teatro Biblioteca Quarticciolo Via Ostuni 8 – Roma

Direzione artistica Veronica Cruciani

Info e prenotazioni tel  06 69426222 – 0669426277 promozione@teatrobibliotecaquarticciolo.it

Botteghino feriali ore 18-21.30, festivi ore 16-18.30

Biglietti: intero 12 euro; Ridotto 10 euro (over 65, under 24, possessori Bibliocard)

Acquisto on line  http://www.biglietto.it/newacquisto/titoli.asp?ide=1802

www.teatrobibliotecaquarticciolo.itwww.teatriincomune.roma.it

 

 

 

Niente è mai come sembra. Castagnari torna in scena a tempo di musica, come una vera Diva. Anzi: DI-VI-NA! Al Teatro Lo Spazio

Riccardo Castagnari accompagnato da Andrea Calvani al pianoforte in “DI-VI-NA” al Teatro Lo Spazio. Assistente Costumi Francesco De Marco, Luci Luca Capparucci, Assistente Regia Adriana Alben

Era il 2001 quando Riccardo Castagnari stregò tutti con la sua Marlene D. che proprio quest’anno ha festeggiato il suo diciottesimo compleanno.

 Un bellissimo racconto su una grande femme fatale, da cui Castagnari si è allontanato per evocare un’altra storia.

Stiamo parlando di DI-VI-NA, per Vocazione Star, lo spettacolo con cui il talentuoso attore e regista debutterà al Teatro Lo Spazio di Roma dal 26 al 30 marzo 2019, dopo il successo riportato nella passata stagione all’OffOff Theatre.

Fino al 30 marzo 2019, rivivremo il privato attimo in cui una drag queen, o per esser più precisi una drag singer di nome Divina (Riccardo Castagnari), giunta in ritardo alla serata in cui avrebbe dovuto esibirsi, decide di non fare più il suo consueto show, ma di concedersi una lunga chiacchierata con il pubblico.

Un “faccia a faccia” senza filtro alcuno, un “faccia a faccia” tra lui, lei e loro, dove da contrasto faranno i brani scelti ed interpretati dal vivo da Divina.

Ad accompagnarla ci sarà Andrea Calvani al pianoforte, le cui note insieme al talento vocale ed interpretativo di Castagnari, scandiranno il tempo dello spettacolo.

La chiacchierata metterà a nudo il passato della drag singer, la sua infanzia, i suoi amori, la sua passione per il cinema, il vissuto difficile, ironico e spesso impensabile di Divina.

Una storia apparentemente al limite, tanto paradossale quanto rigorosamente vera.

Uno sproloquio di canzoni e parole quanto banale e quotidiano, profondamente umano, disperato, tragi-comico e appassionato, che tra numeri musicali, vertiginosi cambi d’abito e interazioni con il pubblico.

Condurrà gli spettatori ad un finale in cui, per dirla come Divina << …niente è mai come sembra, se togliessi un po’ di cerone, strappassi via le ciglia finte e buttassi le parrucche forse mi accorgerei che sotto sotto c’è dell’altro… >>.

“Una storia raccontata e vissuta in prima persona dove il gioco dell’ambiguità  si manifesta più nel sovrapporsi dei ruoli che non nell’identità sessuale, dove la risata esorcizza lacrime e sesso, dove l’inferno si scambia di posto con il paradiso …un percorso che si rivela ‘iniziatico’ poiché il culto è la maschera, è l’altro da sé, è la fuga dal proprio io per impossessarsi dell’altro […]” (L.B.)

Teatro Lo spazio

Via Locri, 32/44 – Roma

(traversa di Via Sannio, a 100 metri da Metro S. Giovanni) 

Per informazioni e prenotazioni:

Tel. 06 77076486 – 06 77204149 info@teatrolospazio.it

Orari spettacoli: dal martedì al venerdì ore 20,30

Biglietti: Intero 12,00 € – Ridotto 09,00 € – Tessera associativa semestrale – 3,00 €

Ufficio Stampa Carla Fabi e Roberta Savona
Carla: carla@fabighinfanti.it
, 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/roma-teatro-san-genesio-va-in-scena-maggie-n-brigid-di-shane-harnett/

 

Uno spettacolo tutto dedicato agli amici a quattro zampe con Enzo Salvi

L’attore Enzo Salvi torna da solo sul palco dopo svariati anni con uno spettacolo tutto dedicato agli animali e il 19 marzo per la festa del papà si rende promotore di una giornata educativa presso il centro di recupero fauna selvatica, nel corso della quale spiegare agli studenti di alcune scuole che anche in natura esistono dei papà eccezionali.

I papà umani vengono festeggiati con una ricorrenza speciale, ma anche nel mondo animale ci sono tanti papà eccezionali e quest’anno l’attore Enzo Salvi ha deciso di dimostrare quanto molti di loro siano da prendere ad esempio per le attenzioni, le premure, l’affetto, che dedicano ai loro figli.

Tutto questo e tanto altro sarà il tema di una giornata educativa che, proprio il 19 marzo, Salvi trascorrerà con gli studenti di alcune scuole romane presso “Il Nostro Regno degli Animali”, il centro di recupero fauna selvatica curato dall’associazione volontaria e senza fine di lucro situata nel parco regionale dell’Appia Antica.

Nel corso della quale, grazie alla presenza di esperti veterinari, gli alunni avranno l’opportunità di scoprire quanto la natura sia popolata di super papà e quanto sia importante imparare ad esserlo in caso di un’adozione responsabile.

Una struttura importante che si occupa, in collaborazione con la clinica veterinaria Appia Antica, dell’accoglienza, della cura e del recupero della fauna selvatica in difficoltà, nonché del sequestro di animali di provenienza illecita.

La struttura, composta da un’area destinata all’immediato soccorso degli animali feriti e da recinti destinati ad ospitare gli animali durante la riabilitazione, presta particolare attenzione al soccorso delle specie in via di estinzione.

L’amore di Salvi per gli animali è ormai noto ed è proprio per raccontare la sua esperienza e i momenti di vita quotidiana trascorsi con i cani e i pappagalli che compongono la sua famiglia, e non solo, che l’artista ha deciso di tornare sul palco con un nuovo spettacolo, “Io un attore cane”, dal 24 aprile al Teatro Tirso de Molina.

Uno show tutto dedicato agli amici a quattro zampe e alle numerose specie presenti nel nostro pianeta da salvare e tutelare. Un messaggio importante soprattutto per le nuove generazioni.

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it