Valentina Valentini presenta il libro “Bill Viola”.

Valentina Valentini presenta il libro “Bill Viola”. Teatro Biblioteca Quarticciolo, Palazzo delle Esposizioni e Sciami, la presentazione del libro “Bill Viola il 26 novembre ore 17.00 in prima visione sulle pagine facebook #TBQweb 

Testi e conversazioni 1976 -2014” a cura di Valentina Valentini

Valentina Valentini presenta il libro “Bill Viola”. #TBQweb #TBQvoices #TBQscuole #TBQfamiglie #TiCOnline #teatriincomune #IncursioniArtisticheDiMutualità

26 novembre alle ore 17, per #TBQweb sulle pagine facebook del Teatro Biblioteca Quarticciolo, Palazzo delle Esposizioni e Sciami: la presentazione del libro Bill Viola.

Testi e conversazioni 1976-2014 a cura di Valentina Valentini.

Discutono del libro con Valentina Valentini: Gabriella Caramore saggista, Valentino Catricalà studioso di media art, Riccardo Venturi storico dell’arte.

La raccolta di testi e conversazioni scritti e realizzate dall’artista americano dal 1976 al 2014, oltre a offrire una visione della videoarte fuori dai luoghi comuni.

Apre una prospettiva spazio-temporale che collega la storia dell’arte del Medioevo e del Rinascimento con quella delle avanguardie storiche e dell’arte contemporanea, le culture occidentali con quelle orientali, da una prospettiva interculturale. 

Bill Viola crede alla funzione pragmatica dell’arte, alla sua capacità di modificare le esistenze delle persone, come un rituale o un’immagine sacra.

Attraverso le conversazioni, con Raymond Bellour, Hans Belting, Lewis Hyde e altri, si dà la voce diretta dell’artista, una voce che manifesta il suo pensiero, ricostruisce il processo di lavoro, dichiara le fonti di ispirazione e le motivazioni.

Un pensiero che gode della fluidità dell’oralità e, nello stesso tempo, si dispiega in una struttura coerente sulla pagina.

Questo è il primo libro della casa editrice nata all’interno del network Sciami (sciami.com), che affianca tutte le altre attività di pubblicazione web, come Sciami|ricerche (webzine.sciami.com) e Nuovo teatro made in Italy dal 1963 (nuovoteatromadeinitaly.sciami.com).

Con #IncursioniArtisticheDiMutualità il programma di iniziative social del Teatro Biblioteca Quarticciolo si inserisce nel palinsesto digitale TIC ON LINE dei Teatri in Comune – l’articolata rete di spazi per lo spettacolo parte del Sistema di Teatro Pubblico Plurale, coordinato dal Teatro Argentina – Teatro di Roma e promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale.

Teatro Biblioteca Quarticciolo Via Ostuni 8 – Roma

Direzione Giorgio Andriani, Antonino Pirillo, Valentina Marini

Coordinamento scientifico Valentina Valentini

Canali digitali del Teatro Biblioteca Quarticciolo:

https://www.facebook.com/teatrobibliotecaquarticciolo/

https://www.instagram.com/teatrobibliotecaquarticciolo/?hl=it

www.teatrobibliotecaquarticciolo.it

https://www.tbqvoices.com

https://vimeo.com/tbqvoices

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/gau-gallerie-urbane-arte-urbana-a-cielo-aperto/

“Zelda Mezzacoda” l’Alternativa e le Arti.

“Zelda Mezzacoda” l’Alternativa e le Arti. Il primo libro in uscita racconta la pandemia ai più piccoli il 24 ottobre


 “Zelda Mezzacoda” l’Alternativa e le Arti. Mettere creatività, idee e progetti editoriali coltivati in anni di incontri con autori, lettori e appassionati a disposizione del pubblico più vasto possibile, creando libri, prodotti artistici ed eventi, che aprano, con curiosità, le porte alle mille sollecitazioni del presente.

“Zelda Mezzacoda” l’Alternativa e le Arti. È questo l’obiettivo di “L’Altracittà Media e Arti”, una nuova casa editrice, che nasce in questo ottobre 2020, grazie all’intuizione, la passione e i 20 anni di esperienza libraria e editoriale di Silvia DionisiLucilla Lucchese e Arianna Ballabene.

“Zelda Mezzacoda” l’Alternativa e le Arti.

Humus e vero motore dell’iniziativa – spiega Silvia Dionisi – è la Libreria Indipendente romana L’Altracittà (Via Pavia 106) che, dallo scorso marzo, rinnovando la propria vocazione alla diffusione di arti e cultura.

La libreria ha attivato un ricco palinsesto di incontri digitali e una vivace piattaforma di e commerce (https://libreria.laltracittaroma.com/) che lega i libri agli incontri/evento che organizziamo”.

Siamo alla ricerca – aggiunge Lucilla Lucchese – di scritture che sappiano trasformare in romanzi episodi (storia, politica, cronaca, costume) realmente accaduti.

Romanzi nei quali gli autori diventino osservatori emotivi, e costruiscano, intorno un contesto sociale personale, fatto di storie minime, appassionate e appassionanti, tra verità e invenzione, in una scrittura ritmica, intensa e creativa”. 

Prima uscita – conclude Arianna Ballabene – Zelda Mezzacoda” del giornalista Filippo Golia, illustrato dalla matita di Valentina Marino.

Il difficile periodo del lockdown in una prospettiva a quattro zampe: le nostre paure e ansie nella tenera lettera di una cagnolina alla sua bambina.

“Zelda Mezzacoda” è un libro per bambini, paradigmatico del manifesto editoriale dell’Altracittà: verità e invenzione, realtà e fantasia, storia e cronaca viste da una prospettiva originale e indipendente”.

Zelda Mezzacoda sarà presentata il 24 ottobre alle 19.00 sui canali social e youtube de L’Altracittà, dalle 17.00 è confermato il firma libri con gli autori presso la Libreria L’Altracittà di Via Pavia 106 a Roma.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/immensamente-giulia-e-gli-angeli-delle-macerie/

“Zelda Mezzacoda” l’Alternativa e le Arti.
“Le dodici stelle di Shakespeare” di Enrico Petronio.

“Le dodici stelle di Shakespeare” di Enrico Petronio. Martedì 27 ottobre 2020 – Ore 18:30 alla Libreria Eli sarà presentato Le dodici stelle di Shakespeare, sarà presente l’autore, interventi dell’astrologo Jupiter, modera Maresa Palmacci


“Le dodici stelle di Shakespeare” di Enrico Petronio. Letture recitate a carattere astrologico di Elena Arvigo e Alessandra Roca

 “Le dodici stelle di Shakespeare” di Enrico Petronio. La libreria garantisce il distanziamento sociale secondo la recente normativa antiCovid.

Posti limitati e mascherine obbligatorie.

L’epoca di Shakespeare è segnata dalla frattura definitiva fra mondo antico e moderno, un segnale di tormento umano ed esistenziale su cui si riflettono i suoi lavori, spesso condizionati dal contesto sociale, ma ancor più spesso da… “altro”.

La complessità dei sentimenti e delle azioni nei personaggi ritratti dal Bardo, secondo uno studiato allineamento astrologico naturalis che ipotizzava nel Cinquecento proprio uno stretto e intenso rapporto fra universo ed esseri viventi, è alla base del primo saggio scritto da Enrico Petronio “Le dodici stelle di Shakespeare”, pubblicato da “Emersioni”, marchio di Lit Edizioni, e che verrà presentato per la prima volta a Roma alla Libreria Eli il prossimo 27 ottobre alle ore 18:30.

Costruito come un diario di bordo, esattamente come tutto il senso della ricerca che da anni compie col suo blog “Lo Zio Willy”, l’autore parte proprio dalla sua autobiografia esplorativa per analizzare le tappe di un processo che vede collimare le dodici tappe connesse ai segni zodiacali, con i caratteri psicologici di alcuni dei personaggi shakespeariani più significativi, secondo l’ordine della Natura sulla ruota del Tempo.

“Da sempre considero William Shakespeare come uno straniero sconosciuto, a cui ho raccontato la vita – afferma Petronio – ma gradualmente è diventato il mio confidente più vicino nel raccontarmi, attraverso le sue opere, un mondo pervaso di uomini e donne con i loro inespugnabili misteri.

Si è sempre detto che il nostro autore si sia occupato di tutta la gamma dell’umanità ed è sempre passato come un genio illuminato, ma nessuno si è mai chiesto come abbia fatto a padroneggiare una così vasta area di psicologie umane.

Studiando quella che era l’astrologia ai suoi tempi, che poi è la stessa trattata da molti astrologi contemporanei, ho ipotizzato che Shakespeare abbia costruito i suoi personaggi più famosi assegnando ad ognuno, prima di descriverli, il segno zodiacale più consono.

Romeo doveva quindi essere dell’Ariete perché, a mio avviso, possiede le specifiche caratteristiche di quel segno, così come Amleto non può che essere dei Pesci, il segno più complesso e tormentato che corrisponde al dodicesimo stadio dell’evoluzione umana, quella che alcuni definiscono dell'”ultraumano”.

Secondo questo concetto, quindi, lo scrittore sarebbe stato un vero e proprio artigiano, concependo per ogni opera una struttura chiara e razionale, assolutamente premeditata e in linea con gli schemi dell’astrologia.”

Dal Sonetto 14 attraverso il mistero di “Tutto è bene”, fino all’analisi approfondita di “Romeo e Giulietta”, il racconto offre spunti per una teoria nuova e rivoluzionaria nella comprensione del pensiero shakespeariano.

Un saggio decisamente originale che vuole essere anche uno specchio riflesso tra l’analisi testuale delle opere del Bardo e le continue ricerche che Petronio compie da anni sull’argomento e che sono sfociate in alcuni casi in vere e proprie conferenze-spettacolo su varie e molteplici tematiche connesse.

TITOLO: LE DODICI STELLE DI SHAKESPEARE

AUTORE: Enrico Petronio
I edizione: luglio 2020
© 2020 Lit Edizioni s.a.s.

ISBN 9788831924634
PAGINE: 216 p.
DORSO: 16 mm.
PREZZO: € 20,50 

ENRICO PETRONIO

Si diploma attore prima nel Regno Unito alla Richmond Drama School, poi alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano con Giorgio Strehler.

Successivamente si diploma in regia con Luca Ronconi per il quale lavora come assistente.

È assistente alla regia anche per Cesare Lievi e Laura Pasetti. Debutta come regista con I due gentiluomini di Verona di Shakespeare al Teatro Vittoriale (Gardone Riviera).

Di Shakespeare dirige ancora Tutto è bene quel che finisce bene e Romeo e Giulietta.

Crea il festival Scene dal parco della luna a Villa Nicolaj (in provincia di Bologna) dove, oltre a testi originali propri, dirige grandi classici (Cechov, Pirandello e Garcia Lorca) e ancora Shakespeare con Nudo, ovvero Sogno di una notte di mezza estate.

Nel 2016 crea Lo zio Willy, portale sul web di cultura shakespeariana pop.

Ingresso libero su prenotazione obbligatoria ai seguenti recapiti:

+39 06 86211712 – eventi@libreriaeli.it

Libreria Eli

Viale Somalia 50/A 00199, Roma

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/al-marmo-brunch-in-giardino-nei-weekend/

“L’aria di nuotare” di Claudio Sestieri

“L’aria di nuotare” di Claudio Sestieri. Lunedì 12 ottobre alle ore 18, alla libreria ELI di Roma.


Claudio Sestieri presenta alla Libreria ELI di Roma il suo nuovo romanzo “L’aria di nuotare” ispirato a un film prodotto da Mario Gallo (Morte a Venezia, Il deserto dei tartari) che si sarebbe dovuto girare a Budapest alla fine degli anni ’90.

“L’aria di nuotare” di Claudio Sestieri. Da un film non realizzato nasce dunque questa storia: Una donna a suo agio solo nell’acqua, un giovane custode notturno di un acquario, la lunga notte che cambierà il destino di entrambi.

“L’aria di nuotare” di Claudio Sestieri. Moderati da Patrizia Pistagnesi, oltre all’autore e all’editore Walter Raffaelli, interverranno Alberto Abruzzese e in collegamento dal Kenyon College-Ohio Simone Dubrovic, saggista autore della prefazione, mentre Pier Giorgio Bellocchio leggerà alcuni brani del racconto.

“Tra narrativa, poesia e cinema, un testo insolito che dissolve e incrocia nell’acqua (materia prima del racconto) i tre diversi linguaggi”.

“L’aria di nuotare” di Claudio Sestieri. Dal risvolto di copertina:

“E’ la storia di una donna che non sta bene se non nell’acqua.

Molto tempo prima, il nuoto ha condizionato la sua vita affettiva e l’ha aiutata a rinascere dopo un grave incidente.

La normalità per lei, adesso, è nuotare.

Ama essere sola perché allora il passato riemerge finalmente libero, si mischia con naturalezza al presente e i pensieri tornano a scorrere fluidi.

Come l’acqua, appunto.

Ed è, al tempo stesso, la storia di un ragazzo che, notte dopo notte, insegue una combinazione irripetibile, capace di cambiare la sua esistenza.

Nelle sale deserte di un acquario, lui, giovane custode notturno, tende un filo, minuziosamente, misteriosamente, formando forse i nodi di un percorso il cui fine ignoriamo ancora del tutto.

“L’aria di nuotare” di Claudio Sestieri. Sogna.

Sogna di una donna che ha spesso osservato alla piscina, cercando di nascondersi nella sua scia, lasciando che il solo contato tra loro fosse quello dell’acqua scossa dai movimenti dei corpi.

Sogna di lei, o la sogna.

Proprio la notte del suo trentesimo compleanno, quando lei finalmente riesce a essere davvero sola in piscina, senza gli ostacoli che sono sempre stati intorno a loro, tra di loro.

Lui, dunque, fa questo sogno.

Lei lo realizza. Si incontrano, allora, si guardano, si parlano. si desiderano.

Attraverso di lui, la donna scopre un tempo nuovo, diverso, capace di rimettere in discussione i suoi fantasmi, capace per la prima volta di modificarla.

Quel che la donna sa è che uno sconosciuto ha spesso “abitato” i suoi sogni e che il giovane custode che ha spezzato la solitudine del suo spazio notturno potrebbe essere proprio quello sconosciuto.

Quel che la donna ancora non sa è che…    

Claudio Sestieri è nato e lavora a Roma. Regista di cortometraggi, documentari, inchieste, docu-fiction, programmi tv, film per la tv e la sala.

In particolare ha diretto quattro lungometraggi per il cinema:

Dolce assenza (1986), in concorso a Locarno; Barocco (1991), Panorama italiano a Venezia; Chiamami Salomè (2008) in concorso al Il Cairo e Seguimi (2018) un mistery sul tema del doppio.

E due lungometraggi per la tv (Rai Fiction): Infiltrato (1996) e La strada segreta (1999).

Ha scritto col giornalista G. Fasanella e il senatore G. Pellegrino due libri inchiesta sulla storia segreta d’Italia:

Segreto di Stato, la verità da Gladio al caso Moro (Einaudi, 2000) e Segreto di stato, verità e riconciliazione sugli anni di piombo (Sperling&Kupfer, 2008).

Alla fine del 2010 ha pubblicato con Editori Riuniti il suo primo romanzo, Le seduzioni del destino, un giallo cinefilo sulle tracce di un mistero legato a Fritz Lang. 

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/diamoci-del-tu-al-teatro-roma/

“L’aria di nuotare” di Claudio Sestieri
Claudio-Sestieri
Caffè Letterario il libro di Elenia Scarsella

Caffè Letterario il libro della blogger Elenia Scarsella “Non solo Selfie”


Caffè Letterario il libro di Elenia Scarsella. Grande successo per l’appuntamento del Caffè Letterario di Euroma2, che ha visto ospite, venerdì 25 settembre alle ore 18:00, la blogger Elenia Scarsella, che ha scritto il suo primo libro sul tema dell’immagine e dell’accettazione di sé stessi, dal titolo NON SOLO SELFIE.

Caffè Letterario il libro di Elenia Scarsella. Un prontuario che contiene preziosi consigli e accorgimenti utili per riuscire a restituire sui Social la migliore immagine di noi stessi.  

Caffè Letterario. A conversare con l’autrice la giornalista di -Rai pubblica utilità Antonietta Di Vizia (che ha scritto anche la prefazione del libro) e la psicologa esperta di immagine Emanuela Scanu.

Elenia ha spiegato la genesi di Non solo Selfie raccontando con spontaneità dei simpatici aneddoti.

Ad ogni evento c’era da fare la fantomatica foto davanti al photo call e riguardandomi in quegli scatti non mi piacevo mai” “Allora –racconta ancora l’autrice – ho iniziato ad osservare con circospezione le pose che assumevano gli altri… da quel momento ho iniziato a sperimentare diverse pose e a capire che ci sono davvero tanti modi e tanti trucchetti per apparire al top in foto”.

La psicologa EmanuelaScanu, ideatrice del blog ESimmagine, che da anni si occupa di immagine nelle sue diverse sfaccettature ha invece spiegato cosa c’è dietro un selfie dal punto di vista psicologico e la differenza tra la propria immagine REALE e quella IDEALE.

Il selfie oggi per i giovani è un modo di comunicare e di presentarsi agli altri.

È importante integrare però un buon contenitore e un buon contenuto e far si che la nostra immagine reale non differisca troppo da quella reale.

La sicurezza in sé stessi, dovuta ad una adeguata autostima, competenze e valori sono fondamentali per l’immagine”.

Per Elenia Scarsella, parola d’ordine nella vita, come sui Social, è la spontaneità. Ma chi non si è sentito almeno una volta impacciato o a disagio facendosi un autoscatto?

Questo manuale godibile e dallo stile semplice e confidenziale, disponibile in formato cartaceo ed eBook su Amazon e nelle migliori librerie on line da IBS, Feltrinelli a Mondadori, vuole, senza mai prendersi troppo sul serio, essere un piccolo vademecum per tutti coloro che, come Elenia, vogliono scattarsi il selfie perfetto e apparire al meglio in foto.

In questo agile manuale vengono fornite istruzioni su come orientarsi di fronte alla videocamera, per non commettere banali errori che rischiano di compromettere l’intera foto.

Vengono messi in luce gli ultimi trend e mode lanciate dalle star e messe in evidenza quelle piccole regole di stile, che aiuteranno a rendere più intrigante la propria immagine.

Questo versatile manuale, affrontando il tema dei selfie, naturalmente accenna alle basilari regole della fotografia: dallo studio della luce, al contesto in cui viene inserito il soggetto, il ritratto, le foto in movimento e le foto Curriculum.

Il tutto viene proposto in un linguaggio molto semplice e diretto.

Tenendo conto anche delle piattaforme a cui sono destinate le foto, come ad esempio i Social Network, viene fornito anche qualche elemento di Social Media Marketing che aiuta a gestire al meglio la promozione del “lavoro” fatto sulla valorizzazione della propria immagine, con maggiore cognizione e consapevolezza.

Presenti all’evento la sportiva Karolayne Alexandre Da Rosa, figlia del famoso calciatore Emerson ‘il Puma’, la fashion blogger Mariangela Celli creatrice del blog Teach&Chic, l’artista contemporanea Dominga Pascali, la giornalista internazionale Elena L. Pasquini, i giornalisti Marianna Pilato e Pietro Vultaggio.

Il Caffè Letterario di Euroma2 è un appuntamento quindicinale che si svolge il venerdì pomeriggio, alle ore 18:00 circa, al secondo piano del Centro Commerciale, di fronte alla Libreria Feltrinelli ed è uno spazio moderato da giornalisti e Autori, rivolto al pubblico di visitatori, in cui scoprire le novità editoriali e potersi confrontare su tematiche di attualità e cultura.

Elenia Scarsella è una donna poliedrica, ingegnere per lavoro, ma anche blogger affermata. Vive e lavora a Roma in una nota società di costruzioni.

Nel 2012 ha creato “Blog and the City” (www.blogandthecity.it), che in pochi anni è diventato molto seguito e, ad oggi, conta più di 50.000 followers tra Blog e Social.

Una donna che esprime la sua creatività e che ama descrivere il contesto in cui vive, gli eventi a cui partecipa, definendosi una Lifestyle Blogger, appassionata di Web Marketing e Comunicazione Digitale.

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/roberto-ciufoli-in-the-man-jesus/

“Non solo Selfie” della blogger Elenia Scarsella

“Non solo Selfie”. È rivolto ai giovani e a chi voglia d’imparare nozioni di fotografia.


“Non solo Selfie” il prossimo appuntamento del Caffè Letterario di Euroma2, che vedrà ospite, venerdì 25 settembre alle ore 18:00, la blogger Elenia Scarsella, che ha scritto il suo primo libro sul tema dell’immagine e dell’accettazione di sé stessi.

“Non solo Selfie”. Un prontuario che contiene preziosi consigli e accorgimenti utili per riuscire a restituire sui Social la migliore immagine di noi stessi.  

“Non solo Selfie”. Interverranno alla presentazione la giornalista RAI Antonietta di Vizia e la psicologa Emanuela Scanu, per indagare sui risvolti psicologici che si celano dietro la moda dei selfie, che sta spopolando ormai da diversi anni sul web.

Per Elenia Scarsella, parola d’ordine nella vita, come sui Social, è la spontaneità. Ma chi non si è sentito almeno una volta impacciato o a disagio facendosi un autoscatto?

In questo agile manuale vengono fornite istruzioni su come orientarsi di fronte alla videocamera, per non commettere banali errori che rischiano di compromettere l’intera foto.

Un libro in cui l’Autrice si mette in gioco in prima persona e che si può leggere senza prendersi troppo sul serio, ricco di esempi pratici e photogallery.

Vengono messi in luce gli ultimi trend e mode lanciate dalle star e messe in evidenza quelle piccole regole di stile, che aiuteranno a rendere più intrigante la propria immagine.

Questo versatile manuale, affrontando il tema dei selfie, naturalmente accenna alle basilari regole della fotografia: dallo studio della luce, al contesto in cui viene inserito il soggetto, il ritratto, le foto in movimento e le foto Curriculum.

Il tutto viene proposto in un linguaggio molto semplice e diretto.

Tenendo conto anche delle piattaforme a cui sono destinate le foto, come ad esempio i Social Network.

Viene fornito anche qualche elemento di Social Media Marketing che aiuta a gestire al meglio la promozione del “lavoro” fatto sulla valorizzazione della propria immagine, con maggiore cognizione e consapevolezza.

Il Caffè Letterario di Euroma2 è un appuntamento quindicinale che si svolge il venerdì pomeriggio, alle ore 18:00 circa, al secondo piano del Centro Commerciale, di fronte alla Libreria Feltrinelli

Lo spazio sarà moderato da giornalisti e Autori, rivolto al pubblico di visitatori, in cui scoprire le novità editoriali e potersi confrontare su tematiche di attualità e cultura.

Elenia Scarsella è una donna poliedrica, ingegnere per lavoro, ma anche blogger affermata. Vive e lavora a Roma in una nota società di costruzioni.

Nel 2012 ha creato “Blog and the City” (www.blogandthecity.it), che in pochi anni è diventato molto seguito e, ad oggi, conta più di 50.000 followers tra Blog e Social.

Una donna che esprime la sua creatività e che ama descrivere il contesto in cui vive, gli eventi a cui partecipa, definendosi una Lifestyle Blogger, appassionata di Web Marketing e Comunicazione Digitale.

EUROMA2 Via Cristoforo Colombo, angolo Viale dell’Oceano Pacifico (Roma)
Tel. +39 06 5262161 – www.euroma2.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/un-grande-successo-la-vedizione-il-mito-e-il-sogno/

"Qualcosa cambierà" libro di Enrico Petillo

“Qualcosa cambierà“ libro di Enrico Petillo. Il nuovo libro del Rapper Enrico Petillo in arte Endi


Qualcosa cambierà“, il primo libro scritto dal rapper Enrico Petillo, in arte Endi disponibile in tutte le librerie, edito da Scatole Parlanti.

Qualcosa cambierà“. Tratto da una storia vera, il libro racconta la storia di un giovane ragazzo che scopre di avere un brutto male.

Qualcosa cambierà“. Francesco è un adolescente di Peschiera del Garda, solitario e introverso.

I genitori gestiscono un supermercato vicino al lago.

È qui che il ragazzo conosce Matteo, in arte Meth, diciottenne con la passione per il rap.

Iniziano a scrivere musica in uno scantinato e a sognare il successo con il loro duo i “Pirati del Lago”.

Il loro stile non passa inosservato nella scena locale, ma nonostante gli incoraggiamenti di Daniela, una giovane cassiera che lavora per i genitori di Francesco, i Pirati faticano a fare il salto verso il grande pubblico.

A causa di uno scherzo del destino, Francesco – ormai noto come Freak – si ritrova da solo: il suo talento nello scrivere viene però notato da Encore, ex rapper divenuto produttore.

Arriva il momento, per il ragazzo, di fare i conti con i valori e gli ideali che ha sostenuto fino a quel momento: è disposto o meno a scendere a compromessi per inseguire il proprio sogno?

Catapultato in una nuova realtà, per Francesco si aprono scenari sempre più difficili da gestire, a contatto con un ambiente cinico e multiforme.

Questo romanzo è il mio primo lavoro di fiction. 

È stato scritto in nove mesi, tra il 2018 e il 2019, durante una pausa dalla mia attività lavorativa e musicale. 

È tratto da una storia vera, ma non ha intenti autobiografici.

Ogni riferimento a personaggi , fatti e persone è dunque puramente casuale.

Sin dal suo concepimento ho avuto in mente tre soli obiettivi: quello di creare un’opera di intrattenimento puro, qualcosa che incollasse il lettore alle pagine grazie a un incastro di fatti e personaggi che ho creduto affascinante, al punto da dedicargli nove mesi del mio tempo.

Poi volevo raccontare il dietro le quinte dell’industria della musica che ho vissuto sulla mia pelle, e di cui ancora faccio parte, specie nelle forme più moderne del rap e dell’hip hop. Inoltre, volevo sensibilizzare – senza terrorizzare – i giovani adulti sulla prevenzione del tumore ai testicoli, uno di quelli “fortunati”, che se curato in tempo prevede il recupero completo.

In particolare, volevo sfatare una serie di miti e leggende metropolitane stupide, che non fanno altro che portare sempre meno giovani dal medico.

Ho voluto, insomma, scrivere un romanzo che parlasse di vita, non di morte.

Una storia che parlasse di malattia, senza fare un romanzo sulla malattia. 

BIOGRAFIA

Enrico Petillo, conosciuto con il nome d’arte Endi, è nato a Milano nel 1986.

Artista rap attivo nel circuito indipendente italiano, si è approcciato alla cultura Hip Hop all’età di sedici anni.

Ha pubblicato gli album Il Canto del diavolo, Ci vorrebbe la felicità e Sognando ancora, in cui spiccano i featuring con Amir, Daniele Vit, Diluvio, Rayden e Nerone.

Nel 2019 ha pubblicato il singolo L’Amore è un’illusione in collaborazione con Jessica Morlacchi, ex cantante dei Gazosa.

Qualcosa Cambierà è la sua prima pubblicazione editoriale.

Francesco Fusco

Ufficio stampa

3384980862

www.francescofuscopress.com 

francesco.fusco81@gmail.com

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/ciak-si-suona-2020-morricone-e-bacalov/

Le Dodici Stelle di Shakespeare di Enrico Petronio

Le Dodici Stelle di Shakespeare di Enrico Petronio. E se Shakespeare avesse costruito i suoi personaggi più celebri servendosi dell’astrologia?


Le Dodici Stelle di Shakespeare di Enrico Petronio (Emersioni)

Le Dodici Stelle di Shakespeare. L’epoca di Shakespeare è segnata dalla frattura definitiva fra mondo antico e moderno, un segnale di tormento umano ed esistenziale su cui si riflettono i suoi lavori, spesso condizionati dal contesto sociale, ma ancor più spesso da… “altro”.

La complessità dei sentimenti e delle azioni nei personaggi ritratti dal Bardo, secondo uno studiato allineamento astrologico naturalis che ipotizzava nel Cinquecento proprio uno stretto e intenso rapporto fra universo ed esseri viventi.

Alla base del primo saggio scritto da Enrico Petronio “Le dodici stelle di Shakespeare”, pubblicato da “Emersioni”, marchio di Lit Edizioni, disponibile da ora in libreria.

Le Dodici Stelle di Shakespeare. Costruito come un diario di bordo, esattamente come tutto il senso della ricerca che da anni compie col suo blog “Lo Zio Willy”.

L’autore parte proprio dalla sua autobiografia esplorativa per analizzare le tappe di un processo che vede collimare le dodici tappe connesse ai segni zodiacali, con i caratteri psicologici di alcuni dei personaggi shakespeariani più significativi, secondo l’ordine della Natura sulla ruota del Tempo.

“Da sempre considero William Shakespeare come uno straniero sconosciuto, a cui ho raccontato la vita – afferma Petronio – ma gradualmente è diventato il mio confidente più vicino nel raccontarmi, attraverso le sue opere, un mondo pervaso di uomini e donne con i loro inespugnabili misteri.

Si è sempre detto che il nostro autore si sia occupato di tutta la gamma dell’umanità ed è sempre passato come un genio illuminato, ma nessuno si è mai chiesto come abbia fatto a padroneggiare una così vasta area di psicologie umane.

Studiando quella che era l’astrologia ai suoi tempi, che poi è la stessa trattata da molti astrologi contemporanei, ho ipotizzato che Shakespeare abbia costruito i suoi personaggi più famosi assegnando ad ognuno, prima di descriverli, il segno zodiacale più consono.

Romeo doveva quindi essere dell’Ariete perché, a mio avviso, possiede le specifiche caratteristiche di quel segno, così come Amleto non può che essere dei Pesci, il segno più complesso e tormentato che corrisponde al dodicesimo stadio dell’evoluzione umana, quella che alcuni definiscono dell'”ultraumano”.

Secondo questo concetto, quindi, lo scrittore sarebbe stato un vero e proprio artigiano, concependo per ogni opera una struttura chiara e razionale, assolutamente premeditata e in linea con gli schemi dell’astrologia.”

Dal Sonetto 14 attraverso il mistero di “Tutto è bene”, fino all’analisi approfondita di “Romeo e Giulietta”, il racconto offre spunti per una teoria nuova e rivoluzionaria nella comprensione del pensiero shakespeariano.

Un saggio decisamente originale che vuole essere anche uno specchio riflesso tra l’analisi testuale delle opere del Bardo e le continue ricerche che Petronio compie da anni sull’argomento e che sono sfociate in alcuni casi in vere e proprie conferenze-spettacolo su varie e molteplici tematiche connesse.

TITOLO: LE DODICI STELLE DI SHAKESPEARE

AUTORE: Enrico Petronio
I edizione: luglio 2020
© 2020 Lit Edizioni s.a.s.

ISBN 9788831924634
PAGINE: 216 p.
DORSO: 16 mm.
PREZZO: € 20,50 

ENRICO PETRONIO

Si diploma attore prima nel Regno Unito alla Richmond Drama School, poi alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano con Giorgio Strehler.

Successivamente si diploma in regia con Luca Ronconi per il quale lavora come assistente. È assistente alla regia anche per Cesare Lievi e Laura Pasetti.

Debutta come regista con I due gentiluomini di Verona di Shakespeare al Teatro Vittoriale (Gardone Riviera).

Di Shakespeare dirige ancora Tutto è bene quel che finisce bene e Romeo e Giulietta.

Crea il festival Scene dal parco della luna a Villa Nicolaj (in provincia di Bologna) dove, oltre a testi originali propri, dirige grandi classici (Cechov, Pirandello e Garcia Lorca) e ancora Shakespeare con Nudo, ovvero Sogno di una notte di mezza estate.

Nel 2016 crea Lo zio Willy, portale sul web di cultura shakespeariana pop.

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/il-barbiere-di-siviglia-lopera-al-circo-massimo/

Ciro-FRormisano-al-Covid19-ai-tempi-dell'amore

Ciro Formisano “Il Covid19 ai tempi dell’Amore”. Il nuovo libro del regista scaricabile gratuitamente online

Ciro Formisano “Il Covid19 ai tempi dell’Amore”. Il 14 giugno esce il secondo libro scritto durante la quarantena del regista e scrittore Ciro Formisano, vincitore di 12 Festival, del Globo d’Oro 2018 e candidato ai Nastri D’Argento nel 2018 con il film “L’esodo”.

Si tratta di una storia dolce amara vissuta nel periodo del coronavirus da una coppia di trentenni, costretti ad essere isolati dal mondo e tra loro in casa, dato che uno dei due è risultato positivo al test.

Ciro Formisano “Il Covid19 ai tempi dell’Amore”. Questa è solo la vicenda centrale di Stefano e Camilla.

Dai loro personali racconti scopriremo innumerevoli storie con l’azzardo di un’ipotetica teoria sulla nascita del Covid-19. 

Il rapporto dei due giovani verrà messo in crisi dal motivo per il quale uno dei due ha contratto il virus e nella nuova fase dell’umanità, che sembra scaturita dalla quarantena, la loro unione sembra sempre più essere messa in discussione.

Una riflessione profonda e plausibile sugli errori del genere umano verso l’ambiente e il regno animale a cui spetterebbe di diritto un’esistenza meno atroce.

Ciro Formisano “Il Covid19 ai tempi dell’Amore”. “Il mio scopo è che il romanzo sia fruibile al maggior numero di lettori possibile.

Nella vicenda di Camilla e Stefano, che è anche mio primo racconto di una storia d’amore, si identificheranno tantissime persone poichè troveranno tanti elementi comuni vissuti durante l’isolamento.

La mia intenzione era fare una fotografia molto nitida di questo momento storico che resterà nel tempo uno dei più emblematici del nostro tempo.

Il Libro è per scelta senza una casa editrice in modo da poterlo rendere scaricaricabile gratuitamente online dal sito www.lamoreaitempidelcovid19.it dove sarà anche possibile ordinare una copia stampata per chi preferisce la versione cartacea. 

Inoltre, si potrà effettuare un’offerta libera sul sito stesso ad associazioni di difesa degli animali o alla croce rossa italiana”.

Ciro Formisano nasce a Torre del Greco nel 1976. Dopo il diploma di liceo linguistico frequenta a Bologna il Dams, consegue corsi di regia e ripresa cinematografica; contemporaneamente inizia il suo lavoro di Videomaker presso Telemontecarlo.

Scrive sceneggiature, realizza cortometraggi e documentari selezionati e vincitori di numerosi festival. Dal 2012 inizia a seguire e documentare la protesta degli Esodati.

“Figli dell’Esodo” è il titolo del documentario che racchiude testimonianze di Esodati durante le proteste a Roma.

L’Esodo è il suo primo romanzo da cui verrà tratta la sceneggiatura dell’omonimo film, interpretato da Daniela Poggi.

Francesco Fusco

Ufficio stampa

3384980862

www.francescofuscopress.com 

francesco.fusco81@gmail.com

Leggi anche:

https://www.unfotografoinprimafila.it/eventi/roma-ioviaggioincitta-la-storia-prende-vita/

Bar 2 papà

“Bar Papà 2” nuovo libro di Patrizio Cossa. Altre storie maschie sempre corrette al latte

Il nuovo libro di Patrizio Cossa Ultra Edizioni, presentazione del libro (rigorosamente on line) 20 marzo ore 20.00. Pagina facebook Bar Papà www.facebook.com/barpapalive/

È stato pubblicato lo scorso 12 marzo il nuovo libro di Patrizio Cossa: Bar Papà 2 – Altre Storie Maschie Sempre Corrette al Latte, Ultra Edizioni.

Dopo il successo di Bar Papà – storie maschie corrette al latte, il 20 marzo verrà presentato in streaming il secondo volume della raccolta di storie di padri più belle di sempre.

Bar PapàIn un momento in cui è vietato uscire di casa l’unico modo per raccontare le storie dei papà raccolte da Patrizio Cossa è on line.

Alle ore 20.00 sulla pagina facebook Bar Papà (https://www.facebook.com/barpapalive/) interverranno Diletta Parlangeli moderatrice dell’incontro, Pietro Sparacino stand up comedian, Marco Fagnani, Beppe Lamberto, entrambi Papà Blogger e tanti altri protagonisti delle storie raccontate, e non.

Il nuovo libro raccoglie venti storie di venti padri diversi, famosi e non, che affrontano ogni giorno la paternità con tutte le sue difficoltà, con le sue paure e le sue gioie.

Tra i papà intervistati: Michele La Ginestra, Fortunato Cerlino e Stefano Fresi.

Tantissime le emozioni che ne emergono.

Dalla storia del papà che ha deciso di adottare un bambino; a quella del papà che ha scoperto di essere gay dopo la nascita del secondo figlio; quelle di un ragazzo diventato padre a 21 anni, età giovanissima in questo momento storico; fino ad arrivare alla storia del papà separato.

E la diretta facebook verterà anche su questo argomento.

Molti sono i papà che, ai tempi del coronavirus, non riescono a vedere i propri figli da giorni e non si sa ancora per quanto.

Ascolteremo anche la loro storia e cosa sognano di fare non appena li riabbracceranno.

Perché questo non è un bar qualunque.

È un bar dove i papà possono stare senza fretta.

È un bar dove i papà cambiano i figli senza problemi.

È un bar dove non siamo mammi ma semplicemente papà.

È passato un anno dall’apertura di Bar Papà e tante cose sono cambiate.

Non c’è più il tavolo degli scacchi, non c’è lo specchio grande, non c’è Mario col suo cavallo.

Ma ora c’è il tavolo da biliardino per il campionato padri-figli, c’è la cabina telefonica funzionante e ben due fasciatoi nel bagno degli uomini.

E poi ci sono le storie.

Attori, cantanti, scrittori, viaggiatori, sognatori, esploratori, sedentari…

Una volta è passata anche la morte con il figlio.

Qui ci sono storie di padri, storie di vita, storie di bar.

Benvenuti al Bar Papà

Bar Papà non è solo un libro.

Bar Papà è molto di più. É un luogo di aggregazione, virtuale e non, dove i papà possono raccontarsi, dove possono ascoltare le storie degli altri e scambiarsi opinioni e paure, gioie e preoccupazioni.

Senza nessun tipo di pregiudizio, senza la paura di sentirsi inadeguati, cercando di creare un clima di condivisione e di tranquillità che aiuta a crescere. Tutti insieme.

Bar Papà 2 / Altre Storie Maschie Sempre Corrette al Latte

di Patrizio Cossa

Ultra Edizioni

Pagine 140

€14.00 – on line 11.90

Presentazione

20 marzo h 20.00

on line sulla pagina Bar Papà

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/noinonsiamocontagiosi-miao-bau-bau/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/micol-arpa-rock-coffee-rock-concert

Bar 2 papà

Elena Bonelli

Enrico Vanzina presenta il libro di Elena Bonelli “Dallo stornello al Rap” alla Red Feltrinelli

L’artista romana Elena Bonelli, Voce di Roma, continua la sua mission: quella di raccontare e riportare in auge il grande patrimonio della canzone romana.

Dopo i successi ottenuti dalle sue tournèes nel mondo con concerti di canzoni romane e dalla stagione teatrale che l’ha vista attrice nei ruoli di Anna Magnani e Gabriella Ferri.

Elena Bonelli prosegue il lancio della sua prima esperienza editoriale con il libro “Dallo Stornello al Rap”.

Il saggio narra la storia della musica di Roma e del Lazio, dall’antica tradizione degli stornelli fino alla nascita della vera canzone romana e alla sua evoluzione arrivando ai giorni nostri ed al rap, facendoci scoprire che lo stornello di ieri non è nient’altro che il rap di oggi, analizzandone ogni connessione.

L’uscita di questo libro, edito da Arcana del gruppo LIT EDIZIONI, è stata accompagnata da un intenso calendario di eventi/presentazioni nelle quali l’artista ha incontrato il pubblico tenendo la sua Lectio Magistralis, dal titolo omonimo sugli argomenti trattati nel volume.

Grande riscontro delle folle entusiaste per l’operazione che ha toccato le principali città del Lazio da Cerveteri a Bracciano fino a Ladispoli, Ostia ed altre oltre alle Università di Roma e del mondo, dalla Luiss Tor Vergata, fino in FloridaGeorgiaAngolaCina e Giappone e che per la terza volta sarà presentato a Roma.

Ero sicura che questi incontri avrebbero interessato molto il pubblico che è affascinato dalla storia della canzone romana. I più giovani e i meno giovani rendono ogni appuntamento un bel successo” afferma la Bonelli.

Il prossimo appuntamento per questo tour di presentazione è quindi il 20 febbraio alle ore 18:30 presso La Feltrinelli RED di Via Tomacelli 23 a Roma dove sarà accompagnata dalla presentazione di Enrico Vanzina, grande conoscitore della romanità.

Sarà l’occasione per ascoltare in un’ora, come in un viaggio attraverso i secoli, la storia della canzone romana e dello stornello ed il perché quest’ultimo non è altro che il progenitore del rap di oggi.

Un meraviglioso quanto particolare evento che sorprenderà i più giovani e che interesserà i meno giovani, aprendo agli uni e agli altri diverse chiavi di lettura sulla canzone romana e sulla comprensione dei due generi musicali.

Alla conclusione dell’appuntamento Elena Bonelli sarà lieta di firmare le copie del libro e salutare il pubblico.

Ogni informazione, notizia e tutte le date della presentazione del libro sul sito www.elenabonelli.com e sui canali Instagram e Facebook dell’artista romana.

Francesco Fusco

Ufficio stampa

3384980862

www.francescofuscopress.com 

francesco.fusco81@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/san-valentino-rose-rosse-e-messaggi-dei-poeti-ti-amo/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/abarico-teatro-sweet-home

Elena Bonelli 007 Elena Bonelli 002 Elena Bonelli 003

SFE Fuso LAlfabetoDellaMateria PIATTO 2

Lunedì 3 febbraio 2020 – ore 18.30 al Piccolo Eliseo, Viaggio nel mondo degli elementi chimici di Silvano Fuso

Piccolo Eliseo. Confermando un’antica intuizione, la scienza ha dimostrato che tutto ciò che esiste deriva dalle possibili combinazioni di un numero limitato di sostanze semplici: gli elementi chimici.

Gli elementi chimici sono il costituente di tutto.

Quelli conosciuti sono poco più di cento (118 per l’esattezza, di cui 92 si trovano in natura) e dalle loro combinazioni derivano tutti i possibili composti che, a loro volta, formano qualsiasi cosa sia fatta di materia.

Quindi io, lei, il mio libro, il computer con cui sto scrivendo, la Luna, il Sole, i pianeti e qualsiasi altra cosa ci venga in mente è fatta di elementi. Piccolo Eliseo.

Se facciamo riferimento, ad esempio, al corpo umano, è stato stimato che esso è costituito dal 65%, in massa, di ossigeno, dal 18% di carbonio, dal 10% di idrogeno, dal 3% di azoto, dall’1,5% di calcio, dall’1% di fosforo, dallo 0,35% di potassio, dallo 0,25% di zolfo, dallo 0,15% di sodio, dallo 0,05% di magnesio,

più tracce di rame, zinco, selenio, molibdeno, fluoro, cloro, iodio, manganese, cobalto, ferro, litio, stronzio, alluminio, silicio, piombo, vanadio, arsenico, bromo e persino di cobalto, mercurio, arsenico, uranio e altri.

Piccola Eliseo. L’idea che tutto ciò che esiste sia formato dalla combinazione di poche sostanze semplici è molto antica.

Nell’anno che l’unesco ha dedicato alla tavola periodica degli elementi, ideata centocinquant’anni fa da Dmitrij Mendeleev, il volume, tra curiosità storiche e scientifiche, personaggi straordinari, idee geniali e riferimenti alla vita quotidiana, racconta come sia nata e si sia evoluta l’idea di elemento dall’antichità a oggi.

Dalle quattro “radici” di Empedocle e dall’atomo di Democrito, passando per il moderno concetto di elemento di Lavoisier, fino a quelli di antimateria e di materia oscura, senza trascurare Primo Levi e il suo “sistema periodico”, si scoprirà che gli elementi costituiscono proprio tutto, compresi noi umani e il libro che avete tra le mani.

Silvano Fuso è chimico e divulgatore. Per Carocci editore ha pubblicato Chimica quotidiana (6a rist. 2018; vincitore del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2014, per la sezione Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali),

La falsa scienza (2a ed. 2017), Naturale=buono? (2a rist. 2016; vincitore del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 2016, per la sezione Scienze della Vita e della Salute), Strafalcioni da Nobel (2018).

È stato intitolato a suo nome l’asteroide 2006 TF7, in orbita tra Marte e Giove.

PICCOLO ELISEO

Via Nazionale 183 – 00184 Roma

Lunedì 3 febbraio 2020 ore 18.30

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Prenotazioni sulla piattaforma Eventbrite:

https://eliseo-cultura-alfabeto-della-materia.eventbrite.it

UFFICIO STAMPA TEATRO ELISEO

Maria Letizia Maffei

335.6467974 ml.maffei@teatroeliseo.com

Antonella Mucciaccio

347 4862164 a.mucciaccio@teatroeliseo.com

Leggi Anche:

https://unfotografoinprimafila.it/havana-kyrie-di-paolo-consorti/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-le-sedie-la-paura

SFE Fuso LAlfabetoDellaMateria PIATTO 2