“Fabrizio De André” Il Mito e il sogno

Fabrizio De André “OSTIA ANTICA FESTIVAL 2020” Il Mito e il Sogno 5a edizione


Fabrizio De André. Il teatro in ogni sua forma, dal classico al comico, la rivisitazione della grande musica rock e d’autore della rassegna Anthology, lamusica classica

Sono questi gli elementi che caratterizzano la quinta edizione del Ostia Antica Festival – Il Mito e il Sogno che quest’anno si dipana lungo tre mesi di eventi – fino alla fine di settembre.

Il festival presenta un ricco cartellone composto da prestigiosi nomi della scena nazionale La quinta edizione di Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno” è organizzata daI consorzio di imprese Antico Teatro Romano, in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica.  

Anthology, la rassegna dedicata ai grandi nomi della musica pop, rock e d’autore del ‘900, prosegue con grande successo di pubblico, incassando anche un sold out con l’omaggio ai Queen dei Bohemian Symphony O.Q.T.  

Il 7 agosto, alle ore 21.30, la rassegna ospita un concerto tributo a Fabrizio De André.

Sul palco insieme a Hotel Supramontedue ospiti di eccezione: Michele Ascolese (chitarra acustica elettrica e bouzouki) ed Ellade Bandini (batteria), storici collaboratori di Faber. 

7 agosto – ore 21.30

Hotel Supramonte in “Omaggio a Fabrizio De André”

con Michele Ascolese ed Ellade Bandini

 Luca Cionco voce

Antonello Pacioni Chitarra mandolino, bouzouki

Alessandro Famiani fisarmonica

Edoardo Fabbretti batteria

Glauco Fantini basso

Simone Temporali pianoforte, tastiere, pod

Roberto Vittori fiati

Serena Di Meo violino

Giorgia Zaccagni voce

con

Ellade Bandini batteria

Michele Ascolese chitarra acustica, elettrica, bouzouki

Venerdì 7 agosto, quarto appuntamento di Anthology.

A riproporre i capolavori del cantante genovese saranno gli Hotel Supramonte che per l’occasione si esibiranno insieme a due storici musicisti, il chitarrista Michele Ascolese e il batterista Ellade Bandini, per anni al fianco di Faber.

La band, riconosciuta ufficialmente dalla Fondazione de André, nasce nel 2013, e negli ultimi anni si è affermata come una delle formazioni più accreditate nella diffusione della musica di De André.

ORARIO DI INIZIO DI TUTTI GLI SPETTACOLI: ORE 21.30 – BIGLIETTI IN VENDITA SU TICKETONE.IT

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/federico-tomei-in-suo-ricordo-un-defibrillatore-allasd-savio/

Michela Murgia “Dove sono le donne?”

Ostia Antica Festival 2020 Parco Archeologico. Monologo di e con Michela Murgia “Dove sono le donne?”


Michela Murgia “Dove sono le donne?”. Drammaturgia sonora eseguita dal vivo da Francesco Medda Arrogal Illustratore Edoardo Mass


Dopo i grandi classici con Francesco Montanari il 31 luglio e i trasformismi di Arturo Brachetti il 2 agosto, la stagione teatrale di Ostia Antica Festival prosegue, tra gli altri, l’8 agosto con l’appuntamento dal vivo con Michela Murgia e il suo Dove sono le donne?

Se arrivassero gli alieni domattina e cercassero di farsi un’idea del genere umano guardando ai luoghi della rappresentazione pubblica, probabilmente penserebbero che un virus misterioso abbia colpito tutte le persone di sesso femminile d’Italia, rendendole mute o incapaci di intendere e volere.

Il governo, i dibattiti televisivi e le prime pagine dei quotidiani traboccano di interventi maschili. Eppure le donne non sono una sottocategoria socioculturale ma più della metà del genere umano.

Dopo aver interpretato in scena il premio Nobel Grazia Deledda nello spettacolo ‘Quasi grazia’, Michela Murgia, autrice tra le più impegnate nelle battaglie civili, porta per la prima volta in teatro il suo punto di vista sulla ‘questione femminile’ in un lucido monologo che supera per sempre gli angusti confini delle quote rosa.

Gli appuntamenti teatrali per Ostia Antica Festival 2020 di Sava Produzioni proseguono con L’alfabeto delle Emozioni con Stefano Massini, 5 settembre;

Dal vivo sono molto meglio con Paola Minaccioni, 6 settembre; Best of con Lillo e Greg 12 settembre; Ma tu sei felice? lettura-spettacolo dal libro di Federico Baccomo con Claudio Bisio e Gigio Alberti, 17 settembre.

La quinta edizione di Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno” è organizzata daI consorzio di imprese Antico Teatro Romano, in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica.

Biglietto 25 euro, prevendite su Ticketone e Ooohevents. 2 agosto, ore 21.00, Teatro Romano / Ostia Antica Festival 2020, Parco Archeologico – Viale dei Romagnoli 717 – 00119 – Ostia Antica – Roma http://www.ostianticateatro.com – info@ostianticateatro.com

8 agosto, Ostia Antica Festival. Parco Archeologico
Viale dei Romagnoli 717, ore 21.00Ufficio Stampa Spettacoli HF4www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/canto-libero-ostia-antica-festival/

Michela Murgia “Dove sono le donne?”
Michela Murgia
Canto Libero “Ostia Antica Festival”

Canto Libero “Ostia Antica Festival” Il Mito e il Sogno 2020 dedicato a Mogol e Battisti


Canto Libero. Il 30 luglio “Il Mito e il Sogno” entra nel vivo con il primo appuntamento della rassegna musicale “Anthology”.


30 Luglio: Canto Libero Omaggio alle canzoni di Battisti e Mogol 25 euro

Il teatro in ogni sua forma, dal classico al comico, la rivisitazione della grande musica rock e d’autore della rassegna Anthology, la musica classica:

sono questi gli elementi che caratterizzano la quinta edizione del OSTIA ANTICA FESTIVAL – Il Mito e il Sogno che quest’anno si dipana lungo tre mesi di eventi – fino alla fine di settembre – presentando un ricco cartellone composto da prestigiosi nomi della scena nazionale.

Dopo il sold out della pre-apertura con l’omaggio a Ennio Morricone da parte dell’Orchestra Sinfonica Città di Roma, il 30 luglio alle ore 21.30 l’ Ostia Antica Festival

Il Mito e il Sogno entra nel vivo, con il primo appuntamento della rassegna Anthology, sotto la direzione artistica di Gilda Petronelli e Stefano Saletti, che propone 5 concerti dedicati alla grande musica d’Autore, Pop e Rock del Novecento.

Si parte il 30 luglio con l’omaggio del Canto Libero a Lucio Battisti,

per proseguire il 5 agosto conBohemian Symphony – Orchestral Queen Tribute,

il 6 agosto con gliESTRO e il repertorio dei Genesis del periodo 1970/1976,

il 7 agosto conMichele Ascolese, Ellade Bandini e Hotel Supramonte e le canzoni di Fabrizio De Andrè econcludere

l’11 settembre con Tony Esposito e Gente Distratta per ricordare Pino Daniele.

Una musica che è ormai nella storia, che viene studiata e insegnata, e che, a mezzo secolo dalla sua creazione e dopo aver attraversato tre generazioni, è sempre di più un “classico”.

E in questa veste viene riproposta da ensemble che la reinterpretano sia fedelmente come una partitura o rileggendola con personalità e sensibilità musicale.

Apripista della rassegna “Canto Libero”, non un semplice concerto, ma un grande spettacolo che omaggia il periodo d’oro della storica accoppiata Mogol – Battisti.  

Sul palco un grande ensemble di musicisti affiatati (e già rodati nel corso di lunghe carriere) che nel 2015 riceve la “benedizione ufficiale” da Mogol in persona.

Uno spettacolo che va ben oltre la semplice esecuzione di cover dei brani dei classici del repertorio, sempre però mantenendo una certa aderenza, facendo emergere tutta l’anima blues e rock che Battisti aveva.  

Con passione e determinazione il Canto Libero fa rivivere allo spettatore la magia di quelle canzoni che hanno davvero segnato la storia della musica come “La canzone del sole”, “Una donna per amico”, “Ancora tu” “E penso a te” oltre a tanti altri grandi successi di Battisti.

Come afferma il frontman Fabio “Red” Rosso:Non si tratta di fare delle belle cover di pezzi che amiamo.

È uno spettacolo studiato nei minimi dettagli, nulla è lasciato al caso, arrangiamenti curatissimi, dinamiche e scenografie, video proiezioni. Insomma, ci abbiamo messo il cuore”.

Dopo aver riempito piazze e teatri in giro per l’Italia e l’Europa, il primo grande riconoscimento del valore artistico del Canto Libero arriva a fine 2015 con uno spettacolo sold-out al Teatro Rossetti di Trieste che vede anche la partecipazione straordinaria di Mogol.

L’esperienza si ripete ad aprile 2017, quando Mogol torna sul palco con la band nella data udinese per l’ennesimo sold out al Teatro Giovanni da Udine, e ad agosto 2017 a Grado, riconfermando un rapporto di stima e collaborazione che si ripeterà più volte in futuro.

Uno spettacolo con alle spalle già 3 tour, con quasi 40000 spettatori, realizzati nei più importanti teatri italiani:

dal Dal Verme di Milano al Del Monaco di Treviso, al Ristori di Verona, l’Archivolto di Genova, il Duse di Bologna, il Politeama Genovese di Genova al Ponchielli di Cremona, al Teatro Olimpico di Roma…

Il gruppo è formato da Fabio “Red” Rosso voce solista, Giovanni Vianelli al pianoforte e alla direzione musicale, Emanuele “Graffo” Grafitti e Luigi Di Campo alle chitarre, Alessandro Sala al basso e alla programmazione computer, Jimmy Bolco alla batteria, Marco Vattovani alle percussioni e batteria, Luca Piccolo alle tastiere, completato dalle splendide voci di Joy Jenkins e Michela Grilli, i video di Francesco Termini e dall’ingegnere del suono Ricky Carioti (già al mixer con Elisa, Jack Savoretti, Fedez, Amici di Maria De Filippi).

La quinta edizione di Ostia Antica Festival “Il Mito e il Sogno” è organizzata daI consorzio di imprese Antico Teatro Romano, in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica. Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.30.

TEATRO ROMANO / OSTIA ANTICA FESTIVAL 2020 – “IL MITO E IL SOGNO – Va EDIZIONE”

PARCO ARCHEOLOGICO – VIALE DEI ROMAGNOLI 717 – 00119 – OSTIA ANTICA – ROMA

http://www.ostianticateatro.cominfo@ostianticateatro.com

Ufficio stampa Ostia Antica Festival: Fabiana Manuelli – stampa@fabianamanuelli.it – 3478263425

PROGRAMMA COMPLETO

biglietti in vendita su Ticketone.it
inizio spettacoli ore 21.30

PRE-APERTURA Martedì 14 LUGLIO: Orchestra Sinfonica Città di Roma in “Il Grande Cinema in Concerto”

Giovedì 30 Luglio: Rassegna Anthology: Canto Libero Omaggio alle canzoni di Battisti e Mogol

Venerdì 31 Luglio: Francesco Montanari rilegge i Menecmi di Plauto. La prima commedia degli equivoci”

Sabato 1° Agosto: Max Giusti in “Va tutto bene 2020”

Domenica 2 Agosto: Arturo racconta Brachetti

Mercoledì 5 Agosto: Rassegna Anthology: Bohemian Symphony – Orchestral Queen Tribute

Giovedì 6 Agosto: Rassegna Anthology: Estro plays Genesis Anthology

Venerdì 7 Agosto: Rassegna Anthology: Hotel Supramonte con Michele Ascolese ed Ellade Bandini Omaggio a Fabrizio De Andre’

Sabato 8 Agosto: Michela Murgia in “Dove sono le donne?”

Venerdì 28 Agosto: Riccardo Rossi in “That’s life. Questa è la vita!”

Sabato 29 Agosto: Antonio Giuliani in “Evergreen”

Martedì 1° Settembre: Francesco Gabbani “Inedito acustico”

Giovedì 3 Settembre: Samuel

Venerdì 4 Settembre: Andrea Perroni Dal vivo!

Sabato 5 Settembre: Stefano Massini in “L’alfabeto delle emozioni”

Domenica 6 Settembre: Paola Minaccioni in”Dal vivo sono molto meglio”

Giovedì 10 Settembre: Carmina Burana di Carl Orff

Venerdì 11 Settembre: Rassegna Anthology: Gente Distratta con Tony Esposito – Omaggio a Pino Daniele

Sabato 12 Settembre: Lillo e Greg in “Best of “

Domenica 13 Settembre: James Senese

Giovedì 17 Settembre: Claudio Bisio e Gigio Alberti in “Ma tu sei felice?

Venerdì 18 Settembre: Orchestra Europa Incanto diretta dal M° Germano Neri

Sabato 19 Settembre: Andrea Iacomini (Portavoce Comitato Italiano per l’UNICEF) in La mossa di Tetsuya

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/alessio-boni-ludwig-la-musica-nel-silenzio/

Canto Libero “Ostia Antica Festival”
Alberto Farina all'Ombra del Giardino di Dany"

Alberto Farina, il primo artista che si è esibito a questa nuova serie di spettacoli nel nuovo parco all’Ombra del Giardino di Dany”


Alberto Farina si è esibito con successo sotto un cielo stellato e circondato d’amore, così è partita la prima edizione de “All’Ombra del Giardino di Dany”. Sul Palco con lui Fabio Baldieri.

Alberto Farina all'Ombra del Giardino di Dany"
Alberto-Farina

Alberto Farina all’Ombra del Giardino di Dany”. La rassegna solidale tra comicità e magia che fa beneficenza con il buonumore, che dal 24 luglio ogni venerdì e sabato ore 21.00 a Ponte di Nona, via Mattè Trucco.

La rassegna ospiterà comici ed illusionisti in memoria di Daniele Pacifici, il giovane che a soli 27 anni ha perso la vita dopo aver lottato a lungo contro un male incurabile.

Tanta emozione al taglio del nastro da parte di papà Aldo Pacifici, insieme al Consigliere Municipale Dario Nanni.

Poi le risate hanno prevalso con l’arrivo sul palco dell’esplosivo Alberto Farina, con le sue battute a raffica e ironia tagliente.

Farina ha dispensato buonumore alla platea da “tutto esaurito”, ma in linea con le misure di sicurezza post covid.

Alberto Farina all'Ombra del Giardino di Dany"
Alberto-Farina

Alberto Farina è un comico (romano), ha raggiunto il successo grazie alla sua partecipazione al programma comico Colorado.

La sua faccia un po’ scanzonata, gli occhi da furbetto e quei capelli ricci fanno di lui un ribelle che piace tanto alla gente, un personaggio che da subito ha appassionato il pubblico.

Dopo la fantastica serata di venerdì sera, sabato tutti di nuovo “All’Ombra del giardino di Dany” con l’ennesimo grande artista ma soprattutto un grande ragazzo di cuore Raffaele Corti

Comicità e magia si uniscono sul palco per la seconda serata con la magia di Raffaele Corti con “Facce sta Magia”, dal programma tv “Colorado” alla rassegna “All’Ombra del Giardino di Dany”.

Talento, originalità e un mondo di risate a Ponte di Nona in memoria di Daniele Pacifici.

Alberto Farina all'Ombra del Giardino di Dany"
Raffaello-Corti

Daniele Pacifici avrebbe voluto così, lui che nutriva una gioia profonda per la vita ed aveva sempre un pensiero per tutti.

La rassegna è organizzata dall’Associazione culturale No Profit “Il Giardino di Dany” che, dopo numerose richieste, ha ricevuto in adozione da Roma Capitale.

L’area verde, situata tra via Mattè Trucco e via Luigi Gastinelli, curata dai familiari e dagli amici del giovane che hanno falciato l’erba, piantato alberi e acquistato alcune panchine grazie ad una gara di solidarietà.

La kermesse formato famiglia, la cui direzione artistica è stata affidata alla giornalista Federica Rinaudo, si propone di dispensare una ricca dose di risate.Alcuni ospiti

Alcuni ospite hanno assistito alla serata divertendosi: l’imprenditore Michel Emi Maritato, la cantante Carol Maritato, l’attore Pietro Romano, il giornalista Antonello De Pierro con la sua fidanzata.

Alberto Farina all'Ombra del Giardino di Dany"
Raffaello Corti

Ad alternarsi sul palcoscenico saranno:

Magico Alivernini, Massimo Bagnato & Friends, Raffaello Corti, Carmine Faraco, Alberto Farina, Matteo Fraziano, Gigi Miseferi, Pietro Romano, I Sequestrattori, Sandro Scapicchio. 

Vi aspettiamo tutti venerdì con un grande comico, un artista dalle qualità uniche Carmine Faraco, e sabato 1 agosto la magia comica di Magico Alivernini, grande artista poliedrico.

Non perdete l’appuntamento con questi due grandi artisti, passerete due serate in serenità facendo anche della solidarietà.

L’ingresso per ogni serata sarà gratuito ad offerta libera fino ad esaurimento posti. Info line 3294626910

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Indirizzo Google maps https://goo.gl/maps/SazihNzU9ufRkZzw9

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/arturo-racconta-brachetti-ostia-antica-festival-2020/

“All’Ombra del Giardino di Dany” comicità e magia
“All’Ombra del Giardino di Dany” comicità e magia
Passo a Due Pas de Deux al Teatro Marconi

Passo a Due Pas de Deux (ovvero: l’amore ha cinque fasi ma molte coppie si fermano alla terza)


Debutta in prima nazionale assoluta il 29 luglio al Teatro Marconi di Roma, l’emozionante e divertente Passo a Due Pas de Deux (ovvero: l’amore ha cinque fasi ma molte coppie si fermano alla terza).

Passo a Due Pas de Deux. Commedia di David Conati, con Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti.

Accanto a loro sul palco La divertentissima Isabella Giannone e gli straordinari Mariachiara Grasso e Stefano Rufini, la regia è curata da Francesco Branchetti, le musiche sono di Pino Cangialosi.

L’amore, secondo alcuni è un groviglio complesso di sentimenti e situazioni che ci fanno perdere la testa, secondo altri si tratta di una serie di reazioni chimiche determinate dai ferormoni che alla fine portano comunque allo stesso risultato.

In letteratura eminenti psicologi, che hanno il vizio di dover “fasificare” e analizzare tutto, si sono scomodati per incasellare, catalogare, dare una struttura più o meno logica per comprendere questo sentimento che nel bene o nel male, volenti o nolenti, ci tocca, ci sfiora, ci coinvolge tutti.

Chi perché, come Diogene, lo cerca per tutta la vita senza trovarlo, chi perché fa di tutto per sfuggirgli, chi perché non può vivere senza e chi perché vorrebbe non averlo mai incontrato, chi perché lo venera, chi perché, come nelle fiabe, sogna il suo amore ideale con tanto di “e vissero per sempre felici e contenti”.

Coloro che si sono presi la briga di analizzare “La costruzione di un amore” osservandola nelle sue diverse sfumature, evoluzioni e involuzioni, hanno stabilito che questo percorso ha cinque fasi.

Fasi ben identificabili per una serie di comportamenti e di stati d’animo che le caratterizzano in modo inequivocabile: Infatuazione, Innamoramento, Disillusione, Consapevolezza, Complicità.

Per esporre meglio il concetto in questo percorso teatrale alla scoperta delle fasi dell’amore, una serie di quadri le ripercorrono tutte, partendo dal Simposio di Platone passando per Amore e Psiche, arrivando fino ai giorni nostri. 

Il viaggio tra le schermaglie amorose di epoche e stili teatrali diversi ci permette di osservare e immedesimarci nell’evoluzione del gioco delle relazioni nel quale le diverse coppie sono coinvolte loro malgrado.

Alla fine di questo percorso forse saremo in grado di capirne un po’ di più e potremo ripetere comunque gli stessi errori ma stavolta in modo più consapevole.

Le musiche di Pino Cangialosi, le luci e gli interventi di Mariachiara Grasso e Stefano Rufini creeranno incantate atmosfere e daranno un apporto fondamentale a questo viaggio nel mondo dei rapporti tra uomini e donne.”

TEATRO MARCONI

Viale Guglielmo Marconi 698 E www.teatromarconi.it

MERCOLEDÌ 29 LUGLIO 2020   ORE 21:30            

Parcheggio Interno

INFO E PRENOTAZIONI Tel. 06 5943554    info@teatromarconi.it

Prezzo biglietti: Intero € 16,00 – Ridotto € 13,00

(I prezzi dei biglietti sono comprensivi di prevendita)

Ufficio Stampa Compagnia: Alessia Ecora – 338.7675511 – alessia.ecora@gmail.com

Isabella Giannone 3337000725 – isagia@alice.it

Ufficio Stampa Teatro: Rocchina Ceglia  – 346.4783266 rocchinaceglia@rocchinacegliacomunicazione.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/microfono-doro-10-edizione-di-fabrizio-pacifici/

Passo a Due Pas de Deux al Teatro Marconi
Nathalie-Caldonazzo-e-Francesco Branchetti
Teatro Romano di Ferento “Il Diario di Adamo ed Eva”

Teatro Romano di Ferento “Il Diario di Adamo ed Eva” con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti sono gli attesi protagonisti al


Teatro Romano di Ferento (VT) giovedì 30 luglio alle 19:30 per una serata di grande teatro con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti.


Teatro Romano di Ferento. Accanto a loro sul palco ci saranno anche i mimi Umberto Bianchi e Raffaella Zappalà, la regia è curata da Francesco Branchetti, le musiche sono di Pino Cangialosi.

“IL DIARIO DI ADAMO ED EVA” (Recital a due voci) da Mark Twain, con la traduzione ed elaborazione di Maura Pettorruso, torna in scena dopo aver debuttato al Festival Teatrale di Borgio Verezzi nell’estate 2018 e dopo una lunga tournée.

Teatro Romano di Ferento. Lo spettacolo proseguirà poi il 3 agosto a San Marco in Lamis (FG) e l’8 agosto a Calvi dell’Umbria:

“Mark Twain, attingendo al mito della Creazione, – spiega Francesco Branchetti –  narra come siano andate le cose tra l’uomo e la donna in una chiave ironica, umoristica ma anche fiabesca e romantica e racconta come possa essere nata l’attrazione tra i due sessi.

Il testo a due voci inizia con l’apparizione di Eva, che Adamo vede come una creatura bizzarra e fantasiosa; Adamo si ritrova un bel giorno a dover fare i conti con questa nuova   strana creatura «Questo nuovo essere dai capelli lunghi…

Non mi piace, non sono abituato ad avere compagnia». Nel racconto le due voci si avvicendano in modo commovente e allegro.

Eva una creatura molto bizzarra e fantasiosa ma anche romantica, vanitosa e chiacchierona, sempre interessata a dare nomi agli animali, alle piante e al creato.

Adamo invece è un uomo rude e facilmente irascibile, un solitario, innervosito dalla continua presenza di Eva, che lo segue imperterrita e incuriosita, parlando ininterrottamente.

Adamo però è molto affascinato da Eva. Il loro incontro sembra destinato al disastro.

Poi Eva mangia la mela e inizia la caduta: entrano così nel mondo della morte, dei figli, del lavoro, della conoscenza; arrivano i figli Caino e poi Abele, esseri che Adamo per molto tempo non riconosce come umani, ma crede siano una nuova specie di animali.

Le due voci si susseguono fino a che i due nonostante le diversità, si rendono conto che si amano.

E’ l’incontro tra l’uomo e la donna, in questo giardino dell’Eden con tutti gli aspetti e le caratteristiche dell’uomo e la donna moderni.

La regia intende restituire al testo attraverso le voci degli attori e la fisicità dei mimi, la straordinaria capacità d’indagare l’animo umano e le tortuose relazioni che abbiamo talvolta con noi stessi e poi con gli altri;

ansie, paure, malesseri, malinconie, gioie, curiosità, attrazioni, dolori, solitudini e sentimenti si alternano e si confondono in una danza meravigliosa di voci, corpi, suoni e colori, che lascia spazio alla malinconia ma anche all’ironia e alla tenerezza.

Le musiche di Pino Cangialosi, le luci e gli interventi dei mimi creeranno magiche atmosfere e daranno un apporto fondamentale a questo viaggio nel mondo dei rapporti tra uomini e donne.”

giovedì 30 luglio 2020 ore 19:30  

Teatro Romano di Ferento “Il Diario di Adamo ed Eva”

TEATRO ROMANO DI FERENTO

Antica Città Romana di Ferento Strada Ferento, 2 – Ferento, 01100 Viterbo VT

Info spettacoli 393 9041725

Info biglietteria 328 7750233

www.teatroferento.it   https://www.facebook.com/teatroferento/

Prevendite online www.ciaotickets.com

Punti vendita biglietti:

Viterbo: Underground 0761 342987 – Ufficio turistico 0761 226427

Tabaccheria Iperconad 0761 251896 – Tabaccheria Gianary 0761 305233

Terni: New Sinfony 895 9697911

Civitavecchia: Leandro Viaggi 0766 500904

 Prezzo biglietti:

Intero € 16.00 +2.50 di prevendita

Ridotto €14.00 +2 euro di prevendita (under 26 /over 65)

Ufficio Stampa Compagnia: Alessia Ecora – 338.7675511 – alessia.ecora@gmail.com

Isabella Giannone 3337000725 – isagia@alice.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/la-valigia-dellattore-dedicata-a-gian-maria-volonte/

European Dance Alliance all’Arena Teatro India

European Dance Alliance/Valentina Marini Management presenta a Roma, Arena Teatro India, dal 28 al 30 luglio 2020:


European Dance Alliance. FUORI PROGRAMMA, Festival Internazionale di Danza Contemporanea, direzione artistica Valentina Marini.


European Dance Alliance. Tre appuntamenti: Lava Bubbles della Compagnia Zappalà Danza (28 luglio); il double bill, Ibis Tanz e Lute-arrivo delle scintille e dei bagliori in ogni cosa, della Compagnia Le Supplici (29 luglio);

Last Space della Compagnia Frantics Dance Company con il live set a cura di Molotoy-Andrea Buttafuoco (30 luglio).

European Dance Alliance. Il progetto è vincitore dell’avviso pubblico ESTATE ROMANA 2020-2021-2022 

E fa parte di ROMARAMA 2020, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale

Fuori Programma, con la direzione artistica di Valentina Marini, alla sua quinta edizione torna in scena nell’estate 2020.

Il Festival è prodotto da European Dance Alliance/Valentina Marini Management con il contributo di Roma Capitale in collaborazione con il Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Teatro Biblioteca Quarticciolo e V Municipio.

Il calendario, che si divide quest’anno in due sezioni itineranti per la città, assolve a una vocazione che risponde alla partecipazione e alla relazione tra luoghi, persone e geografie disegnando una diversa traiettoria attraverso i quartieri e i Municipi coinvolti per ribaltare il rapporto tra centro e periferie.

La prima parte del Festival si svolge a fine luglio, dal 28 al 30,attraversando gli spazi esterni del Teatro India.

Si comincia con tre eventi nell’arena, per poi proseguire, nel mese di settembre, con performance urbane itineranti nei cortili e giardini del Quartiere Quarticciolo (Municipio V).

I tre appuntamenti programmati nei rinnovati spazi esterni del Teatro India sono progetti esclusivi riscritti dagli autori in versione site specific da fruire all’ora del tramonto. 

Lava Bubbles (28 luglio ore 19.45) di Roberto Zappalà e Nello Calabrò affida a Compagnia Zappalà Danza e due batteristi live la serata di apertura.

European Dance Alliance all’Arena Teatro India

La pièce, che parte del progetto Nella città, la danza, esplora il rapporto tra la performance e il territorio che la accoglie.

Le “bolle” citate nel titolo oltre a evocare l’Etna, simbolo naturale della regione in cui la compagnia risiede, vogliono essere metafora del ritmo della vita quotidiana.

Un magma incessante che scorre ridefinendo continuamente il tessuto urbano e sociale delle città contemporanee e, in questo caso auspicio, di un nuovo fermento, di una nuova vitalità che insieme andremo a riscoprire.

Il secondo appuntamento è affidato alla scrittura coreografica di Fabrizio Favale che presenta un riallestimento del dittico Ibis Tanz e Lute-arrivo delle scintille e dei bagliori in ogni cosa (29 luglio ore 19.45), creazione per due danzatori de Le Supplici e coprodotto da MilanOltre.

Chiude il terzo giorno di programmazione Last Space (30 luglio ore 19.45), un progetto di Marco Di Nardo per Frantics Dance Company accompagnato dal live set a cura di Molotoy-Andrea Buttafuoco.

Il collettivo con sede a Berlino sintetizza la ricerca di un gruppo di performer la cui esperienza fonde B-boying, Hip-hop, tecniche di improvvisazione e tecniche contemporanee.

Chiude questa prima parte del Festival, il live set Musique d’ameublement  (30 agosto ore 22.00), illuminata intuizione del celebre compositore Erik Satie, dove l’elettronica di Andrea Buttafuoco.

Andrea incontra il violoncello di Carmine Iuvone, polistrumentista per Nicola Piovani, Francesco Motta, Danilo Rea e la tromba di Domenico Rizzuto, jazzista che vanta numerose collaborazioni internazionali quali Craig Haynes, Bob Quaranta, Pete Locket. Tape loops.

Il Festival prevede Incontri a cura di Casa dello spettatore (28 luglio ore 18:30; 29 e 30 luglio ore 19) tra opere, spettatrici e spettatori nel tempo disteso dell’estate.

Un’occasione per ri-trovarsi in un fuori programma che, a partire dall’esperienza di vedere la danza contemporanea, riattiva dopo una lunga e forzata pausa.

Una conversazione in presenza tra città e creatività; e subito dopo gli spettacoli, incontri a cura di Viviana Raciti (Teatroecritica.net) con i protagonisti: Roberto Zappalà (28 luglio) e Marco Di Nardo & Andrea Buttafuoco (30 luglio).

Fuori Programma prosegue l’indagine creativa iniziata nel 2016 intorno al vasto paesaggio della scena contemporanea internazionale.

La recente emergenza virale, che ha coinvolto lo stato di salute fisica, economica, artistica nazionale e internazionale, carica di nuove urgenze e significati il Festival esaltando la potenza dell’imprevisto.

Del fuori programma appunto, in relazione alla prossimità tra i corpi e al loro movimento libero nella città.

È quindi l’accezione del Fuori a tracciare il sentiero del percorso creativo di questa edizione che propone un programma inteso ad accogliere gli spettatori andando verso, raccogliendolo intorno, abbracciando idealmente l’artista negli spettacoli volutamente allestiti in una dimensione circolare nell’Arena Teatro India a luglio.

Per il mese di settembre, nel Quartiere Quarticciolo, performance, letture, e laboratori che rovescino la tradizionale traiettoria che ci vede spostarci dai luoghi di fruizione culturale, per portare gli stessi contenuti direttamente “a casa” delle persone.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/piccolo-america-il-cinema-in-piazza/

Agostino Di Bartolomei “Capitano silenzioso”

Agostino Di Bartolomei “Capitano silenzioso”. In arrivo al Teatro Tor bella Monaca


Agostino Di Bartolomei. Lo straordinario spettacolo di e con Ariele Vincenti dedicato al grande giocatore simbolo della Roma.


È la storia di Agostino Di Bartolomei, il Capitano Silenzioso, lasciato ai margini da un mondo che non si volta indietro.


Agostino Di Bartolomei. Un uomo cresciuto in borgata, tra partite sui prati e cinematografi, che con il suo linguaggio forbito, portava in giro per l’Italia una Romanità diversa, dove i valori di solidarietà ed ironia sono il suo fondamento.

Lo spettacolo racconta la Storia di un calcio e di un tempo che non c’è più, attraverso gli occhi e la memoria di un tifoso della Roma, ex Ultrà di Curva anni ‘80, cresciuto nella stessa borgata e amico d’infanzia di Ago. 

“In porto ci arriveremo sicuramente, vediamo di arrivarci con il vessillo”.

Era un capitano silenzioso, ma quando parlava lasciava il segno.

Non era abituato a dire cose che non pensava, Agostino, ma a pensare le cose che diceva. Il suo esempio rappresenta un calcio fatto di rispetto, lealtà e sana competizione.

Sul campo affrontava gli avversari con “umiltà ed abnegazione”, quando segnava s’inginocchiava davanti ai suoi tifosi perché “bisogna avere sempre rispetto della gente che paga il biglietto”.

Agostino non era capace di essere ipocrita, forse è per questo che è stato emarginato dal suo ambiente, perché era gentile ed educato. Ma senza questi valori il calcio cosa diventa?

venerdì 17 e sabato 18 luglio ore 21
domenica 19 luglio ore 18

di e con Ariele Vincenti

Produzione Teatro Ghione

Teatro Tor Bella Monaca – Via Bruno Cirino angolo Via Duilio Cambellotti

Prenotazioni: tel 06 2010579   Botteghino: feriali ore 18-21.30, festivi ore 15-18.30

Ufficio promozione: ore 10-13.30 e 14.30-19 promozione@teatrotorbellamonaca.it

www.teatrotorbellamonaca.itwww.teatriincomune.roma.it

Direttore artistico: Alessandro Benvenuti

Direttore del teatro: Filippo D’Alessio

Ufficio stampa: Brizzi comunicazione Cecilia Brizzi c.brizzi@brizzicomunicazione.it – Tel 06 39038091 – 39030347 334 1854405

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/le-terrazze-live/

Agostino Di Bartolomei “Capitano silenzioso”
Agostino Di Bartolomei
Riccardo Rossi “Rossi in Jazz” #cisiamo

Riccardo Rossi “ROSSIinJAZZ” al Parco di Casa Del Jazz in “concerti nel parco estate 2020”. Martedi 14 luglio ore 21.00


Riccardo Rossi “ROSSIinJAZZ”, in una veste inedita, ci racconta alcuni suoi incontri con la musica che hanno punteggiato momenti particolari della sua vita.

Un piccolo omaggio speciale, è riservato all’incontro con Alberto Sordi, nel 100° anniversario dalla sua nascita

Riccardo Rossi “ROSSIinJAZZ” I miei “incontri” con la musica

RICCARDO ROSSI, CRISTIANA POLEGRI voce e sax e SILVIA MANCO pianoforte

Martedì 14 luglio in Prima Assoluta, ROSSinJAZZ” I miei “incontri” con la musica, un viaggio speciale tra parole e musica il cui protagonista, l’amatissimo RICCARDO ROSSI.

Riccardo racconterà i retroscena che lo hanno portato, nel corso della sua vita, ad incontrare i suoi “miti” personali nel campo della musica, le cui note – come per tutti noi –  spesso diventano colonna sonora di incontri fondamentali dell’esistenza.

Dalla “Ninna Nanna” di Brahms al celebre “Concerto n. 2 per piano e orchestra” di Rachmaninoff (plagiato da All By Myself);

la celeberrima “Maria” di Leonard Bernstein, da West Side Story; da “Overjoyed” di Stevie Wonder a “Home” di Michael Bublè, fino a “I can’t help it”  di Michael Jackson.

Tra gli altri incontri “speciali” nella vita dell’attore, quello con Alberto Sordi, grande maestro del cinema italiano e geniale interprete dell’italianità che il festival omaggia nel centesimo anniversario dalla nascita.

Riccardo Rossi lo ricorda anche musicalmente con “Amore, amore, amore” di Piero Piccioni, bellissima colonna sonora di “ Un Italiano in America”, interpretata nel film dalla penetrante vocalità di Christy.

In questo viaggio speciale di ricordi, musicali e non, Riccardo Rossi sarà accompagnato dal sax e dalla suadente voce di Cristiana Polegri e dall’eclettico pianoforte di Silvia Manco.

Biglietti: da 18 a 15 euro + dp

Gli spettatori sono pregati di attenersi alle disposizioni ufficiali del Protocollo Sanitario Conferenza Stato/Regioni – Emergenza Covid-19 del 22/05/2020 per gli spettacoli dal vivo ed il cinema.

Ulteriori info: http://www.iconcertinelparco.it/info-e-biglietti-estate-2020/

Relazioni con la stampa: Marina Nocilla 338 7172263; marinanocilla@gmail.com

Maurizio Quattrini: 338 8485333; maurizioquattrini@yahoo.it

Siamo su Facebook, Instagram, Twitter #ConcertiParco20

Info tel. 06.5816987 | 339.8041777
info@iconcertinelparco.it
www.iconcertinelparco.it

LUOGO: CASA DEL JAZZ

INDIRIZZO: Viale di Porta Ardeatina, 55 – 00153 Roma

ORARIO SPETTACOLI ORE 21:00

BIGLIETTI

10 ,25, 27 luglio e 3 agosto da 15 a 12,50 euro  + dp

14 e 26 luglio da 18 a 15 euro + dp

16, 21 luglio e 2 agosto da 20 a 16 euro + dp

20 e 29 luglio da 25 a 20 euro + dp

Ulteriori info: http://www.iconcertinelparco.it/info-e-biglietti-estate-2020/

VENDITA IN LOCO

La biglietteria a Casa del Jazz è aperta al pubblico dalle ore 18:30 fino a 40 minuti dopo l’inizio dello spettacolo. Si consiglia arrivare con congruo anticipo per adempiere alle prescrizioni sanitarie post Covid_19

RIDUZIONI

Veli elenco dettagliato sul sito www.iconcertinelparco.it

PREVENDITE INTERNET                                                

www.ticketone.it

www.groupon.it

PREVENDITE TELEFONICHE                                                

Telefono TicketOne: 892.101

(dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 21:00 e il sabato dalle 9:00 alle 17:00)

Prenotazione posti spettatori diversamente abili

Se interessati, gli spettatori diversamente abili e loro accompagnatori possono effettuare la prenotazione dei posti disponibili scrivendo a info@iconcertinelparco.it entro 3 giorni dalla data dell’evento.

PARCHEGGIO

La Casa del Jazz è servita da un parcheggio adiacente alla villa, in via Cristoforo Colombo angolo viale di Porta Ardeatina

Arrivare in Bus

Utilizzare la Linea 714, frequenza ogni 6 minuti, fermata Colombo/Marco Polo

Arrivare in Metro

Utilizzare la Linea B, fermata Piramide

DOVE MANGIARE

La Casa del Jazz è dotata di un fornito punto ristoro, dove è possibile cenare.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/sergio-caputo-unplugged-in-piccoli-concerti/

Riccardo Rossi “Rossi in Jazz” #cisiamo
Beppe Barra “I Concerti nel Parco Estate 2020”

Beppe Barra “I Concerti nel Parco Estate 2020”. Parco di Casa Del Jazz Venerdì 10 luglio ore 21.00 #cisiamo


PEPPE BARRA apre la XXX EDIZIONE de I CONCERTI NEL PARCO 2020 con “TIEMPO”

 La summa di un sommo artista, icona di una Napoli regina dell’immaginario

“TIEMPO”

PEPPE BARRA
PAOLO DEL VECCHIO – chitarre, mandolino
LUCA URCIUOLO – pianoforte, fisarmonica
IVAN LACAGNINA – percussioni
SASÀ PELOSI – basso acustico

I Concerti nel Parco apre venerdì 10 luglio con una Prima Assoluta, “TiempoVoci, suoni e colori di una Napoli del cuore e della fantasia, una commissione del festival all’artista partenopeo de I Concerti nel Parco, che l’ha visto spesso ospite  nel corso di un trentennio di attività.

Lo spettacolo del grande mattatore PEPPE BARRA che è un po’ una summa del suo percorso artistico, espressione di una napoletanità dal sapore passato e dalle sonorità contemporanee.  

La sua voce gli consente di raggiungere in scena risultati sorprendenti, con il sostegno di musicisti straordinari che da lungo tempo sono i suoi compagni di viaggio.

Barra entra nella sua Napoli di ieri e di oggi, ne canta l’amore, il sogno, ma anche la deturpazione data dallo scempio ambientale.

Incita il pubblico ad alimentare il sogno, a mettere in armonia quello che è perduto e quello che verrà, in maniera particolarmente accorata e realista, ma al tempo stesso scanzonata e poetica, riuscendo sempre a toccare i cuori in profondità.

Napoli e Peppe Barra sono una cosa sola, una sola storia, una simbiosi totale, frutto di quarant’anni di vita e di “mestiere”, tra la sua città e l’artista, che da sempre interpreta la sua arte come un autentico lavoro di artigianato:

musica e parole si compongono in un unico canovaccio di straordinaria intensità emozionale.

Con l’energia travolgente che lo caratterizza, Peppe Barra restituisce allo spettatore un repertorio che parte dalla contaminazione di brani della tradizione di autori come G.Basile, E. A. Mario, Leonardo Vinci, Ferdinando Russo.

Ad autori contemporanei come Pino Daniele, Giorgio Gaber, Bob Marley, Enzo Gragnaniello. I testi e la musica, con il blues e il jazz, creano architetture sonore in cui convivono suoni antichi e moderni, tammurriate, echi di canzone francese e arie del Settecento.

Uno spettacolo in cui, come sempre, Barra apre lo scrigno dell’esperienza per restituire il tempo, il suo tempo trascorso sul palcoscenico a raccontare l’amore, il dolore, la resistenza di un artista che con il tempo si confronta a viso aperto. 

Biglietti: da 15 a 12.50  euro + dp

Gli spettatori sono pregati di attenersi alle disposizioni ufficiali del Protocollo Sanitario Conferenza Stato/Regioni – Emergenza Covid-19 del 22/05/2020 per gli spettacoli dal vivo ed il cinema.

Ulteriori info: http://www.iconcertinelparco.it/info-e-biglietti-estate-2020/

Relazioni con la stampa: Marina Nocilla 338 7172263; marinanocilla@gmail.com

Maurizio Quattrini: 338 8485333; maurizioquattrini@yahoo.it

Siamo su Facebook, Instagram, Twitter #ConcertiParco20

Info tel. 06.5816987 | 339.8041777
info@iconcertinelparco.it
www.iconcertinelparco.it

LUOGO: CASA DEL JAZZ

INDIRIZZO: Viale di Porta Ardeatina, 55 – 00153 Roma

ORARIO SPETTACOLI ORE 21:00

BIGLIETTI

10 ,25, 27 luglio e 3 agosto da 15 a 12,50 euro+ dp

14 e 26 luglio da 18 a 15 +euro  dp

16, 21 luglio e 2 agosto da 20 a 16 euro + dp

20 e 29 luglio da 25 a 20 euro + dp

Ulteriori info: http://www.iconcertinelparco.it/info-e-biglietti-estate-2020/

VENDITA IN LOCO

La biglietteria a Casa del Jazz è aperta al pubblico dalle ore 18:30 fino a 40 minuti dopo l’inizio dello spettacolo Si consiglia arrivare con congruo anticipo per adempiere alle prescrizioni sanitarie post Covid_19

RIDUZIONI

Veli elenco dettagliato sul sito www.iconcertinelparco.it

PREVENDITE INTERNET                                                

www.ticketone.it

www.groupon.it

PREVENDITE TELEFONICHE                                                

Telefono TicketOne: 892.101

(dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 21:00 e il sabato dalle 9:00 alle 17:00)

Prenotazione posti spettatori diversamente abili

Se interessati, gli spettatori diversamente abili e loro accompagnatori possono effettuare la prenotazione dei posti disponibili scrivendo a info@iconcertinelparco.it entro 3 giorni dalla data dell’evento.

PARCHEGGIO

La Casa del Jazz è servita da un parcheggio adiacente alla villa, in via Cristoforo Colombo angolo viale di Porta Ardeatina

Arrivare in Bus

Utilizzare la Linea 714, frequenza ogni 6 minuti, fermata Colombo/Marco Polo

Arrivare in Metro

Utilizzare la Linea B, fermata Piramide

DOVE MANGIARE

La Casa del Jazz è dotata di un fornito punto ristoro, dove è possibile cenare.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/andrea-casta-riparte-con-un-magico-concerto-al-tramonto/

Beppe Barra “I Concerti nel Parco Estate 2020”
Se-la-panchina-parlasse-al-Teatro-Marconi

Se la panchina parlasse” presentato dalla Compagnia UAO Spettacoli Scritto e diretto da Pier Francesco Pingitore


Se la panchina parlasse…” diario indiscreto di un sedile malizioso

Se la panchina parlasse”. Con Federico Perrotta, Valentina Olla, Martufello, Manuela Villa, Morgana Giovannetti e Alessandro Tirocchi

Costumi:Graziella Pera, Musiche originali: Edoardo Simeone

Il Teatro Marconi di Roma si prepara ad accogliere, dopo un periodo di stop forzato, un’anteprima nazionale “Se la panchina parlasse… diario indiscreto di un sedile malizioso”, scritta e diretta dal Maestro Pier Francesco Pingitore.

Si torna ad emozionare il pubblico a teatro, dunque, ed in grande stile l’8 ed il 9 luglio 2020 alle ore 21.30 con questo appuntamento firmato UAO Spettacoli.

Sul palco insieme alla coppia Federico Perrotta e Valentina Olla anche Martufello, Manuela Villa, Morgana Giovannetti ed Alessandro Tirocchi.

“Storie, amori, litigi, passioni e quanti tradimenti, quante battute scherzose, quanti scherzi feroci, equivoci, quante scene tragicomiche potrebbe raccontare una panchina.

Una panchina di un parco o del giardino pubblico se solo potesse parlare, avrebbe tante di quelle situazioni da raccontare”.

Sulla panchina protagonista di questo spettacolo si alternano fidanzati e mariti, mogli e amanti, artisti e personaggi alternativi, che raccontano le loro storie.

Storie senza rendersi conto di essere “monitorati” da “un sedile malizioso”, e dunque parlano dei loro incontri e più ancora degli scontri, dei litigi che li affliggono.

A volte può succedere che l’amante traditore si scopre a sua volta tradito per ironia della sorte, ma quel che è certo è che non ci sono solo amori e infedeltà.

Nei racconti della panchina: addirittura fanno la loro comparsa anche servizi segreti, complotti, tentativi di ammazzamenti, sia pure per finta.

Insomma se la panchina volesse, potrebbe andare anche molto oltre, con la sua ‘malizia’ infatti riesce a soddisfare molti.

I dialoghi sulla panchina, o della panchina, costruiscono uno spettacolo veloce e frizzante, di cui bisogna seguire ogni parola, capire ogni battuta, intendere ogni allusione, “altrimenti la panchina potrebbe aversene a male… e restare muta”.

Le scene ed i costumi sono di Graziella Pera, mentre le musiche originali sono di Edoardo Simeone.

Si precisa che lo spettacolo verrà proposto nel massimo rispetto delle regole vigenti anti-covid, pertanto è importante prenotare per assistere chiamando al numero 333.5001699.

SE LA PANCHINA PARLASSE – diario indiscreto di un sedile malizioso

Scritto e diretto da Pier Francesco Pingitore

Con: Federico Perrotta, Valentina Olla, Martufello, Manuela Villa, Morgana Giovannetti e Alessandro Tirocchi

Costumi: Graziella Pera, Musiche originali: Edoardo Simeone

Produzione: Compagnia UAO Spettacoli

8 e 9 luglio ore 21.30

TEATRO MARCONI

viale Guglielmo Marconi 698e

Prenotazione obbligatoria al numero 333.5001699

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/samantha-innocenti-naira-nuovo-videoclip-sale-e-assale/

Se-la-panchina-parlasse-al-Teatro-Marconi
“Se-la-panchina-parlasse”
PFM Canta De André – Anniversary

PFM Canta De André. Torna per le ultime attesissime date mercoledì 9 settembre 2020 ore 21,00


PFM Canta De André. Roma, Cavea Auditorium Parco della Musica

PFM – Premiata Forneria Marconi, dopo lo stop imposto dalle disposizioni ministeriali, torna con alcune date del fortunatissimo tour

PFM Canta De André. Roma, Cavea Auditorium Parco della Musica, organizzata da Ventidieci.

Ad impreziosire le serate ci sarà anche la videoproiezione delle fotografie storiche di GUIDO HARARI che ritraggono la band insieme all’amico Faber. Le prevendite sono già aperte (info su www.pfmworld.com ).

Come in precedenza avrà sul palco una formazione spettacolare con due ospiti d’eccezione: Flavio Premoli (fondatore PFM) con l’inconfondibile magia delle sue tastiere e Michele Ascolese, storico chitarrista di Faber.

PFM Premiata Forneria Marconi ha uno stile unico e inconfondibile che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un’unica entità affascinante.

Nata nel 1970 (discograficamente nel 1971), la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale che mantiene tutt’oggi.

Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella “Royal Rock Hall of Fame” tra i 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “International Band of the year” ai Prog Music Awards UK.

Nel 2019 ha partecipato – per la terza volta – alla “CRUISE TO THE EDGE” (fino ad oggi unico artista italiano che ha partecipato all’evento), facendo tappa per una breve tourneé in UK, per approdare poi alla prima parte del fortunatissimo tour “PFM CANTA DE ANDRE’ ANNIVERSARY”.

Durante l’estate ha portato in tutta Italia il “TVB Tour” in cui PFM ha presentato il proprio repertorio.

Tra “TVB” e “PFM canta De André – Anniversary” PFM ha superato gli oltre 100 concerti nel 2019!

Sempre nel 2019 ha ricevuto anche diversi premi e riconoscimenti tra cui il Premio Nazionale Franco Enriquez, il Premio Miglior Tour (Rock targato Italia), ilPremio Pierangelo Bertoli “ITALIA D’ORO”

Infine la rivista inglese “PROG UK” nomina Franz Di Cioccio tra le 100 icone della “musica che hanno cambiato il nostro mondo (unico musicista del mondo latino).

http://www.pfmworld.com

https://www.facebook.com/premiataforneriamarconiofficial/; twitter   @pfmufficiale

Biglietti in vendita su Ticketone.it da sabato 27 giugno alle ore 12,00

Ufficio Stampa Ventidieci:

Maurizio Quattrini 338/8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/va-tutto-bene-lo-dice-max-giusti-a-milano/

PFM Canta De André – Anniversary