Angelo Branduarti a “Vivi il Castello”.
73 / 100

 

Angelo Branduardi a “Vivi il Castello”. In Camminando Camminando in due Tour estate 2022 martedì 16 agosto 2022 ore 21,00

 

Angelo Branduardi con il suo tour ” Camminando Camminando in due”, martedi 16 agosto, al Castello di Santa Severa, per la rassegna “Vivi il Castello”.

Angelo Branduardi a “Vivi il Castello”. Evento organizzato da Regione Lazio e ATCL, circuito multidisciplinare dello spettacolo dal vivo del Lazio, in collaborazione con Vincenzo Berti e Gianluca Bonanno per Ventidieci.

Dopo il grande successo editoriale della autobiografia “Confessioni di un malandrino” pubblicata da La Nave di Teseo lo scorso 28 aprile e ancora in vetta alle classifiche Amazon nelle sezioni “musica” e “biografie” Angelo Branduardi torna a suonare dal vivo.

E ritorna con una formula particolare, in duo con Fabio Valdemarin.

L’esperienza di un duo Angelo l’aveva sperimentata anni fa con l’amico, anche suo chitarrista e produttore per tanti anni Maurizio Fabrizio, almeno fino al 2018.

Angelo Branduardi a “Vivi il Castello”. L’idea del duo viene quindi ripresa e ampliata dal momento che con Maurizio il concerto era essenzialmente basato sul duo chitarristico.

Angelo Branduarti a “Vivi il Castello”.

Angelo Branduardi a “Vivi il Castello”.

Con Fabio Valdemarin, pianista di formazione classica e polistrumentista con tendenza alle divagazioni pop e jazz già collaboratore di Vanoni, Mannoia, Lavezzi e ancora firma di musiche da scena per Arturo Brachetti e Vanni de Luca, il concerto sarà sicuramente più complesso.

Angelo Branduarti a “Vivi il Castello”. Non solo il violino e le chitarre di Angelo, ma anche il pianoforte, l’organo, le tastiere, la tromba di Fabio.

Il concerto sarà comunque acustico, alla ricerca delle emozioni più profonde e delle immediate comunicazioni tra musicisti e pubblico.

Insieme eseguiranno brani famosi e meno conosciuti, anche tratti dagli album che compongono la collana “Futuro Antico” con al quale Angelo ha ripreso suoni dimenticati dei secoli passati, senza dimenticare “i classici” (come dice Angelo agli spettatori quando è in concerto “Niente vi sarà risparmiato”).

Con l’arrivo della nuova stagione, camminando, camminando, riprendo il mio viaggio in musica: Angelo Branduardi a “Vivi il Castello”.

Un viaggio che ormai non si ferma più, ma prosegue “ad libitum” cercando nuove soluzioni, tappa dopo tappa, accanto a me Fabio Valdemarin.

Fabio è un “musicista in fuga” pendolare tra l’Italia e l’America, pianista di formazione classica con tendenza alle divagazioni pop e jazz, vanta collaborazioni con artisti pop del calibro di Vanoni, Mannoia, Lavezzi e Neffa ed è autore di musiche da film e musiche di scena per personaggi dello spettacolo di particolare talento e fama, quali sono il trasformista Arturo Brachetti ed il mentalista Vanni De Luca.

La presenza di Fabio, che è un polistrumentista, compositore ed arrangiatore, è per me molto stimolante e la collaborazione con lui mi incuriosisce molto.

La mia intenzione è quella di reinventare i brani che eseguiremo in concerto, smontandoli alla ricerca del nucleo essenziale e rimontandoli con nuove soluzioni. Angelo Branduardi a “Vivi il Castello”

Il concerto con Fabio è sicuramente molto complesso potendo contare sul pianoforte, organo, tastiere e tromba di Fabio oltre che, naturalmente sulle mie chitarre e sul mio violino.

Resto però fedele alla mia idea del “meno c’è, più c’è” presentando un concerto acustico, alla ricerca delle emozioni più profonde e della immediata comunicazione tra musicista e pubblico.

Eseguiremo brani famosi e brani meno conosciuti, ma non mancheranno i miei “classici” e sono sicuro che chi ha già goduto del duo negli anni passati, ritroverà lo stesso spirito con nuove soluzioni e spero che chi affronterà per la prima volta questa esperienza, ne possa uscire arricchito, portando con sé qualcosa di me e della mia musica.

(Angelo Branduardi).

Biglietti in vendita su Ticketone.it

Ufficio Stampa Ventidieci

Maurizio Quattrini 338/8485333 – maurizioquattrini@yahoo.it 

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/paolo-ruffini-updown-al-brancaccio/

https://www.unfotografoinprimafila.it/zoomarine-duelli-draghi-volanti-passaggi-segreti/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.