La Rottamazione di un italiano perbene ph Gilda Valenza IMG 8808

Sala Umberto con Carlo Buccirosso, con La rottamazione di un italiano per bene dal 26 dicembre al 19 gennaio


Sala Umberto con Carlo Buccirosso. Alberto Pisapìa, ristoratore di professione, gestisce un ristorante di periferia ormai sull’orlo del fallimento!

Sala Umberto con Carlo Buccirosso. Sposato con Valeria Vitiello, donna sanguigna dal carattere combattivo, è padre di due figli Anna e Matteo, la prima anarchica e irascibile, l’altro riflessivo e pacato.

Alberto vive ormai, da quasi quattro anni, una situazione di grande disagio psichico che negli ultimi tempi ha assunto la conformazione di un vero e proprio esaurimento nervoso!

Carlo Buccirosso ph Azzurra Primavera 940A8669 copia

Difatti, un po’ a causa della crisi economica del paese e della propria attività di ristorazione di riflesso, e anche a seguito di una serie di investimenti avventati consigliati dal fratello Ernesto, suo avvocato e socio in affari,

Alberto si è ritrovato a dover combattere una personale disperata battaglia contro gli attacchi spietati dell’Equitalia che, con inesorabile precisione lo colpisce quasi quotidianamente nella quiete della propria abitazione, ormai ipotecata da tempo, con cartelle esattoriali di tutti i tipi, di tutti generi, di svariate forme e

consistenza!… E ben poco sembra poter fare l’amore quotidiano di sua moglie Valeria e dei suoi due figli, tesi a recuperare la lucidità di Alberto attraverso l’illusoria rappresentazione di una realtà ben diversa da quella che logora ormai da tempo la serenità dell’intera famiglia Pisapia!…

Ed un altro grosso problema contribuirà a peggiorare ancor di più la malattia di Alberto, un cancro indistruttibile che neppure la medicina più all’avanguardia sarebbe stata in grado di debellare: la malvagità di sua suocera Clementina, spietato ed integerrimo funzionario della agenzia delle Entrate!

Soltanto un miracolo avrebbe potuto salvare l’anima di Alberto, posseduto irrimediabilmente da orribili pensieri di morte... farla finita con la propria vita, o con quella di sua suocera?!?

Un incubo dal quale potersi liberare solo grazie all’amore della moglie Valeria, e dei figli Anna e Matteo, che si prodigheranno per salvare la vita di un onesto contribuente di questa Iniquitalia!

SALA UMBERTO

Via della Mercede, 50 Roma

www.salaumberto.com tel.06.6794753 prenotazioni@salaumberto.com

Dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17 e ore 21, domenica ore 17,

martedì 31 dicembre SPECIALE CAPODANNO

lunedì 6 e mercoledì 15 gennaio ore 17

Prezzi da 25 a 38 euro

Ufficio stampa Silvia Signorelli

Silvia Signorelli silvia.signorelli@comunicazioneeservizi.com  Mob. +39 338 9918303

Monica Menna e Alessandra Teutonico ufficiostampasignorelli@gmail.com 

Facebook: SiSicommunication – Twitter: @silviasignore

Sito www.comunicazioneeservizi.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-lindifferenza/

https://unfotografoinprimafila.it/spazio-rossellini-a-christmas-carol/

INDIFFERENZA @DeglIncerti Tocci

Dopo il successo delle date milanesi arriva al Teatro Argot Studio di Roma dal 19 al 21 dicembre, “L’Indifferenza”

Thriller che indaga le conseguenze delle nostre azioni, prodotto da Centro Teatrale MaMiMò e Teatro i. Scritto e diretto da Pablo Solari, lo spettacolo vede in scena Luca Mammoli, Woody Neri e Valeria Perdonò alle prese con un passato da affrontare, in una lotta metaforica tra il progresso della civiltà occidentale e la sua natura bestiale e sanguinaria.

Che si tratti di fare una carezza a un neonato, di dare un bacio a una sconosciuta o di schiacciare il pulsante che sgancerà la bomba su Hiroshima, è impossibile fuggire alle conseguenze delle nostre azioni.

Si può provare a far finta di niente, a rimanere indifferenti, cercando di nascondere anche le peggiori colpe così bene da quasi dimenticarsene, inevitabilmente però, queste riemergeranno, presto o tardi, costringendoci ad affrontarle.

Lindifferenza© Laila PozzoIn una mattinata come tante, un ospite inatteso costringerà Franco a fare i conti con il proprio passato, con la persona che era e che pensava di essere riuscito a dimenticare.

L’indifferenza è un thriller che costringe lo spettatore a prendere costantemente posizione su cosa sia vero e cosa sia falso, su cosa sia bene e cosa sia male.

L’indifferenza è una parabola sul valore della memoria e sull’esistenza del male.

L’azione si svolge in uno spazio tempo allucinato, che sfida il realismo; prima una casa, poi un museo, un mondo interiore in cui verità e finzione si confondono.

I personaggi, tra vendette e ossessioni, si denudano delle proprie bugie, rimanendo da soli con la propria natura, imperfetta e pericolosa.

Nonostante la cornice contemporanea, L’indifferenza sembra essere ambientato al tempo dell’Antico Testamento, sotto lo sguardo di un Dio vendicativo e miracoloso, in grado di rendere gli uomini belve, e la sterilità fertilità.

Ma davvero il nostro mondo è così lontano da quello delle sacre scritture? Da quell’umanità così timorosa e sperduta? Pablo Solari

Un thriller metafisico ottimamente scritto, dal chiaro segno autoriale, intelligente nella misura con cui gestisce personaggi e spazio scenico.

Diego Vincenti, Hystrio

Uno spettacolo che tiene sulla corda dall’inizio alla fine, una sorta di giallo che indaga nelle nostre zone oscure. Ottimi gli attori: Luca Mammoli, Woody Neri, Valeria Perdonò.” Livia Grossi, Sette

Il Centro Teatrale MaMiMò è un polo culturale nato nel 2005 che gestisce il Teatro Piccolo Orologio di Reggio Emilia e al cui interno sono attive una Compagnia, che produce spettacoli di prosa, teatro ragazzi ed eventi culturali, e una Scuola di Teatro.

La forma artistica è quella di un teatro colto e popolare insieme, atto collettivo di un gruppo riunito da una visione comune.

Il Centro Teatrale MaMiMò è sostenuto dal 2012 dalla Regione Emilia Romagna come Organismo di produzione di spettacolo, ed è riconosciuto dal MiBAC come Impresa di produzione teatrale di Innovazione nell’ambito della Sperimentazione.

Lindifferenza© Laila Pozzo

Teatro Argot Studio

Via Natale Del Grande, 27| 00153 Roma

Tel. 06/5898111

facebook.com/argotstudio

instagram.com/teatroargotstudio

Orario spettacoli

dal martedì al sabato ore 20.30

domenica ore 17.30

 Biglietti

15€ intero, 10€ ridotto, 8€ studenti

Info e prenotazioni

info@teatroargotstudio.com

www.teatroargotstudio.com

Comunicazione Theatron 2.0

stampa.theatron@gmail.com / tel. 331 2344833

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/room26-natale-da-ballare-con-tommy-vee

https://unfotografoinprimafila.it/spazio-rossellini-a-christmas-carol/

Museo del Saxofono

Concerti al Museo del Sax “Saxochristmas”. Swing e classici natalizi al Museo del Saxofono


Concerti al Museo del Sax “Saxochristmas” . Prima del concerto gli ospiti potranno godere di un buffet di intrattenimento offerto dal Museo del Saxofono

Concerti al Museo del Sax “Saxochristmas” . Biglietto concerto: €10,00 –  Buffet d’intrattenimento: €5,00

Prevendita su https://www.liveticket.it/museodelsaxofono

Sabato 21 dicembre, nelle sale del Museo del Saxofono, avrà luogo il più atteso dei concerti per omaggiare lo strumento Re del Museo, il saxofono, nelle sue più svariate metamorfosi…

Si tratta dell’evento clou della prima stagione di concerti organizzati per celebrare questa location unica al mondo, che vedrà protagonista il direttore del Museo e più grande collezionista di sax al mondo

Attilio Berni, insieme al Coro ConCorde diretto dall’artista norvegese Nina Pedersen:

un fascinoso connubio tra voci ed ance attraverso i classici del jazz classico e gli standard natalizi più famosi in un percorso ricco di musiche, storie ed incredibili saxofoni per raccontare la storia dello strumento divenuto l’icona multiforme del Novecento.

Berni si cimenterà con alcuni dei più rari ed inusuali strumenti della Collezione del Museo:

dal piccolissimo sax soprillo di soli 30cm al gigantesco contrabasso Orsi di oltre 2mt., dal Grafton Plastic di Charlie Parker al mitico Conn O-Sax, dal tarogato basso al sax tenore con due campane, dai saxofoni a coulisse agli strumenti dell’inventore dello strumento Monsieur Adolphe Sax….

Cittadini, musicisti ed appassionati potranno così visitare il Museo straordinariamente aperto anche di sera.

Un’iniziativa tesa a promuovere ed avvicinare giovani, appassionati e cittadini alla musica dal vivo, con particolare riguardo verso il saxofono e gli strumenti a fiato.

ATTILIO BERNI Saxofonista, clarinettista, storico e collezionista. Diplomato in clarinetto è stato allievo di Claudio Fasoli e di Vincenzo Mariozzi.

È membro onorario dell’Association des Collectionneurs d’Instruments à Vent di Parigi e testimonial delle fabbriche EPPELSHEIM (Germania), J’ELLE STAINER (Brasile), LABJAZZ (Svizzera) e HSM-MASTERPIECES (Inghilterra).

Il Museo del Saxofono gode del Patrocinio di Comune di Fiumicino ed Ambasciata del Belgio ed è sponsorizzato da Selmer Paris (Francia), Borgani (Italia), Eppelsheim (Germania), BCC Roma, International Woodwind (Usa), J’Elle Stainer (Brasile).

Suoi partner sono le Farmacie Comunali Fiumicino, ProLoco Fregene-Maccarese, Complesso L’Oasi e Anipo (Francia).

Museo del Saxofono

via dei Molini snc (angolo via Reggiani)

00054 – Maccarese, Fiumicino (RM)

Sito web ufficiale:

Infoline:

39 06 61697862 – info@museodelsaxofono.com

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/al-teatro-costanzi-il-lago-dei-cigni

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-delopera-di-roma-les-vepres-siciliennes/

Museo del
Bioparco di Roma 3

Bioparco di Roma da S. Stefano all’Epifania. Dal giorno di Santo Stefano all’Epifania saranno organizzate alcune giornate speciali.


Bioparco di Roma da S. Stefano all’Epifania. Il programma del 26 dicembre prevede attività per tutta la famiglia al Bioparco di Roma

Bioparco di Roma da S. Stefano all’Epifania. La visita guidata tematica ‘Animali sotto zero, un Natale alla scoperta delle specie che sopravvivono al freddo per scoprire, in compagnia di un esperto naturalista, gli adattamenti delle specie animali che vivono in habitat estremi, dove la temperatura scende di molti gradi sotto lo zero.

Durante il percorso si farà visita a: civette delle nevi, leopardi iraniani, foche grigie, tigri, orsi bruni, cammelli della Battriana: si scopriranno i vantaggi dell’ibernazione o di orecchie piccole e zampe corte, come l’importanza di possedere molto grasso.

Al Rettilario, dalle 11.00 alle 12.00 i keeper saranno a disposizione dei visitatori per spiegare le numerose e variegate forme di alimentazione dei rettili e anfibi ospiti al Bioparco.

Si potrà inoltre assistere al pasto di iguane, testuggini e altri animali.

Dalle 14.00 alle 15.00 i guardiani organizzeranno un incontro ravvicinato e senza barriere con alcuni serpenti, anfibi, sauri e testuggini per raccontare in presa diretta le particolarità di questi affascinanti animali.

Alle ore 11.15 presso l’area dei lemuri catta i bambini potranno partecipare all’attività ‘piccoli keeper crescono’, per aiutare i guardiani a preparare un pasto speciale e gli ‘arricchimenti ambientali’ per queste scimmie.

Alle 12.00 i bambini potranno dara da mangiare all’elefante Sofia, in compagnia del personale zoologico che svelerà tutti i segreti dei pachidermi.

Per tutto il giorno inoltre si terranno gli appuntamenti con gli Tu x Tu a tema ‘Animali e pregiudizi’, per vivere l’emozione del contatto con blatte soffianti, furetti, rospi, insetti stecco e altri animali di cui spesso si ha paura o che suscitano ribrezzo, ma importantissimi per l’equilibrio dell’ambiente naturale.

Dal 27 al 29 dicembre, il I, 4 e 5 gennaio si potrà prendere parte agli ‘A Tu x Tu con la natura’ e alle 12 dare da mangiare all’elefante Sofia.

Le attività del 6 gennaio 2020: a mezzogiorno e alle 14.30 in Sala elefanti sarà messo in scena uno spettacolo con protagonista una giovane apprendista maga alle prese con la preparazione della calza perfetta per l’arrivo della Befana, insieme al suo fido assistente, tra gag, magie e giocoleria.

Alle ore 11.15 presso l’area dei lemuri catta i bambini potranno divertirsi insieme ai guardiani a preparare una calza speciale per i lemuri.

Inoltre, a partire dalle 11.00 si potrà partecipare all’attività ‘A TuxTu con la natura’ e alle 12.00 ‘dai da mangiare a Sofia’.

Le attività di tutte le giornate sono comprese nel prezzo del biglietto.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

ORARIO             9.30 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.00)

TARIFFE            ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line sul sito web del bioparco.it: https://ecommerce.bioparco.it/it/shop/biglietti

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

CREDIT FOTOGRAFICO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

Serena Del Giudice

Ufficio stampa

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-delopera-di-roma-les-vepres-siciliennes/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/al-teatro-costanzi-il-lago-dei-cigni

mail 4

Al Teatro dell’Opera di Roma penultima recita de Les vêpres siciliennes di Verdi spettacolo inaugurale della stagione 2019-20


Teatro dell’Opera. Sul podio il direttore musicale Daniele Gatti alla regia Valentina Carrasco

Ci sono ancora due sole occasioni per assistere, al Teatro dell’Opera di Roma, a Les vêpres siciliennes con cui si è aperta la stagione lirica 2019-2020. L’opera di Giuseppe Verdi sarà infatti in scena domani, venerdì 19 alle ore 19 e per l’ultima volta domenica 22 alle 16,30.

Questo nuovo allestimento del Teatro è stato accolto con favore unanime dalla critica e dagli spettatori: tutti hanno in primo luogo lodato la riproposta di questo non frequente lavoro, che mancava nel nostro teatro dal gennaio 1997, quando fu per la prima volta eseguito al Costanzi nella lingua originale, come accade anche in questa occasione.

Direttore de Les vêpres siciliennes è Daniele Gatti che ha inaugurato così la stagione lirica e anche il suo nuovo ruolo di direttore musicale della Fondazione capitolina.

La regia del nuovo allestimento de Les vêpres siciliennes è affidata a Valentina Carrasco, la scenografia è opera del francese Richard Peduzzi, che debutta in questa occasione a Roma, dove ha in passato diretto l’Accademia di Francia fra il 2002 e il 2008.

Le luci sono curate da Peter van Praet e i costumi da Luis F. Carvalho.

Le coreografie del balletto “Le quattro stagioni”, parte integrante del terzo atto di questo grand-opéra, sono di Valentina Carrasco e Massimiliano Volpini.

Tra i principali interpreti delle ultime due recite ci sono Roberto Frontali nel ruolo di Guy de Montfort, Roberta Mantegna in quello di Hélène.

Henri sarà cantato da John Osborn, Jean Procida da Michele Pertusi. Ancora nel cast Dario Russo (Le sire de Béthune), Francesco Pittari (Daniéli), Saverio Fiore (Thibault) e Alessio Verna (Robert).

Dalla seconda edizione del progetto “Fabbrica” vengono Andrii Ganchuk, che interpreta Le comte de Vaudemont, e Irida Dragoti, Ninetta.

Il Coro del Teatro dell’Opera di Roma è diretto dal maestro Roberto Gabbiani. In scena anche il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato.

Con la partecipazione degli allievi della Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma diretta da Laura Comi.

La successiva e ultima replica avrà luogo domenica 22  alle ore 16.30.

Per informazioni: operaroma.it

TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

Renato Bossa

Ufficio Stampa – Responsabile Opere e Concerti

Cell. + 39 366 6973749

renato.bossa@operaroma.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/auditorium-concerto-di-capodanno

https://unfotografoinprimafila.it/fantastiche-visioni-di-federico-fellini/

bozzetti di fellini

In mostra al complesso monumentale Sant’Agnese-Vitorchiano (VT) I Bozzetti delle Fantastiche Visioni di Federico Fellini

Federico Fellini in mostra a Vitorchiano, nel borgo, grazie all’artista e gallerista Alessandro Scannella, per un Natale all’insegna dell’arte e della magia del cinema nella Tuscia.

Dopo il grande successo della mostra “Fantastiche Visioni” 41 inediti bozzetti realizzati da Federico Fellini in mostra lo scorso anno alla Galleria  Ars Perpetua in  Via dei Coronari a Roma.

La mostra visitata da migliaia di appassionati d’arte e di cinema, torna a pochi chilometri dalla capitale per un appuntamento con l’arte del grande maestro Fellini a Vitorchiano, dall’8 dicembre al 6 gennaio 2020 nel complesso di Sant’Agnese.

locandina felliniUna rara occasione per ammirare le 41 opere e per conoscere i dettagli e gli aneddoti di film straordinari del cinema italiano.

I disegni custoditi da Rino Carboni, truccatore storico di Fellini, sono oggi patrimonio collettivo grazie al figlio Adriano Carboni che ha ereditato dal padre questo straordinario lascito culturale.

Ci racconta qualcosa di questa mostra il curatore, artista di straordinario talento anche lui, Alessandro Scannella:

Per tanti anni lei ha curato un importante spazio culturale come Ars Perpetua Gallery in via dei Coronari, oggi a Vitorchiano perché?

“Ad un certo punto della mia carriera ho sentito l’esigenza di lasciare il cuore di Roma per cercare un luogo più adatto alle mie esigenze di pittore, un luogo che potesse ispirarmi e a Vitorchiano, nel borgo sospeso, l’ho trovato.

E’ qui che oggi mi occupo della mia nuova galleria d’arte, un nuovo tempio dedicato alla creazione, un vero atelier”.

Scannella perché le Fantastiche Visioni di Fellini a Vitorchiano?

“Le fantastiche visioni di Federico Fellini, sono state un colpo di fortuna, un tesoro nascosto che per puro caso è venuto alla luce.

Il mio amico Adriano Carboni, in un trasloco trovò una cartella appartenente al padre, Rino Carboni, storico truccatore di Fellini, contenenti circa 60 di bozzetti conservati e per la maggior parte inediti.

Parte di questi oggi si possono ammirare appunto a Vitorchiano, complesso Sant’Agnese, per condividere questo lascito culturale con questo incantevole borgo e tutti i visitatori che li verranno ad ammirare”.

Una importante operazione culturale nella Tuscia grazie allo spirito di iniziativa di un sindaco molto attento i bozzetti di fellinialla cultura come Ruggero Grassotti.

Grassotti ha subito sposato l’iniziativa e che l’ha prontamente collocata in un periodo di grande visibilità come il Natale per regalare ai visitatori ma anche ai cittadini del borgo qualcosa di assolutamente unico ed originale.

Sindaco Grassotti, Fellini a Vitorchiano che cosa aggiunge al Natale 2019?

“Vitorchiano con questa mostra di opere del maestro Federico Fellini rinnova e consolida il suo rapporto con il mondo del cinema.

Il borgo, infatti, è stato set cinematografico di numerosi film tra cui possiamo ricordare il cult “L’armata Brancaleone” diretto da Mario Monicelli.

La Tuscia e stata molto amata da Fellini, la ritroviamo infatti in molti suoi film come, I vitelloni, Luci del varietà, Il bidone, La strada, La dolce vita.

federico fellini bozzetti

Un grande piacere e un onore per noi ospitare questa mostra e vogliamo considerare questo evento, un omaggio del nostro territorio al grande maestro del cinema italiano.

Un sentito ringraziamento al curatore della mostra Alessandro Scannella e al proprietario delle opere Adriano Carboni per la straordinaria disponibilità che abbiamo accolto con grande piacere”.

L’esposizione rientra nel programma di eventi natalizi “Friendly Village” del Comune di Vitorchiano.

Romaoggi.eu – Tel 339/4975897

Per accrediti stampa: redazione@romaoggi.eu

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/piccolo-teatro-dellarte-facce-da-bronzi?fbclid=IwAR3w689J3TzALfysKg3uShd3MoMjCH5H7mZGS5aaAV_jzpnQwJIuQ4SrrbY

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-marcello-il-concerto-del-pianista-puwel-zheng/

puwei zheng 2 leggera

Notti romane al Teatro Marcello Sala Baldini con un concerto di Santo Stefano del pianista PuWel Zheng

Si terrà presso Teatro Marcello Sala Baldini il prossimo 26 dicembre il tradizionale Concerto di Santo Stefano con esecutore Puwei Zheng al pianoforte, per il Festival musicale delle Nazioni, organizzato dai “Concerti del Tempietto”.

Teatro Marcello concerto di PuWel Zheng. Puwei Zheng suonerà musiche di Schubert, Liszt, Debussy, Skrjabin e la sonata in Mib Op.31 n.3 di Beethoven. Puwei Zheng nasce a Roma il 2 marzo 1999.

Teatro Marcello concerto di PuWel Zheng. Dopo alcuni anni trascorsi in Cina, a 13 anni si trasferisce definitivamente nella Capitale.

Quest’anno terminerà presso il Conservatorio di Santa Cecilia, l’ultimo anno del Corso Biennale a completamento della laurea breve, che ha conseguito nel 2018 con il massimo dei voti e la lode.

Nonostante la giovanissima età si è distinto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali nei quali si è aggiudicato il primo posto ed ha al proprio attivo concerti in location prestigiose:

dal Chiostro Campitelli del Teatro Marcello, alla Sala Baldini, ai Mercati di Traiano, al Museo della Centrale Montemartini, al Museo d’Arte Moderna, al Mattatoio.

Viene chiamato per tenere concerti presso l’Ambasciata Austriaca a Roma, all’Accademia Belgica e al Circolo degli Esteri.

Nel suo repertorio musiche di J.S.Bach, Mozart, Beethoven, Schumann, Chopin, Listz, Rachmaninoff, Debussy, Ravel, Scriabrin, Godovskij, Schonberg, Busoni, attraverso le quali trasmette lo stato d’animo, l’essenza, la diversità di un repertorio dalle forme espressive ed epoche distanti tra loro.

Ogni anno il Tempietto offre, in media, circa duecento concerti di musica classica, i cui esecutori sono grandi e talentuosi interpreti del panorama nazionale ed internazionale, che con la loro brillante esecuzione di brani a celebri, e a volte meno consueti dei grandi compositori di ogni tempo, ci conducono in  un viaggio all’interno della grande musica classica.

26 dicembre 2019 ore 17.15

Concerti del Tempietto – Roma

NOTTI ROMANE AL TEATRO DI MARCELLO

Festival Musicale delle Nazioni

Puwei Zheng eseguirà musiche di SCHUBERT LISZT  DEBUSSY  SKRJABIN

BEETHOVEN: SONATA IN MI b OP. 31 N. 3 

Sala Baldini al Teatro di Marcello

Piazza Campitelli, 9 – Roma

afjs@tempietto.it

www.tempietto.it

ore 16.30 – Visita guidata nei dintorni del Teatro di Marcello

(riservata ai possessori del biglietto del Concerto)

Ufficio Stampa Stella Maresca

Phone +39 3429857662

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/piccolo-teatro-dellarte-facce-da-bronzi?fbclid=IwAR3w689J3TzALfysKg3uShd3MoMjCH5H7mZGS5aaAV_jzpnQwJIuQ4SrrbY

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-ghione-abracadabra-la-notte-dei-miracoli/

foto disguido 2 ph angelo redaelli

Lo show internazionale di magia per adulti e bambini sbarca a Roma per Natale dopo il successo del tour italiano al Teatro Ghione

“ABRACADABRA” La Notte dei Miracoli, torna a Roma al Teatro Ghione per il terzo anno consecutivo, dopo un tour italiano che ha fatto registrare il sold out nelle varie tappe.

Dal 26 al 29 dicembre lo show internazionale di magia sarà presente al Teatro Ghione per dispensare emozioni, stupore, sorrisi e tanto divertimento a grandi e piccini.

Su palco del Teatro Ghione alcuni tra più grandi illusionisti del mondo, protagonisti di un appuntamento imperdibile.

Per la prima volta in Italia Benny Hiu Yeung Li, direttamente da Hong Kong, con un numero decisamente originale ed innovativo.

Vincitore dell’Asian Golden Magic Wizard l’artista ha avuto l’onore di esibirsi al Magic Castle di Hollywood.

Risate a crepapelle e un pizzico di follia per lo spagnolo Jaime Figueroa, vena comica applicata all’abilità di prestigiatore, pronto a sorprendere la platea con la sua perfomance esilarante, che gli ha permesso di aggiudicarsi l’ambito Mandrake d’Or nel 2016.

Un ritorno al passato, stile un po retrò ma senza tempo, per il Campione italiano di magia Mirco Menegatti con le sue colombe, deciso a far vivere a grandi e piccini un sogno ad occhi aperti nel quale si evidenzia l’amore e la dedizione reciproca tra l’uomo e questi esemplari meravigliosi dal piumaggio bianco, simbolo di pace sin dall’antichità.

foto MAGO GIGI SPECIALEL’arte del trasformismo prende vita con Luca Lombardo, artista poliedrico che spazia dalle clownerie alla visual comedy con abile grazia. Teatro Ghione.

Sulla scena anche il dirompente duo Alberto Giorgi e Laura, vincitori del prestigioso premio “Oracolo d’oro”, che sembrano uscire da un film di Tim Burton e proprio questa loro originalità gli ha permesso di esibirsi per “The Illusionist”, la più grande produzione d’illusionismo al mondo e record d’incassi a Broadway.

Una finestra sulle note con la contaminazione artistica del soprano giapponese Yasko Fuji, nota in tv per la presenza fissa nel cast di “Avanti un altro” condotto da Paolo Bonolis, che farà da colonna sonora live dello spettacolo.

Per la felicità dei più piccoli grande ritorno con Gigi Speciale, uno dei maggiori punti di riferimento nella magia dedicata ai bambini, che presenterà un nuovo numero in omaggio a Topolino, il celebre topo Disney, e colorerà d’arcobaleno la platea con i suoi adorati pappagalli.

A condurre la serata i campioni europei di Comedy Magic, I Disguido, duo di fantasisti, esuberanti ed eccentrici, noti per il loro mix esplosivo e travolgente che unisce cinema e magia, e che firmano lo show, insieme a Gigi Speciale e Valter Leonardi della Corte dei Miracoli di Livorno.

Il fascino del mistero, i prodigiosi incantesimi tra tradizione e modernità, lasceranno il posto anche alla magia della vita.

“Abracadabra” abbraccia, infatti, la solidarietà donando parte del ricavato a due Onlus:

Uniphelan, associazione che si occupa del sostegno alle famiglie con bambini affetti dalla sindrome di PhelanMc Dermid, e Antas, impegnata ogni giorno con i suoi 200 volontari nei maggiori ospedali capitolini per aiutare i pazienti con l’energia della Clown Terapia.

“Abracadabra”, la vera magia del Natale.foto Jaime Figueroa

“Abracadabra”, Teatro Ghione via delle Fornaci 37 Roma

26- 29 dicembre 2019 

Orari:
26 Dic. ore 17:00 e ore 21:00
27 Dic. ore 17:00 e ore 21:00
28 Dic. ore 17:00 e ore 21:00
29 Dic. ore 17:00

Info  prenotazioni teatro 06 637 2294

www.abracadabrashow.it

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/ix-municipio-cittadini-in-rivolta

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-le-fontanacce-mi-inviti-a-nozze/

Mi inviti a nozze

Teatro Le Fontanacce “Mi inviti a nozze”. Mi inviti a nozze di Valerio Groppa, regia di Siddhartha Prestinari

Teatro Le Fontanacce “Mi inviti a nozze”. Sabato 21 dicembre ore 21.00 e domenica 22 dicembre ore 17.30 saliranno sul palco del Teatro Comunale di Rocca Priora:

Teatro Le Fontanacce “Mi inviti a nozze”. Ketty Roselli, Alberto Bognanni e in video Samuel Peron e Luciana Frazzetto, con la commedia: “Mi inviti a nozze” di Valerio Groppa, regia Siddhartha Prestinari.

Teatro Le Fontanacce “Mi inviti a nozze”. Un uomo ed una donna si incontrano per caso in un aeroporto. Entrambi hanno una valigia piena di risentimento, cinismo, disincanto e solitudine.

Per caso prendono lo stesso aereo, per caso lo stesso taxi, per caso sono invitati allo stesso matrimonio.

Per caso vivono, loro malgrado, a stretto contatto per due lunghi, inaspettati, giorni.

L’ilarità ed i festeggiamenti della cerimonia e la felicità altrui isola i nostri protagonisti che si ritrovano a polemizzare tra manie, nervosi, capricci e rivalse per sfuggire ad una gioia che invidiano ma che hanno smesso di inseguire.

Una commedia cinica, raffinata, divertente e smaliziata sull’uomo di oggi e sull’eterno gioco alla roulette russa: l’amore!

Teatro Le Fontanacce gestito da due grandi personaggi dello spettacolo Luciana Frazzetto grande artista comica e non solo e il regista Massimo Milazzo.

Se volete divertirvi, venite a Rocca Priora al Teatro Comunale Le Fontanacce. Sarà sicuramente una serata all’insegna del divertimento e della comicità.

Buon divertimento

TEATRO COMUNALE LE FONTANACCE

ROCCA PRIORA

Piazzale Zanardelli (Belvedere)

Orari: sabato 21 dicembre ore 21.00

Domenica 22 dicembre ore 17.30 

Per acquistare il biglietto online clicca al seguente link: http://www.biglietto.it/newacquisto/titoli.asp?ide=1115&fbclid=IwAR3xGiX1fYmGrQHoM2hTOt2KMvetLazl28caKwl4zI5YEV42IjWQ1XNwutI#

PREZZO INTERO       € 15,00

PREZZO RIDOTTO    € 12,00

Presentando  la tessera Biblio + Sbcr: RIDOTTO € 10,00

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-aurelio-va-in-scena-il-gioco-di-natale?fbclid=IwAR3badgQ_XiyfxBR2cOmPEkbeg4OsZwLh4pfBy9MAUMbJqhnSSulX9GxXCM

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-parco-della-musica-pink-sonic/

Mi inviti a nozze
mail 1 1

Pupi Avati “La Terra del Diavolo”. Esce nelle librerie dal 21 dicembre il libro su Pupi Avati


Pupi Avati “La Terra del Diavolo” edito da Asylum Press Editor in collaborazione con Imp[O]sible Book

Sarà presentato sabato 21 dicembre 2019 alle ore 19.00, c/o la Libreria MONDADORI in Via Piave, 18 a Roma, il volume “La Terra del Diavolo” di Pupi Avati.

“La Terra del Diavolo” edito da Asylum Press Editor in collaborazione con Imp[O]sible Book. La cura di Claudio Miani e Gian Lorenzo Masedu, secondo volume della collana Voci di Dentro, dedicato al Maestro del Cinema Italiano, Pupi Avati, anch’esso presente all’incontro con il pubblico.

Pupi Avati “La Terra del Diavolo”. Il libro, edito da Asylum Press Editor e Imp[O]ssible Book è un viaggio fatto di emozioni, racconti, cultura, introspezione, studi e immagini su uno dei registi italiani che hanno segnato la storia del nostro Cinema, ed uno dei pochi capace di abbracciare un’infinità di generi narrativi.

“La Terra del Diavolo” è un volume denso di significato, all’interno del quale una lunga chiacchierata con il Maestro bolognese ci consente di ripercorrere non solamente il suo cinema e quel mondo di “genere” oramai quasi completamente dimenticato.

Ma soprattutto di sondare l’importanza delle radici e della terra all’interno di quell’evoluzione sociale che ha segnato il nostro paese sin dagli anni del dopoguerra.

Un viaggio che parte dalle prime sperimentazioni filmiche di Balsamus, l’uomo di Satana e Thomas e gli indemoniati e giunge sino all’ultima fatica Il signor Diavolo.

Proprio di quest’ultima pellicola, in appendice al volume, è presente un prezioso omaggio esclusivo di Pupi Avati:

il quaderno personale di appunti e schizzi utilizzato per la realizzazione della pellicola, che va ad aggiungersi ai quattro saggi tecnici, all’ampia intervista al Maestro e al vasto repertorio fotografico e d’archivio gentilmente concesso dalla Duea Film.

Ufficio Stampa 

Gargiulo&Polici Communication 

Licia Gargiulo – mob. 389 9666566 – email. licia.gargiulo@gmail. com 

Francesca Polici – mob. 329 0478786 – email. francesca.polici@gmail. com 

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-de-servi-mamma-balli-con-me

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-parco-della-musica-christmas-edition/

VALERIO SCANU © Fabrizio Cestari 5

Auditorium Parco della Musica sabato 21 dicembre ore 21.00 Valerio Scanu in “Chritmas Edition”

Torna VALERIO SCANU all’Auditorium Parco della Musica con il consueto concerto di Natale quest’anno denominato Christmas Edition.

Un appuntamento imperdibile per i fan del cantautore sardo, arrivato all’ottava edizione, che anche quest’anno propone “un viaggio in musica attraverso i ricordi, i sogni e i desideri.

Un concerto che lo scopo di far riaffiorare alla mente emozioni che solo il Natale sa suscitare perché per sognare, in fondo, non è mai troppo tardi…”

Quest’anno l’atmosfera sarà ancora più intima con un live in versione acustica. Auditorium Parco della Musica

Sul palco con Valerio: Gianluca Massetti alle tastiere, Fabio Greco alle chitarre e Irene Calvia ai cori.

Valerio Scanu nato il 10 aprile 1990 nell’isola di La Maddalena, ha coltivato sin da piccolissimo il sogno di essere un cantante, e la partecipazione ad Amici di Maria De Filippi l’ha fatto conoscere al grande pubblico.

Nel 2010 ha vinto il Festival di Sanremo con “Per tutte le volte che”; nel 2011 lascia la Emi ed apre la sua etichetta indipendente, la NatyLoveYou.

Nel 2016 ritorna al Festival della canzone italiana con il brano “Finalmente Piove” scritto per lui da Fabrizio Moro.

Il suo talento va oltre la musica: vera e propria star a tutto campo, negli ultimi anni, con il suo eclettismo e la sua spontaneità, ha conquistato il pubblico vastissimo di trasmissioni televisive come “Tale e Quale Show”, “L’isola dei famosi”, “Ballando con le stelle” e “Kudos – tutto passa dal web”.

A Marzo 2018, il giovane cantautore ha pubblicato la sua seconda autobiografia “GIURO DI DIRE LA VERITA’ – Dalla A alla Zia Mary”.

A ottobre 2018 è uscito “DIECI” album che ha debuttato al 2* posto della classifica di vendita e che festeggia i 10 anni di carriera di Valerio.

Info e Prevendite: ticketone.it 

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/accademia-conservatorio-santa-cecilia-notte-per-la-leucemia

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-manfredi-ostia-lido-lo-show-cabarock/

VALERIO SCANU © Fabrizio Cestari 5
IMGP5483 900x598 1

Teatro Manfredi Ostia Lido lo show “Cabarock”. Carmine Faraco 40 anni di carriera dal palco alla musica, racchiusi in un fumetto celebrativo e i suoi “Pecché”

Teatro Manfredi Ostia Lido lo show “Cabarock”. Un traguardo importante, un nuovo show e 40 anni di carriera racchiusi in un sorprendente fumetto. Teatro Manfredi con Cabarock.

Teatro Manfredi Ostia Lido lo show “Cabarock”. Carmine Faraco festeggia così il prossimo 20 dicembre, alle ore 21 al Teatro Manfredi di Ostia con il suo “Cabarock, un percorso costellato di successi, tra cinema, musica e tv.

Artista eclettico, napoletano d’origine ma romano d’adozione, Faraco ripercorre tappa dopo tappa i momenti salienti di una vita trascorsa sui palchi di tutta Italia.

Nuove gag senza dimenticare però alcuni, richiestissimi, cavalli di battaglia.

Nella stessa sera anche la presentazione di un fumetto straordinario, nato dalla passione dell’artista per questa forma narrativa, dedicato al suo famoso tormentone, “Pecché”.

Tormentone che lo ha portato nel cast fisso di Colorado, con un personaggio deciso ad analizzare in maniera dissacrante, ma divertente, centinaia di canzoni italiane.

Proprio da questo prende spunto il volume “La Fabbrica dell’incubo (L’incubatrice)” nato dalla fantasia, dalla penna e dal cuore del poliedrico comico.

Tra le pagine illustrate la storia della sua esperienza, che si intreccia con voci e volti noti incontrati lungo la strada.

Strada ricca di colpi di scena e viaggi interdimensionali che trasportano il lettore dalla terra al Paradiso.

Omaggio sincero all’autore di Dylan Dog, Tiziano Sclavi, perché la creatività è una storia senza fine.

Una lunga notte tutta da vivere e da ridere nella quale gli eterni dilemmi di Faraco, alle prese con testi colmi di paradossi e curiosità scritti da autorevoli cantautori.

Passa dal palco alle pagine di un libro dove il nostro “eroe” vola con la fantasia nel suo incubo popolato di cantanti come Vasco Rossi, Renato Zero, Zucchero, Claudio Baglioni, Gianni Morandi, I Cugini di Campagna e tanti altri.

E per chiudere in bellezza un messaggio indirizzato ai giovani, perché non perdano mai le speranze di realizzare i propri sogni.

Nel foyer del teatro sarà infatti allestita una mostra dell’associazione Acca Academy, diretta da Grazia Santinelli e da Stefano Dodet, per colorare di sorrisi l’ingresso del pubblico, grazie alle opere di aspiranti fumettisti ai quali Faraco augura di realizzare il suo stesso traguardo.

20 dicembre 2019 – Teatro Manfredi Ostia Lido ore 21.00
Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/concerto-di-natale-2019-omaggio-a-federico-fellini/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/qualcosa-in-comune-un-grande-successo-al-teatro-tirso-de-molina